CORSO DI CUCINA

gavè ricette triestine de condivider? volè parlar de roba che se magna e se bevi a Trieste? zerchè una ricetta che gavè dimenticado? e se ve sbrissa una non triestina.. ve perdonemo, se la xe bona!
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5343
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna
Contatta:

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da nonna ivana » giovedì 22 gennaio 2015, 1:58

babatriestina ha scritto:Go a casa brodo vero de galina, doman voleria provar tortellini in brodo. Fati in casa. Pensavo al ripien, vardavo rizette e.. pensando al tuo ripien suto senza ovo: qualchedun impasta la carne del ripien con besciamel. Che po ala pezo, per poca roba e ch e va cusinada, se podessi doprar quela in tetrapak...
naturalmente i sbrodighezzi che fazo mi no ga gnente de far coi veri tortellini de Nona Ivana... ma no tento gnanca de imitar..xe roba che lori ga nel sangue, mi digo. Doman no so cossa che meterò, poderia cior videl masinado, rosolarlo un poco e po passar in frullator..c on qualcossa che ghe zonti gusto..
Il ripieno è semplicemente fisso, ovvero quello registrato alla camera di commercio, che è la summa della ricerca sul territorio, ovvero nelle case e nelle trattorie tradizionali, e la pasta all'uovo e' solo farina di grano tenero, di cui si può sostituire una parte, 1/5, con farina di grano duro,per la pasta tirata con la macchinetta niente sale e niente olio!
Tutte le varianti che vengono citate magari si possono fare per i tortelloni, che è una pasta asciutta soltanto.
Il discorso che volevo applicare alle risposte al post di Ciancele era molto lungo, quindi mi son decisa a mettere il link al mio post nel blog...non mi piace citarmi, ma per testimoniare il lavoro fatto nelle nostre case tradizionali, senza quelle deroghe che la non frequentazione delle nostre trattorie o case di amici della mia zona possono essere prese come valide...ma i risultati non sarebbero i tortellini alla bolognese!

http://cucinariodinonnaivana.blogspot.i ... condo.html

In caso voleste la ricetta in questa sezione, potrei metterla tale quale con il corollario delle immagini, anche quelle che ho tralasciato nel blog...fate voi!


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » giovedì 22 gennaio 2015, 6:48

Grazie! così Ciancele può vedere la "vera" ricetta. Io penso di fare qualcosa di molto più modesto e non mi illudo di farli "alla bolognese". Fra l'altro per motivi dietetici perferisco evitare carne di maiale e mortadella e limitarmi a carni più magre..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » giovedì 22 gennaio 2015, 13:13

Un buongiorno a Nonna Ivana ed a Baba Triestina. Io sono ancora dell’opinione che il mio ripieno sia riuscito troppo secco a causa della mancanza dell’uovo. Il sapore non era cattivo, anzi. Forse mi illudo di essere più bravo di quanto sia. Per tale ragione comincerò a livello laboratorio (100 g di farina + 1 uovo) e solo dopo diversi tentativi riusciti passerò alla produzione industriale.
Grazie per il Vostro interesse e per la Vostra pazienza.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » giovedì 22 gennaio 2015, 14:54

Fati oggi, tortellini "alla Betta" de tutto eretici.
Gavevo che me vanzava brodo de galina e gavevo za fato risotto... e gavevo de far poco, solo per due persone, alora go pastrociado cussì:
poco più de 100 grammi de videl masinado, li go passai in padella con un poca de zivola ( che tegno pronta in freezer, taiada) e un poco de burro al tartufo. che po cusinando ga perso el gusto, me par... go tirà via dle fogo e butado nel vaso del frulator e che no vegni topo sulto "alla Ciancele" go zontado sal, pevere, noce moscata, un poco de grana, un per de fregole de funghi porcini, e.. un cuciar de besciamel de pachetto. perchè un ovo intiero me pareva troppo per un ripien cussì picio. Xe vegnuda una pastela bastanza tacadizza. Intanto un ovo e 100 gr de farina, impastai, passai per i rulli dela machinetta per la pasta, no propio sfogliavelo, po quadretti con un cuciarin de ripien, piegai a triangolo, rodolai sul dedo.. iera irregolari e grandi ma no gavevo de far bela figura con ospiti e po a forza de far se impara.. xe vegnudo più che dignitoso!
(nb quela de slongar cola besciamel la go trovada su una rivista de cusina, no me go inventado mi.. ma no me iera novo, so che se fa per le crochette..)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » giovedì 22 gennaio 2015, 16:21

babatriestina ha scritto: Fati oggi, tortellini "alla Betta" de tutto eretici.
... e che no vegni tropo suto "alla Ciancele" ...
Da sempre il mio sogno è stato di essere un cuoco eccelso, invidiato, un cuoco da almeno tre stelle. Ma nemmeno nei miei sogni più audaci mi sarei immaginato di venir nominato in uno con Schiller, Bismarck, Pückler o Chateaubriand. Adesso Ciancele: „ripieno Ciancele". Nei testi di cucina d’ora in poi si parlerà di "farce Chanchèle" per indicare un ripieno per agnolotti particolare, spesso imitato, ma mai raggiunto. :arf2_140:



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 29 marzo 2015, 19:57

A Pasqua son in familia. Mia fia ga dito che la fa un brunch, che qua xe ‘sai de moda. Se un misto de marenda (BReakfast) e pranzo (lUNCH). Se comincia a magnar verso le diese/undise e se finise alle do o tre de dopopranzo. Se magna de tuto, l’oveto dela marenda e la carne del pranzo. Ognidun come che ghe par. Se bevi cafè, vin, spumante e petes. Mi go pensà de far fritole e crostoli, anca se qualchedun dirà che Nadal xe pasà. Par le puteline volevo far una titola. Pai grandi una pinza o una putiza. Ma go paura de esagerar e che vegni tuto mal. E no poso ‘ndar del pec (fornaio) drio el canton come che podè far voi. Par pinze e titole xe tanto lavor parchè la pasta devi andar. Cosa me consiliè? Xe meo che laso star e me limito a fritole e crostoli? Un grazie in anticipo.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » domenica 29 marzo 2015, 20:51

te fa un presniz cona sfoia surgelata. Xe pasqual, no et ga de bazzilar che se levi o meno, te masini tuto el ripien un giorno prima, te ghe meti ben liquor che xe bon, xe pasquale... e no xe gnanca frito! fritole e crostoli xe per carneval!
qua le babe su Facebook adiritura parla de far galantina vera.. per el pranzo de Pasqua fa la mia amica, ogni anno diferente e sempr e bon


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Nona Picia » lunedì 30 marzo 2015, 9:43

Mi per el pranzo de Pasqua no so dove sarò e cossa farò....el presnitz lo go zà fato, che cussì per Pasqua el xe più bon (se nol sarà zà finì) e le pinze le farò in setimana, per mi , fio e nipote....


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » lunedì 30 marzo 2015, 9:49

el presniz per el pranzo de Pasqua lo fazzo rigorosamente al sabato santo, ma la preparazion comincerà- per riprieno e pasta- un per de giorni prima. I ovi rossi el Venerdì santo.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » lunedì 30 marzo 2015, 11:51

Mi go in programa fritole e crostoli fora stagion. Se ghe digo che xe roba de Pasqua i me credi e problema risolto. :cheezy_298:
Xe el resto che me fa paura, parchè son meno bravo de quel che digo. Vedaremo.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 7 aprile 2015, 12:10

Cari mici, ve aguro de ‘ver pasà una bona pasqua e magnà pinze e chi più ne ha più ne meta. Gavarè de sicuro fato anca presniz e putize. Mi son l’aprendista stregone e venerdi santo go fato fritole. ‘pena fate le iera bele. Ogi le feste xe pasade, ma me vanza ancora un per de fritole. Le xe più dure del mandolato. La mia impresion, vedendo la pastela, iera che la iera un poco tropo dureta. Gavaria dovesto zontar late. O rum. La pareva più una pasta de pinza tropo tenera che una pastela per fritole. So che no le podè veder e anca se le podè veder no le podè tocar, ma fazo lo steso una domanda: Mi gavarià zontà un schiz de late. Anca se la pastela xe tropo tenera, inte l’oio la se indurisi subito. Pol anca darse che de voi no esisti fritole vece de quatro giorni. ;--D E che no gavè mai ‘vudo ‘sto problema.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » martedì 7 aprile 2015, 12:55

scusa, iera lievito? perchè quel dovessi far levar e render legero..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 7 aprile 2015, 13:17

babatriestina ha scritto: scusa, iera lievito? perchè quel dovessi far levar e render legero ..
Sì, 30 grami su mezo chilo de farina. Ma la riceta (dela Stelvio) diseva de no far levar, parchè cusì no zumba (assume) oio.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » martedì 7 aprile 2015, 13:22

sì, xe due varianti de fritole, quele che se fa levar prima e quele che se leva frizendo. La dose a lume de naso me par giusta. Ma dovessi esserghe anche latte,no?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Nini Naridola » martedì 7 aprile 2015, 15:27

Mi, anche per via del diabete, go lassà perder i vari dolci tipo pinza e presniz, ma me son abufà de agnel che me piasi. Venerdì che iero a Trieste, go visto in una pasticeria delle titole: pensavo de comprarghene un due per i nipotini, ma visto che dovevo andar in un mucio de posti e che me intrigava portarmele drio, go pensà de comprarle al ritorno vero casa; non ghe ne go trovade più. Alora , dopo aver girà un poche de paneterie a Monfalcon, finalmente go trovà un per a Ronchi: le costava el dopio de quele de Trieste (6 € l'una contro 3€). Me son domanda:- la titula xe tipicamente triestina? e de dove vien el nome "titola"?



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1965
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Piereto » mercoledì 8 aprile 2015, 9:13

Go trovà su un libro de ricete greghe che anche lori per pasqua i fa la titola e che i la ciama ciureki . Ve dago la composizion :1kg de farina, 300 grami de buro, 30 gr de lievito, 2 biceri de late, 6 ovi.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » lunedì 6 luglio 2015, 19:58

Sabo vado a cior sariese, nere, bele, grose, dolzi. Volaria meter un chileto in trapa. I disi tante sariese tanto zucaro e impignir de trapa. A mi me par tropo zucaro. I disi de sponser le sariese con un stecadente per gaver un poco de sugheto opure de strucar qualche sariesa. Ga fato qualcheduna o qualchedun sariese soto spirito? Andaria ben anca alcol puro, almeno 90 gradi? O xe meio trapa?
Grato (no xe el maschile dela grata, ma vol dir riconosente) a chi che me darà un consilio.



VetRitter
distinto
distinto
Messaggi: 1165
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 16:25
Località: Piacenza (provincia)

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da VetRitter » giovedì 9 luglio 2015, 13:28

no go esperienza con sariese, solo noci e nocino, sempre con alcol 90°.
gò provà una volta con trapa, no gò butà via niente, ma no iera granchè.
penso che no dovesi servir romper le sariese, se te le lasi un bel pò de tempo soto alcol, el riva a estrar ben tuto el gusto.
saluti e salute



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4138
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » venerdì 10 luglio 2015, 8:16

Amici forumisti, un buongiorno a tutti. Questo xe un mesagio privato a VetRitter. Sicome che el mio email no funziona, fazo un mesagio privato publico. Caro VetRitter, grasie par la tua comunicazion. Mi metarò co’le sariese trapa a 42/43 gradi. So che tanti meti alcol a almeno 90 gradi, ma go paura che sia tropo forte, ma forsi dopo se slonga con aqua. Co iero mulo bevevo la famosa fiama verde a 78 gradi e qua un mato me ga dà alcolo puro slongà con siropo de more. Son ancora vivo, no iera tanto siropo. Ma forsi no son vivo ma conservà intel alcol. :36_1_20:
Eventuali risposte e/o consili prego a mezo mesagio privato publico. El email funzionerà forsi ‘pena lunedi o martedi.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Nona Picia » venerdì 10 luglio 2015, 9:31

Ecco una riceta dela nona Ciancele
http://www.ricettedellanonna.net/cilieg ... o-spirito/

Go guardà perchè no me ricordavo le dosi de acqua e zuchero. Se se fa con alcool puro te squai el zuchero nel'acqua scaldandolo sul gas finche diventa trasparente, te lassi rafredar e te zonti l'alcool


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Rispondi

Torna a “Ricete”