NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

el porto de Trieste deuna volta, de adesso, le navi che vien e va a Trieste, de una volta e de adesso
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » lunedì 14 febbraio 2011, 13:44

Ciao a tutti

Ho pensato di inserire qui qualche informazione sulle navi del Lloyd. Io sono affascinata dalle vostre navi, pur non essendo un'esperta. A Trieste spesso è passata la Storia, sulle navi. Ho messo questo titolo, perchè mi piaceva poter inserire qui le navi appartenute a Trieste, anche se in tempi diversi. Poi, amministratori, fate quel che volete.
Inizio con una nave di cui ho già parlato, in un' altra collocazione del Forum, ma sulla quale ho trovato altre informazioni.

PIROSCAFO KOERBER –HUNTSPILL- ASIA

Il piroscafo Barone Koerber fu costruito a Trieste , per conto della Società di Navigazione a Vapore del Lloyd Austriaco nel 1903.

Aveva preso il nome dal ministro austriaco Barone Ernest von Koerber (1850- 1903).

Fu una nave di 5235 tonnellate , 400ft x 49ft, , velocità 14 nodi, costruita in acciaio , a due eliche . Poteva fornire un alloggio per 107 persone in prima classe e 20 passeggeri in seconda classe. Però, naturalmente, poteva trasportare molte più persone.

Immagine

QUESTA FOTO DELLA NAVE E' DEL 1921.


Il piroscafo percorse la rotta Trieste-Durban fino a febbraio 1907, quando fu trasferito al servizio Trieste-Bombay.

Fu sequestrata dagli Inglesi a Calcutta ,durante la prima guerra mondiale, nell’agosto 1914, ed inviata ad Alessandria.
Nell‘ ottobre 1915 fu rinominata Huntspill dagli Inglesi e fu usata da essi per il trasporto di truppe britanniche ed approvvigionamenti .

Giunta ad Aden gli Inglesi provvidero a fotografarla ed a inserirla in una “Carte postale”. Effettuò quindi il trasporto dei marittimi che erano a bordo ad Adhmedganar (Indie inglesi), dove esisteva un grande Campo di Detenzione inglese.

Effettuò in seguito due viaggi da Arcangelo(Russia) nel 1916 , trasportando ex prigionieri astroungarici che avevano optato a Kirsanov per l’Italia.

Primo viaggio: 24 settembre 1916, con partenza da Arcangelo. Rotta : Mar Bianco - isole Shetland- Arrivo a Glasgow il 4 ottobre 1916. Quindi il piroscafo ripartì per Arcangelo, per raccogliere un nuovo carico di ex prigionieri diretti in Italia.

Secondo viaggio: 30 ottobre 1916, con partenza da Arcangelo. Rotta identica e arrivo a Glasgow(Scozia) il 9 novembre 1916.

Nel 1917 la gestione del piroscafo passò a Union Castle Mail SS Co.
Nel 1920 fu gestito dalla Società India britannica SN Co., appartenente agli Inglesi, ed effettuò la rotta da Oriente a Trieste.

Durante l’estate del 1920 fece la spola da Vladivostok a Trieste per riportare la Legione Ceca.
Era gestita in questo periodo dal governo britannico dai sigg Escombe e McGrath della società Olympic

Per preparare il suo uso come trasporto soldati o prigionieri in India, andò in bacino di carenaggio a Southampton sulla Manica nel mese di ottobre 1920. Il 9 febbraio 1921, caricò il carbone al molo 40, poi si trasferì il 15 febbraio a Southampton Berth 41, dove era ormeggiata con la dritta rivolta alla banchina.

Il 26 febbraio 1921 avvenne un misterioso affondamento della nave . La nave Huntspill ormeggiata al molo della città cominciò ad imbarcare acqua, per motivi ignoti (sabotaggio o disattenzione umana) e sprofondò parzialmente, inclinandosi, nel fondale fangoso, con 20° sottozero. A bordo c’erano marinai che si misero in salvo. La nave avrebbe dovuto imbarcare l’indomani delle truppe (o prigionieri) diretti a Bombay e questa partenza ovviamente fu rinviata.

Immagine


QUESTA FOTO RAPPRESENTA L' AFFONDAMENTO PARZIALE DEL PIROSCAFO , A SOUTHAMPTON.

Il 1° marzo 1921 arrivò un rimorchiatore e l'acqua fu pompata fuori bordo. Ma durante questa operazione,la nave già pericolosamente inclinata, affondò.
Il piroscafo Huntspill fu sollevato dal mare solo il 21 marzo 1921.



In seguito, dopo il recupero, fu ristrutturato e restituito (o venduto) nel settembre 1921 alla Società di Navigazione a Vapore del Lloyd Triestino, la Società Italiana succeduta al Lloyd Austriaco.

Rinominato Asia, la nave riprese il servizio.
Sopravvisse ad un’ altra disgrazia marittima nel marzo 1929, quando fu spinto a terra durante una tempesta a Trieste, ma fu rimessa a galla pochi giorni dopo, riparata e continuò l'esecuzione di normali servizi per altri quattro anni, fino al ritiro nel 1933 per la demolizione nel cantiere di Monfalcone.


Il nome Huntspill: secondo una Gazzette inglese che pubblicò la notizia dell’affondamento, sembra che “Hun” sia stata una serie di lettere che iniziarono la nuova denominazione non germanica di un certo numero di navi conquistate (Hun= unno = tedesco), come la Huntscape, Hunsbridge ecc.
In altri testi storici che accennano al nome di questa nave, si parla invece di una traduzione di questo tipo : Huntspill – Huntspeal = squillo di caccia.




Questa nave, insomma, è stata costruita per scopi mercantili o di crociera, ma poi attraversò varie traversie, oltre a percorrere i mari del mondo in lungo ed in largo. Non dimentichiamo che a bordo ci furono molti uomini che lavoravano, ma che poi furono presi prigionieri e trasportati in luoghi sperduti e a volte terribili. A volte altri uomini videro questa nave come la nave della speranza, che li riportava " a casa loro".

Insomma, questa è stata una nave molto significativa. C'è qualcuno in grado di spiegare cosa significa "Nave a doppia elica" e la differenza di navigazione tra navi costruite in acciaio o in ferro?

Ciao Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35893
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da babatriestina » lunedì 14 febbraio 2011, 14:03

Hai fatto benissimo a incominciare un argomento così affascinante come le navi e i cantieri.
Perchè le navi hanno continuato a venir costruite qua fino alal chiusura dei cantieri negli ultimi anni '60 ( e continuano a Monfalcone, ma per certi triestini Monfalcone è già "estero" :wink: )
Ci siamo legati sia perchè le vedevamo, le famose "navi bianche", ormeggiate alla stazione Marittima, sia perchè la loro costruzione e il loro arredamento davano luogo ad un notevole indotto, anche di arte applicata. quante opere di artisti triestini sono state messe nel loro arredamento e al disarmo... sono sparite!
su facebook ci sono appassionati che postano questi interni e le storie di queste navi.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » lunedì 14 febbraio 2011, 20:59

Mi dispiace un pò perchè la foto rappresenta una nave "vissuta". Chissà com'era bella quando era al varo ! Cosa ricordi, Baba, "delle navi bianche" che vedevi ormeggiate?
Io ho scelto questa Huntspill perchè ho trovato molti particolari interessanti della sua storia, ma oltre all'aspetto, mi affascinano anche le rotte e le vite dei marinai. Chissà come deve essere vivere a bordo di una nave...

Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35893
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da babatriestina » lunedì 14 febbraio 2011, 21:49

beh, si vedevano come adesso le navi da crociera. con la calma vi racconterò la mia esperienza di un paio di giorni sulla Saturnia e Vulcania, solo fino in Grecia, però.
sarebbe stato bello avere i ricordi del bisnonno, ma è morto negli anni 80 dell'Ottocento, per cui quello che ne so è quanto papà sentì dire da suo padre e da sua nonna..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » martedì 15 febbraio 2011, 23:30

LA NAVE HABSBURG


Questa fu una nave da combattimento della Marina Austroungarica, del Lloyd Austriaco .
Fu un incrociatore da battaglia della Marina Imperiale (K.u.K Kriegsmarine) Classe Habsburg.
Il piroscafo Habsburg venne ultimato nel 1899, varato il 9 settembre 1900 nel Cantiere di San Marco, che era stato rilevato nel 1895 dallo “Stabilimento Tecnico Triestino”. Aveva 3 cannoni , 8,232 t , 2 cilindri, motore a vapore verticale a tripla espansione, viaggiava a 36.34 km all’ora.
SMS Habsburg fu usato prevalentemente per la guardia costiera, mentre gli altri due incrociatori della stessa classe : SMS Árpád , varato l'11 settembre 1901 e SMS Babenberg, varato il 4 ottobre 1902, parteciparono al bombardamento di Ancona.
Tutte e tre le navi, dopo la Prima guerra mondiale, passarono alla Gran Bretagna la quale poi le vendette all'Italia, che le affondò, credo, nel 1921.

Immagine

Non mi piacciono le navi da guerra, proprio perchè fanno la guerra. Ma il varo di questa nave è rappresentato in un quadro di Kirchner e l'effetto è per me bellissimo. No fa paura. Purtroppo le guerre del passato non si possono cancellare, speriamo nel futuro...Se ho sbagliato qualcosa, correggete.

Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » martedì 15 febbraio 2011, 23:46

KAISER KARL VI

E questa è un'altra nave da guerra, la Kaiser Karl VI, varata nel 1899 nello Stabilimento tecnico Triestino.



Immagine

per le istruzioni tecniche , vi rimando a questo sito:

http://www.agenziabozzo.it/navi_da_guer ... a_1912.htm


Certo che fa un certo effetto osservare le navi dipinte, idealizzate, e poi vederle per davvero, come strumenti di guerra.

Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35893
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da babatriestina » mercoledì 16 febbraio 2011, 7:02

Hai messo delle bellissime immagini, mi chiedo nell'ultima della Karl VI che dovrebbe essere del 1898 o subito giù di lì, se il veliero a vele spiegate a sinistra è fantasia artistica o ce n'erano ancora all'epoca.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » venerdì 4 marzo 2011, 15:05

Un 'altra nave, che dedico ad una giovane amica. E' una nave di cui ho già parlato, in un altro messaggio del Forum.
Ma avendo trovato una foto migliore, inserisco anche questa. Così arricchiamo un pò i ricordi e le immagini del Lloyd e delle sue navi.Mi sono aiutata un pò con Google, per la descrizione, ma l'ho integrato.


Immagine

IL PIROSCAFO GABLONZ

Il piroscafo a doppia elica “Gablonz” fu costruito nel 1912 dal cantiere navale San Rocco di Trieste per il Lloyd Austriaco , varato il 3 maggio 1912 ed era in servizio dal 1913 lungo la via di navigazione dell’Estremo Oriente .

Aveva potenza motrice complessivamente di 7500 Cv , la stazza lorda era di 8.448 tonnellate. Velocità 16 nodi.

L’altra “nave sorella”, la Marienbad, solcò i mari dal 1913 al 1916.

La Gablonz fu impiegata, dopo il suo varo, per il servizio di trasporto passeggeri sulla linea Trieste - Venezia - Brindisi -Suez -Aden - Bombay.
Dopo un solo anno di servizio, con lo scoppio della prima guerra mondiale (1914) fu messa in disarmo sul lago di Procliano, in Dalmazia.
L’altra “nave sorella”, la Marienbad, solcò i mari dal 1913 al 1916.


Al termine del conflitto mondiale, con decreto del 3 gennaio 1919, la ragione sociale del Lloyd austriaco era diventata Società di Navigazione del Lloyd in Trieste, modificata poi in Lloyd Triestino, Società di Navigazione a Vapore.
Perciò, da questa data, la Società diventò quindi italiana e le sue navi continuarono a navigare, riprendendo anche i normali servizi di linea, sotto bandiera interalleata con affiancata quella del Paese che gestiva il servizio.
La nave Gablonz nel 1919 fu rinominata "Tevere".
Nel 1919 stava tornando da Londra per conto della "Peninsular and Steamship Navigation Company"con a bordo passeggeri inglesi .
Si spinse fino a Vladivostok per portare merci destinate al Corpo di Spedizione Inglese,che si era insediato in Siberia e a Vladivostok dall’agosto 1918, per combattere l’avanzata dei bolscevichi. Dato che scadeva il contratto con gli Inglesi, era poi diretta verso Trieste.
Arrivò a Vladivostok il 1 settembre 1919 e ripartì con una modesta quantità di passeggeri a bordo, con buona probabilità circa un centinaio di uomini :una trentina di Trentini, altrettanti giuliani,friulani e istriani, una ventina di carabinieri napoletani e venti marinai della Legazione italiana di Pechino . Ci vollero 4- 5 giorni per risistemare la nave,dato che era una imbarcazione mercantile, in modo che potesse imbarcare le persone che furono ritenute adatte a tornare in Italia. Il piroscafo lasciò Vladivostok il 6 settembre 1919, con le seguenti tappe:
10 settembre : arrivo al porto della città di Shanghai (Cina); 17 settembre : Hong Kong ;24 settembre : arrivo a Singapore ;2 -3 ottobre : arrivo a Colombo ; 17 ottobre : arrivo a Port Said; 21 ottobre : arrivo a Brindisi ;23 ottobre 1919 : arrivo a Trieste (percorso : Dalmazia, Istria).
Quindi la nave continuò i suoi viaggi.
Nel 1932 fu trasferita sulla rotta Trieste-Venezia-Brindisi-Pireo-Costantinopoli.
Il 22 luglio 1936 fu requisita e trasformata in nave ospedale, operando durante la guerra di Spagna; nel 1937, rimodernato negli interni, tornò in servizio sulla linea Genova-Napoli-Suez-Aden-Massaua.
Il 27 maggio 1940 fu nuovamente requisita a Napoli dalla Regia Marina e il 25 luglio dello stesso anno entrò ancora in servizio come nave ospedale. Svolse otto viaggi, con il trasporto di 4.000 feriti e malati.
Il 17 febbraio 1941, poco fuori del porto di Tripoli, urtò una mina - posata qualche tempo prima da aerosiluranti Fairey Swordfish dell'830° Squadron di base a Malta - e affondò. Causa il fondale basso , le sovrastrutture ed il ponte di coperta rimasero sopra il livello dell'acqua. Se ne progettò il recupero che però non fu eseguito; il 20 gennaio 1943, prima dell'abbandono di Tripoli, la Tevere fu minata e fatta saltare in aria.
Nel 1944 il relitto fu recuperato e demolito.

Ciao spero di essere stata utile.

Mandi.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » venerdì 4 marzo 2011, 15:15

Ed eccola qui, come una bella principessa dalla vita travagliata, nel suo declino.

Immagine


Partita da Trieste nel lontano 1913, come una nave laboriosa addetta al commercio, fu catturata, cambiò nome, aiutò a ritornare a casa tante persone che erano prigioniere, raccolse come nave ospedale i feriti, finchè a Tripoli finì la sua avventura nei mari nel 1943 .
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » venerdì 4 marzo 2011, 18:10

La nave di cui ho appena parlato e di cui ho mostrato la foto mentre sta affondando è, per chiarezza ulteriore (e mia omissione) la nave Gablonz, che nel 1919 fu rinominata Tevere. La foto della nave Gablonz/Tevere è del 1941.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1896
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da Piereto » lunedì 21 marzo 2011, 20:48

Meto insieme notizie ciolte un poco su internet ,altre su un per de libri che go leto a suo tempo e forse zonterò anche de le foto.
Certamente la prima compania triestina de navigazione xe sta el Lloyd ,che no nasi come una compania che gestisi de le navi,ma come una compania de assicurazioni, nel 1833. La xe formada da 19 società assicuratrici e banche,e 127 azionisti. El compito iera quel de fornir e racoglier informazioni concernenti el comercio maritimo,e quindi la diventa sempre più importante come punto de riferimento e de azion de la politica de l’Austria de Meternich Se forma nel 1836 la sezion commerciale e ghe vien afidà l’inoltro de la posta verso i porti tocadi de l’adriatico e po del vicino oriente,e quindi la ciapa soldi dal governo per questa attività postale. Se punta da subito su navi a vapor piutosto che a vela proprio per aver un celere servizio postal. Drio del servizio postal ghe iera la penetrazion austriaca nell’impero ottoman. Le prime navi del Lloyd più grose e sicure iera fate in Inghilterra che iera el paese al’avanguardia in tute le realizazioni tecniche e industriali dell’otocento,e el iera anche el più grande impero colonial. La prima nave del Lloyd xe sta l’”Arciduca Lodovico”, de 310 t., costruida a Londra. El primo viaggio organizà con trasporto pasegeri i lo fa el 16 maggio 1837 con partenza ale ore 17 dal molo San Carlo a Trieste. Parti 53 passeggeri, che riva a Costantinopoli con soste nei porti di Ancona, Corfù, Patrasso, Pireo, Syra e Smirne, dopo 14 giorni. Se devi sostar anche per far aqua e legni de arder,ghe iera poca stiva.. Sicome se porta la posta se devi isar la bandiera postal de l’Austria e meterse una uniforme. La compania atraverserà alti e basi ligadi a le guere de l’Austria,a le sempre magiori spese. Venirà eliminada pian pian la concorrenza interna de la compania del Danubio che portava merci e posta fin Costantinopoli, e i afari co la Grande Porta no sempre andrà pel verso giusto.Per risparmiar su l’aquisto dei vapori in inghiltera indirettamente se favorirà el naviglio fato in austria e per quel el Lloyd se ocuperà de riparazioni maritime e de varar le proprie navi ,e de costruir poi i motori. Par incredibile che la storia de Trieste gà ciapà avio per inoltrar qualche plico e un per de letere. El governo de Viena no aparirà mai in prima persona ne la gestion de la società che resterà sempre privata,ma continuerà a darghe soldi sottobanco. Le prime 24 navi ga le rode a pale per moverse,e le potenze dei motori iera de pochi cavai. El “Ludovico” gaveva 100 HP e el pesava 310 ton.Per dir ogi con un motor de 25 hp de un fuoribordo se riva a far sci de aqua. Bisogna ricordarse che ste navi iera de legno e che no ghe iera pitura de darghe e le veniva incatramade e mesa la stopa ne le conesure de le tavole. El porto de Trieste gaveva tuta una serie de picole isolete fate de tanti pai come de le bitte,dove che la nave viniva ligada e mesa coricada de fianco per poderla ricatramar e calafatar,e sostituir i legni marzi. El pegior nemico del fasciame iera le teredini un molusco bivalve animaleto che fazeva busi nel legname,per cui una nave de legno in genere no la durava più de trenta ani. Per questo se zercava de farle in rovere che xe un legno che in aqua el se indurisi.
Adeso ve meto l’elenco de le linee gestide dal Lloyd prima del scoppio de la guera del 1914.

Trieste-Spalato-Cattaro (tre volte ala setimana)
Trieste-Spalato-Cattaro-Durazzo-Corfù-Santa Maura (setimanale)
Trieste-Budva-Spizza (setimanale)
Trieste-Venezia (tre volte ala setimana, d’estate giornaliero)
Trieste-Brindisi-Alessandria (setimanale)
Trieste-Brindisi-Corfù-Patrasso-Pireo-Costantinopoli (setimanale)
Trieste-Gravosa-Alessadria (porto siriano) (setimanale)
Trieste-Corfù-Smirne-Costantinopoli (setimanale)
Trieste-Salonicco-Costantinopoli (setimanale)
Trieste-Port Said-Aden-Bombay (do volte al mese, tra maggio e agosto mensile)
Trieste-Port Said-Kurachee-Madras-Colombo-Rangoon-Calcutta (do volte al mese - trasporto merci)
Trieste-Port Said-Aden-Colombo-Singapore-Hongkong-Shangai (mensile)
Trieste-Port Said-Bombay-Singapore-Hongkong-Shangai-Yokohama-Kobe (mensile)



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1896
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da Piereto » martedì 22 marzo 2011, 20:37

Ulteriori sviluppi dell’attività armatoriale triestina.
Xe interesante notar che per tuto el 800, molti comercianti triestini i se avalesi per i loro trafici de noleggiar dei velieri o dei vapori ad hoc,cioè i agiva anche come armatori ,e come in questa reditizia atività anche el Lloyd se ingeniasi. Nol podeva doprar le sue navi,perché el iera soto contrato con Viena per l’inoltro de la posta ,e proprio per questo el ciapava contributi e sovenzioni. E alora el ricoreva soto banco a nolegi,ma a la fine el gà deciso, specie dopo un lucroso afar de trasporto de zuchero da l’India verso Fiume (a partir dal 1905) ,e anche per far afari in altre parti e cusì eluder i regolamenti ministeriali che ghe imponeva de far trafici con l’oriente ,mentre la “Ungaro-Croata” e la “Adria” fiumana doveva far i collegamenti nel meditaraneo ocidental,disevo che el ga deciso de crear una nova compania de navigazion. Questa nova compania de navigazion doveva poder far meio i afari che el Lloyd no rivava a far.,e quindi nasi nel 1906 la Libera Navigazione Triestina grazie anche al contributo de azionisti del Lloyd ,e za nel 1910 el Lloyd ghe vendi tre sui vapori : el Moravia,el Istria e el India, e i fa rota su la linea libera per Calcuta. El governo de Viena voleva vederghe ciaro e perciò el decidi che a partir del 1907 el centro direzional del Lloyd se trasferisi ne la capitale. Ma come gavemo visto la LNT prospera e aumenta el naviglio. Un episodio analogo ghe xe ocorso a la Tripcovich a la quale el Lloyd ghe vendi nel 1913 el piroscafo pasegeri Wurmbrand che farà rota per la dalmazia salvo poi noleggiarlo quando ocori. Anche el piroscafo merci Tebe pasa a la Tripcovich su la rota per Venezia.Quindi el Lloyd zerca anche contemporaneamente de risparmiar eliminando quei vapori che no gira a pieno regime,salvo po noleggiarli quando che se presenta l’afar.
Quindi nei primi ani del 900 cominciemo a asister a un cambio de man de le navi e questa situazion se agraverà dopo la prima guera,sia per navi dade in pagamento dani de guera,sia per fallimenti de societa armatoriali,senza tinir conto del naviglio perso in operazioni militari.
Verso la fine dell’800 comincia in grande stile le grandi migrazioni de europei che va verso le americhe,tantisimi in zerca de lavor ,ma ghe xe chi va anche per svago o afari,e i paga per pasar el atlantico.Quindi alcuni capitalisti vienesi nasa l’afar e i decidi de costituir una compania de navigazion ad hoc,per no dover pagar el biglieto ai tedeschi de amburgo. Cusì nasi L’Austro americana. El governo de Viena vedi de bon ocio questa operazion anche perché xe pur sempre una penetrazione austriaca in altri mercati,e el xe disposto anche a aiutarla in qualche maniera.
Allegati
no1.jpg
Questo xe el Wurmbrandt de la Tripcovich nel 1913 ( ex LLoyd ) atracà al molo San Carlo
no1.jpg (48.71 KiB) Visto 11487 volte
no3.jpg
Come el Praga,cusì el Baron Beck,el Palacky,el Bregenz, el Graz ,el Bruenn tuti de 3850 ton. entradi in servizio nel 1902 -03 su la linea celere del Levante e del Mar Nero.
no3.jpg (28.59 KiB) Visto 11487 volte
no2.jpg
El Tirol,el Carniola,el Styria,el Bucovina,el Galicia,el Carintjia,tuti de 2920 ton. entradi in servizio tra el 1899 - 1902 su la linea per la Grecia e la Siria.
no2.jpg (37.25 KiB) Visto 11487 volte



Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » martedì 22 marzo 2011, 21:28

Scusa l'ignoranza , il passaggio da un fumaiolo a due o tre corrisponde a un miglioramento tecnico? Sai a quali anni risale?

Bel el raconto!
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1896
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da Piereto » mercoledì 23 marzo 2011, 13:08

El Lloyd nei primi del 900 el ga pensà ,come per le linee merci,anche per le linee pasegeri ,de sganciarse da le incombenze con la aministrazion postal ,e far de solo. E a questo scopo el gà destinà el piroscafo Talia per le crociere ,osia per viagi de piacere nel mediteraneo orientale. El fato xe che el numero de gente che se spostava ,per afari e per turismo,ga comincià a aumentar sai a fine secolo.L’aumento dei trafici paseggeri –merci ga richiesto un numero magiore de piroscafi ,sempre più capienti e veloci , e più grandi. Quindi con machine più potenti e uso de le doppie eliche per far a meno dei rimorchiatori per moverse nei porti. Quindi ghe xe una bela diferenza tra i progeti del Lloyd del 1893 riguardanti le navi pasegeri Cleopatra,Semiramis e Bohemia de 4014 ton con la gemela Habsburg de 4318 ton ,e le sucesive Wien e Helouan del 1910 de 7307 ton. sempre impiegadi su la rotta per l’egito.Le ultime navi pasegeri più grose costruide dal Lloyd a ridoso de la prima guera xe sta el Gablonz e el Marienbad de 8448 ton. e i xe stai impiegadi su la rota celere per Bombay. Sicome un afar ne tira un altro, xe logico che i capitalisti de la monarchia ga pensà ben de costruir acanto ai cantieri navali,cioè all’arsenal del Lloyd, e al San Marco e San Roco che costruiva per la marina de guera ,una acieria.Trasportar le lamiere per ferovia voleva anche dir aumerntar la capienza e i carichi tonelata per rioda dei cari feroviari e quindi l’armamento ,e la potenze de le locomotive. Per cui insieme a la feriera de Jesenice xe nata la feriera de Servola. E quando che se gà tratà de isar tonelate de aciaio come i canoni fati da Skoda a Plzen ,no ga bastà più gru fise come la mancina de l’arsenal, ma se gà pensà al ponton più groso Ursus.
Allegati
no4.jpg
El Habsburg
no4.jpg (30.28 KiB) Visto 11470 volte
no7.jpg
El Wien
no7.jpg (25.79 KiB) Visto 11470 volte
no6.jpg
El Helouan che manovra davanti el molo San Carlo
no6.jpg (34.82 KiB) Visto 11470 volte
no5.jpg
El Gablonz
no5.jpg (21.03 KiB) Visto 11470 volte



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1896
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da Piereto » mercoledì 23 marzo 2011, 14:58

Go trovà do foto che ben esprimi i cambiamenti ne le costruzioni de le barche del Lloyd.El primo xe dell’Arciduca Lodovico del 1836 ,costruido interamente in legno e varà a londra. Probabilmente co le ossature in legno de quercia,longo 42 metri e dotà de una caldaia a parllelopipedo a bassa presion che svilupava 100 cavai. El fumaiolo ciminiera iera sai alto per darghe un suficente tiraggio.Iera una barca a tambure e el movimento veniva trasmeso a le rode da un bilancier. L’altra foto xe quela del piroscafo Imperator III del 1886 costruido in acciaio con stazza de 4017 tonn,lunghezza de 117 metri,e con una machina a quadruplice espansion con 4 cilindri de 91 cm. de diametro e con una potenza de 3500 cavai,e per el 1886 iera una potenza fora de la norma. Questo per dirve de le capacità de progetazion raggiunte dai nostri cantieri. I alberi e le vele su sta nave xe una roba mesa per ornamento e per niente operativi.
Allegati
no8.jpg
no8.jpg (36.15 KiB) Visto 11464 volte
no9.jpg
no9.jpg (39.93 KiB) Visto 11464 volte



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1896
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da Piereto » giovedì 14 aprile 2011, 15:06

Penso che questa xe stada la più bela nave pasegeri del Lloyd triestino.Ogni nave gà la sua storia, e anche la Victoria no xe de meno. La xe stada pensada dopo che nel 1928 la società concorrente SITMAR de Genova gaveva meso in mar le navi Esperia e Ausonia su la rota per l’egito. El Lloyd gaveva ancora el Vienna e l’Helouan ,navi del 1912, su la stesa linea. La Esperia de 11300 ton. de la SITMAR ,la iera del 1914 ,e fata a Riva Trigoso,la xe sta consegnada dopo la guera nel 1920,nave a turbine ,lusuosa e veloce,480 pasegeri,servizi separati in cabina,comunque più veloce del Vienna.La sua copia xe l’Ausonia con una presion più alta de vapor suriscaldà ne le turbine,che porta magior velocità e minori consumi,che entra in linea nel 1928. E alora el Lloyd pensa a la Victoria de meter su la stesa rota ,e el la fa costruir al San Marco .Una nave modernisima de 164 metri con dopio scafo,compartimenti stagni,de linea nova ,stile e mobilia e saloni moderno,e forsi la prima al mondo ad aver un garage per i auti al seguito dei pasegeri. 13062 ton.,18850 cavai ,velocità de crociera de 21 nodi e la porta 566 pasegeri.Nel giugno del 1931 xe el viagio inaugural. El percorso tra Brindisi e Alessandria el vien abrevià de 12 ore .I ani dopo el 30 xe i ani dei grandi rimpasti sia dei cantieri che nei armatori, per cui al Lloyd iera diretor Guido Cosulich.Ma xe anche i ani in cui la Sitmar passa al Lloyd ,e cusì el Lloyd se trova ad aver anche Esperia e Ausonia. E sicome xe trope navi che va in Egito ,e manca i pasegeri, alora nel 1932 se prolunga i viagi de la Victoria fino a Bombay,e xe un vero suceso. Nel 1932 naserà una nova concentrazion ne la flota italiana ,per cui el Lloyd sabaudo meterà a disposizion per la rota de Shangai le navi pasegeri Conte Rosso e Conte Verde La nave Victoria diventa tanto popolare da eser ciamada le colomba del oceano,e la svolava ben impiegando tre giorni de meno nei confronti de la nave della P & O su la stesa rota. Nel 1932 cusì El Lloyd ciapa Esperia,Ausonia e i do Conti,el roso e el verde, e la Victoria nova e moderna lasa Trieste per Genova su la rota per Bombay. Nel 1935 la vinirà dotada anche de una piscina.Nel 1936 se fa viagi alternati partendo de Genova per Bombay e tornando a Trieste e po viceversa. Nel 1937 nasi la società Finmare e el Lloyd cambia nome in Lloyd triestino sacietà anonima di navigazione. La sede xe a Trieste ,ma el centro decisionale pasa a Roma.Scopia la guera ,e nel 1941 el Lloyd cambia de novo nome in “Linee triestine per l’oriente”,ma come tute le navi pasegeri in sto periodo,o le va in disarmo o le vien requiside. Cusì la Victoria parti el 22 gennaio 1941 da Napoli verso Tripoli in Libia con altri 4 mercantili ,e una scorta poderosa ,una corazata ,incrociatori,cacia e 9 somergibili. Ghe xe anche una scorta de aerei Junker tedeschi. Ma sucesive ondate de aerosiluranti inglesi la afonda e mori 246 marinai.
19.jpg
Varo al San Marco de la Victoria
19.jpg (40.23 KiB) Visto 11385 volte
17.jpg
Victoria in navigazion
17.jpg (37.01 KiB) Visto 11385 volte
18.jpg
La Ausonia de la Sitmar concorente
18.jpg (27.8 KiB) Visto 11385 volte
20.jpg
Victoria in quadro
20.jpg (15.87 KiB) Visto 11385 volte



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35893
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da babatriestina » giovedì 14 aprile 2011, 15:25

Questa prima Victoria ( affondada nel gennaio 1942) de no confonder con una seconda Victoria, 1953 uscida de linea nel 1973 ma forsi tuttora in navigazion de qualche parte, che i più veci de noi pol aver visto alla Maritima. idem le Esperia e Ausonia no xe quele che ai tempi del Adriatica passava per Trieste con la linea del Egitto.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » giovedì 14 aprile 2011, 15:45

Mi piacerebbe conoscere il perchè si davano certi nomi a delle navi. E perchè spesso certe navi avevano nomi identici: forse per render più complicato per noi oggi il riconoscimento? :'-(
Tra i piroscafi del Lloyd, non son riuscita finora a trovare un'immagine dell'Africa. Questa nave l'ho vista solo come un relitto, tutta arrugginita. Esistono foto migliori?
Piereto, sei la mia ultima speranza...
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35893
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da babatriestina » giovedì 14 aprile 2011, 16:25

giravano negli anni 50-60 le loro cartoline, questa non so se ce l'ho a casa o se l'ho trovata in rete anni fa ( e se è l'Africa giusta)
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: NAVI DEL LLOYD DI TRIESTE

Messaggio da mandi_ » giovedì 14 aprile 2011, 17:04

Mah, ho qualche dubbio . Per intanto ho trovato questo , che secondo me indica il profilo della nave:

http://cgi.ebay.it/LLOYD-Triestino-Etic ... dZViewItem

e questo : tratto dal Ship List dell'Osterreicht Lloyd

Africa (1) 1849 in service until 1876. tonnellaggio 730
Africa (2) 1903 1916-1918 Hospital ship, 1919 transferred to Lloyd Triestino, Trieste. tonnellaggio 4,720

e infine questo :

http://www.marina-mercantile-italiana.n ... passeggeri

dove si dice che la nave Africa fu costruita nel 1952 .

Bel rebus....Tre navi con lo stesso nome; poi ne ho trovata una quarta, turca, e non del Lloyd.

Il piroscafo che cerco io , a occhio, è l'Africa n° 2 , varata nel 1903 . E' quella che , dopo essere stata una nave mercantile, diventò nave ospedale e infine andò fino a Vladivostok a "prelevare soldati di lingua italiana " per riportarli a Trieste nel 1920.

Grazie Baba !


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Rispondi

Torna a “El porto e le navi”