From Cassino to Trieste

Libri de autori triestini o dintorni o su Trieste e dintorni
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

From Cassino to Trieste

Messaggio da rofizal » sabato 22 novembre 2008, 8:09

Ghe xe in rede un bel libro scrito dai neozelandesi: "From Cassino to Trieste".
Publicado da Historical Publications Branch, 1967, Wellington, el fa parte de l'opera "The Official History of New Zealand in the Second World War 1939–1945".

Al indirizo http://www.nzetc.org/tm/scholarly/tei-W ... c12-1.html trovè la parte dedicada a l'ocupazion de Trieste, in inglese. I disi de no riprodurla su altri siti (cioè de no far copia e incolla) ma credo che nisun gabi niente in contrario se uno fa la traduzion. Xe diverse robe interesanti che no credo sia racontade da altre parti.


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3804
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: From Cassino to Trieste

Messaggio da Ciancele » venerdì 5 luglio 2013, 18:02

Caro Rofizai, devo ala cortesia del nostro VetRitter se go trovà de novo el tuo post su l’ocupazion de Trieste. Anca qua un grazie a VetRitter per el pronto aiuto. Te scrivo diretamente par ringraziarte del sugerimento. Go ciolto zo el capitolo. 18 pagine, ma valeva la pena legerle, anca parchè le coincidi in parte co’ i mii ricordi. Mi son del 27 e el 2 magio 1945 gavevo za squasi 18 ani. No iero più putel. No voio ripeter quel che xe sta scrito za, ma pintosto lamentarme. El sburton per ‘sto lamento me xe sta dà de un articolo sul mio quotidiano che riportava un servizio su una esposizion a San Pietroburgo de arte rubada in guera. El giornal mostra una foto dela Merkel con Putin: lu sentà de qua e ela sentada de là. Ela la ga dito che veramente bisognaria dar indrio (restituire) ala Germania la roba rubada. Putin no’l ga dito che la xe sonada, ma el ghe ga fato capir. El ga fato capir anca che l’esposizion se fa in Rusia e no in Germania, parchè el gaveva paura che in Germania i neti la roba (venga sottratta) e no la torni più in Russia. Ma no xe solo quel. Anca la Polonia fa storie, e anca la Cecoslovachia. Me par de ‘ver leto che una nostra amica ga scrito che la Germania se ga sempre refà in poco tempo. Sia dopo la prima, sia dopo la seconda guera. No se pol far confronti, parchè la Germania gaveva carbon e fero, gaveva una industria più svilupada dei altri paesi. E la gaveva patate, insoma la gaveva de magnar. Chi che pretendi ancora, dopo squasi sesanta ani, soldi e riparazioni, xe quei paesi che no se ga refà: i paesi drio la cortina, sfrutadi dei russi. Ma in principio xe cusì che gente che no ga fato la guera, e no ga patì, pretendi soldi de altra gente che no ga fato la guera. La colpa dei padri ecc. Tornando adeso al post in inglese, i Neozelandesi ga lasà che Tito fazi prigionieri i soldai tedeschi. Altretanto iera sul fronte de l’est co’ la Rusia. I prigionieri no iera de invidiar. No tuti xe tornadi a casa e quei che ga podesto tornar iera in parte bastanza malandai. Almeno ‘sti do paesi i ga perso una ocasion più unica che rara per dimostrar che i iera più meo dei nazisti e dei fasisti. Vom Regen in die Traufe o, par talian, dalla padella nella brace. E dopo i se lamenta che l’atmosfera è tesa. Se no gavesimo i americani in Europa, gavesimo ancora più de patir con l’est. No che i americani sia angeli, ma fin che lori xe qua, né i rusi né i cinesi (in forsi vinti ani) i tentarà de ciaparne. Noi gavemo solo la posibilità de scelier. Rusi, cinesi o americani. Come Lazzaro e i crapuloni, mi go sielto i americani. Borsch o T-bone-steak and baked beans. Meio fasoi che erbete rose. Ma del momento che quei che ga volù la guera xe tuti morti e quei che ga fato la guera squasi, no saria ora de finir de meterse in piato (rimproverarsi) robe che no se capisi? Mi go un cugin in Francia ch’el podaria pretender indrio roba che i ga rubà a un suo trisnono o quadrisnono durante la rivoluzion francese. Inscominzio a ingrumar firme? Anca i Neozelandesi, par no far tropa barufa con Tito, ga fato robe no proprio umane. Ripeto che no parlo dela guera. Guera xe guera, diseva la vecia (no ve poso contar el resto, parchè i me strica tuto), ma mi parlo de quel che xe sta fato dopo la guera, co’ nisun sbarava più. Forsi dir nisun no xe propio giusto, parchè qualchedun sbarava sempre. Ma sempre quei. E i sbarava a gente che no podeva sbarar de contro.



Rispondi

Torna a “Libri”