La Navigazione Libera Triestina

el porto de Trieste deuna volta, de adesso, le navi che vien e va a Trieste, de una volta e de adesso
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Una delle varie società di trasporto navali triestine.
Raccolgo un po' di notizie, tanto per incominciare l'argomento.
Viene costituita nel 1906, con una nave, il piroscafo Alga di 2899 tonnellate. Altri dicono 2751. Sono modi diversi di calcolare?
Nel 1910 ha già 10 piroscafi, e all'inizio della prima guerra mondiale ne aveva 11 e altri 5 in costruzione
Al termine della guerra nel 1919 passò sotto bandiera italiana.

Forniva servizi commerciali per Nord Pacifico, Nord Atlantico, Messico, periplo Africa e via Suez, Sud Africa via Gibilterra, Congo.
Poi con l'acquisto del piroscafo California tenne una linea passeggeri fra Genova e san Francisco. e all'epoca passarono a trasporto misto altre navi.

Immagine

Nel 1932 possedeva 25 piroscafi e 5 motonavi
Nel 1937 , con al costituzione della Finmare, venne sciolta e le navi divise fra Lloyd Triestino e Italia di navigazione.

(Così leggo nei testi, e mi chiedo: ma la società era pubblica o privata?)

Vi metto un link di foto e cartoline http://www.flickr.com/photos/39692208@N ... 166613378/ relative...


Elenco un po' di navi, per data di costruzione, con qualche cenno alla storia come li trovo su internet, per un quadro di riferimento, poi si può approfondire:

prima della prima guerra

Istria ( I) del 1899 comprata dal Lloyd Austrisco, rivenduta nel 1912 al Giappone

India del 1899 ma comprata nel 1908 da l Lloyd Austriaco venduta alla Grecia nel 1913

Alga 1905 venduta nel 1929 alla Lettonia e ribattezzata Kaupo

Luna 1907 venduta nel 1914 al marchese Guerreri Gonzaga e ribattezzata Gonzaga

Marina ( I) 1907 venduta nel 1910 alla Svezia e ribattezzata Oskar Trapp

Stella 1907 venduta nel 1929 all'Ungheria e ribattezzata Magyar

Sabbia (I) del 1908 catturata el 1914 dagli INglesi, affondata nel 1916 nel Firth of Forth

Sirena del 1911 demolita nel 1930

Perla ( I) del 1912 catturata nel 1914 dagli Inglesi e silurata e affondata a Murmansk nel 1917

Risano del 1912 nata come Zvir presa nel 1921 e ribattezzata Risano venduta nel 1931 a una società genovese e ribattezzata Eridano

Laguna del 1913 passata nel 1936 al Lloyd Triestino

Spuma del 1913 presa dalle Ferrovie Italiane ( sic) nel 1914 e ribattezzata Silvio Pellico, restituita nel 1922 e venduta nel 1923 al Lloyd Adriatico

Salina del 1915 affondata a Trieste nel 1915, presa dall'Italia nel 1918 e nel 1920 consegnata alla NLT demolita nel 1931


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Dopo la prima guerra:

Brenta 1920 fra il 23 e il 25 al Lloyd Triestino come Brenta II, definitivamente al Lloyd nel 1937

Cherca 1920 al Lloyd Triestino nel 1937

Marina (II) del 1920 costruita dalla Stabilimento Tecnico Triestino abbandonata in mare e affondata nel 1925

Monte Grappa dle 1920 abbandonata e affondata nel 1921 dopo la perdita di un carico di grano dopo una tempesta in Atlantico

Quinto dle 1920 venduta nel 1926 a Livorno

Timavo del 1920 passat nel 1937 al Lloyd Triestino

Arsa del 1921 passata nel 1937 a Italia

Aussa 1921 noleggiata a Lloyd Triestini 23-25, nel 1937 a Italia

California 1921 nata come Albania della Cunard comprata nel 1930 passata nel 1937 al Lloyd

Duchessa d'Aosta del 1921 noleggaita engli anni 20 al Lloyd e trasferita al Lloyd nel 37

Istria (II) del 1921 al Italia nel 1937

Recca del 1921 a Italia nel 1937

Rosandra del 1921 noleggata a l Lloyd negli anni 2o e definitivamente nel 1937

Anfora del 1922 noleggiata a Italia Marittima e nel 1937 al Lloyd

Livenza del 1922 trasferita a Italia nel 1937

Savoia del 1922 trasferita nel 1937 al Lloyd

Tagliamento dle 1922 trasferita nel 1937 al Lloyd

Carnia e Carso del 1923 al Lloyd nel 1937

Salvore del 1924 ribattezzata Sistiana nel 1937 al Lloyd

Edda 1924 al Lloyd nel 1937

Isarco del 1924 negli anni Venti a Marittima Italiana, a Italia nel 37

Leme del 1925 a Italia nel 1937

Cellina e Fella 1926 a Italia nel 1937

Perla (II) del 1925 al Lloyd nel 1937

Sabbia (II) del 1926 nel 1937 al Lloyd


Feltre e Rialto del 1927 a Italia nel 1937


per alcune di quelle del Lloyd, si possono trovare immagini nella pagina wiki


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

per il Sirena del 1911 trovo anche un arenata nel 1926 in viaggio d a Genova a Rotterdam. Anch'essa costruita allo Stabilimento tecnico triestino

Una pagina del nsotro forumista misterkappa dedicata a queste navi
http://www.misterkappa.it/cpu-nlt01.html


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Grazie a informazioni passatemi da Danilo, :clapping_213: riordino un po' i dati, sul tonnellaggio non mi pronuncio essendo inesperta e trovando diversi valori evidentemente calcolati con criteri diversi:
confermo la costituzione come società privata nel 1906 e l'acquisto della prima nave Alga costruita a Sunderland l'anno prima, in genere i primi acquisti di navi sono in cantieri inglesi
i primi acquisti successivi furono le navi mercantili
Luna Glasgow 1907 anno di costruzione
Marina Newcastle 1907
Onda Glasgow 1907
Stella Newcastle 1907

la navigazione mercantile produsse utili anche grazie a contributi statali per la marina mercantile , legge del febbraio 1907

così poterono acquistare ancora

nel 1908 il Sabbia ( il primo) costruito a Newcastle

e nel medesimo anno passarlo alla società tre navi Lloydiane, India Istria Moravia tutte e tre di fabbricazione inglese, pagate anche con azioni della società cedute al Lloyd

nel medesimo anno venne aggiunto il Sirena, primo vapore della società costruito al cantiere san Rocco di Trieste

Nel 1913 il Marina venne venduto d una società svedese

e nel 1914 vennero costruiti per la Società i vapori
Perla e Ambra, a Monfalcone ( 1912 e 13)
e
Laguna e Spuma a Trieste (1913) ma il secondo fu noleggiato al Lloyd Triestino per la linea di Calcutta

sempre poco prima della guerra India e Istria ex del Lloyd passarono a società estere, cosicchè la società all'inizio della guerra si trovò ad avere se seguenti 11 navi:
Alga- Ambra- Laguna-Luna-Moravia-Onda-Perla -Sabbia -Sirena-Spuma Stella

Commento personale: a differenza della navi Lloydiane che immagino anche per commistione statale usavano nomi collegati allo Stato, questi usano nomi più comuni legati solo all'ambiente marino
Altre navi erano commissionate e in costruzione, tre a Trieste al san Rocco ed una a MOnfalcone
Poi iniziò la guerra...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: dom 10 giu 2012, 17:32

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da Nini Naridola »

E' lungo il discorso sulle differenze tra "Tonnellaggio, stazza e dislocamento": una ricerca su Google potrà chiarire tali dubbi.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Anno 1914, inizia la guerra e le navi da carico in giro vengono sequestrate..

Ambra e Moravia a Massaua dagli Italiani (?? che non erano ancora in guerra )

Spuma a Genova ( idem)

Stella catturato dai Russi a Nicolaiev sul mar Nero ( ora Ucraina)

Perla sequestrato dagli Inglesi

Onda bloccato in Spagna

Sabbia bloccato in un porto non identicifato del Nord Europa

Nel 1915 entrata in guerra l'Italia, l'Ambra diventa Maiella la Spuma diventa Silvio Pellico e il Moravia diventa Fratelli Bandiera affidati alla Navigazione delle FFSS (le ferrovie che gestoscono navi?) l'ex Moravia affondò per urto su mina il 15 maggio 1916 ( 17 morti dell'equipaggio) non trovo dove.. Sabbia ( primo) e Perla silurati nel mar del Nord e mar Bianco
Le altre navi della società rimasero inattive i porti della Dalmazia o a Cattaro
alla fine della guerra rmanevano ala Società Alga Laguna Onda e Sirena.
Nel 1919 la società ricostituita come italiana creò un nuovo consiglio di amminsitrazione con consiglieri misti fra capitani e possidenti triestini e nuovi imprenditori italiani

Riuscirono a ricuperare il Salina rimesso a posto all'arsenale del Lloyd nel 1920

Poco dopo vennero varati i vapori previsti prima o durante la guerra:

Brenta ex Narenta, Cherca ex Kerk ( :-D ), al cantiere san Rocco e il Marina iniziato nel 1916.

La Società riuscì ad ottenere finanziamenti previsti da una legge del 1919 a favore della marina mercantile italiana e così potè ordinare la bellezza di 19 nuove navi:

al cantiere san Rocco, fra il 1921 e il 1923

Monte Grappa
Duchessa d'Aosta
Aussa
Rosandra
Piave
Timavo ex Ombla ( per chi non lo sapesse, Ombla è il fiume di tipo carsico che sbocca subito a nord di Ragusa. A me familiare perchè la famiglia dei miei bisnonni ci aveva una casetta di campagna)
Anfora
Tagliamento

allo Stabilimento tecnico triestino

Recca ex Reka
Istria
Isonzo
Arsa
Livenza
Savoia
Carso
Isarco
Sistiana ex Salvore
Edda
Carnia

( incominciano i nomi "laudativi" e con Edda.. :roll: )


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Nini Naridola ha scritto:E' lungo il discorso sulle differenze tra "Tonnellaggio, stazza e dislocamento": una ricerca su Google potrà chiarire tali dubbi.
xe per quel che no me pronuncio.. :-D


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Nei primi anni dle dopoguerra viene asseganto l'ex Zvir dell'Ungaro Croata ribattezzato Risano e restituiti Ambra e Spuma ripristinati al vecchio nome

Nel 22 ai servizi merci si aggiunsero servizi misti merci passeggeri

Nel medesimo anno la perdita del Monte Grappa eun crollo dei noli del 23 ( di cui scopro l'esistenza adesso) crearono difficoltà alla Società e tramite il conte Salvatore Segré Sartorio venne salvata con l'ingresso come azionista del Credito Italiano.
Vi furono scambi di navi con altre società, lo Spuma passò al Lloyd per vendita e Aussa, Brenta Duchessa d'Aosta e Rosandra in noleggio al Lloyd, Anfora e Isarco alla Marittima italiana.

Fra il 25 e il 26 vennero costruite allo Stabilimento tecnico Triestino le seguenti nuove navi

Cellina
fella
feltre
Leme
rialto

e due inglesi Perla ( seconda) e Sabbia( seconda)

si iniziarono linee regolari per l'Africa.. e per il Pacifico via Panama

Ma arrivò la crisi svalutazione della lira ed altro.. già nel 27 e poi nel 29...

la banche Credito Italiano e Banca commerciale ed altri azionisti privati minacciarono al liquidazione,
vennero demoliti Alga e Sirena, venduti Onda e Stella , in gestione al Lloyd Triestino Duchessa d'Aosta, Piave rosandra e Timavo

Nel 1930 venne acquistato il California come nave mista merci e passeggeri

negli anni Trenta l'esercizio rimaneva in passivo, con modifiche sia nei soci che nella struttura azionarie e iniziarono sovvenzioni statali,c ondizionate a linee e frequenze merci passeggeri

i deficit migliorarono co tempo anche se col 1936 la situazione politica italiana internazionale stava cambiando, le navi vennero utilizzate per le linee in Africa Orientale.. ma nel medesimo 1936 fu presa dall'alto la decisione di dividere la società fra le due Lloyd Triestino e Italia. Le navi continuarono le loro rotte tradizionali nelle nuove società..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Zuf
naufrago
naufrago
Messaggi: 34
Iscritto il: mar 25 feb 2014, 23:08

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da Zuf »

Sul camin el monograma: NLT, per i omini a bordo: Naviga, Lavora e Tasi (no i li tratava asai ben...).



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37335
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La Navigazione Libera Triestina

Messaggio da babatriestina »

Alcune immagini di vari di navi della società, nel 1919:
al 30 aprile al cantiere san Marco il Monte Grappa
Immagine

Immagine

e l'11 giugno 1919 il Piave al cantiere san Rocco

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “El porto e le navi”