Politeama Rossetti

teatri, spettacoli teatrali non musicali: prosa, varietà ...el Politeama Rossetti, la Contrada... la prosa de una volta.. anche Cechelin
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: domenica 1 gennaio 2006, 18:56
Località: Terra

Politeama Rossetti

Messaggio da rofizal » domenica 30 novembre 2008, 20:45

Dal vecio forum.

----------------

Politeama Rossetti

Da sergio on Mon, 08 Jul 2002 17:11

Era situato in via Acquedotto N.45. Oggi il posto è il medesimo, ma la via si chiama Viale XX Settembre.
Opera dell'ingegnere genovese Bruno, venne inaugurato la sera del 27 aprile 1878.
Nel 1907 la piattaforma del palcoscenico venne ridotta fino alla boccasscena, in modo da aumentare di due file le poltroncine.
Vastissimo teatro, il più grande di Trieste, poteva contenere oltre 4000 persone (contro le 2000 del Verdi).

All'epoca lo descrivono come :

"Adattato per tutte le classi di persone, non è vago di decorazioni ma certo un modello per la vista sulla scena ed anche per acustica.
E' adattissimo per l'opera ed opera-ballo, ed accoglie un'imponente mostra umana quando, a certe opere, il ceto medio ed il popolo s'accalcano nelle gallerie ed in loggione.
Vi si danno anche rappresentazioni drammatiche, ma forse che per questo genere di spettacoli il teatro è troppo vasto e potrebbe giovare più dal lato economico che dall'artistico.
Carnevale poi vi si trova in casa propria e i balli e le feste di tradizione cittadina vi si alternano splendidamente."

--------------------
Allegati
rossetti.gif
rossetti.gif (11.36 KiB) Visto 3009 volte


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36234
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Politeama Rossetti

Messaggio da babatriestina » venerdì 3 aprile 2009, 16:14

Il Politeama Rossetti è uno dei grandi teatri cittadini, costruito fra il 1877 e il 1878, sede di spettacoli teatrali, lirici, balletti, manifestazioni ( anche irredentiste) per molti anni. In origine il tetto era apribile per poterlo godere il fresco d'estate. Il teatro venne ristrutturato una prima volta nel 1928, negli anni 50 era usato poco come teatro e di più come cinema ( 1936), requisito dal 1945 al 1956 dal GMA per i propri spettacoli) poi rimase chiuso per una ventina d'anni fino al restauro da parte del Lloyd Adriatico con riapertura nel 1969, e dagli interni verdi che ricordavo negli anni 50 passò a tonalità di rosa antico e di giallo. Una ristrutturazione successiva ( Celli e Tognon) degli anni 2000 lo ha ulteriormente modificato, in occasione delle prove di uno spettacolo ho realizzato alcune foto della sala interna:
Immagine
il soffitto, col la vecchia cupola, ormai non più apribile, e con la nuova decorazione a nuvole
Immagine
il medesimo soffitto, con i punti-luce tipo stelle all'oscurarsi delle luci
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » venerdì 3 aprile 2009, 21:00

Dal punto de vista cromatico apprezzo molto la scelta del blu e oro.


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Politeama Rossetti

Messaggio da AdlerTS » giovedì 28 aprile 2011, 12:41

Cartolina
Allegati
rossetti.jpg
rossetti.jpg (72.31 KiB) Visto 2411 volte


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Politeama Rossetti

Messaggio da AdlerTS » martedì 10 gennaio 2012, 12:55

Una foto de quando che el jera rosso e oro

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36234
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Politeama Rossetti

Messaggio da babatriestina » martedì 10 gennaio 2012, 13:12

volevo proprio ricordar sta foto, no rosso ma rosa antico e gialo oro, El restauro lo ga fatto el Lloyd Adriatico de Irneri.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1940
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Politeama Rossetti

Messaggio da Piereto » venerdì 26 settembre 2014, 20:14

Credo che fosche nubi si addensano sul teatro stabile triestino che qualchidun (forsi per risparmiar do fliche o tirarghe via el posto a qualchidun e darghelo inveze a qualchidun altro) volessi accorparlo al CSS de Udine e all'accademia Marco Pepe. Se trattasi de una associazion che se la pasa de man, e se i triestini fusi in minoranza volesi dir spostar la sede legale po a...Udine. E quel che segui savemo ben po come che va a finir. Sera qua e verzi la. Nianche dir che el nostro sindaco ghe piasesi l'idea dell'acorpamento. (parole sue). Vedemo come che va a finir.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1940
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Politeama Rossetti

Messaggio da Piereto » domenica 5 ottobre 2014, 12:23

La storia continua. Con gennaio 2015 i teatri de prosa per un decreto legge devi trasformarse e no solo a parole, o in nazionali o in TRIC . Se i xe nazionali i enti locali teritoriali che li finanziava za prima tira fora tuti i bori, meno che el FUS ( e za questo sona strano, se i xe nazionali riguarda lo Stato, e dovesi eser lo Stato che tira fora i bori in pien) , se i xe TRIC solo el 40%. " Con l’entrata in vigore del decreto Valore Cultura, dall’anno prossimo i 17 Stabili Pubblici attualmente attivi verranno, così, sostituiti da almeno quattro Teatri Nazionali. Numero, questo, aperto ad eventuali nuovi ingressi se rispettati i nuovi criteri richiesti: sala di almeno mille posti, lunga tenuta degli spettacoli (rispettando la pratica della domanda) e proposta annuale di almeno due autori contemporanei (anche mediante la costituzione di scuole di drammaturgia) a testimoniare la tendenza a favorire i nuovi talenti.Verrà rimodulata anche la distribuzione delle risorse destinate alla prosa. A fronte di 36 milioni di euro destinati ai 67 teatri Stabili, i futuri quattro Teatri Nazionali riceveranno circa otto milioni. Saranno poi finanziati i circuiti, particolarmente incentivati da questo nuovo decreto, la promozione, le compagnie di giro, i Teatri di Interesse Pubblico. Questi ultimi individuati e sottoposti agli stessi criteri dei Nazionali, solo ammorbiditi" , e che saria i TRIC. Semo in atesa de regole attuative che devi vinir fora in tempi streti. Chi sa po' chi che le scrivi?.
La storia continua, come che go scrito all'inizio. Tuto se acorpa, se zerca de taiar le spese, ma cusì i ne la conta, po' se andemo a veder cosa che i taia, in realtà esisti delle spese che inveze cresi comprese le tase (vedi el bilancio dati istat per Monti o Renzi,cioè quando che xe vignuda fora la spending review). Cioè esisti impiegati publici dirigenziali che continua a ciapar una barca de schei (el teto dei 270000 euro xe una cupola de oro - 80000 saria un teto). Se far el politico saria una misione gratuita no esisteria più politici. Se acorpa la Sanità, se acorpa i porti, etc . Purtropo quel che xe sta acorpà e cioè Friuli e Venezia Giulia , no se riva a disfar. Se fusimo Regione Giulia no dovesimo scriver tanto su sto Forum. Perchè Trieste saria centrale per la Venezia Giulia e no perdesimo nianche un toco spostà a Udine o Palmanova. Ricordo come gavemo za perso la provincia triestina e che una volta comprendeva anche Grado e Monfalcon fin al comun de Pieris.



Rispondi

Torna a “Teatri di Prosa a Trieste”