Quei che no sa più le parole triestine

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » mercoledì 19 settembre 2018, 19:59

pol eser Ciancele, ma no da parte de quei che se vanta de eser patochi e se vanta aposta de parlar triestin. Difati la risposta che iera soto diseva "in toco" come che devi esser.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » lunedì 28 gennaio 2019, 7:16

Stamattina sula pagina del Piccolo su Facebook, riporto un " patoco"
"cio no te gavemo chiesto niente"


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7172
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da sono piccolo ma crescero » lunedì 28 gennaio 2019, 9:48

babatriestina ha scritto:
lunedì 28 gennaio 2019, 7:16
Stamattina sula pagina del Piccolo su Facebook, riporto un " patoco"
"cio no te gavemo chiesto niente"
Giustissimo. Però i Sardoni Barcolani Vivi in una canzon canta "ghe chiedo al sior paron". Ghe go fato presente a un de lori che conoso che a Trieste no se chiedi ma se domanda.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3981
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Ciancele » lunedì 28 gennaio 2019, 16:56

Domando ga una silaba in più de chiedo. Forsi iera una "licenza poetica".



Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7172
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da sono piccolo ma crescero » lunedì 28 gennaio 2019, 17:47

Ghe gavevo sugerido de cambiar in "Domando al sior paron"


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » venerdì 1 marzo 2019, 7:29

"stavo salindo sul bus" letta stamatina


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » martedì 19 marzo 2019, 7:46

"el mio balcon" .. el mio pergolo!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3981
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Ciancele » martedì 19 marzo 2019, 9:01

babatriestina ha scritto:
martedì 19 marzo 2019, 7:46
"el mio balcon" .. el mio pergolo!
Probabilmente me va a mi in scarsela (trad.: riguarda me). Xe de agosto de 65 ani fa che no parlo piu triestin. Domando pardon.
1. OT: Ve gave inacorto che anca Cristoforo Colombo xe 'nda via in agosto? De qualche ano prima.
2. OT: Ogi el Computer no me fa i acenti.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » martedì 19 marzo 2019, 9:32

se te ga la coda de paia, no so, ma mi le ingrumo su facebook. me par che no te se gabi tanto " intalianado" del triestin.
Ogi semo in marzo, festa de san Giuseppe, dei papà ( o anche dei bechi...), come te xe vegnudo inamente Cristoforo Colombo e agosto? qua xe bora e propio no come in agosto


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3981
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Ciancele » martedì 19 marzo 2019, 14:31

Rispondo:
1. Me par che poco tempo fa go scrito balcon inveze che pergolo. Xe bruto, ma no me ciogo la vita par questo (trad.: non mi preoccupo più di tanto o significato analogo).
2. Mi sono partì de Trieste la sera dell’11 agosto. Colombo el 3 de agosto.
3. El modo de dir: Me va in scarsela, iera (o xe?) tipico de Trieste. Almeno 65 ani fa. Nel senso de riguardare, toccare a. Se podaria meterlo nel vocabolarieto.
4. Ripeto che el mio dialeto xe quel de 65 ani fa. Come anca el mio talian, l’inglese e el francese. De moderno xe solo el gnoco (la lingua tedesca).
5. San Giusepe xe più conosù come patrono dei bechi. Conto de novo una barzeleta che me ga contà tanti ani fa un sicilian, industriale.
Dio vardava in contabilità la Sicilia e se ga inacorto che la gente ‘ndava poco in cesa. El ciama San Giusepe e el ghe disi: Ciò Pepi, va zo a vardar parchè. Pasa un giorno pasa l’altro e non torna el prode Pepi. Dio ciama el Spirito Santo e ghe disi de ‘ndar zo soto forma de colomba, cusì el pol vedere meio cosa che xe suceso. El Spirito Santo sorvola Sicilia. Un colpo de lupara e el spirito santo vien zo. Una vose: Giuseppo non dementeca!
Per chiudere aguro a tuti i Pepi de ‘sto mondo una bela giornada. In particolare a un Pepi de Trieste: Pepi s...ito in via Cassa de Risparmio.



Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7172
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da sono piccolo ma crescero » martedì 19 marzo 2019, 21:09

Però el Doria porta la vose BALCON e anche qualche modo de dir ("Meo una mora sul balcon che una bionda sul porton"). Me par de capir che el ghe da el significato de finestra più che de pergolo. Infati l'"autorevole" ;-) vocabolarieto italian triestin de atrieste. eu per BALCONE riporta balcon o pergoleto, quindi no pergolo, ma qualcosa de più picio.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7172
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da sono piccolo ma crescero » martedì 19 marzo 2019, 21:24

Ciancele ha scritto:
martedì 19 marzo 2019, 14:31
3. El modo de dir: Me va in scarsela, iera (o xe?) tipico de Trieste. Almeno 65 ani fa. Nel senso de riguardare, toccare a. Se podaria meterlo nel vocabolarieto.
Fato.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3981
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Ciancele » mercoledì 20 marzo 2019, 7:47

sono piccolo ma crescero ha scritto:
martedì 19 marzo 2019, 21:09
Però el Doria porta la vose BALCON e anche qualche modo de dir ("Meo una mora sul balcon che una bionda sul porton"). Me par de capir che el ghe da el significato de finestra più che de pergolo. Infati l'"autorevole" ;-) vocabolarieto italian triestin de atrieste. eu per BALCONE riporta balcon o pergoleto, quindi no pergolo, ma qualcosa de più picio.
Le mie imprecisioni sono costruttive. :clapping_213:
La baba del primo pian la gaveva una specie de giardin col pergolo. El pergolo iera una costruzion de legno verta su tre lati. El quarto iera un muro. El de sora, el teto, iera serà, ma forsi anca solo de piante "rampicanti" tipo vin salvadigo, edera o roba simile. Co' pioveva se se bagnava. Par no bagnarse 'lora legno o carton catramà.
Bisognaria studiar de cosa che deriva la parola pergolo. Semo sientifici! :-D



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » mercoledì 20 marzo 2019, 8:02

in latin xe pergula che vol dir poggiolo, ballatoio, pergolo insoma. I italian xe pergola ma xe più una tettoia. El Doria Zeper disi forsi anche del grego pergamon pulpito.
Casa mia gaveva un pergolo ma iera scoverto insomma el classico " balcone" Con el posto anche per meter el asta per la bandiera. nel 38 co xe vegnudo Mussolini i lo ga fato iluminar tuto con una fila de lampadine, go trovado decenni dopo la trave coi portalampade in sufita, e nona me ga dito de dove che la vegniva. mi imagino che la gabi doprado per ani dopo le lampadine co se fulminava una in casa..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3981
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Ciancele » mercoledì 20 marzo 2019, 20:31

No finirò mai de ripeter che mi qualche volta me insogno de saver. Co’ legio una parola de triestin, me domando: Te la conosi o te credi de conoserla? A furia de legerla? (Come tradurre A FURIA? I seguito a?) Penso che le parole che credp de ricordarme no sia balcon ma poggiolo e pergolo. Un pergolo me par che dovaria eser un poggiolo con una costruzion de legno, a rede, con piante diverse. Sicome che andove che stavo mi no iera pergoli, poggioli o balconi, no poso dir de saver esatamente. Se i iera, i iera sul de drio, che saria verso la corte de un quadrato de casa. E dela strada no se vedeva. La parola balcon la gavarò sentida forsi dopo la guera, co’ i ga fato case nove, più moderne. Ma no ghe go fato caso.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » mercoledì 20 marzo 2019, 21:04

el mio pergolo iera de una casa fatta a metà otocento, e in fondo no i disi te son fora come un pergolo?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7172
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 20 marzo 2019, 21:06

Ciancele ha scritto:
mercoledì 20 marzo 2019, 20:31
(Come tradurre A FURIA? I seguito a?)
A FURIA DE mi lo traduria ... A FURIA DI ;-)

E infati nel "autorevole" vocabolario triestin italian :-D :wink: se te zerchi soto SON "a son de" te lo trovi tradoto in italian con "a furia di".


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1885
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Piereto » venerdì 22 marzo 2019, 16:00

Ciancele cita : no me va in scarsela. Confesso che go inteso sai più spesso doprar el verbo venire che no andare....... No me vien niente in scarsela.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3981
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da Ciancele » venerdì 22 marzo 2019, 18:35

Piereto ha scritto:
venerdì 22 marzo 2019, 16:00
Ciancele cita : no me va in scarsela. Confesso che go inteso sai più spesso doprar el verbo venire che no andare....... No me vien niente in scarsela.
Pol darse che andare o venire gabi el steso significato. Pol anca darse che venire gabi più el significato economico, cioè nessun utile.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35744
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Quei che no sa più le parole triestine

Messaggio da babatriestina » venerdì 5 aprile 2019, 17:12

cito de oggi " una vecia che se fa la plastica per sembrar più giovane "
Sembrar? mi diria parer più giovine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “El nostro dialeto”