Modi de dir triestini

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » sabato 21 settembre 2019, 9:32

sono piccolo ma crescero ha scritto:
sabato 21 settembre 2019, 6:01
Ciancele ha scritto:
venerdì 20 settembre 2019, 10:31
Xe veramente dialeto magnacia?
I vocabolari lo dà come dialettale e l'etimologia dal romanesco "magna" che, a dir el vero, xe anche triestin. Però la zonta "acia" no me par triestina. A Trieste gaveria fato "aza" o forsi "azo", ma mi (no xe che sia sai esperto :-D anche se de giovine gavevo fato volontariato in citavecia con un doposcuola) sto termine lo go sentido solo per television o leto sui giornai.

Ma perché te xe vegnù in testa che el termine podesi eser dialetal?
No, no, go pensà che no pol eser dialetal de qua. Me xe vignù inamente per caso, pensando a magnon. Che no son più de ani. :(



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » domenica 22 settembre 2019, 10:19

Gavemo discuso in longo e in largo sui casoti. Ma mi volevo saver se se conosi la parola magnon, che noi usaimo bastanza.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da babatriestina » domenica 22 settembre 2019, 12:43

ecome. Non son magnona, ma ingrasso isteso.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » giovedì 10 ottobre 2019, 16:46

No so se gavemo in qualche logo. Co' i risi i xe stracoti diseimo: I risi i me xe vignudi incontro fina in porton.
Ogi la putela ga fato un toco de merluzo in forno in una salseta con pana, quela par montar. E la ga cusinà risi. Braveta. I risi no i ne xe vignudi incontro. E iera più bon che no frito con patate lese.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » lunedì 11 novembre 2019, 11:02

Mia mama me diseva: Te son una bona lana. Xe bon o xe mal? Chi me conta giusto?



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » mercoledì 13 novembre 2019, 17:24

Oltra che scavezà, diseimo anca stravirà in colomba. Xe vero?



Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7374
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 13 novembre 2019, 19:20

Ciancele ha scritto:
lunedì 11 novembre 2019, 11:02
Mia mama me diseva: Te son una bona lana. Xe bon o xe mal? Chi me conta giusto?
Xe anche in italian e, secondo el vocabolario Devoto Oli, "Lana ... smbolo delle caratteristiche individuali, generalmente non buone." Quindi fa ti...


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7374
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 13 novembre 2019, 19:23

Ciancele ha scritto:
mercoledì 13 novembre 2019, 17:24
Oltra che scavezà, diseimo anca stravirà in colomba. Xe vero?
Te confesso che mi go sempre sentido "Scavezà"... Me go stravirà un pie.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da babatriestina » martedì 26 novembre 2019, 14:48

Guido Cecchelin ha ricordato su Facebook un'espressione che usava mio papà " nol se dà pati" ( non viene ad un accordo con s e stesso non si rassegna) o anche " a tuti pati" a qualsiasi condizione.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » martedì 10 dicembre 2019, 15:07

Tepa. Fazemo tepa. Rambagio ala guardia. Probabilmente no se usa più dir cusì.
Far tepa voleva dir facciamo a metà. Nel senso: Io mi prendo una metà e tu puoi tenerti l'altra. Il rambagio ala guardia significava invece: Io mi prendo tutto. In questo modo i più grandi depredavano i piccoli inermi.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da babatriestina » martedì 10 dicembre 2019, 16:16

No, ma me ricordo inveze che co rivava la coriera a Grignan per tornar casa del bagno noi muli saltavimo su per primi e un vecio comentava Al arambagio.
Inveze disevmo che sta muleria xe tepa. ma credo che vegni del teppa italian da cui teppista


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Ciancele » martedì 10 dicembre 2019, 18:35

babatriestina ha scritto:
martedì 10 dicembre 2019, 16:16
No, ma me ricordo inveze che co rivava la coriera a Grignan per tornar casa del bagno noi muli saltavimo su per primi e un vecio comentava Al arambagio.
Inveze disevmo che sta muleria xe tepa. ma credo che vegni del teppa italian da cui teppista.
Andiamo all'arrembaggio, pirati della morte. Dal film "Il pirata sono io" con Macario.

Tepa si diceva nel '33/'34. E solo nel senso sopra detto: fazemo tepa = facciamo a metà. Nel senso che io mi prendo una tua metà.
Tito po ga copià: Tvojega necemo i svojega ne damo = Il tuo non vogliamo e il nostro non diamo. Ma tra comunisti, quel che xe tuo xe mio.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2002
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Modi de dir triestini

Messaggio da Piereto » lunedì 13 gennaio 2020, 18:41

No so se xe stado za scrito, ma me xe vignu de dir che.....le robe no se le fa in un TIC TAC , per dir che no se fa subito . Quindi un diverso significato per tic tac.



Rispondi

Torna a “El nostro dialeto”