Francobolli dell'occupazione tedesca

Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda macondo » martedì 23 marzo 2010, 12:47

All'inizio degli anni 50 era apparso sul mercato filatelico una serie di 16 valori in Lire italiane, di francobolli con la dizione Alpenvorland-Adria. Tale iscrizione indicava chiaramente la zona d'occupazione tedesca, ma in pratica giá annessa al Terzo Reich, che includeva il Trentino-Alto Adice, il Friuli, il Litorale di Trieste e l'Istria.
Per giustificare l'arrivo sul mercato di queste serie (circa 3000), un numero di teorie erano state fornite dai commercianti filatelici - che tali serie erano sopravvissute ad un bombardamento della Stazione di Trieste (???!!!), o che facessero parte di un bottino prelevato dalle truppe titine ecc.
In effetti, tali serie erano state poste in vendita a prezzi relativamente elevati ed avevano creato un notevole interesse nei circoli filatelici come l'ultima serie del Terzo Reich.

Ulteriori ricerche alla tipografia (di Stato) filatelica di Vienna, provavano l'assenza di documenti d'emissione e di stampa. Funzionari della zona di occupazioni furono intervistati e tutti negarono di aver conosciuto l'esistenza di tale emissione. In poche parole, dopo interminabili diatribe, processi e dichiarazioni, detti francobolli venivano dichiarati ufficialmente falsi e di nessun valore filatelico e commerciale.

Detta serie é illustrata con un numero di vedute della zona occupata e qui allego le 4 vedute riguardanti Trieste:
Allegati
Li30.jpg
Li20.jpg
Avatar utente
macondo
notabile
notabile
 
Messaggi: 2593
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:54
Località: London, UK

Re: Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda macondo » martedì 23 marzo 2010, 12:48

Ed ancora:
Allegati
L150.jpg
c50.jpg
Avatar utente
macondo
notabile
notabile
 
Messaggi: 2593
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:54
Località: London, UK

Re: Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda macondo » martedì 23 marzo 2010, 12:49

Come si puó facilmente notare, questa produzione in rotocalcografia é di elevata qualitá. Sarebbe stato impossibile che un falsificatore avesse avuto accesso a tali macchinari altamente specializzati, particolarmente nell'immediato dopoguerra. Il processo in se stesso é particolarmente costoso e la qualitá dei disegni indica una esperta professionalitá tipica di un disegnatore filatelico.

Cosi, il tutto indica la possibile provenienza - la tipografia filatelica di Vienna.

Infatti la tipografia di Vienna aveva prodotto e distribuito durante marzo-aprile 1945 una serie simile per la Provincia di Lubiana. Serie regolarmente emessa e pienamente accettata nei circoli filatelici.

Qui sotto dei francobolli delle due serie a confronto.
Allegati
lined4.jpg
lined4.jpg (30.71 KiB) Osservato 495 volte
Avatar utente
macondo
notabile
notabile
 
Messaggi: 2593
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:54
Località: London, UK

Re: Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda macondo » martedì 23 marzo 2010, 12:52

Per concludere, io suggerirei, anche in vista di cui sopra, che tale serie di francobolli sia legittima, anche se mai emessa e quindi con valore filatelico e commerciale.

Cercare di spiegare la loro provenienza, sará purtroppo un impresa impossibile
Avatar utente
macondo
notabile
notabile
 
Messaggi: 2593
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:54
Località: London, UK

Re: Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda macondo » mercoledì 24 marzo 2010, 10:24

Una breve descrizione sul sistema postale durante l'occupazione tedesca si puo trovare

Con ulteriori informazioni
Avatar utente
macondo
notabile
notabile
 
Messaggi: 2593
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:54
Località: London, UK

Re: Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda AdlerTS » mercoledì 24 marzo 2010, 13:31

Grazie, non li gavevo mai visti :-)
Mal no far, paura no gaver.
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
 
Messaggi: 9520
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 22:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Francobolli dell'occupazione tedesca

Messaggioda macondo » giovedì 25 marzo 2010, 1:06

Una possibile ipotesi sull'origine di questi francobolli sarebbe che fossero stati sottratti a fine guerra dalla Tipografia di Stato in Vienna. Il fatto che si conoscano imperforati e con prove di colore appoggerebbe questa ipotesi. Forse erano in attesa d'essere distribuiti, decisione possibilmente protratta per ragioni di convenienza politica. Nel caso specifico, per non offendere la sensibilitá dell'alleata Repubblica di Saló.
Avatar utente
macondo
notabile
notabile
 
Messaggi: 2593
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:54
Località: London, UK


Condividi

Torna a Filatelia e numismatica triestine

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite