Muggia vecchia

Muggia, Istria slovena ed Istria croata
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Re: Muggia

Messaggio da rofizal »

babatriestina ha scritto:La cesa de Muggia Vecchia
Immagine
el campanil, con due santi ( S Giovanni e Paolo?) protettori, ma mi una volta no me li ricordavo
Immagine
-------------------------

Eco qua una foto del 1962. Niente a che far co la qualità dela foto de Babatriestina, però poche diferenze nela ciesa, solo alberi in meno. Se guardè ben se pol veder che i due santi i iera sempre là. :wink:
Allegati
La cesa de Muggia Vecchia nel 1962<br />Foto Rofizal
La cesa de Muggia Vecchia nel 1962
Foto Rofizal


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7783
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Parco archeologico de Muggia vecia

Me par che nesun gabi meso le foto del aprco archeologico chge xe intorno ala cesa de Mugia vecia, che saria le aree segnade in gialo su sta cartina.

Immagine

El vecio paese xe sta abandonà intorno al 1400 e i ga recuperà le piante de qualche casa.

Immagine

Immagine

Dentro dele case se vedi in pianta anche quei che me pareva i resti del fogoler.

Immagine

Oltre ale case se vedi anche i resti dei muri de cinta.

Immagine


Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7783
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Za che son, zonto due foto che forsi no xe stade mese, una vista diversa dela cesa

Immagine

e un panorama verso l'Istria e no verso el golfo de Trieste (ghe laso ai mujesani de completar disendo cosa xe che se vedi).

Immagine


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

approfittando dell'appuntamento ferragostano dell'Assunta, grande festa a Muggia Vecchia, aggiungo qualche foto dapprima del parco archeologico, almeno di una parte, ci sono diverse zone. Io non ci trovavo nulla di spettacolare, comunque ci sono pannelli che mostrano possibili ricostruzioni, oggetti trovati ( dove sono ora? in qualche bacheca o qualche deposito dei musei civici?)
Immagine
Immagine
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

la zona è piantata ad olivi, ma vicino ci sono anche delle belle quercete ombrose ( non sembrano certi quadri di Renoir?)
Immagine
altri alberi i cui semi ondeggiano alla brezza
Immagine
fra una messa e l'altra, qualche foto:
la statua della Madonna portata nella navata centrale
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

un dettaglio della decorazione altomedievale dei plutei, la croce sul lato destro
Immagine
e lumini devozionali ( ne ho acceso uno anch'io..)
Immagine


Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
1382-1918
citadin
citadin
Messaggi: 829
Iscritto il: ven 18 apr 2008, 6:24
Località: Trieste

Messaggio da 1382-1918 »

babatriestina ha scritto:un dettaglio della decorazione altomedievale dei plutei, la croce sul lato destro
[Immagine
Questa decorazione dovrebbe essere in qualche modo relazionata con questa, chiamata troplet.

Immagine

L'ho vista spesso in vecchie chiese in Croazia e viene oggi usato in alcuni stemmi.

http://en.wikipedia.org/wiki/Croatian_wattle


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

1382-1918 ha scritto: Questa decorazione dovrebbe essere in qualche modo relazionata con questa, chiamata troplet.

Immagine

L'ho vista spesso in vecchie chiese in Croazia e viene oggi usato in alcuni stemmi.

http://en.wikipedia.org/wiki/Croatian_wattle
interessante legame, mi sa di ornamento portato in giro dai monaci, medievali, vedi altri plutei simili per esempio a Romano di Ezzelino ( Veneto)
http://it.wikipedia.org/wiki/Pluteo
Immagine
secondo te, il motivo è legato al cristianesimo croato o è legato a qualche cultura precedente?e in che secolo si convertirono al cristianesimo i Croati? con san Cirillo e Metodio o con missionari provenienti dall'impero Franco?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

e in effetti, trovo motivi simili nel sarcofago di un re , forse re Zvonimir, nel battistero della Cattedrale di Spalato:
Immagine
Immagine
sulla mia guida le attribuiscono al XII secolo.
Si trovano questi motivi anche in città dell'interno o solo sulla costa?
mi sa proprio che c'è una cultura europea ben diffusa, visto che altri ci trovano somiglianze con opere celtiche- io vorrei confrontare anche con certi bassorilievi del museo bizantino di Atene..

questi sono invece ad Aquileia
Immagine
sembrerebbe diffusa in tutta l'area adriatica, ecco sempre da Flickr, una della cattedrale di Ruvo in Puglia
url:
http://www.flickr.com/photos/archimap/2642721360/
che vi faccio vedere:

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

e anche nella decorazione longobarda, VIII secolo, rinascenza liutprandea, altare di Rachis a Cividale

Immagine
o questi plutei

Immagine

è un motivo che mi affascina, e per questo lo fotografo quando mi passa sotto gli occhi, credevo fosse solo altomedievale dei tempi dei Longobardi, e invece lo vedo comparire fin oltre il Mille..
anche in Toscana, chiesa romanica di s Antimo, colonne
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
1382-1918
citadin
citadin
Messaggi: 829
Iscritto il: ven 18 apr 2008, 6:24
Località: Trieste

Messaggio da 1382-1918 »

babatriestina ha scritto:secondo te, il motivo è legato al cristianesimo croato o è legato a qualche cultura precedente?e in che secolo si convertirono al cristianesimo i Croati? con san Cirillo e Metodio o con missionari provenienti dall'impero Franco?
Sicuramente è legato al cristianesimo croato. I Croati vennero cristianizzati verso il IX secolo, per lo più con Cirillo e Metodio, i quali crearono anche l'alfabeto "glagolitico", basato sul dialetto croato parlato in Dalmazia. Nella stessa chiesetta di Muggia Vecchia ci dovrebbero essere dei graffiti scritti in glagolitico. Trovando questa pubblicazione si potrebbe forse sapere qualcosa di più preciso: "Nuovi graffiti glagolitici a Contovello e Muggia Vecchia presso Trieste" in "Atti e Memorie" della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, Vol. XLI della Nuova Serie (XCIII della Raccolta), Trieste 1993, pp.59 -74.
babatriestina ha scritto:Si trovano questi motivi anche in città dell'interno o solo sulla costa?
mi sa proprio che c'è una cultura europea ben diffusa, visto che altri ci trovano somiglianze con opere celtiche- io vorrei confrontare anche con certi bassorilievi del museo bizantino di Atene..
Li ho visti molto più spesso sulla costa che all'interno. Sarebbe interessante vedere una mappa dell'Europa con l'indicazione di dove si trovano, o si trovavano, edifici di culto nei quali compare questo motivo


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

1382-1918 ha scritto: Trovando questa pubblicazione si potrebbe forse sapere qualcosa di più preciso: "Nuovi graffiti glagolitici a Contovello e Muggia Vecchia presso Trieste" in "Atti e Memorie" della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, Vol. XLI della Nuova Serie (XCIII della Raccolta), Trieste 1993, pp.59 -74.
ho un'idea di dove trovare una copia da consultare :-D :-D :-D :-D :wink: :-D :-D :-D - prima che qualcuno abbia l'idea di mettere tutto sotto chiave


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

1382-1918 ha scritto:
babatriestina ha scritto:secondo te, il motivo è legato al cristianesimo croato o è legato a qualche cultura precedente?

Sicuramente è legato al cristianesimo croato.
è qua il punto che mi incuriosisce, io ho la sensazione che questo genere di decorazione sia già antecedente alla conversione dei croati ( vedi gli esempi longobardi) e che poi loro se ne siano per dire innamorati e lo abbiano ripreso e diffuso. Mi colpisce anche il perdurare di questo genere di decorazione per tanti secoli, mentre io la credevo solo dei primi secoli medievali. Sembra iniziare poco dopo la caduta dell'impero romano e sparire solo al diffondersi del gotico, dopo essersi inserita pure nella decorazione di taluni edifici romanici.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

1382-1918 ha scritto: I Croati vennero cristianizzati verso il IX secolo, per lo più con Cirillo e Metodio, i quali crearono anche l'alfabeto "glagolitico", basato sul dialetto croato parlato in Dalmazia.
sul glagolitico stavo proprio cercando di documentarmi recentemente, rileggendo la Slavorum Apostoli dedicata da Giovanni Paolo II ai santi Cirillo e Metodio, compatroni d'Europa. Anche perchè io, fidandomi della somiglianza delle parole , credevo che san Cirillo avesse inventato il cirillico!! :-D :-D :-D :-D :-D
e invece no, il cirillico saltò fuori dopo.
Riporto un passo della Slavorum Apostoli

5. L'evento, che doveva decidere di tutto il corso ulteriore della loro vita, fu la richiesta rivolta dal principe Rastislav della Grande Moravia all'imperatore Michele III, di inviare ai suoi popoli «un Vescovo e maestro... che fosse in grado di spiegare loro la vera fede Cristiana nella loro lingua».

Furono scelti i santi Cirillo e Metodio, i quali prontamente accettarono, poi si misero in viaggio e giunsero nella Grande Moravia - uno Stato comprendente allora diverse popolazioni slave dell'Europa centrale, al crocevia dei reciproci influssi tra Oriente e Occidente - probabilmente già nell'anno 863, intraprendendo tra quei popoli quella missione, alla quale dedicarono entrambi tutto il resto della vita, trascorso tra viaggi, privazioni, sofferenze, ostilità e persecuzioni, che per Metodio giunsero sino ad una crudele prigionia. Tutto essi sopportarono con forte fede ed invincibile speranza in Dio. Si erano, infatti, ben preparati al compito loro affidato: recavano con sé i testi della Sacra Scrittura indispensabili alla celebrazione della sacra liturgia, preparati e tradotti da loro in lingua paleoslava e scritti in un nuovo alfabeto, elaborato da Costantino Filosofo e perfettamente adatto ai suoni di tale lingua


quindi, secondo il Papa polacco, il glagolitico esisteva già, elaborato da un tale Costantino Filosofo di cui non so nulla :oops: ,e non venne creato per la Croazia di allora ma per questa Grande Moravia , i cui confini anche qui confesso di conoscere poco a-ri- :oops:
e lui parla di lingua paleoslava, anche qua non so bene come fosse: ho letto comunque che la lingua liturgica era più antica di quella che si parla ora.

Tutto questo fu per me una scoperta, perchè credevo che dal Concilio di Trento in poi i cattolici ( tranne forse gli Uniati di rito orientale) fossero obbligati al latino. e invece no, i Croati avevano fin dal XIII secolo il permesso di celebrare nella loro lingua: la paleoslava conservata o poi il croato parlato? ma gli Sloveni invece no? perchè non usavano il glagolitico?

( siamo un po' OT, ma ritorneremo IT se ritroviamo il glagolitico muggesano :-D )


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto:
1382-1918 ha scritto: Trovando questa pubblicazione si potrebbe forse sapere qualcosa di più preciso: "Nuovi graffiti glagolitici a Contovello e Muggia Vecchia presso Trieste" in "Atti e Memorie" della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria, Vol. XLI della Nuova Serie (XCIII della Raccolta), Trieste 1993, pp.59 -74.
ho un'idea di dove trovare una copia da consultare :-D :-D :-D :-D :wink: :-D :-D :-D - prima che qualcuno abbia l'idea di mettere tutto sotto chiave
Mi son fotocopiata l'articolo con una macchinetta digitale :-D
dapprima fa riferimento a graffiti sugli affreschi della Madonna della salvia a Contovello ( che io trovo sempre chiusa!) e poi segnala alcuni graffiti nella chiesa di Muggia vecchia, sopra gli affreschi e mescolati ad iscrizioni latine:
questa è l'immagine della posizione dei graffiti
Immagine

Immagine

i nomi leggibili dai graffiti di Contovello risulterebbero diversi dai cognomi degli abitanti della zone e più vicini a nomi trovati in Istria, per cui ipotizzano soprattutto sacerdoti itineranti, magari diretti ad Aquileia


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

questa l'immagine del graffito, mescolata ad altre in caratteri latini
Immagine
e questa la conclusione dell'articolo che lo sintetizza
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Tornando ai motivi dei plutei , vi ricopio cosa dice il mio libro di storia dell'arte di scuola: Salvini Lineamenti di storia dell'arte, che mi sembra parli proprio di questo tipo di decorazione:
Sono pochi in questo secolo e nei successivi i marmi figurati, ma sono numerosi in ogni parte d'Italia e della Dalmazia e dell'Europa occidentale tutte le transenne e i cibori intagliati conm elementi rozzi ma vigorosi, che i possono tutti ricondurre a motivi tardoromani o bizantini: motivi che vengono tuttavia tradotti, secondo un gusto tipicamente popolare, con grande senso ornamentale e insieme con uno spirito di sorprendente vitalità: come si può vedere in questa transenna ( fig 233) nel s Colombano di Bobbio, probabile lavori del secolo IX, Al IX o più probabilmente al X secolo può appartenere questi rilievo con la strage degli Innocentie la fuga in Egitto nel s Donà di Zara, dove lo stile dell'altare di Rachis è ripreso con un senso assai fresco di narrazione ingenua e dimessa. Nel secolo XI questa modesta scultura [..] fino a conquistare punti sensibili come i capitelli.

quindi un poco dapertutto , e in particolare in Dalmazia, come conferma 1382-1918 che dice Croazia soprattutto la costa.
le foto del libro sono piccole e in bianconero, ma no le riesco a trovare su internet: proverò a fotografarle e farvele vedere
Notare il caso di Bobbio, fondato da san Colombano, monaco irlandese ospite dei re longobardi,e d ecco spiegato il collegamento sia con gli irlandesi che coi longobardi L'abbazia è del 614, ma la decorazione può essere successiva, e il monastero passò alla regola benedettina ( il mio sospetto sui monaci, che da un convento all'altro avrebbero potuto diffondere il motivo..)
a caccia di san Colombano, ho trovato un'immagine su internet!!
ils ito è questo:
http://www.cooltour.it/museo_abbazia.htm
e l'immagine la ricopio per voi:

ImmagineImmagineImmagine
:-D :-D :-D :-D
direi che lo stile sia indubbiamente quello!

sarà a questa che si riferisce il commento sotto?:
Uno dei pezzi più noti e studiati del Museo è la lapide sepolcrale di Cumiano (VIII sec.), donata all'abate di Bobbio dal re longobardo Liutprando.
e ritorniamo a Liutprando ed i Longobardi..

Ma per Bobbio.. siamo quasi sul territorio di Nonna Ivana!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38340
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Come promesso, ecco le immagini del mio libro di storia dell'arte:
il bassorilievo di Bobbio:
Immagine
e quello di Zara:
Immagine
( scusate se sono ondulati, li ho ripresi con la macchinetta digitale e non con lo scanner).
Quelli di Muggia Vecchia sono più modesti, ma mi sembrano proprio in stile..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5348
Iscritto il: lun 18 feb 2008, 22:55
Località: prov Bologna

Messaggio da nonna ivana »

Oh!
Non nominare il nome di Ivana invano!!!!
Bobbio è proprio un po' fuori dalla mia portata!
Siamo comodi al Reggiano e Parmense, le nostre gitarelle hanno sempre breve raggio, ormai!

Ma che cose interessanti...non ho letto se non questi ultimi interventi, molto specifici; mi state incuriosendo, appena finisco questa tornata di impegni inderogabili (i pomodori non aspettano!), cerco di seguire il discorso, per quello che posso, nei miei limiti!
Guardo anch'io nei miei testi questo tipo di decorazioni, che adesso mi danno solo un'eco di qualcosa... (e i libri del Touring, BTS, so che ne hai anche tu, ora che ci penso, l'arte è ben trattata, in quei volumi a copertina giallina, per il periodo post-romano...devo cercarli...altrimenti ho altri volumi di Arte Europea, bel lavoro mi si prospetta, mannaggia!!!!)
Adesso devo invasare la conserva, devo preparare per 13 ospiti (non di riguardo, si fa per dire.....),

Scusate lo sproloquio davvero Out Topic!!!! :oops:

Grazie...


ivana

la curiosità è il colore della mente
Avatar utente
1382-1918
citadin
citadin
Messaggi: 829
Iscritto il: ven 18 apr 2008, 6:24
Località: Trieste

Messaggio da 1382-1918 »

babatriestina ha scritto: a caccia di san Colombano, ho trovato un'immagine su internet!!
il sito è questo:
http://www.cooltour.it/museo_abbazia.htm
e l'immagine la ricopio per voi:

Immagine
direi che lo stile sia indubbiamente quello!
Sì, sì, lo stile è proprio quello, e la croce è praticamente identica a quella di Muggia vecchia.


Torna a “Istria”