Qualche tipica parola triestina

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 6986
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 28 gennaio 2016, 10:17

Sì. Penso che abbia anche la semplice funzione di un intercalare. "'ndemo in discoteca, ciò". "Ciò, va a cagar!"...

El dificile xe scriver quel che vol dir, in maniera ordinata...


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 6986
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 28 gennaio 2016, 10:27

Diseme se ve par che vadi ben quel che go scrito per ciò


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34782
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina » giovedì 28 gennaio 2016, 10:32

soto orca trovo orca miseria, m a non orca mastela! sarà sotto mastela? perché mi sembra abbastanza in uso..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Nini Naridola » giovedì 28 gennaio 2016, 11:48

"'camastela": usatissimo; ma no so se xè va'ca mastela o or'ca mastela" ... o forsi tuti e due.



Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Nini Naridola » giovedì 28 gennaio 2016, 11:53

Forsi la "mastela" no ghe entra per gnente ... più facile un ingentilmento de vaca madodize o vaca madoia.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34782
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina » giovedì 28 gennaio 2016, 12:26

xe come la maremma dei toscani...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3807
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Ciancele » giovedì 28 gennaio 2016, 13:23

sono piccolo ma crescero ha scritto: Diseme se ve par che vadi ben quel che go scrito per ciò
Penso anca mi che sia cusì.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3807
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Ciancele » giovedì 28 gennaio 2016, 13:24

Nini Naridola ha scritto: Forsi la "mastela" no ghe entra per gnente ... più facile un ingentilmento de vaca madodize o vaca madoia.
Se se vol anca la "mastela" xe ingentilimento. Una specie de X al posto de qualcosa altro.



Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Nini Naridola » giovedì 28 gennaio 2016, 13:44

A proposito de "ciò".- Iero a Rotterdam (mile ani fa) con amici e mule olandesi co gavevo incrosà un due de lori che gaveva fato dei comenti su le mule; mi ghe fazo ai altri due amici:- me pareva triestini! Ma va là la risposta! Mi no tropo convinto, intanto i iera andai avanti, go zigà "Cio" che iera più un "Ciù" ... internazionale per trovar triestini! De dove? Ma dai, dal PD (l'osteria de via del Toro!).
Quindi: "Ciù" = Ehi, tu!
Più tardi, el stesso giorno, semo andai in un local vizin all'Euromast e gavevimo dito al paron che ierimo triestini ... al mato se ghe ga impizà i oci e el ne ga dito:- Qualche anno fa iera qua un triestin che me ga disfà el local! Iera el "famigerato Johnny" quel de la banda.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1830
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Piereto » giovedì 28 gennaio 2016, 17:30

"'ndemo in discoteca, ciò". "Ciò, va a cagar!"... Qua me par che ciò ga el significato de " Scoltime " Quanto alla "orca mastela " me par un raddolcitivo de porca mastela. Quindo orca al posto de porca.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34782
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina » giovedì 28 gennaio 2016, 20:04

mi orca mastela lo vedo anche come un intercalar; mentre porca mastela xe un'imprecazion, orca mastela pol esser anche semplice stupor o apprezzamento " Orca mastela, che bravo che te son!" mente inveze "Porca mastela, la baba me ga tirà un bidon!"


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Nini Naridola » giovedì 28 gennaio 2016, 21:20

Sinceramente, certe "sottigliezze semantiche" me sfuggi ed anche le discriminazioni animali ... che "'ca" voi dir porca, orca, vaca e che sia un intercalar o imprecazion o esclamazion, per mi no ga molta importanza: xé el mascheramento dela bestemmia de quel che segui ('ca mastela, ca' mare, 'ca madodise, 'ca madò, 'ca madoie, 'ca malora) che in un certo senso me dà fastidio. Son de l'idea (deprecabile!) che "al momento giusto" xè più valida una "bestemmia sincera" che un continuo intercalare camuffato. Ancor de più me dà fastidio el recente intercalar de tante donne "cazzarola" soprattutto con la sospensione "cazz...arola"



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34782
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina » giovedì 28 gennaio 2016, 22:02

non sono d'accordo, se sono nate in origine come bestemmie, alcune ormai hanno perduto completamente tale significato, L'intercalare "orca" per esempio ormai non è più né bestemmia né imprecazione, è un misto fra un'esclamazione "orca, cossa che te me conti!" e un generico intercalare..
e poi c'è ancora gente che non gradisce sentire bestemmie, per quanto sincere e genuine.
Adesso po cazzarola ( che xe italian, po) o se usa, ma se legi e se senti "cazzo" a tutto spiano e diria ormai ogni tre parole, a significar semplicemente che la cosa, *zz*, xe importante, *zz* !
( per inciso, i miei se mi avessero sentito intercalare anche con qualche semplice orca, avrebbero avuto molto da ridire e in effetti non faceva parte del mio modo di esprimermi)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Nini Naridola » giovedì 28 gennaio 2016, 23:46

In linea de massima son d'accordo con ti e forsi me son spiega mal. Le parolaze le xè sempre più diffuse, però-secondo el mio punto de vista- con l'aggravante della "mimetizzazion" nel parlare un po' forbito. Quando, alle medie al Dante, era in voga il termine "fesso" a casa mia non lo volevano sentire! In seguito go frequentà tuti i tipi de persone e la parolaza "mimetizada" me ga sempre dado fastidio: preferivo el "pane al pane, ecc.". Cussì, scusa el mio dubio, el termine cazzarola (tosc. casseruola?) a mi me dà de falso: la mia traduzion xè senza la ...rola.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34782
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina » venerdì 29 gennaio 2016, 8:34

noi che ierimo"puliti" disevimo "cactus".
Ma te assicuro che un giorno, insegnando, in cattedra, stavo per porconar e me xe vegnudo fora un Perdindirindina! che ga fato rider la classe che ga capido el mio pensiero senza che ocoressi dirlo con parolazze. Semo deventai poveri de espressioni e ormai no i fa che dir due o tre termini, sempre quei..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1830
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Piereto » venerdì 29 gennaio 2016, 13:47

Mucca tinozza ! :| No semo dei santi e qualche volta i freni inibitori (educazion, self control) fa cilecca, e una bestemia esplica una funzione liberatoria appagante che ne meti anche de bon umor. Ecco spiegadi i mascheramenti delle parole formanti le bestemie . Quel che da veramente fastidio xe inveze el continuo intercalar de parolazze che vien fora de boca de certe persone, sconnesso dalla causa reale che provoca la bestemia.



Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Nini Naridola » venerdì 29 gennaio 2016, 14:01

Bravo, Piereto! Te ga sintetizà quel che penso anche mi.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3807
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da Ciancele » venerdì 29 gennaio 2016, 16:43

Mio nono me diseva: Ciancele, se qualcosa no va, tira zo un bestemon e te vedarà come che tuto funziona. Esempio: le spighete che se rompi. Un bestemon e se riva a far el gropo. Quel che penso anca mi xe le besteme inutili. Ma anca in certi film i fa veder la baba nuda sensa bisogno. La disi: Vado a cambiarme. Bastaria far veder che la se ga cambià. No, i devi mostrar specialmente come che la se cambia. Ma più bruto de tuto, forsi par la mia educasion, forsi parchè la dona xe un poco donna-angelo, come ai tempi dei giulari, xe le babe che disi no besteme, ma parolaze tipo c... Non rompermi il c.... Se po le fa el piercing e le mastiga bublegum le xe più sicure che no ghe fazo gnente che no con regimento de body-guards. E ‘sta roba za co iero mulo. Ma secondo el codice penale conta la volontà. Che se disi mastela o qualche altra parola no conta. Xe la volontà de dispicar.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34782
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina » venerdì 29 gennaio 2016, 17:08

posso dirve che in casa mia no go mai sentido nissun, nè mama né nona, ma gnanche papà o nono dir MAI un bestemia. O meio ghe la go sentida dir una sola volta che el gaveva un incubo e e el parlava nel sonno.. quindi solo in inconscio..
no go mai fato diferenza de linguagi fra babe angelicate e omini, parolazze al caso so tirar fora bastanza anche mi, ma senza mai bestemiar.. e i libri? i romanzi moderni? i tradusi del inglese e xe in continuo parolazze come intercalar... po sempre quele do o tre..
a proposito... qua stemo disendo bestemia, bestemon, besteme.. ma le Maldobrie coi marinai che "biastemano"? xe triestin o xe quel linguagio che i ga creado lori un poco mariner ?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 6986
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da sono piccolo ma crescero » venerdì 29 gennaio 2016, 17:21

El Doria riporta sia bestemar che biastemar. A Isola i diseva bastiemar, però ogi mi sento doprar solo el termine italian bestemiar opur "tirar zo [santi e madone]", "tirar zo una" o "dispicar santi e madone".


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Rispondi

Torna a “El nostro dialeto”