Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

soprattutto in relazion a Trieste
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da babatriestina » venerdì 27 gennaio 2006, 20:59

Conrad von Hoetzendorf fu uno di quei guerrafondai che spingevano l'Austria Ungheria alla guerra già prima dell'assassinio di Francesco Ferdinando.
Ma al di là della guerra, abbe una love story triestina che creò abbastanza scandalo a Trieste e a Vienna.
( riprendo un mio vecchio post, scritto anche grazie ai suggerimenti di K :wink: )
Conrad von Hoetzendorf, nato nel 1852, sposado e restado vedovo nel 1905 de Wilhelmina le Beau morta a 45 anni ( 4 fioi ), conossi a Trieste nel 1907 a 55 la signora Virginia detta Gina de 28 ani. Nata nel 1879 Gina Agujari fia del pitor Tito Agujari , la iera sposada dal 1896 ( nozze a 17 anni) con Hans von Reininghaus, un produtor de birra stirian, 6 fioi ( no la gaveva perso tempo!).
Belissima donna, colpo de fulmine fra i due, grande love story ( papà se ricordava ben.. e po nona iera amica dela signora Agujari, go de qualche parte una lettera firmada zia Fanny), scandalo , con una signora za sposada. Come sposarse nela catolicissima Austria, dove che no iera divorzio per i catolici e per de più Conrad iera ateo quindi no voleva far passi religiosi??.
A farla breve la bellissima Gina xe passada ala Cesa ungherese evangelica calvinista , ga otegnudo el divorzio e la se ga sposado col suo amor el 19 ottobre 1915, in piena guerra e par che, con grande scandalo, la lo seguiva anche sul campo. Ma la Corte no ga aprezzado, l'imperatrice Zita la ga sempre ciamada contessa Reininghaus.
Xe restade lettere scritte durante la guerra de Conrad alla moglie..
Come che i xe finidi dopo la guerra no so, bisognassi leger qualche biografia de Conrad per aver un'idea.
Tra Conrad e el beato Carlo no coreva bon sangue za prima, par che Conrad diseva che l'imperator no iera gnanca capace de arivar a leger un testo scritto. E el mancato riconoscimento del matrimonio no ga zerto giovado a riconciliarli
Ecove la foto de Gina Agujari
Immagine



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » domenica 11 giugno 2006, 18:28

e ecove el Conrad von Hoetzendorf in un francobollo d'epoca
Immagine



Avatar utente
Tirabaralla
citadin
citadin
Messaggi: 950
Iscritto il: lunedì 2 gennaio 2006, 16:49
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Tirabaralla » lunedì 12 giugno 2006, 3:07

"E'par'i'su'nonno!"
Sìi direbbe qui :)


[color=crimson][b][i]...it's not easy to be me...[/b][/i][/color]

[url]http://tirabaralla.splinder.com[/url]
[url]http://polaris7.splinder.com[/url]
[url]http://www.fotolog.com/tirabaralla_0/[/url]

Avatar utente
serlilian
distinto
distinto
Messaggi: 1697
Iscritto il: sabato 10 maggio 2008, 21:03
Località: T.L.T.
Contatta:

Messaggio da serlilian » domenica 10 agosto 2008, 18:09

http://www.austro-hungarian-army.co.uk/biog/conrad.htm

qua xe anche un tocheto de un suo discorso registrà:

http://www.firstworldwar.com/bio/conrad.htm

Ma no i parta più che tanto dela seconda moglie.

http://www.geocities.com/veldes1/conrad.html


[i]Liliana[/i]
- . - . -
[size=75][i]"Quando comincia una guerra, la prima vittima è la Verità.
Quando la guerra finisce, le bugie dei vinti sono smascherate,
quelle dei vincitori, diventano Storia."
(A. Petacco - La nostra guerra)[/size][/i]

ClaireS

Messaggio da ClaireS » venerdì 16 gennaio 2009, 22:34

ecco questo "don giovanni" con l'arciduca Friedrich
Allegati
Archiduc Frédérich et le général Conrad von Hötzendorf.jpg



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da babatriestina » domenica 1 gennaio 2012, 15:05

Mi è giunta un'informazione da fonte storica autorevole che la storia d'amore ebbe pure un risvolto bellico, perchè sembra che Franz Joseph subordinò l'autorizzazione al loro matrimonio.. alla presa di Belgrado! che difatti cadde ai primi di ottobre 1915. E il matrimonio è del 19 ottobre 1915


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da AdlerTS » domenica 1 gennaio 2012, 15:40

della serie "fate la guerra per fare l'amore" ? :twisted:


Mal no far, paura no gaver.

Fabio27
naufrago
naufrago
Messaggi: 1
Iscritto il: giovedì 13 settembre 2012, 20:16

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da Fabio27 » domenica 16 settembre 2012, 22:31

Alcuni particolari sulla love story,tratti dall'eccellente biografia Franz Conrad von Hötzendorf di Lawrence Sondhaus (americano, grande esperto di cose asburgiche, ha lavorato anche all'Archivio di Stato di Trieste qualche anno fa), Editrice Goriziana, 2003. Hans von Reininghaus, il marito di Gina, aveva una vita piuttosto allegra, specie durante le gravidanze della moglie. Prese bene la relazione tra i due perché gli consentiva di avere accesso agli ambienti bene di Vienna (era un industriale della birra, i soldi non bastavano a fare status sociale). Con lo scoppio della guerra però la relazione divenne imbarazzante, e Hans chiese il divorzio, che in Austria era previsto, solo che i cattolici non potevano risposarsi. Franz Josef acconsentì alle nozze, purché non fossero di pregiudizio per la Chiesa. Così Gina prese la cittadinanza ungherese, si fece adottare dal generale Kárász e si fece protestante. Conrad, che era vedovo, non aveva problemi. Il matrimonio avvenne, in forma privata e quasi segreta, il 19 ottobre 1915. Lui aveva 63 anni, lei 37. Dopo il matrimonio lui la mattina comandava i fronti dal comando supremo a Teschen; il pomeriggio passaggiava e prendeva il tè con la moglie. La cosa era fonte di infiniti pettegolezzi, anche perché se succedeva qualcosa di urgente comandanti e aiutanti di campo dovevano disturbare i piccioncini.
Dopo la guerra Conrad continuò a essere una celebrità in tutto il mondo tedesco, e la sua morte, nel 1925, fu annunciata a caratteri cubitali dai giornali. Al funerale assistettero più di 100 mila persone. Nel 1935 uscì un a Lipsia libro scritto da Greta, intitolato Il mio amore con Conrad considerato indiscreto e proibito in Austria. Dopo l'Anschluss i nazisti presero Gina sotto la loro protezione. Fu salutata come splendida Triester Frau, la fortuna nella vecchiaia di Conrad, sua musa e compagna. Il giudizio contrastava con l'opinione dei fedeli austriaci di Conrad, che vedevano in lei la rovina del generale. Gina non si risposò mai, e morì nel Semmering nel 1961, a ottantadue anni.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da babatriestina » sabato 7 dicembre 2013, 9:26

la storia compare anche nella serie dei romanzi storici. mai tradotti in italiano, a sailor of Austria, in cui il generale Conrad fa spedire urgentemente un dispaccio.. e in realtà si tratta di una lettera alla sua bella!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da mandi_ » sabato 7 dicembre 2013, 18:24

Dalla prima moglie Conrad ebbe quattro figli . Il maggiore , Kurt , morì nel gennaio 1918 a Davos a causa delle fatiche di guerra nella Campagna rumena . Il suo secondo figlio fu ferito nei pressi di Przemysl . Il suo terzo figlio Herbert fu ucciso nei pressi di Rawa Russka .
Conrad Incontrò quella che divenne la sua seconda moglie, Gina, a Trieste e in seguito a Vienna. Si innamorarono, a quanto pare, anche se lei era già sposata. Lui era ateo , libero pensatore e rifiutò di convertirsi al protestantesimo, che dava scorciatoie più facili. Rifiutò anche la proposta di diventare cittadino ungherese , come fecero molti ufficiali ,anche se il diritto matrimoniale ungherese era più semplice di quello austriaco.
Fu Gina a mettersi sotto la protezione delle leggi ungheresi, si fece adottare dal generale Kárász, si fece protestante e riuscì a divorziare. Sembra che un collega di Conrad disse maliziosamente: "Ora può andare dal suo giovane sposo". Ma il matrimonio non fu mai accettato dai cattolicissimi Asburgo.La coppia per un certo tempo visse a Cieszyn , dove era situato il AOK ( Alto Comando dell'Esercito , quartier generale dell'esercito suprema).Conrad morì cadendo in una casa di cura a Bad Mergentheim , in Germania il 25 agosto 1925.

Da un'altra biografia di Conrad...


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da mandi_ » sabato 7 dicembre 2013, 18:58

Abbiamo avuto a che fare anche noi, qui in Trentino, con Conrad . Nel dicembre 1915 Franz Conrad von Hötzendorf, proponeva al collega tedesco Erich von Falkenhayn, che operava contro gli anglo-francesi, un’azione combinata in direzione della pianura vicentina. Falkenhayn però, rifiutò quella che considerava un’inutile diversione, e così Hötzendorf decise di agire da solo, concentrando due armate, l’11° e la 3°, forti di 14 divisioni e 3 brigate, con il supporto di 892 cannoni, di cui 182 pesanti e 62 pesantissimi, contro le difese italiane nel Trentino.

L'offensiva fu denominata ufficiosamente Strafexpedition (spedizione punitiva). Il monte Pasubio fu chiamato "la montagna dei diecimila morti'


Fabio 27 scrive:
Il matrimonio avvenne, in forma privata e quasi segreta, il 19 ottobre 1915.
Wiki scrive:
Dopo la disfatta della prima guerra mondiale, il 14 luglio 1918 Conrad venne richiamato dal fronte di comando a Eckartshau per ordine dell'imperatore che, per ricompensarlo comunque dei suoi sforzi ed a riconoscenza del suo alacre impegno per la guerra, gli propose di occupare il posto di colonnello delle Guardie Reali dell'Imperatore e lo elevò al rango nobiliare di Conte. Caduto in una profonda depressione, però, von Hötzendorf si sentiva fuoriluogo e decise di declinare l'offerta.

Conrad inoltre ebbe in quegli anni profondi problemi anche sul piano personale in quanto dopo la morte di sua moglie Wilhelmine, madre dei suoi quattro figli (Konrad, Erwin, Herbert e Egon), decise di risposarsi con la più giovane Virginia von Reininghaus la quale, pur avendogli messo al mondo altri sei figli, aveva un carattere difficilissimo che fece sì che la loro unione durasse solo nove anni terminando bruscamente con una separazione il 19 ottobre 1915, fatto che destò all'epoca molto scandalo nella casta società viennese.
Wiki :http://it.wikipedia.org/wiki/Franz_Conr ... B6tzendorf

Il 19 ottobre 1915 Conrad si sposò o si separò? Gina era un pò bisbetica? O lo era lui?


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da babatriestina » sabato 7 dicembre 2013, 19:17

l'informazione che il 19 ottobre 1915 fu un matrimonio e non una separazione mi è stato dato se non erro dalla storica Marina Cattaruzza che si si era interessata alla mia foto


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da mandi_ » sabato 7 dicembre 2013, 19:27

E allora wiki sbaglia, penso.

I miei erano appunti che mi ero presa tempo fa... appena riprendo il libro vi scrivo il titolo. Non mi ero segnata l'anno in cui Conrad si sposò, perchè non mi sembrava importante...


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da babatriestina » lunedì 21 luglio 2014, 20:16

Sto leggendo un libro sulle cause della prima guerra (Clarck, i sonnambuli) ed è molto dettagliato, anche sugli amori di Conrad perchè ne mostrano il carattere, un tantino cocciuto. Racconta che, vedovo da qualche tempo, la conobbe ad una cena ed una settimana dopo le chiese se voleva sposarlo. Gina gli rispose che aveva 7 motivi per non farlo, un marito e 6 figli... dopo qualche giorno venne contattata da un conoscente che l'avvisò che se lo avesse rifiutato definitivamente, lui si sarebbe ucciso, la pregava solo di non dare una risposta netta negativa. Fu così che la risposta fu che se per caso avesse deciso di rompere il proprio matrimonio, lo avrebbe tenuto presente...
il libro dice che scriveva lunghissime lettere giornaliere, ma non le spediva.. le trovò poi dopo la sua morte.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Love story triestina per Conrad von Hoetzendorf

Messaggio da babatriestina » sabato 16 agosto 2014, 18:38

babatriestina ha scritto: nona iera amica dela signora Agujari, go de qualche parte una lettera firmada zia Fanny)
iera una foto!
assai meno bela dela fia...
Immagine
Foto Braulin..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “La prima guera mondial”