La Fabbrica Automobili ALBA

a Trieste, dele grandi industrie el negozietto soto casa: de una volta e de oggi
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

La Fabbrica Automobili ALBA

Messaggio da rofizal » domenica 30 novembre 2008, 19:36

Dal vecio forum de Trieste Mia.

La Fabbrica Automobili ALBA


Da sergio on Mon, 08 Jul 2002 18:42

Viene fondata a Trieste nel 1906, con la doppia ragione sociale di Alba Fabbrica Automobili S.A. e Alba Automobilwerke Aktiengesellschaft.

Nel 1907 vengono progettati due autotelai: il 18/24 HP e il 35/40 HP, ma solo il secondo viene realizzato. Monta un motore a 4 cilindri verticali da 6868 cc, trasmissione a cardano, cambio a 4 velocità più la retromarcia.

Questo modello viene presentato al Salone di Parigi dello stesso anno ed ottiene una meritata approvazione di pubblico e critica.

Tuttavia nel 1908 vengono prodotte solo nove vetture, decisamente insufficienti per un'azienda di 150 operai. Così la società viene sciolta e posta in liquidazione.

[fonte: "Mille Ruote", Domus Milano 1973]


continua...
Allegati
alba.gif
alba.gif (4.57 KiB) Visto 3868 volte


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal » domenica 30 novembre 2008, 19:38

continuazione...

Da Kasteliz on Sat, 19 Apr 2003 23:16

Guarda cossa che go trovà ne l'ovo de Pasqua:



---------------

continua...
Allegati
coll.Iuliano.JPG


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal » domenica 30 novembre 2008, 19:41

continuazione....


Da Kasteliz on Sat, 19 Apr 2003 23:16

Come saverè "K" sta per Kustenland.

e anca ste do' robete che segui.


------------------

continua...
Allegati
alba-01.jpg
alba-02.jpg


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal » domenica 30 novembre 2008, 19:43

continuazione...


Da AdlerTS on Tue, 19 Apr 2005 10:37

Scopro ogi che un'altra fabrica de auto, la San Giusto, nasi a TS nel 1922. I produzeva una trazion posteriore da 750 cc de cilindrata, scoperta e berlina, progetada dall'ing. Guido Ucelli. I ga costruido 10 auto, due dele quali esisti ancora, una al museo Biscaretti de Torino e l'altra al Da vinci de Milan.

----------------

FINE


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Avatar utente
Allogeno
naufrago
naufrago
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 18 agosto 2008, 19:58

Messaggio da Allogeno » sabato 20 dicembre 2008, 12:30

Rubata in e-bay
Allegati
sangiusto.jpg



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » venerdì 17 luglio 2009, 12:43

Non go nissun merito, questa la ga trovada Bilbo :-D

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36220
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » mercoledì 29 luglio 2009, 10:18

sempre sulla Alba: da Zubini, S Maria Maddalena e Rozzol:
in data 3 ottobre 1906 Ettore Modiano, figlio del fondatore della nita industria cartotecnica, assieme ad Edmondo Richetti, segretario generale delle Assicurazioni Generali, e Nicolò Sevastopulo, console di Romania, fondarono la fabbrica di automobili Alba che entrò in funzione l'anno successivo sotto la direzione dell'ing. Bauer; aveva un capannone di 20.000 mq a san Sabba poco lontano del cimitero di S Anna. Il programma di fabbricazione prevedeva due modelli di vetture, uno con motore da 18/24 Hp e un altro con motore di potenza superiore: furono costruite soltanto 43 vetture con motore a 4 cilindri ( 35/40 Ho, cilindrata 6.848 ccc)
Nonostante il successo ottenuto nel 1907 al salone dell'automobile di Parigi, in data 25 settembre 1908 la società chiuse i battenti.

Una meteora, diria...
chissà se el ing Bauer iera forsi el papà de Fraulein Grete Bauer che ga tentado con scarso successo de insegnarme el tedesco de picia.. :-D


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » sabato 21 novembre 2009, 10:35

Scrivo qua perché credo poderia aver qualche riferimanto: legio sul "slovenian times" un articolo che racconta la storia del AMZS, equivalente del ns. moderno ACI, scrivendo che nassi el 16 luglio del 1909 come "automobile club della Carniola" (essendo la Slovenia ben lontana dal nasser come paese autonomo) , fondado dal Baron Friderik Borno.
De 'sto omo non trovo altra traccia, ma el cognome non sona tanto sloven, podeva esser uno del litorale ?

Tuttavia in 'sti giorni i sta festeggiando sto 100 compleanno :-)


Mal no far, paura no gaver.

Franco
ixolan
ixolan
Messaggi: 214
Iscritto il: martedì 4 novembre 2008, 12:21

Messaggio da Franco » sabato 21 novembre 2009, 22:43

Segnalo anche el post "andavo a cento all'ora" sul blog spifferiditrieste:

http://spifferiditrieste.blogspot.com/2 ... llora.html


[url]http://carsosegreto.blogspot.com/[/url]

Avatar utente
ernesto93
ixolan
ixolan
Messaggi: 186
Iscritto il: mercoledì 2 dicembre 2009, 19:08

dalle "Cronache de Marco Caco"

Messaggio da ernesto93 » venerdì 8 gennaio 2010, 0:08

tratto dalle Cronache di Marco Caco:

"A quei tempi, l'automobile che andava per la maggiore era la Daimler. I rari e fortunati possessori delle Daimler erano spesso iscritti alla "Rudersverein Hansa", portavano i favoriti e riscuotevano l'ammirazione delle giovani triestine.

La creazione della Fabbrica Alba mutò la situazione in città, che vide da un giorno all'altro, sfrecciare le nuove e velocissime vetturette, guidate da personaggi che portavano i baffetti ed erano spesso iscritti alla "Società Canottieri Ginnastica Triestina".

In breve, si scatenarono delle vere e proprie competizioni tra i giovani di buona famiglia, per accedere ai favòri dell'altra metà del mondo. A quei tempi, i percorsi diportistici della gioventù si dipanavano da una nota gelateria posizionata a Barcola, ad altro locale pubblico che offriva identico ristoro nel quartiere di San Vito, in una località meglio nota come "Passeggio Sant'Andrea".

In breve si crearono le fazioni di ammiratrici degli spericolati automedonti, la prima che ammirava la Daimler ed usava prevalentemente la lingua germanica; la seconda che sosteneva la Alba ed usavava esprimersi in lingua italiana. Tuttavia, anche se l'incitamento iniziale riguardava la propria fazione, lo sportivissimo pubblico era disponibile a concedere i propri favori anche ai campioni della controparte, se meritevoli e degni di attenzione.

La rivalità raggiunse presto toni esasperati, perdendo il "fair play" della sana competizione sportiva, giungendo addirittura allo sberleffo. Tanto che una frase pronunciata in seguito ad una delle tante competizioni, passò alla storia.

Il fatto accadde in un pomeriggio assolato di fine estate, quando il campione della parte italiana, giunto al traguardo con largo anticipo, anzichè scendere per godere del legittimo trionfo e del meritato ristoro nel locale di destinazione, attese pazientemente l'arrivo del rivale.

Quando egli fermò il proprio automezzo a fianco di quello del vincitore e spense il motore, quest'ultimo lo apostrofò nel seguente modo: "ciù... no te ga Alba!"

L'espressione ottenne tale successo da entrare immediatamente nel vernacolo popolare e fu tramandandata ai posteri, anche se il senso del motto venne purtroppo scordato.



muiesan
naufrago
naufrago
Messaggi: 54
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2006, 1:11
Località: Muia

Messaggio da muiesan » mercoledì 13 gennaio 2010, 9:46

"ciù... no te ga Alba!"
Bela stora. No so se la xe vera, ma xe cocolo creder che la sia andada cussì.
:-D



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36220
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Fabbrica Automobili ALBA

Messaggio da babatriestina » mercoledì 29 ottobre 2014, 9:44

Oggi l'inserto del Piccolo dedica una pagina con immagini e testo alla fabbrica Alba
la data di nascita viene data al 27 dicembre 1906 e fra i primi azionisti ci sono l'ing Richetti, eil fratello Ettore, Augusto Cavallar, Ettore Modiano, Nicola Sevastopulo, Gioachino Geiringer. Giovanni de Scaramangà.
La fabbrica , progettata dai Berlam, era in zona Valmaura, e gli uffici in via Cecilia de Rittmeyer 7.
La fabbrica viene messa in liquidazione il 25luglio 1908 dopo aver costruito 9 o 10 vetture. Di buona qualità, erano stata acquistate fra l'altro dell'ing osvaldella, il notaio Giulio Paolina, l'ing Faccanoni,Ettore Modiano figlio di Saul. La K1296 fu acquistata dal Comune per il comando dei pompieri.
Fra i motivi del fallimento, dicono: scarso addestramento degli operai, difficoltà di approvvigionamento di macchinari acquistati all'estero, e divergenza fra i proprietari e il direttore Samuele Bauer che venne immediatamente licenziato dopo la costruzione di sole 5 automobili..
le macchine rimaste ebbero buona qualità, in parte furono requisite per l'esercito durante la guerra e durarono pur e un po' del dopoguerra. Insomma, poche, ma bone!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

ghisirds
naufrago
naufrago
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 11 settembre 2007, 13:52
Contatta:

Re: La Fabbrica Automobili ALBA

Messaggio da ghisirds » martedì 22 marzo 2016, 10:43

Ciao a tutti,
l'azienda Alba è molto poco conosciuta; nata a trieste nel 1908 è stata chiusa solo un anno dopo per una mancata produzione industriale.
Qualche info si può trovare anche su wikipedia.

http://it.wikipedia.org/wiki/Alba_Fabbrica_Automobili

Saluti a tutti.


__________________
[mod]messaggio promozionale rimosso[/mod]



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36220
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Fabbrica Automobili ALBA

Messaggio da babatriestina » martedì 22 marzo 2016, 11:03

immagine trovata in un archivio in rete, forse della biblioteca civica..
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36220
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Fabbrica Automobili ALBA

Messaggio da babatriestina » giovedì 28 dicembre 2017, 10:12

confermo le foto, sono dei cmsa e precisamente di Carlo Wulz e datate a prima del 1908. come testo, riproducono quello di wikipedia
Immagine
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Industrie e comerci”