musei sconosciuti

Musei de la cità e mostre colegade
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1877
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

musei sconosciuti

Messaggio da Piereto » domenica 14 aprile 2019, 9:51

Ieri ho visitato un museo molto particolare, un gemma muggesana, una amorevole raccolta pluridecennale dovuta alla passione indomita della famiglia Carrini. Si tratta quindi di un museo privato accessibile solo su appuntamento. Un museo dedicato al grande compositore Beethoven che ha saputo traghettarci dal 700 musicale all'800 , un faro musicale per generazioni di musicisti di ascoltatori e di compositori. Un mito nato già a pochi anni dalla morte. Il museo possiede più di undicimila oggetti ed è articolato in 12 sezioni. Una raccolta enorme che non sfigura affatto con quella natale di Bonn o quella di Vienna, anzi bisogna essere orgogliosi di poterla ammirare a due passi da Trieste .
depliant.jpg
depliant.jpg (54.6 KiB) Visto 91 volte

spicca il busto del 1925 di Marcello Mascherini dedicato a Beethoven
Sede del museo .jpg
Sede del museo .jpg (58.84 KiB) Visto 91 volte



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1877
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: musei sconosciuti

Messaggio da Piereto » domenica 14 aprile 2019, 10:37

Tra gli innumerevoli oggetti presenti nel museo, non poteva mancare anche il quadro del barquine (veliero a 4 alberi) Beethoven, al centro di un fatto che coinvolse la vita triestina e proprio perchè avvenne nel 1914 se ne è persa la memoria . Era il 1913 e i cadetti dell'accademia nautica non potevano ulteriormente specializzarsi mancando un veliero sul quale fare esperienza. Così recitavano i regolamenti austrungarici. Bisognava trovare un veliero quale nave scuola , e anche a Trieste non ce ne erano più in quanto troppo vecchi e inadatti. Finanziariamente la cosa si superò perchè le tre maggiori compagnie triestine di navigazione si unirono ( Cosulich-AustroAmericana, Lloyd austriaco e LNT più un contributo del governo centrale) a costituire una societa di navigazione cadetti. Si decise di acquistare un veliero e lo si trovò in disarmo a Genova di proprietà norvegiese. Detto fatto il Beethoven (veliero in ferro) era anche in grado di trasportare carico e con poche trasformazioni parti per il suo viaggio inaugurale : da Genova a Cadice e Montevideo, epoi verso il porto australiano di New Castle a imbarcare carbone per salpare il 29 marzo del 1914 per Valparaiso in Cile. A bordo 4 capitani tra i quali Giovanni Cosulich, 14 uomini di equipaggio e 19 cadetti. La nave a Valparaiso non arrivò mai. Si era in guerra e navi e uomini vennero dati per dispersi. I funerali di Giovanni Cosulich vennero fatti nel 1916 a Roiano. Si seppe molto tardi che alcuni di essi si salvarono e che raggiunsero l'isola di Pitcairn dove alcuni indigeni locali parlano uno strano dialetto a base di parole triestine. (notizia del Piccolo del 1991).

Il quadro originale
Beethoven .jpg
Beethoven .jpg (56.44 KiB) Visto 86 volte

Depliant del primo armatore amburghese del Beethoven .jpg
Depliant del primo armatore amburghese del Beethoven .jpg (89.56 KiB) Visto 86 volte



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35500
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: musei sconosciuti

Messaggio da babatriestina » domenica 14 aprile 2019, 13:47

stupendo! e per me una novità


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1877
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: musei sconosciuti

Messaggio da Piereto » lunedì 15 aprile 2019, 9:09

Proseguo la visita aggiungendo
dal depliant 1 .jpg
dal depliant 1 .jpg (64.13 KiB) Visto 48 volte
depliant 2.jpg
depliant 2.jpg (72.36 KiB) Visto 48 volte
La più completa bibliografia di Beethoven, riconosciuta umanimamente, è stata scritta a Trieste dal console degli Stati Uniti nella nostra città, Alexander Weelock Thayer 1817- 1897. Il Thayer è sepolto a Trieste nel cimitero evangelico, una tomba dimenticata e abbandonata per decenni e ora rimessa a nuovo. Onore al nostro concittadino.
Thayer .jpg
Thayer .jpg (42.93 KiB) Visto 48 volte



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 35500
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: musei sconosciuti

Messaggio da babatriestina » lunedì 15 aprile 2019, 13:06

Piereto ha scritto:
lunedì 15 aprile 2019, 9:09
Proseguo la visita aggiungendo


La più completa bibliografia di Beethoven, riconosciuta unanimemente, è stata scritta a Trieste dal console degli Stati Uniti nella nostra città, Alexander Weelock Thayer 1817- 1897. Il Thayer è sepolto a Trieste nel cimitero evangelico, una tomba dimenticata e abbandonata per decenni e ora rimessa a nuovo. Onore al nostro concittadino.

c'è una bella targa in riva al riguardo, credo he ce l'abbiamo già in forum


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Musei”