Vocabolarietto Triestin-Italian

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7269
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 22 agosto 2019, 16:19

Ogi son andà al museo de storia natural con mia nipote e gavemo porta a casa un deplian sul Flysch (masegno de Muia).

Dentro ghe xe dei termini tecnici che no so se i xe dialetali o dela lingua italiana

Brazzèra Barche da carico usate per portare l'arnaria da Muggia a Trieste
Punciòto Scalpello a forma di cuneo piramidale, lungo 12-14 cm, che si usa per spaccare i massi di pietra, conficcandone un certo numero entro fori già praticati nel masso in linea secondo la direzione voluta, e battendoli contemporaneamente (da treccani, quindi è italiano con due t)
Cugnèra Fila di fori in cui si metteva no i cunei per spaccare l'arenaria. Questo mi sa di dialettale.
Sciocadòri scalpelli a punta tronca per rifinire i bordi del blocco. QUesto a me sembra dialettale, lo scriverei S'ciocadòr.
Smòlaro pietra usata per pavimentare a spina di pesce le vie più ripide. Anche questo mi me sa de dialetto.

Qualchedun de voi pol confermar sti termini (o cambiarli)?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36222
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da babatriestina » giovedì 22 agosto 2019, 16:48

la la trovi sul nostro forum a proposito di barche e del Museo del mare
cugnera mi fa pensare la cugno, che dovrebbe essere il cuneo. ma anche esser un cugno per tipo pesante
gli latri poco mi dicono


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4064
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da Ciancele » giovedì 22 agosto 2019, 18:40

babatriestina ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 16:48
la la trovi sul nostro forum a proposito di barche e del Museo del mare
cugnera mi fa pensare la cugno, che dovrebbe essere il cuneo. ma anche esser un cugno per tipo pesante
gli altri poco mi dicono
Concordo con cugno. Gavemo anca za incugnà.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4064
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da Ciancele » giovedì 22 agosto 2019, 18:45

sono piccolo ma crescero ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 16:19
Ogi son andà al museo de storia natural con mia nipote e gavemo porta a casa un deplian sul Flysch (masegno de Muia).

Dentro ghe xe dei termini tecnici che no so se i xe dialetali o dela lingua italiana .....
Zercando altre parole go trovà un dizionario venesian-inglese.

Soto www.issuu.com/iconadv/docs/dizionario isolano go trovà un dizionario isolan. Bel xe quel ch'el scrivi per incoconare.



Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7269
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 22 agosto 2019, 20:59

Ciancele ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 18:45
sono piccolo ma crescero ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 16:19
Ogi son andà al museo de storia natural con mia nipote e gavemo porta a casa un deplian sul Flysch (masegno de Muia).

Dentro ghe xe dei termini tecnici che no so se i xe dialetali o dela lingua italiana .....
Zercando altre parole go trovà un dizionario venesian-inglese.

Soto www.issuu.com/iconadv/docs/dizionario isolano go trovà un dizionario isolan. Bel xe quel ch'el scrivi per incoconare.
Scusime, ma el link no me funziona


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4064
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da Ciancele » sabato 24 agosto 2019, 9:17

sono piccolo ma crescero ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 16:19
..... Scusime, ma el link no me funziona.
Prova a meter in Internet solo: Dizionario del dialetto isolano. A mi me vien fora tuto.

Bon giorno (naturalmente a tuti) e bona Fortuna.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36222
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da babatriestina » lunedì 26 agosto 2019, 17:06

Sdrondonar? dopra qualchedun? per portar in giro a spassomagari senza una meta o con deviazioni? scarrozzare disi el Doria Zeper


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1939
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da Piereto » lunedì 26 agosto 2019, 17:22

Mai inteso.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36222
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da babatriestina » lunedì 26 agosto 2019, 17:28

anche nella forma riflessiva sdrondonarse


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7269
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da sono piccolo ma crescero » martedì 27 agosto 2019, 6:22

Gnanche mi no lo go mai sentido. El Doria prima edizion dà "dondolare" e riflessivo "scarrozzarsi". E comunque, come prima version el dà sdrondinar. El Kosovitz da "bighellonare, rumoreggiare, soqquadrare"

ALora mi lo zonto nel vocabolario, ma chi che lo ga doprà o sentì doprar, me devi dir:
a) sdrondonar o sdrondinar o tuti due?
b) che definizion metemo? No steme copiar quela del Doria, diseme quela che savè o ve par giusta a voi.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36222
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da babatriestina » martedì 27 agosto 2019, 7:37

mi conosso solo sdrondonar cola o. papà gavessi dito "go sdrondonado la suocera che ghe piasi farse portar in giro ( o farse sdrondonar) in machina. Me xe vegnudo inamente perchè domenica, inveze che ciapar el autostrada per far svelti , i ne ga sdrondonado in giro per la Carnia


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7269
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 11 settembre 2019, 16:16

Oltre a "un bianco e un nero" che me ga fato notar una signora de Torino che xe un modo de dir dele nostre parti e no dele sue, go trovado l'espresion "ingrumar col cuciarin". La go messa nei esempi e nele frasi con la traduzion "Prestare soccorso a qualcuno molto malridotto fisicamente o psicologicamente e di conseguenza incapace di risollevarsi da solo". Se ve vien in testa una traduzion meio, disemela e la cambio.

Pareria che se la posi doprar anche in italian (raccogliere col cucchiaino), ma son sicuro che in un tema i me la gaveria segnada.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36222
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Vocabolarietto Triestin-Italian

Messaggio da babatriestina » mercoledì 11 settembre 2019, 17:05

"el xe de ingrumar col cuciarin" é molto malridotto,


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “El nostro dialeto”