Leccio Quercus ilex

Flora carsica o che comunque se vedi a Trieste e dintorni
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36472
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Leccio Quercus ilex

Messaggio da babatriestina » mercoledì 30 ottobre 2019, 9:20

Il Leccio , Quercus ilex, è una quercia sempreverde spontanea nelle nostre zone nelle fasce temperate , ed anche coltivata a scopo ornamentale e presente in città e nei parchi.
Addirittura ha dato il nome ad una tipo di macchia mediterranea, l'Ostro-Quercetum ilicis, ossia associazione di orniello ( Fraxinus ornus) e Quercus ilex. Leccio. La si trova sulle rupi costiere soprattutto nella fascia da Miramare a Duino. Si pensa che si sia formata nel periodo postglaciale grosso modo fra il 5000 e il 3000 a C.

Immagine


Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36472
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Leccio Quercus ilex

Messaggio da babatriestina » mercoledì 30 ottobre 2019, 9:27

Immagine

Immagine



Una zona particolare , ricca di lecci, è la cosiddetta Cernizza di Duino: se ne parlava in forum dicendo
Leggo sul solito Zubini che ( ma manca la fonte, anche se poi parla dello Scussa) Attila assediò Aquileia nel 452 mettendo un campo per tre anni, e che tale campo si trovava verso le foci del Timavo in una zona con rocce a semicerchio denominate Val catino, Valcatena o nomi simili, o anche Bocadin o Boccadino o similia. E che era circondato da una lecceta spontanea Nigrignano o Cernizza, che venne fatta circondare da un muro nel 1817 de Raimondo IX della Torre trasformandola in suo parco di cervi. Tale boschetto è tuttora visitabile, vale proprio la pena di andarci in inverno, dove si vede quest'oasi verdeggiante fra Duino e il Villaggio del Pescatore. In qualche punto si vedono le tracce del muro di cinta, e i sentieri a stella convergenti verso il centro.
Solo che a me la Cernizza sembra in piena pianura..
Nella Cernizza è segnalato qualche Leccio monumentale come questo
Immagine

Altri Lecci sono presenti nel parco di Miramare, dal viale dei Lecci iniziale a qualche Leccio monumentale presso il ponte metallico verso il parterre.
ma non mancano lecci in città,. da viale Miramare a quelli in forma obbligata sulle Rive, presso piazza Unità ( al posto di un paio di sfortunate effimere magnolie piantate da qualche ottimista e sconquassate in breve dalla Bora) , i sei lecci di piazza Goldoni..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36472
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Leccio Quercus ilex

Messaggio da babatriestina » giovedì 31 ottobre 2019, 9:20

i lecci di Miramare:
Immagine

Immagine

i lecci inclinati sopra il viale, un po' diradato il sottobosco di recente
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36472
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Leccio Quercus ilex

Messaggio da babatriestina » giovedì 31 ottobre 2019, 9:23

il più grandioso però si trova presso il ponte di ferro
Immagine

la lecceta della Cernizza una foto di una decina di anni fa
Immagine

e i lecci di piazza Goldoni, qua prima della potatura in forma
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “La flora”