Castello di San Vito

dela Tergeste medieval fin ala proclamazion del portofranco nel Settecento
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Castello di San Vito

Messaggio da AdlerTS » martedì 13 febbraio 2007, 23:01

Spesso se nomina el castel de S. vito, tirado su verso gli inizi del 1600 nel sito dove za un secolo prima esisteva un punto de vedetta sul golfo: el primo documento dove se consiglia la creazion de un fortin in loco xe del 1576 ad opera del capitano imperiale Von Dornberg. Nella zona resta el toponimo Sanza dal tedesco Schanze.
El fortin gaveva 4 torri, polveriera e cannoniere, protetto anche da un fossato interno. In realtà però non el xe mai stado ultimado del tutto. Purtroppo pareria che non esisti più che qualche disegnetto del castel e qualche mappa catastale: comunque el jera ancora in piedi ai tempi delle occupazioni napoleoniche. certi tochi dei bastioni xe visibili in via del Rin e via Carpaccio.


Mal no far, paura no gaver.

ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 0:15
Località: Trieste
Contatta:

Messaggio da ffdt » mercoledì 14 febbraio 2007, 1:52

per cuei che no i sa de indove che xe sto logo peto cua una cartina ... ;-D ... xe cuele stradele a rente de via besengi, con cuele caxete base e cocole che le costa una fortuna a volersele comprar ... cuele che le xe tute intorno de 'l ripetitor de i telefoni de s. vito (la` a rente ghe xe anca una stazion de pompagio de 'l acuedoto)
Allegati
de-rin.carpaccio.png



ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 0:15
Località: Trieste
Contatta:

Messaggio da ffdt » mercoledì 14 febbraio 2007, 1:54

e per cuei che una volta rivadi fin a la` i se perdesi e no i savesi piu` trovarse ghe meto anca 'l itinerario ... si, si ... so ... el xe ridicolo ... ;-D ... ma xe peroprio per cuel che lo meto ;-D ;-D ;-D ;-D ;-D ;-D
Allegati
de-rin.carpaccio.itin.png



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36042
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » mercoledì 14 febbraio 2007, 8:08

el Castel de San Vito xe indicado nei testi per lo più come "forte di Sanza"



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36042
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » giovedì 6 dicembre 2007, 14:57

zonto che la zona xe restada militarizzada e proibida ai civili fin al Ottocento circa, se volè trovo la data giusta, e per questo no se podeva costruir case. po i ga fato ville e dopo de quele i ga cominciado a trasformar in zona distinta residenzial, butando zo o modificando le ville e fazendo condomini, trasformando i parchi in giardinetti condominiai.



Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal » domenica 30 novembre 2008, 19:05

Se xe solo questo el topic su San Vito, no gavè scrito quasi niente! :shock: :wink:

Ogi sto tempo me fa depresion, cusì go ciolto un libro a caso e verto una pagina a caso.

La parla del Forte de San Vito, iniziado a costruir nel 1616, ma riuscido mal e cusì rifato pochi anni dopo, el 15 marzo 1627 (inizio lavori). Il lo ciamava Sanza (questo lo sa tuti), anche Sanca, che comunque deriva dal tedesco Schanze (vol dir forte, fortino, riparo). A l'interno ghe iera un pozo che riforniva de acqua la guarnigion.

Durante la guera de sucesion polacca (datela voi, no go voia de andar a zercar :wink: ), i gaveva costruido terapieni e fossati. Nel 1796 i lo ga colegado col forte del molo teresian tramite la Salita Promontorio (bela zona, ghe go visudo un pochi de anni), che quela volta se ciamava strada dela Casa del Diavolo - chisà che mistero de drio, ma magari go anche leto a proposito e no me ricordo - e poi strada dela Sanza. La strada doveva servir per portar su i rifornimenti militari (munizioni, esplosivi... povere bestie a far quela salida). Nel 1813 ghe xe i francesi che vien atacadi e batudi da austriaci e inglesi.

Nel 1887 el vien abandonado e se incomincia a demolirlo.

I disi (Pietro Coppo fu quel tale) che là ghe doveva eser el borgo romano de San Lorenzo. Ireneo dela Croce lo contesta, ma sembra che nel XVII secolo i gabi trovado là marmi pregiati, fondamenta de templi e altri grandi e importanti edifici.


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » domenica 30 novembre 2008, 19:48

rofizal ha scritto:Se xe solo questo el topic su San Vito, no gavè scrito quasi niente! :shock: :wink:
No, in giro sparso per el forum xe altro :wink:


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36042
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » domenica 30 novembre 2008, 21:26

rofizal ha scritto: Durante la guera de sucesion polacca (datela voi, no go voia de andar a zercar :wink: ), i gaveva costruido terapieni e fossati. .
1733 e seguenti
http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_di_ ... ne_polacca
ma senza che stè a legerve tuto, ve riassumo qual che sta pagina me ga ricordado e me domando cossa pol gaver a che far con Trieste: in Polonia dopo la dinastia local dei Jagelloni i eleggeva i re, e in sta prima metà del Settecento ghe xe stadi due re più o meno contemporaneamente che se fazeva la riffa: Augusto de Sassonia e Stanislao Leczinsky. I ga regnado un poco un ala volta, sostegnui chi de un e chi de l'altra potenza europea, alla fin i ga concluso che restava re ( fin che ga durado la Polonia) quel de Sassonia e el Stanislao per premio de consolazion, visto po che el iera suocero de Luigi XV de Francia, i ghe ga dado la Lorena. Solo che.. ghe iera un duca de Lorena regnante che i ghe ga cavado el possesso: come i ga fatto? i ghe ga offerto qualcossa de special: la man de l'arciduchessa Maria Teresa!!! eco come che indirettamente ghe xe un colegamento con Trieste.. i ghe ga dito ciaro te vol sposar l'arciduchessa e becarte tuti i domini dei Asburgo? però te lassi la Lorena, cussì i Asburgo xe deventai Asburgo Lorena.. ma senza la la Lorena che po xe passada alla Francia. sempre per consolazion, i lo ga anche eletto imperator come Francesco I, ovviamente stago parlando de Francesco Stefano de Lorena.

Però perchè i se spetava de combatter qua... :shock:


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » venerdì 6 febbraio 2009, 21:56

Questo doveria esser el castel.
Allegati
fortesanvito.jpg


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re:

Messaggio da AdlerTS » mercoledì 2 giugno 2010, 18:43

ffdt ha scritto:per cuei che no i sa de indove che xe sto logo peto cua una cartina ... ;-D ... xe cuele stradele a rente de via besengi, con cuele caxete base e cocole che le costa una fortuna a volersele comprar ...
via di San Vito 11 e 13

Immagine

el tipico cordolo

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Castello di San Vito

Messaggio da AdlerTS » mercoledì 2 giugno 2010, 18:45

qua se capissi un poco el spessor del muro

Immagine

visto de vicin

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Rispondi

Torna a “De 'l medio evo a 'l porto franco”