CORSO DI CUCINA

gavè ricette triestine de condivider? volè parlar de roba che se magna e se bevi a Trieste? zerchè una ricetta che gavè dimenticado? e se ve sbrissa una non triestina.. ve perdonemo, se la xe bona!
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34117
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 dicembre 2017, 15:23

co te sarà bravo te ne spieghi che mi no go rivado mai a farli ben. e quei che se compra ga gusto de asedo


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » mercoledì 13 dicembre 2017, 17:39

babatriestina ha scritto: Co te sarà bravo te ne spieghi che mi no go rivado mai a farli ben. e quei che se compra ga gusto de asedo.
Go pensà che xe meio che te spieghi za adeso, sensa spetar che diventi bravo, parchè no so se te vivarà 'ncora quando che li farò ben.
Mi li go netai e mesi in fila. Li go coverti, ma coverti 'pena, con sugo de limon. E qua inscominzia el dificile. Un te disi do ore, un altro sie ore, un altro una note. A chi creder? Questo è il busillis. Mi li go tignui una note. Nele ricete nisun ga contà de meter sal, ma mi go visto che tra sensa e con xe una enorme diferenza de gusto. La prosima volta crederò de più a quel che vedo che no a quel che i me conta. Farò do piatini de prova. Un lo vardarò dopo do ore e l'altro dopo quatro ore. Ma li tirerò fora solo quando che i sarà bianchi. Dopo i disi de sugarli e, se se vol, de meter do ioze de oio.
Quei che ga gusto de azedo xe un altro piato. Sensa limon. Più facile e più o meno costa listeso. Più asedo che te meti, più i sa de asedo. Pol darse che se te meti poco azedo, i sardoni no se cusina. Qua te li trovi squasi solo in asedo. Go paura che in limon te li trovi solo de mi. Mi a Ischia li go magnai in limon e mai più cusì boni.
Riasumeno, xe facile a farli. El dificile xe a farli ben. ;--D



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34117
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » mercoledì 13 dicembre 2017, 19:33

te li tien in frigo o fora?
le dosi? per disemo mezo chilo de sardoni quanti limoni va circumcirca?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » mercoledì 13 dicembre 2017, 20:30

babatriestina ha scritto: Te li tien in frigo o fora?
Le dosi? Per disemo mezo chilo de sardoni quanti limoni va circumcirca?
Go vardà de novo in internet. I disi che l'asedo xe forte, el limon no. Quanti limoni? Dipendi del sugo che i dà. Sicuro almeno tre. I sardoni devi eser coverti e un poco de sal. Sempre sugar, sia l'aqua che te lavi sia el limon. Listeso se te volesi far con asedo. Ripeto che qualchedun disi una note, altri sie ore. Mi diria tre/quatro ore e po controlo. I sardoni devi eser ciari, squasi bianchi. La pignata (pirofila o altro contenitore) va coverto con un film de plastica e po in frigo. Mi conserveria anca in frigo. Par magnar: Ognidun come che ghe piasi. Tuti consilia una emulsion de oio, asedo, limon, aio, sal, pevere, peveron, parsemolo (prezzemolo). Ognidun come che ghe piasi.
La putela spava (si riposa) e mi vado in cusina a far un piatin de sardoni.
PS: Mi go paura che i mii sia stadi putelini sardonzini. Quei che noi gavesimo ciamà sardoni, i li vendeva par sardele. Ma par mi i iera sardoni.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 8 aprile 2018, 13:39

Vole meter soto „Cosa se magna ogi“, ma visto che spiego una riceta meto soto „Corso de cusina“.
Se trata dela, par la zità de Francoforte, dela famosa Grüne Sauce. In dialeto: Grie Soß e par talian salsa verde. Giovedì santo scominzia ogni ano la stagione dura fin a tardo autuno. Par quel in ‘sto tempo se magnarà ‘sai salsa verde. La va ben con tuto, ma de solito con ovi duri e patate lese, ma anca con carne de porco impanada o frita. Tanto bona anca con punta de peto lesa (Tafelspitz o, in dialeto, piz).
Qua la salsa ga un trimbo che saria “geprüfte Qualität Hessen = qualità certificata dell’Assia” e el xe registrà. La devi eser fata secondo una riceta special e fisa: sete erbe, tute o almeno el 70 percento dela provincia. Solo el parsemolo pole ser importado. Nisuna dele erbe pole eser più del 30% dela salsa.
Le sete erbe, in ordine alfabetico:
Borretsch = borago officinalis = borragine
Kerbel = anthricus cerefolium = cerfoglio
Kresse = lepidium sativum = crescione
Petersile = petroselinum crispum = prezzemolo (parsemolo)
Pimpinelle = sanguisorba minor = salvastrella minore o pimpinella
Sauerampfer = rumex acetosa = acetosa
Schnittlauch = allium schoenoprasum = erba cipollina
Ogi se magna naturalmente salsa verde coi ovi.
De queste sete erbe, la borragine se meti nela salata. Prima se cioleva un baro (capo?) de salata e i te dava anca do foie de boragine. Inte la salata va ‘sai ben anca crescione e erba cipollina
Una volta a l’ano i fa la sagra dela salsa verde.
Erba cipolina se meti anca nel yogurt e se magna yogurt (con maionese) e patate lese.
Per la salsa verde se ciol anca maionese e se misia. Qualchedun ciol anca un ovo duro masinà. Ognidun a modo suo.
La sala verde se magna in tanti paesi. In Francia e in Italia i la fa squasi precisa, magari con una o do erbe diverse. Basilico, timo o magiorana. Solo parsemolo no xe bona.
Par stasera go za preparà alete de galina in vin bianco.
Go spelà do patate e ghe go dà una sboida (sbollentate). Le meterò in forno insieme cole alete. Gnam Gnam. :gnammy4: :gnammy4:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34117
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » domenica 8 aprile 2018, 16:04

Mi no me piasi salsa verde, perchè la va col lesso che no me entusiasma, ma dime, no esisti una variante con molena de pan anche?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 8 aprile 2018, 16:26

babatriestina ha scritto:
domenica 8 aprile 2018, 16:04
Mi no me piasi salsa verde, perchè la va col lesso che no me entusiasma, ma dime, no esisti una variante con molena de pan anche?
Me go informà del mio consulente legale e el me ga confermà che no esisti lege che te obliga a magnar salsa verde. Sta tranquila. Xe tuto su base de volontariato. :clapping_213:
Come che go scrito, la salsa se pol magnar con tuto. Specialmente con ovi duri, che no costa tanto, ma anca con un toco de vedel o porco impanà. O se te son curta (al verde) anca solo salsa e patate. Merita anca se no semo curti. Dopo tuto volemo magnar salsa. La riceta ga tante varianti. Se te vol te pol zontar anca molena, ma no in Germania.
Dio propone e l’uomo dispone. Anzi la dona. Dopo che go mandà el post sona la campanela. Chi ‘riva? La mia nipotina più granda. No, nono, grasie, go za magnà. Ma voi podé magnar. La devi ‘ver sentì el deto de chi che no magna in compagnia o xe un ladro o xe una spia. Parchè gavemo mesa in tavola i ovi, le mie alete, le patate e la salsa. Cosa volè che ve digo? Meno mal che la gaveva za magnà. La ne ga disbratà (trad.?) anca un pacheto de parsuto coto fumigà. Solo el formaio no. Ma no’l me piasi gnanca a mi. L’unica fortuna xe che la ga bevù solo aqua. :birra3: :cheers:



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 29 aprile 2018, 11:50

Velika zborovanje. Ogi pastasuta, domani xe lasagnie. Diceva la Cittadella. Ogi spagheti, coi caparozoli. La vecia se ga calà (La mia dolce metà si è ritirata) e mi son re dela cusina. Re pro tempore, naturalmente. Ciogarò spaghetini. Spero de gaver ancora mezo pacheto. Augureme bon lavor. E sopratuto bona fortuna. Che la me vadi ben.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 29 aprile 2018, 17:39

Ciancele ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:50
Velika zborovanje. Ogi pastasuta, domani xe lasagnie. Diceva la Cittadella. Ogi spagheti, coi caparozoli. La vecia se ga calà (La mia dolce metà si è ritirata) e mi son re dela cusina. Re pro tempore, naturalmente. Ciogarò spaghetini. Spero de gaver ancora mezo pacheto. Augureme bon lavor. E sopratuto bona fortuna. Che la me vadi ben.
La me xe 'ndada ben. Gavemo parfina magnà fora col sol. Per aspera ad astra: Voio provar a far el risoto coi caparozoli. Quando? Ve contarò dopo, co' lo go fato.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » lunedì 30 aprile 2018, 19:36

Go crompà anca sardoni. Za netai. Go fato un per friti, altri in savor, e diese tochi, zinque a testa, in limon. I iera tuta la nota intel limon e forsi par questo strazai. Manca i altri iera 'sai teneri. Se legi sempre che bisogna gaver sardoni freschissimi. Go dito tante volte che no ga scopo, che i sardoni che riva qua xe tuti morti de morte naturale. Ma testardo come che sono go volesto provar de novo. Tenterò ancora una volta, l'ultima. Giuro.
PS: Giurando go fato i corni drio la naschie. :36_1_41: :vergognati:



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 26 giugno 2018, 9:23

Cari amici, anzi care amiche, voio domandarve un consilio. Mi la go sempre col pese al vapor, ma sensa spender soldi par criei. Insoma come me podaria ‘rangiar senza soldi. In youtube go visto ogi un che meti aqua in padela, carta de forno, pese e covercio. Mi go un criel de plastica, che forsi no saria tanto bon, e un de aciaio. E po go una pesiera granda. Me xe vanzà ua coda de pese che de solito se fa leso. Tropo par butar via e tropo poco per do persone. Mi provaria a meter aqua nela pignata pesiera e un bicer o bicerin che la piataforma ovale a busi no sia in aqua. Meto el pese sul toco ovale, magari soto un folio de carta, e covercio. Magari una straza de piati che el vapor no scampi tropo. El criel de aciaio andaria anca ben. Gavè qualche consilio più bon? Un grazie in anticipo.
E preghé che sabo posi ‘ndar in pescheria e che trovi le canoce. In ogni caso, mal che la vada, trovo caparozoli. I caramai xe tropo grandi, bisognaria trovar i medi che ga la carne meno dura. E preghè che la putela me lasi cusinar.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10691
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Nona Picia » martedì 26 giugno 2018, 17:08

Mi meteria nella pessera senza carta forno...


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 26 giugno 2018, 17:54

Nona Picia ha scritto:
martedì 26 giugno 2018, 17:08
Mi meteria nella pessera senza carta forno...
Sì, difati, go pensà anca mi. El mio pese se ciama Schellfisch = eglefino, una specie de merluzzo. In internet go visto che i fa al vapor anca pasere, branzini, soliole e orade. Mi ciogarò un fileto de pasera e provarò. Un poco de aio. oio, parsemolo e dragoncello daria gusto al pese. Mi zontarò una sbrufada de vin bianco seco (Riesling). La soliola la vedo meo sul carbon, branzin e orada lesi o al forno. Basta cole cance, diseva zio Nito, veniamo ai fati. E i fati rivarà, se go fortuna, el fine setimana. Comincio za 'deso a far el pal (saltare i pasti) e cusì sabo e domeniga gavarò una slorda (fame da lupi) che no ve conto. Grazie e ciao.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10691
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Nona Picia » giovedì 28 giugno 2018, 12:55

Mi meto Branzin e orada sul carbon oltre che in forno, ma la sogliola in padela come la passera


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34117
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » martedì 3 luglio 2018, 6:29

passera no ciogo mai, xe come sfoia (sogliola ) ma più spinosa. A vapor o in microonde fazo i filetti de branzin co me meto a dieta.
pessi intieri se pol far " al cartoccio" involtizando in carta de aluminio o de forno e con aromi e po in forno.
Ghe xe dele trapolete de metallo a busi per le verdure al vapor, forsi va ben anca pal pesse. Su quei no meto mai carta. I veci libri de cusina parlava de cusinar su un piati messo su un apignata de acqua che boi, ma no go mia fato cussì


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3621
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 3 luglio 2018, 9:36

babatriestina ha scritto:
martedì 3 luglio 2018, 6:29
Passera no ciogo mai, xe come sfoia (sogliola ) ma più spinosa. A vapor o in microonde fazo i filetti de branzin co me meto a dieta.
pessi intieri se pol far " al cartoccio" involtizando in carta de aluminio o de forno e con aromi e po in forno.
Una bela pasera, no pasereta (piccola passera), no xe de disprezar. Ga anca un poco el gusto dela sfoia.
Ma scusa una domanda. Quanti fileti te magni co' te sona dieta? Mi magno solo un.
Ghe xe dele trapolete de metallo a busi per le verdure al vapor, forsi va ben anca pal pesse. Su quei no meto mai carta. I veci libri de cusina parlava de cusinar su un piato messo su una pignata de acqua che boi, ma no go mai fato cussì.
Sì, difati, 'sta roba gavemo anca noi. E xe quel che studio de far, parchè se ghe digo ala putela che voio comprar una pignata per far a vapor la me tunchia (picchia). Noi gavemo una roba eletrica par sanduic (fete de pan tostà con buro, parsuto coto e formaio). Una volta la dopraimo ogni giorno, da ani e anorum no più. La stesa roba xe con un grill da tavolo eletrico, con un grill eletrico un pochetin più grando e con do a carbon. Che no usemo de ani. Quei a carbon solo in giardin. I ga mostrà anca in internet e youtube. Provarò e te contarò. Ma i disi anca che el fornelin a microonde xe la roba più semplice.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34117
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » martedì 3 luglio 2018, 20:24

mi dopro anche el microonde


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Ricete”