La Cina è vicina

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35304
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » venerdì 15 marzo 2019, 7:24

un po' come la Valle dei Re in Egitto
Immagine

in fondo il copricapo non è poi tanti diverso dal "caregon"
Immagine

il Tempio del Cielo in città è notevole e si differenzia dagli a ltri e i loro soliti padiglioni rettangolari a colonne per essere fatto da due padiglioni rotondi e con tegole azzurre

Immagine

le " ringhiere di marmo sono molto simili a quelle del palazzo imperiale. Nb abbiamo pure visitato il palazzo d'estate, una serie di padiglioni circondati da laghetti


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35304
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » venerdì 15 marzo 2019, 7:32

Immagine

Immagine

il tempio circolare più grande
Immagine

e la sua intricata decorazione interna, credo li avessero restaurati di recente

Immagine

e con questo avrei finito le foto... ci fecero visitare un monastero tibetano, per mostrarci che i tibetani son trattati bene, ricordo giovani monaci che... giocavano a ping pong! ci fecero osservare la quantità dii... sputacchiere in giro, spiegandoci che in Cina è molto usato lo sputare!
shopping? tanta roba e di qualità, non quella dei negozietti " cinesi" di qua: maglie e magliette e felpe, molto spesso di puro cotone o seta ricamata, con scritte cinesi, da " ho scalato la grande muraglia" a scritte in caratteri cinesi, gioielli colla e collanine ma anche oggetti in metallo s maltato o collane con grani di porcellana, per gli appassionati, dipinti cinesi su carta e anche , a prezzi crescenti secondo la qualità, ricami su stoffa che sembrano dipinti e trasparenti... ho una bellissima vestaglia di seta tutta ricamata. Cose che nei negozi qua non ho mai visto. e bellissimi vasi di ceramica che imitavano il celadon medievale, color verde acqua, che hanno sopportato male il tragitto in aereo...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3347
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Elisa » venerdì 15 marzo 2019, 19:26

Foto dovutamente osservate le tue, di rilevanza.
A Xi’an ci hanno portato fin sull’ orlo delle tombe dell’ Esercito di terracotta, enormi nella Storia cinese, di recente scoperta, 1974. Foto
Capitolo a sè la visita al mausoleo dell’ imperatore Mao Tse-tung (Zedong) il cui ingresso è (attualmente!) adornato da una montagna di fiori freschi offerti….A rischio e pericolo si deve depositare TUTTO in determinato posto (borsetta, macchina, l’acqua…) poi mettersi in fila di quattro e procedere in assoluto silenzio ad osservare le spoglie mortali nell’ urna di cristallo al centro del memoriale, per pochi minuti nel giro. Dopo nel gruppo si discorrerá quanto era doveroso fare questa esperienza storico-sentimentale come parte fondamentale del “Conoscere la Cina…”

Ma Cina non è precisamente vicina a noi!
Ora mi permetto aggiungere anche immagini di una scala aerea del lungo viaggio, a Kuala Lumpur in Malaysia.
Visita alla città, esperienza formidabile. Osservazione delle torri “Petrone” (ma che non vogliono siano chiamate cosí…!?) progettate dall’ architetto argentino César Pelli.
Le donne musulmane eleganti!
“Monumento Nazionale” ai combattenti per l’ indipendenza. (Grande Guerra).
Nuovo palazzo del sultano: cancello principale, guardia reale, guardia a cavallo…..foto obbligatoria.
Curiosa vegetazione…palme modificate?
Allegati
Museo Guerreros de terracota, Xian copy.jpg
Museo Guerreros de terracota, Xian copy.jpg (98.26 KiB) Visto 148 volte
Photo27_27 copy.jpg
Photo27_27 copy.jpg (101.54 KiB) Visto 148 volte
Photo30_30 copy.jpg
Photo30_30 copy.jpg (95.96 KiB) Visto 148 volte


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3347
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Elisa » venerdì 15 marzo 2019, 20:07

Cina e Malaysia
Allegati
Photo34_34 copy copy copy.jpg
Photo34_34 copy copy copy.jpg (134.94 KiB) Visto 146 volte
Photo32_32 copy.jpg
Photo32_32 copy.jpg (130.93 KiB) Visto 146 volte
grupo China copia.jpg
grupo China copia.jpg (115.72 KiB) Visto 146 volte


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35304
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » venerdì 15 marzo 2019, 21:35

" la Cina è vicina" era il titolo di un film a nni 70, ma adesso è vicina sia per la diaspora cinese sia per la proposta della nuova Via della seta che i cinesi stanno proponendo come scambi commericali verso l'Europa e che dà discussioni sulla sua accettazione. convenienza di commerci o vendita dei nostri porti alla Cina? polemiche e discussioni a non finire, con interferenze americane etc etc..
I guerrieri di terracotta....ecco... io ne ho visto solo quelli che ho messo e che erano in esposizione a Nanchino, adesso hanno scavato una parte, ma sembra ancora solo una parte ridott e la vera tomba di sto imperatore non l'hanno nemmeno iniziata a scavare... sto Qin Shi Huangdi primo imperatore vissuto nel III secolo a C. considerato i primo imperatore cinese, figura un po' controversa, visto c he avversò il confucianesimo, face bruciare i libri che non fossero amministrativi e costruì parte della Grande Muraglia, ecco farsi una tomba con migliaia di statue di terracotta ciascuna individuale coi propri caratteri, leggo che sono scavate ed esposte 8 mila ma sono solo una parte... nemmeno i faraoni d'Egitto si facevano tombe simili.. per me, una civiltà molto lontana dalla a nostra anche qua.
Se ben ricordo facemmo un lungo volo di 15 ore senza scali intermedi dall'Europa... le comunicazioni... non credo che inviai cartoline, il telefono era come parlare dalla stanza vicina da Hong Kong ma non ricordo d aver fatto interurbane a casa dalla Cina.. la prima telefonata a casa la feci dal primo aeroporto europeo al ritorno..
dell'Indonesia in altro viaggio vidi Bali... era stato un mio sogno fin da piccola e forse per questo fu meno meraviglioso di quel che mi attendevo: mi piacque le cucina indonesiana, comunque


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3347
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Elisa » sabato 16 marzo 2019, 15:45

Va bene, comunque ti volevo segnalare che la Cina è lontana dall’ Argentina circa 21 mila km. in line d’aria sul mappamondo. Il volo ha tre scale: due in Sudafrica ed una in Malaysia o Malesia: dalla capitale Kuala Lumpur con sosta beneficio di 24 ore, poi da lì volo finale diretto a Pechino.
E… dulcis in fundo, sulla scia del sogno d’ amore della “miss universo" (ragazza argentina) che nell’ anno 2004 è andata a sposarsi con il rito budista hindú all’ Isola di Bali (con tante di fotografie ultra esotiche), avevamo pensato a quel destino Bali ma….mancó decisiosne. Allora niente INDONESIA!


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3939
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Ciancele » domenica 17 marzo 2019, 9:56

Baba Triestina, se digo che te invidio, xe in senso positivo. Par talian se podaria dir che mi rallegro con te. Per la possibilità di vedere cose che io non vedrò mai, ma alle quali avrei molto interesse.
La Cina è un pericolo giallo. Bisogna però dire in che senso. E come tutti i pericoli, svanirà anch’esso. Si evaderà da sé.
Pensando al tempo che xe pasà, gavemo ‘vu tanti pericoli, che no esisti più. I Romani, testa lustra (il Duce del Fascismo), mustacia de fil de fero (il Führer), Tito, Stalin. La gente dei paesi a basso salario: juze, s’ciaveti, polachi ecc. La colf s’ciaveta no se contenta più de 30 lire al mese franche de magnar e dormir. Se me lasè, ve conto quela berzeleta andove che la s’ciaveta domanda: Paron mi picona. Porziter mi picona. Ma cosa je mi di camun? I polachi, che vigniva a zercar lavor in Germania, i ga adeso problemi con altri popoli slavi che vien a zercar lavor in Polonia. Roba cinciuncian (di provenienza cinese) vegnerà sempre più cara e no sarà più interesante. Anca parchè la qualità no xe propigno (proprio) de quatro stele. Quindi, ripeto: autoeliminazione.
Ameto che un paron no triestin de una dita pol far condoto (creare problemi). Ma no vedo la dificoltà. El pol portar via le machine, i muri, ma el teren resta a Trieste. Al masimo el podarà portar via una stagnacheto (secchiello) de tera, ma no de più. E se el fa el namo (deficiente) viene espropriato. Zan zan! Dopo el pol protestar e farne guera. Se la Rusia vol conquistar l’Europa, basta che i se meti in moto. La Cina se meti in moto, ma i xe lontan e riva forsi la seconda generazion. Se l’America vol conquistar l’Europa, i se meti anca in moto, ma prima che i ‘rivi i xe za tuti silurai. E quei do o tre che resta i se arendi. Ala realtà.
Tuti i paesi fa i afari sui. O i zerca almeno de farli. Xe un poco populistico, parchè i devi far contenta la gente. Anche l’american fa robe che ne fa scasar la testa, ma in America i xe forsi contenti. Finalmente un che ne scolta. Go leto che Aosta e el Südtirol (Alto Adige) ga butà bombe e i ghe ga dà una certa indipendenza. ‘deso no ste dir che mi go dito che dovè butar bombe. Ma par che no i ne gabi gnanca pal pal pal ... no me vien la parola. Un fato xe che ogi, ogi come ogi, le linee de comunicazion con l’estero diretamente no esisti. Né la Slovenia (Capodistria) né la Croazia (Fiume) ga più interese a Trieste come porto. L’Italia ga Venezia, con ferovia e autostrada. E Trieste? Diversi gavaria interese a Trieste, ma dopo i disi che xe meio de no. A Trieste se fa robe, ma bisogna anca mandarle via. Come? Forsi questo xe el problema. E fina che no se trova una bona soluzion pal come, tuto el resto xe bla bla.
Son, semo, OT. Volevo dirte che go visto con grande interese le tue foto e le tue informazioni sula Cina. Un paese interesante sia del punto de vista dela storia e sia anca de l’arte. Paese che poco se conosi. La sinologia spiega un poco el paese. Una parola che no go visto per altri paesi, tipo Rusia e Giapon, che tanto i ga dà in musica, pitura e leteratura. Logico un paese con una mentalità tanto diversa dela nostra, ma che merita rispeto. Per i motivi che Baba Triestina ne ga fato veder e Elisa ga confermà. E el comunismo? Se vedemo le costruzioni moderne nel paese e quanti cinesi va pal mondo, e no i dormi pai cantoni, vol dir che questo comunismo xe comunismo par modo de dir. O solo per le classi meno abbienti. :lol: :lol:



Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3347
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: La Cina è vicina

Messaggio da Elisa » domenica 17 marzo 2019, 13:33

Panorami economici vostri molto bene dilucidati ma che non mi stanno a cuore! I cinesi fanno la loro mossa anche nell’ altra America…: questa, ma sempre con il permesso-permissività gagliarda di condottieri di turno. Sebbene umanamente non mi disturba la loro ricerca dell’ esistenza, specialmente dei dipendenti che manifestano sacrificio intanto che i padroni non si fanno vedere….
Ma lo stimolo mio di scrivere oggi è quello di correggere dopo aver osservato e riconosciuto nei miei messaggi certa traduzione eseguita alla “beduina”, ossia che ho attribuito ai voli aerei “scale aeree” invece de “gli scali aerei!”
Tanto era doveroso….. :-D
Buona domenica quasi primaverile a VOI!


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35304
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » domenica 17 marzo 2019, 18:46

Io vi ho mostrato quel che ho visto della Cina di trent'anni fa. Una Cina che sta cambiando, mi chiedo quanto, ossia quanto sia cambiata all'apparenza accettando le regole del capitalismo. ma non quelle delle nostre democrazie, e quanto abbia conservato la propria antica tradizione, così diversa da noi. cinesi vestiti tutti uguali,c he giravano solo in biciletta, non so se ci siano ancora forse nei villaggi, nelle città ci sono grattacieli, macvchine , dicevano smog ma adesso forrse lo controllano, la mia impressione èc he la Cina si sia come " HongKonghizzata", in effetti a Hong kong temevano il passaggio alla Cina,, e Taiwan? non ne parl a più nessuno..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35304
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Cina è vicina

Messaggio da babatriestina » lunedì 18 marzo 2019, 12:05

dei miei acquisti cinesi... una serie di acquerelli con paesaggi: monocromie nella per noi inusuale forma rettangolare verticale, il dipinto si guarda in modo diverso. A destra la firma e il timbro quadrato rosso
Immagine

Immagine

uno di questia serie era montato in cornice nella biblioteca del Carli a pianterreno ma quando la smontarono... sparì.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Triestini nel mondo”