La pinza come la fazo mi

gavè ricette triestine de condivider? volè parlar de roba che se magna e se bevi a Trieste? zerchè una ricetta che gavè dimenticado? e se ve sbrissa una non triestina.. ve perdonemo, se la xe bona!
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10936
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

La pinza come la fazo mi

Messaggio da Nona Picia »

400 gr. de farina
50-60 gr de lievito de bira
3 ovi 1 tuorlo
150 gr de zuchero
1 bustina de zuchero vanillinato
rum
buccia del limon
1 bicer de late tiepido
90 gr. de buro fuso

Preparar el lievito con 4 cuciari de farina e un poco de late, meter in logo tepido a lievitar. Quando xe radopiado agiunger i ovi, metà del zuchero e altri cuiari de farina. Far lievitar de novo. La terza volta se zonta i restanti ingredienti se lavora ben la pasta (mi fazo col mixer) se meti in stampo e se fa levar. Se acendi el forno a 190 gradi se ventilato, 200 se normale, se ghe fa el taio a crose prima de meterla dentro, se la onzi col ovo o col late e se la meti in forno per 25-30 minuti su la gradela più bassa. Se a un certo punto la ve par tropo scura, la coverzè i ultimi 10 minuti con un foglio de aluminio.
Ciao ciao e bon lavor!



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

e mi la go provada e ecove el risultato, no la xe propio regolar come quele de pasticceria, ma ve assicuro che la iera bona!
Immagine
( mi gavevo messo tropo poco zuchero, ma la xe vegnuda legerissima). Coi dolci lievitai, ognidun devi trovar el posto bon al caldo per far lievitar. I veci libri de cusina diseva "sula bocca del forno", mi una volta metevo su un calorifero, adesso sul ripian dela cusina col spot luminoso impizzado de sora.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10936
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Proprio bela, cara baba!



Avatar utente
Lugara
ixolan
ixolan
Messaggi: 396
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 10:01
Località: Trieste - San Giovanni

Messaggio da Lugara »

Vista la foto dela tua pinza :shock: non posso non dirte che la me ga fato vignir una voia mata de una feta spalmada de marmelata de sariese come che me piasi a mi... slurp!



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Marmelata de sariese sula pinza? mai pensado de meterghe marmelata. Se la xe bona, la magno come che la xe, e se la xe sbrisa, un poco de buro sora. E in più, mi la magno quasi solo che soto Pasqua.



Avatar utente
Lugara
ixolan
ixolan
Messaggi: 396
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 10:01
Località: Trieste - San Giovanni

Messaggio da Lugara »

Anche mi la magno solo intorno al periodo pasqual, e la magno o da sola come ti o con la marmelata de sariese che per mi xe el massimo. Quela che la magna spalmada de buro xe mia mama.
Un mio amico invece gaveva usanza, la matina de Pasqua, de magnarla insieme a prosuto coto e ovi sodi, roba che a mi proprio no me va... :?



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Lugara ha scritto: Un mio amico invece gaveva usanza, la matina de Pasqua, de magnarla insieme a prosuto coto e ovi sodi, roba che a mi proprio no me va... :?
questo per mi xe la sera del sabato santo :-D el persuto dovessi esser caldo e i ovi rossi



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10936
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Lugara ha scritto:Anche mi la magno solo intorno al periodo pasqual, e la magno o da sola come ti o con la marmelata de sariese che per mi xe el massimo. Quela che la magna spalmada de buro xe mia mama.
Un mio amico invece gaveva usanza, la matina de Pasqua, de magnarla insieme a prosuto coto e ovi sodi, roba che a mi proprio no me va... :?
Mia nona la matina de Pasqua la magnava pinza e cotto caldo, ma mi preferisso, anche se no magno tropo spesso, pinza con la nutella! :36_1_51:
(no xe pinza, ma rendi l'idea)


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
Lugara
ixolan
ixolan
Messaggi: 396
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 10:01
Località: Trieste - San Giovanni

Messaggio da Lugara »

Nona Picia ha scritto: mi preferisso, anche se no magno tropo spesso, pinza con la nutella!
... orpo... effettivamente... Immagine



angiolina

pinza, putizza e gubana

Messaggio da angiolina »

Anche a me la pinza piace molto. Visto che siamo in argomento di dolci pasquali - e scusate l'ignoranza- ma che differenza c'è tra la gubana e la putizza? A me sembrano quasi uguali, anche se in una pasticceria triestina la prima volta che siamo venuti a Trieste, quando mio marito ha chiesto la gubana intendendo la putizza, la commessa ha fatto finta di non capire... :wink:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: pinza, putizza e gubana

Messaggio da babatriestina »

angiolina ha scritto: Visto che siamo in argomento di dolci pasquali - e scusate l'ignoranza- ma che differenza c'è tra la gubana e la putizza? A me sembrano quasi uguali, :
anche secondo me :wink: .
però la putizza è triestina e la gubana friulana ( specialità delle Valli del Natisone, con un po' di tradizione slovena). Se le vedi in versione industriale confezionata, sono poi ancora più simili.
Forse nel ripieno della putizza va cioccolata , e nella gubana no. Forse la putizza potrebbe essere più lievitata della gubana.
E a casa mia,quella paterna, per tradizione, la putizza era natalizia e il presniz era pasquale. Nella casa materna, visto che la nonna materna era più brava a far putizze che presniz, faceva putizza a Pasqua e Natale.



angiolina

Re: pinza, putizza e gubana

Messaggio da angiolina »

è quello che sospettavo :wink: Ma il marito mantovano con zie goriziane - e per di più ingegnere, lui, non le zie- non si dava pace. Nell'ultima visita triestina m'è toccato tenerlo a freno e obbligarlo a chiedere una putizza, censurando la sua voglia di chiedere spiegazioni sull'ignoranza della gubana. Solo per questo mi merito l'iscrizione a questo forum :lol:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

il marito però può anche chiedere a Trieste una gubana, la troverà confezionata. Vogrig mi pare faccia sia putizze che gubane.



angiolina

Messaggio da angiolina »

babatriestina ha scritto:il marito però può anche chiedere a Trieste una gubana, la troverà confezionata. Vogrig mi pare faccia sia putizze che gubane.
Ma quelle si trovano anche qui. La sua soddisfazione è di mettermi in imbarazzo in un ambiente URBANO. Mi vanto di essere cittadina e gli dico sempre che viene dal contado, ma lui risponde che sono una "semiterrona che aspira ad essere mitteleuropea :evil:



Avatar utente
Tirabaralla
citadin
citadin
Messaggi: 950
Iscritto il: lunedì 2 gennaio 2006, 16:49
Località: Firenze

Messaggio da Tirabaralla »

W l'amore :D

Cmq, per esperienza personale, "gubana" lo capiscono anche a Trieste centro ^_^


[color=crimson][b][i]...it's not easy to be me...[/b][/i][/color]

[url]http://tirabaralla.splinder.com[/url]
[url]http://polaris7.splinder.com[/url]
[url]http://www.fotolog.com/tirabaralla_0/[/url]

angiolina

Messaggio da angiolina »

Tirabaralla ha scritto:W l'amore :D

Cmq, per esperienza personale, "gubana" lo capiscono anche a Trieste centro ^_^
Cmq, si vede che noi abbiamo trovato una commessa particolarmente fiera della sua "triestinità" :lol:

P.S. Viva l'amore :lol: !



Avatar utente
Lugara
ixolan
ixolan
Messaggi: 396
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 10:01
Località: Trieste - San Giovanni

Messaggio da Lugara »

Mi magno tute e due, all'ocasion, ma preferisso de gran lunga el gusto dela putiza triestina perchè me par quasi che ala gubana in confronto ghe manchi qualcossa... e quel che più me fa andar fora de testa xe el presnitz! :36_3_1:



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10936
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Anche sum culex xe mato per el presnitz! El lo magnassi sempre!


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5346
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna

Messaggio da nonna ivana »

Non crediate che questa PINZA passi inosservata!!!

Anzi...mi accingo a farla...grazie NONA PICIA e BABATRIESTINA


:-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La pinza come la fazo mi

Messaggio da babatriestina »

Esperimento di ieri: avendo da fare anche presniz, rotolo di verdure ... per il pranzo di Pasqua, ho provato una versione semplificata della pinza, per uso personale: incoraggiata da altri che hanno fatto l'esperienza, ho preso più o meno gli ingredienti della ricettadi NonaPicia, e.. li ho bessi nella macchina del pane, programma "impasto". Avevo solo lievito secco in bustina, 7 grammi dicono buoni per mezzo chilo di farina. Fra l'altro non ho nemmeno usato la Manitoba, che pure avevo a casa. Di più, non ho squagliato il burro ma solo messo a pezzetti... bene dopo un'ora e mezza che la macchina ha fatto ils uo lavoro, ho tirato fuori un panetto non molto creciuto, che ho diviso in due parti e messo a lievitare sulla placca del forno ricoperta di carta da forno.. dapprima un paio d'ore nel forno spento, poi una mezzoretta sotto la luce della zona cottura, poi pennellata con uovo, taglio in tre e via in forno! si è aperta e lievitata poco ( temperatura abbastanza bassa, sui 175° une ventina buona di minuti, ma è venuta come sempre molto leggera e morbida e continuo a trovarla con poco zucchero.. però me la sto mangiando di gusto lo stesso! per uso casalingo, va benissimo!
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Ricete”