Ottobre 1966: Manifestazioni contro la chiusura dei cantieri

el porto de Trieste deuna volta, de adesso, le navi che vien e va a Trieste, de una volta e de adesso
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
cenerentola82
ixolan
ixolan
Messaggi: 290
Iscritto il: mer 4 gen 2006, 13:14
Località: Quel che resta de TRieST(e)

Ottobre 1966: Manifestazioni contro la chiusura dei cantieri

Messaggio da cenerentola82 »

L'interrogazion parlamentare:

PRESIDENTE. L 'onorevole ministro dell'interno ha informato la Presidenza che desidera rispondere subito alle seguenti interrogazioni, non iscritte all'ordine del giorno, delle quali il Governo riconosce l'urgenza:

Bernetic Maria, Franco Raffaele, Barca, Giachini, D'Alema, Fasoli, Lizzero, Golinelli e Loperfido, al Presidente del Consiglio dei ministri e al ministro dell'interno, « per sapere quali provvedimenti intendano prendere rispetto ai gravi fatti che si sono svolti a Trieste, dove le forze di polizia improvvisamente si sono scagliate contro i lavoratori che, in modo pacifico, ordinato e compatti, partecipavano allo sciopero nazionale dei navalmeccanici, contro il cosiddetto piano di " concentrazione " dei cantieri, che oltre a minacciare il futuro dell'industria cantieristica nazionale , se attuato, colpirebbe una città come Trieste già duramente provata » (4456) ; Belci, Bologna e Piccoli, al Governo « per conoscere, di fronte ai gravi episodi di violenza accaduti a Trieste nella giornata di sabato 8 ottobre 1966, quali disposizioni abbia adottato ed intenda adottare per garantire un civile e costruttivo confronto , che può avvenire solo nel pieno rispetto delle libertà democratiche, tra le forze politiche , i sindacati, la stampa ed i privati cittadini , sul programma di ristrutturazione dell'industria cantieristica nazionale predisposto dal CIPE...

Il verbale della seduta del parlamento

Probabilmente questa xe stada l'ultima volta che Trieste ga zercà de reagir....


[img]http://www.bandieredeipopoli.com/images/friuli_vg/animate/b_trieste120an.gif[/img][img]http://www.bandieredeipopoli.com/images/altripopoli/animate/b_austriaimp.120an.gif[/img]
Ormai la mia Patria comincia a Muja e finissi a Duin
ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Re: Ottobre 1966: Manifestazioni contro la chiusura dei cant

Messaggio da ffdt »

cenerentola82 ha scritto:[...]Probabilmente questa xe stada l'ultima volta che Trieste ga zercà de reagir....
el fato xe che, de cuel che vedo mi de robe de lavor, c'o se riva a cuel punto xe za tropo tardi

zerco de spiegarme meio, per no parer che son disfatista ...

c'o se trata de decider robe grose che ga efeti su tanta gente (e su tanti soldi) no se risolvi tuto in do secondi ... no xe che un el riva e pasando el fa "ah, muli ... doman seremo tuti i cantieri de trieste" ... no ... funziona tuto in t'un altro modo

ghe xe cualchedun che taca, za ani indrio, a zercar aleanze per far cualcosa de in t'un altro logo ... bori, tereni, posibilita` de gaver dipendenti, facilita` de portarse drio cuei che se ga za, modo de ricolocar (licenziar, prepenxionar, mandar altrove, indiferente come) cuei che no vignera` (e se sa za che un pochi no i volera` vignir)

toca de meterse d'acordo co' le istituzioni de i loghi indove che se vol far el novo impianto perche` sti enti i ga de dar una man, i ga de dar un parer favorevole, i ga de no dover meter vincoli ... in do parole i ga de farse servi e de no romper i bobi

se cualche d'un che 'l xe in sti enti el rompi, toca de veder prima se se riva a convizerlo, dopo se se riva a comprarlo e dopo (se ancora no 'l cambia idea) se se riva a silurarlo

una volta risolto tuto sto lavor preliminar se ga in man ancora solo che carte ... carte importanti ma pur sempre solo carte ... a cuel punto xe de far costruir cuel che ocori ... ciamar muradori, camion, ruspe ... tuto cuel che ocori, insoma ... un scandal de gente che se movi su e zo e che se da` de far ...

un per de ani dopo che i ga cominciado a moverse se comincia a veder le robe cuaxi a posto e la` comincia le ultime faxi "politiche" ... cuel xe 'l momento che i giornai i taca a scriver de cuel che sucedi e cuel xe 'l momento che tuti cuei che i tira 'l pan fora de 'l logo che sta per vignir serado i se senti su 'l giro d'aria

a cualchedun de voi ghe par che, rivadi a cuel punto, ghe sia un minimo de posibilita` de cambiar i eventi? ... se ve par de si` se dei iluxi ... rivadi a cuel punto no xe piu` santi che tegni

pero` xe proprio cuel el momento indove che salta fora i avoltoi a dir che lori i salvera` tuto, che cuesto o cuel no se li toca, che mai nisun spostera` gnente perche` xe tropo importante per tuta una zona cariga de gente ... e perche` i vien a dir ste robe c'o xe tropo tardi? ... facile ... i lo fa perche` ghe convien ... perche` i se fa conoser come cuei che ga zercado de iutar ... no fa gnente se i perdi .. anzi .. i xe anca piu` nobili ... "varda ti ... el ga lotado per noi fin a in ultimo anca se i iera tropo forti per lu"

xe un ciapar voti (o tesere) speculando sora de le dixgrazie de i altri

perche` che digo cusi`? ... ma perche`, per via de tuto 'l lavor che xe stado fato prima che sia tropo tardi, sia sindacati che forze politiche che chiuncue altro che se ocupi de gestion de le robe puliche el saveva za de ani cos' che fusi capitado e, se 'l voleva cambiar el futuro anca solo che de una virgola, iera prima el momento de moverse e no dopo

ogi capita compagno ... ogni volta che xe un siopero per strada se vedo cartei indove che i se tien su 'l vago capiso che i se sta movendo in tempo ... ma c'o i taca a scriver "doman i ne vol serar" alora so za che i fazeva meio a sparagnar le siole inveze che de andar in corteo ... perche` oramai la xe za finida


credeme ... ghe xe sempre cualche d'un che vien a saver in tempo che sta per capitar cuelcosa de bruto ... sta gente avixa sempre tuti cuei che i pol far cualcosa (indiferente che sia sindacati, politici, istituzioni, asociazioni ... ) e in poco tempo tuti cuanti i taca a far grandi riunioni per decider cosa far ... ogni tanto ste riunioni risolvi cualcosa ... ogni tanto no ...

ogni tanto cuei che i va in ste riunioni a protestar i xe driti e seri ... altre volte i va solo che a domandar un prezo per taxer lori ... in tuti i caxi la gente che va in piaza c'o xe tropo tardi la vien doprada solo che per alzar cuel prezo

xe triste ma xe cusi`

a trieste in te 'l 66 iera za topo tardi


ciau

Franco


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38288
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Mi no iero coi scioperanti, ma me ricordo ben tuti i cortei, anche perchè i passava tuti soto de casa mia, una volta go avudo difficoltà a raggiunger el porton..
ancora de sera verso san Giacomo iera remitur..
ben bon, no so el interrogazion, ma no xe stado propio come per el sciopero dei fuochisti del Lloyd. Me par che i scioperanti gaveva bloccado le strade e i ga zercado de liberar. se leggè i firmatari, sì xe d'Alema, ma come che el iera quela volta, pci ortodosso, e xe la Bernetic in prima fila.


Torna a “El porto e le navi”