CORSO DI CUCINA

gavè ricette triestine de condivider? volè parlar de roba che se magna e se bevi a Trieste? zerchè una ricetta che gavè dimenticado? e se ve sbrissa una non triestina.. ve perdonemo, se la xe bona!
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » venerdì 10 luglio 2015, 20:04

Nona Picia, grazie par l'informazione e pal video. Ogi go crompado la trapa e domani 'ndarò a crompar le sariese. I inglesi i disi: It's a long way to Tipperary. Probabilmente i vol dir che domani gavarò sariese ma no più trapa. Chi vivrà vedrà! :36_11_6: :36_11_7:



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Nona Picia » sabato 11 luglio 2015, 10:17

Ciancele ha scritto:Nona Picia, grazie par l'informazione e pal video. Ogi go crompado la trapa e domani 'ndarò a crompar le sariese. I inglesi i disi: It's a long way to Tipperary. Probabilmente i vol dir che domani gavarò sariese ma no più trapa. Chi vivrà vedrà! :36_11_6: :36_11_7:
Ara che con alcool 90° le xe sai più bone!


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » sabato 11 luglio 2015, 11:35

Nona Picia ha scritto:
Ara che con alcool 90° le xe sai più bone!
anche mi per liquori preferisso el alcool ala trapa che zonta a tuti el suo gusto..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » venerdì 15 gennaio 2016, 10:23

Bongiorno, bongiorno a tuti. El problema de ogi xe risoto coi fruti di mare. Go crompà un sacheto de roba surgelada. Un misto de caramai, scampeti, caparozoli, pedoci e chisá che altra minudaia. Più che minudaia xe scovaze. Xe scrito che se pol far spagheti alo scolio. Ma anca risoto ala pescatora. Le ricete disi de meter su i risi e dopo butar drento el pese. Un'altra riceta xe de far contemporaneamente e po, ma in ultimo, butar el pese. Penso che l'importante sia aio e parsemolo. Nei comenti se legi che, dal momento che no se trova pese fresco, va ben anca surgelà. El mio negozieto de pese fresco più vizin xe Gant (Belgio). Ma Gant no xe sula costa. Almeno no iera l'ultima volta che iero là. Trieste, Grado o la Costa Azura i xe 'ncora più lontan. OT. Scusè.
Domanda: Chi ga esperienza de roba surgelada? No devo ciapar una stela. Me basta no ciapar un colpo col ratapaiz dela putela.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » venerdì 15 gennaio 2016, 11:13

la coga esperta xe Nona Ivana, che però no va tanto sul pesse...
de solito ste robe ga scrito sula confezion come doprar
Se podessi scongelar in microonde o lassando per un per de ore fora del freezer e doprar come fresco.
Risoto? capisso le due varianti butar subito o dopo un poco.. tien conto che un risoto se cusina in una ventina de minuti circa( a proposit: con cossa te fa el liquido? ala pezo, xe granuli per brodo de pesse..) e mentre el pesse normal a volte de disfa se cusinado tropo se xe fruti de mar come che me par sia la tua confezion se i se cusina tropo i deventa gomosi, per quel i disessi de meter a metà cotura almeno.. oio persemolo e aio xe un classico, mi el persemolo lo zontassi ala fin. Anche una masinada de pevere se piasi...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » venerdì 15 gennaio 2016, 12:42

babatriestina ha scritto: La coga esperta xe Nona Ivana, che però no va tanto sul pesse...
de solito ste robe ga scrito sula confezion come doprar
Se podessi scongelar in microonde o lassando per un per de ore fora del freezer e doprar come fresco.
Risoto? capisso le due varianti butar subito o dopo un poco.. tien conto che un risoto se cusina in una ventina de minuti circa (a proposito: con cossa te fa el liquido? ala pezo, xe granuli per brodo de pesse..) e mentre el pesse normal a volte de disfa se cusinado tropo se xe fruti de mar come che me par sia la tua confezion se i se cusina tropo i deventa gomosi, per quel i disessi de meter a metà cotura almeno.. oio persemolo e aio xe un classico, mi el persemolo lo zontassi ala fin. Anche una masinada de pevere se piasi...
Savevo de poder contar su de ti. Grazie. Microonde no go e laso sbrinar fora. El liquido lo fazo con acqua e vin bianco. Granuli no so gnanca cosa che sia. Se pol crompar fumeto de pese in vaseto. Costa però squasi mezo ocio dela testa e par quel ciogo aqua. La diferenza no xe granda. Qualche tempo fa go fato i spagheti alo scoglio. Un schifo. El cosideto sugheto se ga sugà. Iera meio col buro. Adeso provo un'altra confezion, de roba un poco diversa, coi risi. El problema xe che semo do gati spelai. Qualche volta cusinar per sie o oto de lori xe meio. Stavolta provarò a far el risoto e a cusinar el pese a parte. Po butar insieme ancora par qualche minuto e po parsemolo. E via. I fa veder qua piati de pese, frito misto. Ma par do veceti bisogna crompar un guato, do sardoni, quatro anei de caramal ecc. I me porta a contar saseti. Rimando sempre, ma una bona volta bisogna getarsi inte la mischia. ;--D



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » venerdì 15 gennaio 2016, 12:53

el vin bianco se meti prima, per sfumar el risoto: , po se slognga col liquido che dovessi aver gusto de pesse e no solo de scqua. Qua i esperti spiega che bisogna far boi teste de pesse, bvenzumi, scorze de scami, in acqua e salvar e surgelar el liquido, el famoso fumeto de pesse. Mi no fazo e co fazo no me par che gabi ssai più gusto.
Anche de mi se fa per due quel che vanza se surgela e dopo mi scongelo c on microonde. per poca gente o per persone singole convien.
No capisso perchè cusinar el pesse a parte, che i risi devi ciapar gusto de pesse.
Alora: 1 oio con eventual aio, che ciapi un fià de color, po i ris, due pugni epr persona diseva a casa mia, fogo bastanza basso, che asorbi el grasso, po credo el vin fin che se suga, po el pesse scongelado, te missi, pena che se suga un caziul de acqua calda...e cusì fin che i risi no xe cotti. Fogo bastanza forte. Mi me par che col risotto de pesse no vadi buro, e se digo mi che el buro adoro.. ala fin, el persemolo de sora.
me piaseria sentir come che fa altre coghe de qua... proverò a domandar a altre esperte su internet..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » sabato 16 gennaio 2016, 17:47

Baba Triestina, parchè no te go ’scoltà. Sicome che qualchedun devi ‘ver la colpa, ghe la demo al scartozo. Co’ lo go verto iera drento pedoci (37%!!), caramai, scampeti. Ma gnanca un caparozolo. Gnanca in fotografia. ‘lora go pensà de frizer. Go infarinà i caramai e i scampeti e in tun’altra padela go fato i pedoci. Go magnà do o tre pedoci e el resto in scovazon. In guera gavaria magnà, forsi, ma in pase? Pedoci solo col vin bianco o gratin! La putela la li ga magnai, ma con maionese e checiap (ketchup), ma i gaveva solo gusto de maionese e ...
Domando pardon a BT che la go fata diventar mata par gnente. Go volesto far de testa mia e go pagà.
‘deso par far coi risi o coi bigoli (spaghetti) zerco un pacheto con qualche caparozolo drento e se no trovo cromparò do scampeti, tre caparazoli, mezo caramal ecc. Bianco par antico pelo come che son, forsi i gavarà compasion. Speremo!



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » sabato 16 gennaio 2016, 17:54

babatriestina ha scritto: El vin bianco se meti prima, per sfumar el risoto: , po se slonga col liquido che dovessi aver gusto de pesse e no solo de scqua. Qua i esperti spiega che bisogna far boir teste de pesse, vanzumi, scorze de scampi, in acqua e salvar e surgelar el liquido, el famoso fumeto de pesse. Mi no fazo e co fazo no me par che gabi ssai più gusto.
Anche de mi se fa per due, quel che vanza se surgela e dopo mi scongelo con microonde. per poca gente o per persone singole convien.
No capisso perchè cusinar el pesse a parte, che i risi devi ciapar gusto de pesse.
Alora: 1 oio con eventual aio, che ciapi un fià de color, po i risi, due pugni per persona diseva a casa mia, fogo bastanza basso, che asorbi el grasso, po credo el vin fin che se suga, po el pesse scongelado, te missi, pena che se suga un caziul de acqua calda...e cusì fin che i risi no xe cotti. Fogo bastanza forte. Mi me par che col risotto de pesse no vadi buro, e se digo mi che el buro adoro.. ala fin, el persemolo de sora.
me piaseria sentir come che fa altre coghe de qua... proverò a domandar a altre esperte su internet..
Quela del buro me go spiegà mal. Volevo dir pintosto spagheti col buro che no con quela specie de sugo alo scoglio.
Una volta in tuna pescheria i me ga dà teste de pese, de trota, spini ecc. Un do chili de roba. Go fato el fumeto e surgelà. Ma mai doprado.
El risoto se fa come che te disi ti. El problema xe i caramai che i dura tanto de più dei scampeti e dei caparozoli. Basta meterli prima dei scampeti e dei caparozoli.
Farò come che iera sul mio libro de fisica a l'università Giancarleto: provando e riprovando.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » sabato 16 gennaio 2016, 19:41

sti "mix allo scoglio" no ga quasi caperozzoli e i li vendi per pasta ( che mi zontassi anche pomidoro) e risoto. Frizer anche se xe caramai ( a tocheti, po! imagino) no xe el caso e po mi no go mai magnado o squasi pedoci priti. Sempre o in condimento o gratinai.
Le babe me disi de far risoto normal e meter el misot dle condimento subito copio " mi metteria el pesse tutto insieme, una scotada e dopo i risi." ma no capisso se le cava via el condimento o se le lassa tuto insieme.
Esisti anche dei surgelati con sugo de pesse più boni, li fazeva la Findus con vanzumi de branzin, ma no i fa più, Ma gavevo trovado un'altra marca no mal. per condir pasta.
Po esisti anche i caperozoli surgelai..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » sabato 16 gennaio 2016, 20:03

babatriestina ha scritto: 'sti "mix allo scoglio" no ga quasi caperozzoli e i li vendi per pasta (che mi zontassi anche pomidoro) e risoto. Frizer anche se xe caramai (a tocheti, po! imagino) no xe el caso e po mi no go mai magnado o squasi pedoci friti. Sempre o in condimento o gratinai.
Le babe me disi de far risoto normal e meter el misot del condimento subito copio "mi metteria el pesse tutto insieme, una scotada e dopo i risi." Ma no capisso se le cava via el condimento o se le lassa tuto insieme.
Esisti anche dei surgelati con sugo de pesse più boni, li fazeva la Findus con vanzumi de branzin, ma no i fa più. Ma gavevo trovado un'altra marca no mal, per condir pasta.
Po esisti anche i caperozoli surgelai..
Penso una roba sia quel che i vendi in Italia e un'altra quel che 'riva qua. Pedoci friti xe meio perder e lasar. Come che go dito, o col vin bianco o gratin. Se qualchedun vol magnar friti, 'fari sui. No problem. Caparozoli te li trovi anca qua, ma no drio el canton. Bisogna gaver la machina. I 'riva almeno do volte ala setimana freschi. E difati mi li go ciolti diverse volte. I pedoci freschi dal nord. Pici, medi, grandi. Quel che te vol. No problem. El problem xe la quantità, ma problem par modo de dir. Volere e potere. 'sti negozi xe grosisti che i vendi anca al minuto. E se te vol anca al secondo. ;--D Insoma no te devi cior sempre un quintal. Naturalmente ai privati prezi un poco più alti dei rivenditori o ristoranti, ma sempre più convenienti de qualche pescheria. Dove che i spandi: rana pescatrice a 70 euro, scamponi sensa testa a 100 euro. Co' go visto el prezo go petà un scampon anca mi. I scamponi bei, grosi, con tanta carne, sensa testa, li pago al masimo 50 euro. Co'la testa forsi 30 euro. Insoma vita dura vita patisi.
In general semo dela stesa idea: el pese devi ciapar el gusto dei risi o dei bigoli e viceversa. E questo val par diversi misioti.
La putela la ga fato useleti (involtini) de carne e de verza e li ga surgelai. Mi go fato lasagne al forno e le go surgelade. Anca se neviga, no morimo de fame. Al masimo de sede. :clapping_213:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » sabato 16 gennaio 2016, 20:51

qua coda de rospo ( rana pescatrice) me par che sia fra i 20 e 30 euro al chilo, i scampi bon prezzo ( scongelai de nord, ma bon per cior le code e meter per condir la pasta) e i xe a 12 euro, se te vol i istriani te rivi sui 28 euro me par nela mia pescheria
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 17 gennaio 2016, 11:27

babatriestina ha scritto: Qua coda de rospo (rana pescatrice) me par che sia fra i 20 e 30 euro al chilo, i scampi bon prezzo (scongelai de nord, ma bon per cior le code e meter per condir la pasta) e i xe a 12 euro, se te vol i istriani te rivi sui 28 euro me par nela mia pescheria
Immagine
Baba Triestina, bongiorno. Bela foto. La go fata vedar ala putela e la xe morta. De invidia. La voleva subito mezo chilo de orade. Con l'arcivernice Lambichi forsi, ma altrimenti???? In quel famoso negozio la coda de rospo la pago tra 20 e 30 e la soliola sui 20 euro. Xe quele pice de 300 grami e quele bele de 600. 2 de 300 no xe una de 600. Quele pice le ga solo spin. Inveze quele grandi le ga anca bela carne. Se pol cior una par do e far a metà i fileti. Se te ga la machina e te se pol mover, veloce naturalmente, te pol 'ndar in giro a trovar. Dal nord (Amburgo o dintorni?) vien un mato giovedi e venerdi de ogni setimana. El ga un negozieto fiso, no careto. Te ga roba bela e no careta. Relativamente fresca e no scongelada, come dei filialisti. Ma xe 7 chilometri de casa mia. E altri 7 par tornar. Ma merita.
Tanti ani fa ierimo in Francia in vacanza, sul mar. I mii 'ndava in spiagia e mi 'ndavo a crompar el magnar e cusinavo. Pescheria picola, ma bei pesi. Becheria granda, verdura fresca, fruti freschi. Insoma de goder. Listeso a Palma de Maiorca, a Gant e, de novo, in Francia Costa Azura. Insoma se se divertiva a crompar. A Zandvoort (Olanda) i careti gaveva roba più bela e più fresca (e, sopratuto, a prezi che se podeva pagar sensa vender la machina) che nei negozi qua. Taio parchè se no me viene de pianser.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » domenica 7 febbraio 2016, 20:08

Ieri sera la putela me ga lasà far. No quel che credè voi. La me ga lasà cusinar. E cusì go fato sardele impanade e sardoni in savor. Un per de sardele la le ga magnade subito, e mi anca. Ghe ga piasù. Quel che me ga fato fastidio iera che le sardele no se lasava verzer. Finora no go mai ‘vudo problemi. Ficavo el dito indice framezo e el spin vigniva fora de solo. Stavolta no. Ga ‘vudo mai qualchedun el steso problema?
Prima de continuar a contarve dei sardoni son ‘ndà a provarli. A mi me par de ricordarme che quando mia mama li fazeva, i iera tuti coverti de azedo e aqua. Se vedo la riceta, i quantitativi basta solo per bagnar i pie dei sardoni. ‘lora go zontà mi azedo de vin bianco e vin bianco. La putela me ga dito de novo che le sardele impanade le iera bone, ma a mi me premurava de più saver dei sardoni. Ghe go meso in boca un toco de sardon, sensa spini!!!!, e la ga dito che no i xe malvagi, ma ghe forsi manca un poco de sal. Col sal, con oio e zivola forsi i gavarà più gusto. Li go friti inte l’oio de colza, ma go vudo l’impresion che no i se rosti ben. Anca questo, come par le sardele che no se verzi, xe la prima volta. Go butà via l’oio e go ciolto oio de oliva, ma no iera tanto meio.
Ogi iera la sfilata dei cari, ma mi son filà in paion pal spareto. Co me go sveià iera pronti i crafen fati in casa. Una parte con zucaro e una parte con liquor de ovo sbatù.
Go la panza squasi piena e stasera magnarò solo qualche polpetina de ieri e ancora qualche crafen. Tuto suto e ‘lora bagnarò col Riesling del Reno.
OT: Sento ala television che domani, lunedì de Carneval, le sfilate de Magonza, Düsseldorf e Colonia forsi no i le farà par via del vento. I disi che domani al nord xe burasca e i ga paura che el vento ribalti i cari. In questi giorni Belgio e Olanda podaria conquistar la Germania parché tuti xe in mascara a cantar e balar. A l'est no i senti tanto el Carneval e par questo i nemici che vien de l'est no i tenta gnanca de conquistar militarmente la Germania. I xe moni, parchè i podaria meterse anca lori in costume e pasar el confin sensa vignir visitai. Sarà forsi par l'ano prosimo. Fine OT.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » sabato 17 settembre 2016, 9:03

Continuo qua la mia corispondenza con Nona Picia, ma verta a tuti. Me par de ‘ver za dito una volta che qua el vedel xe diverso che de noi. El nodino, che saria bisteche con oso e fileto, se trova forsi solo su ordinazion e de becheri che se fa pagar. E ben. Roba normale inveze solo de turchi. Forsi anca marochini. Go forsi dito che un colpo go crompà un pie de vedel. El mato devi gaver ‘vudo clanfa 50. Zinoci mai visti. ‘deso ve spiego. Dopo l’ultimo post de Nona Picia go guglado e trovà ricete de nerveti. Piedini o zenoci. No piedoni e zinocioni. Coi osi dele cavilie e dei zenoci de vedel mia mama fazeva brodo e i nerveti li magnava mio papà. Ogni tanto el lasava cascar par tera un nerveto. Come con Lazaro. Forsi trovo un che vendi zinoci, parchè el ga osi de vedel, ma con tropo carne sora. Insoma no de pie o de zenocio. E xe do robe diverse. Chi me pol dar qualche consiglio come far? Un grazie in anticipo.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 6 dicembre 2016, 12:53

Go bisogno de un consilio. La raclette. Qua i la vendi con piastra de fero o de pietra oliare. I parla de una forza de 850 a 1200 Watt. La mia domanda: Anca i 1200 me par un poco pochi per rostir carne. Par mi se ga bisogno de ’sai tempo e ‘lora la carne se suga. Xe mancanza de soramanigo o go ragion? Mi diria al minimo 2000 Watt. Pensè che i grill ai bancheti che vendi luganighe roste ga almeno 3500 Watt. Chi me sa dir qualcosa? Un grazie in anticipo.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » martedì 6 dicembre 2016, 13:45

Ma cossa te intendi per raclette? mi pensavo a quela roba col formaggio fuso


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » martedì 6 dicembre 2016, 18:12

babatriestina ha scritto: Ma cossa te intendi per raclette? mi pensavo a quela roba col formaggio fuso.
Qua i disi de star tenti che Raclette xe el nome de un formaio. Ma se intendi la machineta par farlo. I disi de distinguer e de dir Raclette Grill. El grill ga piastre per far el grill e se pol far la grilia con carne e pese. Po ga 'ste padeline per el formaio. Ma i disi che soto i 1200 watt no val 'sai. I grill solo par griglia, no formaio, ga 2200 watt. Ma xe pocheti. Par quel domando cosa che se disi a Trieste. Saluti.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4137
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da Ciancele » giovedì 2 marzo 2017, 10:02

Baba Triestina ga scrito una volta che i sui xe vignudi fora decenti. Anca i mii xe vignudi fora. Ma indecenti. Nela speranza che me nominè capo pasticere go fato crostoli. Voi dirè: Tu combini pasticci, quindi ti facciamo ... Mi volaria però far crostoli crostoli. Go ciolto 25 deca de farina, do ovi, do cuciari (forsi cuciaroni) de rum. Gnente late. La pasta iera tanto umida e tacadiza che go zontà farina. Po me go stufà de zontar, parchè ierimo sicuro sui 40 deca. Go frito in padela con ‘sai oio. Risultato: Tuti ga dito che i iera boni, ma mi go l’impresion che no i gabi alba. Adeso parchè? Mi no go tamisà (setacciato) la farina. Pol dipender? Gavesi dovù forsi frizer (friggere) in una pignata (teglia) con de più oio? Ma cosa centra con l’umidità dela pasta? Chi me sa dir qualcosa? Parchè no volaria spetar carneval 2018 prima de far de novo crostoli. Se a carneval 2018 son ancora in grado e go voia de far crostoli, speto. :36_1_19:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: CORSO DI CUCINA

Messaggio da babatriestina » giovedì 2 marzo 2017, 12:25

Mi no tamiso mai la farina, forsi son un poco ala bona.. vedo la dose de mia cugina Marta che no xe tanto diferente dela tua: ela su 25 deca de farina meteva do ovi, un solo cuciar de rum o trapa, ma anche due deca de butiro e due deca de zuchero. E te assicur che questa vegniva bastanza fissa, che bisognava assai far fadiga a tirarla col rodolo dela pasta. Anche i crostoli economici dela Stelvio ga se no butiro meza scorza de ovo de oio e mezza de vin bianco: insoma un graso nel impasto ghe xe sempre, vedo.
Ovio che se xe tacadiz se zonta farina, poco de dir, E po se tira, se tira sutil, sutil! che se no xe come biscoti quei che i te vendi in negozio. E per tirar sutil se dopra el rodolo per la pasta su tavola grande de legno infarinada e con quele dosi bisogna divider la pasta almeno in do volte, devi vegnir che se vedi oltre, come per el strucolo de pomi con pasta tirada. Per quel mi dopro adesso la machinetta per tirar la pasta, me sparagano de impastar a man per quasi meza ora fin che deventa lisso e po de russarme le man sul manigo del rodolo a forza de fracar...
e po ocori padela dei fritti e digo padela, fersora, no teglia e no pignata, tecnicamente. Mi go la vecia fersora nera dei friti che xe ancora de mia nona. E se meti pochi per volta.. massimo 5-6. Ssai oio? disemo 4 centimetri in fersora.. dovessi gaver foto.. ma no go messo? oviamente in zona rizete.. se el oio xe poco caldo i vine ciari e zumbai d e oio, se xe troppo forte i se brusa: se scalda e po se sbassa un poco la fiama.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Ricete”