Povero Nostro Max

De 'l porto franco a la prima guera mondial
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Zuf
naufrago
naufrago
Messaggi: 34
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2014, 23:08

Povero Nostro Max

Messaggio da Zuf » domenica 16 marzo 2014, 8:29

Ogni giorno se impara una nova, ogi el Picolo ga publicado un “scoop” a pagina 33:

…Massimiliano d’Austria, fratello di Francesco Giuseppe e imperatore del Messico, caduto sotto i colpi dell’artiglieria dei ribelli del luogo…

A canonade i lo gaveva fato fora, vara là, e mi che iero convinto che i lo gavessi solo fucilado!

Bona Domenica
Zuf



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » lunedì 17 marzo 2014, 8:00

go el idea che esendo i sciopi una roba che spara, i li gabi messi fra le artiglierie... ma su quel che scrivi i giornai... gavemo la pagina sula malinformazione mediatica che conta le capelle che i fa...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

danilo43
ixolan
ixolan
Messaggi: 383
Iscritto il: martedì 4 giugno 2013, 23:30
Località: Venezia

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da danilo43 » lunedì 8 settembre 2014, 14:10

Per dissipare qualsiasi dubbio ... riproduco questa cruda immagine della salma di Massimiliano, all'atto della sua restituzione. Esitavo a proporla, ma purtroppo al giorno d'oggi siamo assuefatti a ben altro.

Immagine

La notizia dell'esecuzione venne così fatta pervenire a Vienna via cablogramma tramite il barone Eduard Lago, incaricato commerciale austriaco presso l'impero messicano.
"Con urgenza, ai signori capitani delle linee imperiali:
von Nauta, comandante della corvetta imperiale a vapore Dandolo e
cavaliere von Gröller, comandante del vapore da guerra di sua maestà Elisabeth a Veracruz.
Sua maestà l'imperatore Massimiliano venne fucilato ieri alle sette del mattino a Querétaro. La notizia è ufficiale.
Invito il signor comandante del vapore da guerra di S. M. Elisabeth a partire subito dopo l'arrivo di questo dispaccio di servizio con la propria nave verso New Orleans e ad accelerare il più possibile il viaggio per precedere l'arrivo di altri vapori di altre nazioni, colà diretti per lo stesso scopo. Questa per noi è questione d'onore ! Raggiunta New Orleans chiedo al signor comandante di spedire il telegramma qui sotto riportato senza indugio via New York per Cable al governo imperiale di Vienna ed eventualmente di voler invitare il consolato generale imperiale di New York a provvedere con assoluta urgenza.

TELEGRAMMA : Barone Beust Vienna
l'imperatore Massimiliano è stato condannato e ucciso il 19 a Querétaro, si spera di recuperare la salma. Lago.


Il barone Friedrich von Beust era il ministro austriaco degli esteri della casa imperiale.
Il cavo telegrafico transatlantico era entrato in servizio nel luglio 1866.


Immagine

L'incarico di mediazione al fine della restituzione delle spoglie dell'arciduca / imperatore venne affidato all'amico e sottoposto di un tempo, dalla battaglia di Lissa viceammiraglio Wilhelm von Tegetthoff. Ai messicani interessava principalmente una richiesta scritta dell'imperatore austriaco, che avrebbe così significato una sorta di riconoscimento del governo repubblicano. Queste trattative poterono essere concluse appena nel novembre del 1867.
Il 12 novembre 1867 la bara venne consegnata agli austriaci a Veracruz e imbarcata sulla fregata Novara. Il 16 gennaio 1968 la fregata arrivò a Trieste; la bara giunse a Vienna e deposta nella cripta dei cappuccini due giorni dopo. Le immagini triestine sono note a tutti in questa comunità: ricordo di averle viste riprodotte da qualche parte nel Forum; allego invece questo dipinto del pittore veneto Tito Agujari ( Adria 1834 – Trieste 1908) (acquerello, 1870, Heeresgeschichtliches Museum, Vienna)

Immagine

Arrivo a Trieste della salma dell'imperatore Massimiliano del Messico. Mentre tuonano le salve di saluto delle navi in rada e la folla rende l'estremo omaggio, la peata funebre con il feretro sbarcato dalla fregata Novara viene rimorchiata verso la radice del molo San Carlo dove attende il carro parato a lutto.

L'assassinio di Massimiliano colpì molto anche il pittore Manet, che rappresentò la vicenda in un suo quadro: L'Exécution de Maximilien , olio su tela  ( 252 cm x 305), Édouard Manet, 1868, Städtische Kunsthalle – Mannheim.
E' singolare come il pittore abbia rappresentato il plotone d'esecuzione messicano, che indossa la divisa dei soldati francesi rei, secondo l'autore, di aver indirettamente procurato la morte del sovrano a seguito dell'abbandono del Messico da parte delle truppe del maresciallo Bazaine.

Immagine



Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da mandi_ » lunedì 8 settembre 2014, 15:29

Bravo Danilo, complimenti!
Cruda immagine, ma purtroppo riscontro a volte della tragica fine della vita di uomini potenti. Istintivamente, mi vien da pensare alla moglie Carlotta. In un giornale trentino del 3 ottobre 1906 si parla di lei e della morte di Max:
UNA GRANDE SVENTURATA
IL telegrafo ha portato la notizia dell'improvviso aggravarsi dello stato di salute dell'ex imperatrice del Messico, Carlotta del Belgio, tragicamente vedova di Massimiliano di Austria. Son quasi 40 anni che la follia ha per la prima volta il cervello della più sventurata delle principesse. La morte sarebbe stata la liberatrice più pietosa se l'avesse presa sin da quando lo sposo suo e l'imperatore cadeva là a Queretaro, sotto la scarica dei fucili repubblicani. Invece per anni ha trascinato un'agonia di martirio attraversata da crisi atroci.


L'articolo è più lungo e parla della grande bellezza di Carlotta, del suo peregrinare da Francia, Belgioe dal Papa, a mani giunte, per peregrinare la salvezza dello sposo. Conclude con la sua vecchiaia triste e confusa, accompagnata da tre damigelle.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » lunedì 8 settembre 2014, 16:09

si parlava qua di Carlotta http://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=50&t=6149 , nel 1906 forse si aggravò, ma visse fino al 1927. E in un momento di lucidità le comunicarono la morte del marito.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2747
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da mandi_ » lunedì 8 settembre 2014, 16:45

Sì, avevo visto, e perciò sono stata concisa nel parlare di Carlotta.
E' che la visione di un uomo morto, anche se potente, me fa sempre pensar a chi lo amava...non tutti, specie i potenti e ricchi, ga la fortuna de esser amadi da la moglie, ma me par che per Max iera così.
Inoltre nell'articolo se fa riferimento a "fucili repubblicani"


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » lunedì 8 settembre 2014, 18:41

mandi_ ha scritto:non tutti, specie i potenti e ricchi, ga la fortuna de esser amadi da la moglie, ma me par che per Max iera così.
volemo sperar...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da AdlerTS » martedì 9 settembre 2014, 21:03

Poderia esser la continuazion del post su Massimiliano :-)

http://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic ... ssimiliano

ve ricordo anche el mulo Messican, discendente de uno dei omini del ns. Max, che in inglese scriveva qualche pensier in proposito

http://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic.php?f=34&t=1808


Mal no far, paura no gaver.

danilo43
ixolan
ixolan
Messaggi: 383
Iscritto il: martedì 4 giugno 2013, 23:30
Località: Venezia

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da danilo43 » mercoledì 10 settembre 2014, 0:26

AdlerTS ha scritto:Poderia esser la continuazion del post su Massimiliano :-)

http://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic ... ssimiliano
No lo gavevo ancora visto. Sai bel.
babatriestina ha scritto:dei mii ritai de giornal, che de putela salvavo soprattutto foto de costumi storici femminili ( immagino Storia illustrata o Historia anni 50-60) la coppia Massimilian-Carlotta giovini sposi
Immagine
e un bel ritratto famoso a figura intiera de Carlotta, immagino de Winterhalter. ( la domanda xe anche: che fin ga fatto el diadema?)
Immagine
Quel giornal no ghe rendi merito a Carlotta: eco una foto dei giovini sposi

Immagine

El diadema iera già sparido ? :arf2_140:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » martedì 3 novembre 2015, 17:51

danilo43 ha scritto: L'assassinio di Massimiliano colpì molto anche il pittore Manet, che rappresentò la vicenda in un suo quadro: L'Exécution de Maximilien , olio su tela  ( 252 cm x 305), Édouard Manet, 1868, Städtische Kunsthalle – Mannheim.
E' singolare come il pittore abbia rappresentato il plotone d'esecuzione messicano, che indossa la divisa dei soldati francesi rei, secondo l'autore, di aver indirettamente procurato la morte del sovrano a seguito dell'abbandono del Messico da parte delle truppe del maresciallo Bazaine.

Immagine
Manet fu certamente influenzato da questo dipinto di Goya, che ho d apoco visto direttamente al Prado e che è di grande impatto dal vero, anche viste le sue garndi dimensioni: si tratta fella fucilazione degli insorti madrileni contro i Francesi napoleonici
Immagine

tornando a Massimiliano, una foto della Biblioteca Nazionale austriaca ( foto Sebastanutti Trieste) ch elo mostra di profilo: si capisce la scelta della barba..
Immagine
a differenza del mento pronunciato del suo bisavolo Massimiliano I


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7200
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 19 ottobre 2016, 6:24

Tra i 1000 canali televisivi pieni di niente c'è anche Rai Storia (n. 54). Ieri, ed anche fra qualche minuto oggi, nella rubrica detta aC-dC è stato mandato in onda un bel servizio di un'ora scarsa su Massimiliano d'Asburgo, con belle inquadrature di Miramare ed interviste a vari studiosi di lingua tedesca, italiana e spagnola.

Lo ho visto in parte ieri e, suppongo, lo abbiano replicato anche in giorni precedenti. Non lo vedo in programma nell'immediato futuro. Se diventerà visualizzabile tramite rai replay lo segnalerò; siccome avevo perso un pezzo ieri, stamattina lo ho messo a registrare, per guardarlo con calma. Mi è sembrato, da poco addentro nelle cose di storia, abbastanza interessante e ben fatto, anche per la pluralità degli interventi.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7200
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da sono piccolo ma crescero » venerdì 21 ottobre 2016, 5:52

Lo ho registrato (se a qualcuno dovesse interessare..., altrimenti lo butto perché lo spazio su disco non è infinito): confermo il giudizio di "interessante". E' un filmato fatto originariamente da un gruppo di lingua tedesca (non so se austriaco o tedesco).

Ho imparato una cosa (da profano dell'argomento): non si chiamava Massimiliano, ma Ferdinando Massimiliano (wikipedia conferma). Una curiosità che trasformo in domanda agli esperti: perché è passato alla storia col secondo nome e non col primo o con il doppio nome, come il suo augusto fratello?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » venerdì 21 ottobre 2016, 7:54

se guardi le dediche sui monumenti, credo per cominciare anche quello in piazza Venezia o a Miramare ci trovi sempre entrambi i nomi. sul perchè del secondo invece del primo non so, ricordo che in una biografia in un libro c'era chi ( in Austria, non qua) scambiava le consonanti per un "Merdinando Fassimiliano"


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10900
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da Nona Picia » sabato 22 ottobre 2016, 9:10

babatriestina ha scritto: sul perchè del secondo invece del primo non so,
Forse per non associarlo a Francesco Ferdinando D'Asburgo-Este?


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » sabato 22 ottobre 2016, 9:29

Nona Picia ha scritto:
Forse per non associarlo a Francesco Ferdinando D'Asburgo-Este?
mi sembra difficile, visto c he Francesco Ferdinando nacque solo un paio di anni prima della morte di Massimiliano


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1899
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da Piereto » sabato 22 ottobre 2016, 12:31

Credo che el "povero max" vien ricordado col nome de Massimiliano in quanto el xe diventà "celebre" per esser stado Massimiliano I imperatore del Messico. (Ferdinando Massimiliano per gli Asburgo) Inveze nato nel 1782 e morto nel 1863 esisteva un altro arciduca Massimiliano Giuseppe Asburgo-Este , parente de Ferdinando Massimiliano, col primo nome de Massimiliano, e generale dell'esercito imperiale, sai importante perchè come che ve conterò al riguardo del forte de SanVito, el gà ligà el suo nome alle costruzioni militari de artiglieria.-



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » sabato 16 dicembre 2017, 17:33

Tutti parla del yacht imperiale Miramar e Miramar de qua e Miramar de là che ghe andava Sissi..
no un che mostri el yacht de Massimilian el Phantasie La sola immagine che go trovado xe un acquerello de Carlotta al castel

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » martedì 22 maggio 2018, 9:04

C'è un'esposizioone, virtuale, s e ho ben capito, sulla fucilazione di Massimiliano e Manet.
A questo riguardo, con sicumera, Giovanni Franzil scrive sulle segnalazioni questo
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3992
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da Ciancele » martedì 22 maggio 2018, 11:54

Mi son 'ndà subito a guglar par gnoco e do de lori conferma che no'l saria morto. I conta anca che la casa (feretro) xe cascada zo un per de volte e che i lo ga mezo imbalsamà, tanto che nisun lo podeva riconoser. Ma i contava anca de Dolfo e dei altri, che iera tuti in Argentina a ciapar sol e far BBQ. Solo testa lustra no ga podesto scampar. Ma mai una prova. Insoma no go mai ciapá cartoline.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35919
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Povero Nostro Max

Messaggio da babatriestina » martedì 22 maggio 2018, 12:09

anche per mi no ghe xe dubi, ma volevo far saver che xe ancora tanti che ghe credi.
El primo de sti morti ricomparsi xe ancora nele storie Persiane, el Pseudo Smerdi.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “De 'l 1719 a 'l 1914”