Qualche tipica parola triestina

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
nanaia
ixolan
ixolan
Messaggi: 468
Iscritto il: dom 6 ago 2006, 7:39
Località: trieste

ancora qualcossa...

Messaggio da nanaia »

me xe tornà in mente un per de espresioni, tutte equivalenti a "confonderse": andar in dolze, andar in asedo e andar per latte.
Qulachedun gà idea delle origini de ste espresioni?


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38338
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

andar in asedo ovviamente se riferissi al vin, che deventa garbo


Avatar utente
Nona Picia
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 10972
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

babatriestina ha scritto:andar in asedo ovviamente se riferissi al vin, che deventa garbo
L'origine xe quela, aanche se noi disemo de un che diventa tropo bisbetico
r che el xe andà in asedo!


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....
Avatar utente
Coce
citadin
citadin
Messaggi: 689
Iscritto il: dom 5 feb 2006, 11:24
Località: Australia

Mostri

Messaggio da Coce »

Ogidi' i gusti dell'arte de spettacolo sta' cambiando rapidamente quando vedo tute ste file per comprar i libri, e i dvd de Harry Potter, Shrek, e compagnia bela. Pensando me xe vegnu' in mente che per farghe paura ai pici e che i staghi boni se ghe diseva che se no i sta' boni li ciapara'
BABAUCiao Coce :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:


La vita
Piu' che la pendi
Piu' la rendi
Avatar utente
Nona Picia
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 10972
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Caro Coce, trovime ogi un picio che ga paura del BABAU e dito tuto maiuscolo anche! I se nutri dala nascita a base de mostri de vario tipo! :lol:


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Qualche tipica parola triestina

Messaggio da rofizal »

Spero che no le sia za presenti. Qualcheduna go controlado col search.

Cogolo
Penso sapi tuti che vol dir citttolo, sasso. Xe una parola de origine veneta.

Stramuson
Usada in altre parti del forum, vol dir "ceffone". Usada anche in Istria e Veneto.

Sfiga
Tipica parola triestina per sfortuna, scalogna. La se la trova anche in alcune parti del Veneto.

Peteson
Me par strano, ma sembra che nisun la gabi mai usada su sto forum. Ma nisun bevi qua? Per chi no sa vol dir un che bevi molto, imbriagon insoma (ma chi no sa?)

Mauco
Sembreria presente in altre parti ma no in questa sezion. Xe l'amante, el mulo/a con cui se sta. L'origine xe incerta.

Remenghis
Chi no ga mai esclamado "Remenghis!"? Come el simile - ma più vicin a l'italian - "remengo", corispondi a "malora, rovina, miseria". I dixi che dovesi derivar da "ramingo, uccello che va di ramo in ramo".

Bon, basta per ogi.


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38338
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da babatriestina »

rofizal ha scritto: Sfiga
Tipica parola triestina per sfortuna, scalogna. La se la trova anche in alcune parti del Veneto.

Peteson
Me par strano, ma sembra che nisun la gabi mai usada su sto forum. Ma nisun bevi qua? Per chi no sa vol dir un che bevi molto, imbriagon insoma (ma chi no sa?)

Mauco
Sembreria presente in altre parti ma no in questa sezion. Xe l'amante, el mulo/a con cui se sta. L'origine xe incerta.
sfiga, s privativo. Usatissima in italian, mi no la gavevo mai sentida prima che la venissi pubblicizzada in Tv.
petesson, de petès alcool
Mauco, me par logico che vegni de moechus latin, adultero ( Cesare iera dito el moechus calvus)


Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Qualche tipica parola triestina

Messaggio da AdlerTS »

rofizal ha scritto: Ma nisun bevi qua? .
Mi vin a casa non me manca mai ;--D


Avatar utente
Nona Picia
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 10972
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Anche a casa mia ghe xe un gran petesson! :lol: :lol: :lol:


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....
Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da sum culex »

Go vardà con 'cerca' un poche de parole; de un per go trovado singole trace in certi argomenti, ma no qua nel dialeto.
Ghe ne meto un poche che me son notà man man che le vigniva in mente:

Falisca = scintilla, monachina
Sgnapa = grappa (visto che se parlava de petessoni)
Radigo = litigio
Sgnesula = piccolo, gracile
Pek = panettiere
Scantinar = zinzolar = tentennare, oscillare
Sganassarse = ridere a crepapelle
Saliso = lastrico , selciato
Biava = oltre che biada, legnate (ciapar biava)
Caról = tarlo (un armeron carolà = armadio tarlato)
Cufarse = scrufolarse = accovacciarsi
Pénola = zeppa

E chi più ne ha più ne metta. Co me vien in mente altre .......
ciao
sum culex


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38338
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

sum culex ha scritto:G
Cufarse = scrufolarse = accovacciarsi
de noi, cufolarse oviamente anche cuciarse ( la sesa cuccetti)


ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Messaggio da ffdt »

flag_ts mi in familia sentivo dir "el gato tuto cufola`" :-)

flag_fr dans ma famille il a été utilisé pour dire que le chat tapi (tapi=cufolado) :-)

flag_uk in my family they was used to say the cat crouched (crouched=cufolado) :-)


duralex
naufrago
naufrago
Messaggi: 64
Iscritto il: lun 10 dic 2007, 12:08

Messaggio da duralex »

"Co te va in zerca de radighi, mona?" Stai forse tu cercando problemi, scioccherello?


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38338
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Mòvite, camoma!
sarà un'abreviazion de camomilla? espression usada molto spesso de mia mama. vegniva usada in senso de "oggetto che se movi lentamente", spesso riferido a machine "Ara quel che va a camoma, o come una camoma".


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Pensavo anche mi che sia parente della camomilla, ma pareria che sia derivado dalla caloma, "fune da lento traino" :roll:


Mal no far, paura no gaver.
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Go fato una ricerca e sembra che nisun gabi ancora nominado
pàmpel o pàmpele
che vol dir stupidin e dovesi derivar dal latino, forsi pasando per el furlan, comunque nel significato original de "tralcio dela vite". Almeno cusì dixi el Doria.


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7782
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

rofizal ha scritto:Go fato una ricerca e sembra che nisun gabi ancora nominado
pàmpel o pàmpele
che vol dir stupidin e dovesi derivar dal latino, forsi pasando per el furlan, comunque nel significato original de "tralcio dela vite". Almeno cusì dixi el Doria.
Mi go sempre pensà che sia una scurtada de pampalugo (veneto e credo anche furlan) e pampalucco (che se trova anche in un sonetto romanesco de Belli). Qalchedun disi che la parola xe de origine graga e vol dir "bolla de aria".

Mi go sempre pensà, però, che le etimologie sia qualcosa de più complesso, che nassi da incroci, assonanze tra parole diverse e che spesso no ghe sia una parola de origine ma più de una.

Comunque va pian a bever el gran pampel, me raccomando! :wink: :-D


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38338
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Per el pampe ( e no dimentichemo el tandùl), Carpinteri nel libro Processo alle parole ( xe vegnudo fora el volume 2 sto anno, ma questo xe el n 1 ancora) riporta entrambi i significati, disendo che i glottologi xe favorevoli ala variante coi pampini: se la vite fa molte foie no farà abastanza grappoli..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
carsolin
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 79
Iscritto il: sab 22 dic 2007, 9:36

Messaggio da carsolin »

caligo - indica che va mal, ma anca nebia fita
pegola - sfortuna
impegolarse - mettersi in male situazioni
tampagno - dado, bullone
saiba - rondella, ma anca vera nuziale
fiaba - persona che le conta grose
dindio - tacchino, scemotto = (insempià), ma anche usel rapace calatose dale Ande Istriane, dotato o meno de klanfe :-D
trapoler, baziloto - trafficante oscuro
pirola - pillola
zuf - casin


Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7782
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

[FS=fora del seminà (meio de OT vero?)]A mi i gottologi me lassa qualche volta perplesso. Per esempio a Roma i ga un modo de dir che conosemo tutti "mignotta" e in particolar "fijo de 'na mignotta".

Tutti i dizionari etimologici lo fa derivar dal francese mignon, e qualchedun disi che no xe de cior in considerazion l'etimologia popolare, che amici romani me ga contà come bona, invece, che fa veginr el termine da quel che scriveva el paroco nel registro dei nati per i trovatelli: "filius m. ignotae", figlio di madre ignota.

Mi no son linguista e forsi gaverà ragion lori che deriva da mignon, ma me par sai strano anche perché i la butta là snza spiegar e la me par quasi una posizion ideologica.[/FS]


Torna a “El nostro dialeto”