Pitori triestini Fragiacomo

pitura, scultura, fotografia, cine ...a Trieste o de artisti triestini
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Pitori triestini Fragiacomo

Messaggio da Nini Naridola » domenica 7 aprile 2013, 7:03

Questo, fra i quadri che go, xe quel che forsi el me piasi de più. Anche se no 'l xe firmado, so per certo certo che el xe de Pietro Fragiacomo
fragiacomo rwd06.jpg
fragiacomo rwd06.jpg (57.53 KiB) Visto 1404 volte



Avatar utente
oli1939
distinto
distinto
Messaggi: 1434
Iscritto il: mercoledì 22 giugno 2011, 12:33
Località: Trieste - Rozzol

Re: Pitori triestini

Messaggio da oli1939 » domenica 7 aprile 2013, 9:00

Complimenti per il quadro è davvero molto bello e ben fatto. Le misure? Ciao, oli.


Il colore e' il mio mestiere

Avatar utente
oli1939
distinto
distinto
Messaggi: 1434
Iscritto il: mercoledì 22 giugno 2011, 12:33
Località: Trieste - Rozzol

Re: Pitori triestini

Messaggio da oli1939 » domenica 7 aprile 2013, 9:04

FRAGIACOMO Pietro , pittore italiano, nasce a Trieste nel 1856.Formatosi nell'ambiente accademico veneziano, inizialmente si rifece alle composizioni di Favretto in soggetti di genere.
Successivamente dipinse esclusivamente paesaggi della laguna veneta, improntati ad una suggestiva resa della luce e a un cromatismo dalle tonalità perlacee e delicate.
Qualche riga di biografia.


Il colore e' il mio mestiere

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Pitori triestini

Messaggio da Nini Naridola » domenica 7 aprile 2013, 11:55

Il padre di Piero, Domenico era piranese e venuto a lavorare come cuoco in un albergo che aveva impiantato a Trieste. Gli affari andarono male e si trasferì a Venezia quando il piccolo Piero aveva 12 anni. Dopo aver studiato alle scuole tecniche di Campo San Felice a 16 anni si trasferì a Treviso dove lavorò per 6 anni come umile operaio (modellatore falegname, tornitore, fabbro di banco). Dopo una lite con il suo capo officina tornò dal padre che aveva preso in affitto il caffè Lazzaroni in Frezzeria. Piro, disoccupato, s'iscrisse all'Accademia delle belle arti dov'ebbe come maestro il Ciardi e dove strinse amicizia con Giacomo Favretto e Ettore Tito. Viaggiò poi all'estero (Germania, Francia, Costantinopoli). Fece ritorno a Trieste nel 1910 per un'esposizione personale allestita dalla Permanente del Circolo Artistico di Trieste dove conobbe anche mio nonno.
Ugo Ojetti scrisse un magnifico profilo su di lui definendolo 2un lirico del paesaggio”.
Durante la guerra il suo amico colonnello Pizzarello gli commissionò una Madonna per la Cappella mortuaria del Palgrande; lui gliela donò e la Madonna della neve è ancora lassù.
Morì a Venezia nel 1922
Fragiacomo raggiunge la perfezione tecnica in quanto che “non dipinge più coi vecchi colori a pasta che cogli anni scuriscono e falsano tutti i valori sulla tela rancida d'olio. Ma il quadro egli lo fa preparato e dipinto a larghi piani sintetici colla tempera inventata da Cesare Laurenti, raffinata da lui, poi ammorbidita e colorita di lievi velature con colori Wurm.

La tela che ripropongo con una tonalità di luce meno cupa ha le dimensioni di cm 29x39.
Rinnovo la domanda già fatta a suo tempo: perchè gli esperti usano dare prima l'altezza e poi la larghezza? Io mi adeguo, anche se mi viene più spontaneo fare viceversa.
Voglio aggiungere, in quanto fiero dell'opera fatta, che ho restaurato la cornice molto rovinata durante tutti i traslochi e guerre, rifacendo i fregi e le decorazioni negli angoli dopo una paziente operazione di calco in stucco, getto in gesso ed incastro.
fragiacomo 052 rwd.jpg
fragiacomo 052 rwd.jpg (58.3 KiB) Visto 1397 volte



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pitori triestini Fragiacomo

Messaggio da babatriestina » martedì 4 giugno 2019, 13:50

il Fragiacomo del Revoltella:

Immagine
La campana della sera, acquistato nel 1894
un altro al Museo di Novara
Immagine

la portolata


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pitori triestini Fragiacomo

Messaggio da babatriestina » martedì 4 giugno 2019, 17:47

Veduta di Venezia alla Galleria d'arte moderna a Roma
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Arti figurative”