ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

El SOLO e UNICO logo indove che se pol ciacolar de tuto cuel che pasa per la testa :-) ... a proprio ris'cio e pericolo ;-D
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » lunedì 23 ottobre 2017, 10:13

Tuti se domandarà? Chi xe ‘sti povari veci veceti? Facile de risponder. I veci veceti xe quei de 80 a 89 ani e i povari veci veceti xe quei de 90 a 99 ani. Pal momento credo che semo in tre. Come i tre re. We are the three kings, we came all three, we came from orient, to cheat the people. El bel de eser povaro vecio veceto xe che tuti i scasa la glava (testa) co’ bambemo (quando parliamo) e i ne compatisi. I ne ripeti sempre le stese robe e sicome che i credi che no ghe la fazemo (non riusciamo) a capir, ghe demo ragion e cusì gavemo pase. Dovemo gaver imparà sicuro dei gnochi. Qua se disi: Du hast recht und ich hab’ meine Ruh’. (Trad.: Ti te ga ragion e mi go pase). Se qualche volta i credi che no rivemo a capir, no xe parchè semo moni (minorati psichici), ma parchè i ne vol far creder robe taku (così) strambe che no sta ne in ciel ne in tera. A lori ghe par de gaver inventà la spuza (l’aqua calda). Noi semo quei che ga molà (abbandonato) el baston pal careto a quatro riode, el rolator. In resina carbonica, sedile in nappa par sentarse, col cestin par la spesa e col portaombrele. Ma del resto sempre in gamba. Quela che sta vizin de mi xe anca ela una povara vecia veceta. La ga fato 93 ani e la guida la gripiza (macchina) come Nuvolari. El scopo dela nostra vita? Far rabiar l’ente pensioni e la mutua. Fin che la va guantemo duro (resistiamo). Poi chi ebbe ebbe (chi che ga ‘vù ga ‘vù). Opur par gnoco: Wer weiß, wer ein Auge haben wird. Trad.: Chi sa chi che gavarà un ocio. Mi spero de eser tra quei. :clapping_213: :clapping_213: :clapping_213:



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Nona Picia » venerdì 27 ottobre 2017, 15:48

:-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Mafalda
naufrago
naufrago
Messaggi: 14
Iscritto il: domenica 22 ottobre 2017, 21:49

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Mafalda » sabato 4 novembre 2017, 11:56

:-D :clapping_213:



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » domenica 5 novembre 2017, 20:27

Co’ iero putel iera altri tempi. Se stava tuti insieme e a nisun ghe vigniva l’idea de distacarse. Adeso se comincia za de putei. El mulo vien a casa e el disi: La mula me ga lasà. Un altro conta che el xe separà o divorzià. Anca in politica tuti vol separarse e divorziar. Dopo la guera iera el movimento separatista in Sicilia. El Sudtirol butava bombe. Anca in Irlanda del Nord no i butava proprio balete de ovata. Padania. Jugo. Rusia. El referendum in Scozia. E adeso in Spagna. El mato in Spagna no’l xe scampà. El xe solo ‘ndà in ferie in Belgio. Sul giornal i ga scrito che adeso el vol scombater per divider i fiaminghi dei valoni. A Bruxelles el speta che in Spagna vegni la democrazia. Parchè ve conto ‘ste robe? Parchè go pensà cosa che saria se anca Bolunz volesi eser indipendente. In ogni caso Bolunz ga una posizion straordinaria, la ga tute le beleze de ‘sto mondo. No ocori ‘ndar in America a veder le cascate del Niagara. Anca Bolunz ga la sua cascata. I Grandi Laghi? El kalić del Domio no xe cusì grando, ma anca ‘sai bel. Po gavemo anca i lagheti sula Rosandra. De istà se pol far bagno. La Rosandra no xe el Reno ma aqua xe aqua. Come el Reno anca a Bolunz gavemo vin. E fighi salvadighi che el Reno no’l ga. El valon podaria far concorenza ale Dolomiti. E parchè ‘ndar a Postumia o a San Canzian? Mi imamo veljka jama (Noi abbiamo la grande grotta). Ai prosaichi, a quei che pensa solo al magnar, se pol farghe far la strada del vino (Teran e parsuto) o portarli al rifugio a ciorse un schinco de porco con Refosco o Merlot. Però se conto ‘ste robe me tocarà scampar anca mi. De quando che zoto i me beca subito. E dopo: pan e aqua. Gnente otavo e gnente rodoleti. Xe meo che tegno tuto par mi. Cosa ve par?



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36325
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da babatriestina » domenica 5 novembre 2017, 21:09

Ma cossa nassi se Bolunz de sora vol dividerse de Bolunz de soto? perchè xe due frazioni ben distinte..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » lunedì 6 novembre 2017, 8:40

babatriestina ha scritto: Ma cossa nassi se Bolunz de sora vol dividerse de Bolunz de soto? perchè xe due frazioni ben distinte.
Bisognaria studiar dove meter el confin. Dopo la piazeta, con l'osteria, sarà el confine con Ober-Bolunz. Come in Corea. Ober-Bolunz col rifugio isolai, bisognarà pasar par Botazo. Che ga anca gostilna (trattoria). Come diseva la Citadela? Roba de pensar durante le lunghe serate invernali. E inverno vien presto. Studiemo.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » martedì 5 dicembre 2017, 9:48

Tu non fai del male a me .... Un cinghial ga mazà el caciator. Omicidio preterintenzionale o legittima difesa?



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » martedì 24 aprile 2018, 19:34

Son de novo a casa. El mese de april xe el mese de tanti avenimenti. Nasite: 15, 17, 19. Anca el 20 me ricorda un compleano, no so più de chi. El 21. Roma. El 25 (1945) iera la mia chiamata ale armi. Ciancele schierato inte l’esercito del Terzo Reich contro tuto el mondo. Un fortunon che no i me gabi dado colpa de gaver perso la guera, parchè iero anca mi ..... El 21 xe stada anca la cresima del mio nipotin, a 300 km de distanza. Tuti i me ga dito: Papà, nono, te son vecio, no te pol far tuto de un tiro (nonstop) el viagio de ritorno a casa. Li go scoltai, go fato 100 km de più e go dormì sula Mosela. La sera in albergo, iero sentà in teraza con un bicer de bianco davanti (e la botilia de drio) e vardavo l’aqua che scoreva davanti, de l’altra parte dela strada. La Mosela mormorava calma e placida al pasagio de Ciancele el ventido del mese prima de magio. O: La Mosela mormorava calma e placida come in barile al pasagio del Ciancele el ventido de aprile. Lodeme pal sforzo de far la rima, dai. So che la rima xe bela e bona. :clapping_213:
Nela mia prosima vita me imparerò a far foto e ve mandarò una. Forsi Baba Triestina ga qualcheduna che ghe vanza e ve pol far veder che bela che xe la Mosela.
La Mosela ga una parte importante nela mitologia e nela storia dela cultura tedesca. Se parla de Vater Rhein (Padre Reno), una specie de fiume dela patria, e de Mutter Mosel (madre Mosella). Sora Rüdesheim xe el famoso monumento fato dopo la vitoria del 1870 sui francesi, dove apunto se parla del padre Reno e dela madre Mosela. Tuti va a vederlo. Batù de cinciuncian (Pieno di giapponesi) e de americani. La Mosela se buta (confluisce) nel Reno a Coblenza, nel Deutsches Eck (Angolo tedesco). Altro monumento. Altra foto. Voi podè veder tuto in internet fazendo Deutsches Eck e no dovè spetar le mie foto. Merita.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Nona Picia » martedì 24 aprile 2018, 21:23

Bela cronaca Ciancele! E bela la rima....bon bicer de bianco o de rosso che de sicuro te ga davanti


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36325
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da babatriestina » martedì 24 aprile 2018, 21:39

la valle dela Mosella me manca e go visto una possibilità per sta estate.. e el vin dela Mosella me piasia ssai, altro che la bira che i te plozka cussì spesso.. però el Deutsches Eck son rivada a vederlo, anzi me fa strano che no ve lo go postado. rimedio subito!
panoramica del canton

Immagine

e cartina per orientarse
Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36325
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da babatriestina » martedì 24 aprile 2018, 21:41

Immagine

i ga rimesso la statua del kaiser, la prima volta ch e iero nei anni 60 i la gaveva cavada via
Immagine

Immagine
( stile guglielmino)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » mercoledì 25 aprile 2018, 17:19

Nona Picia ha scritto:
martedì 24 aprile 2018, 21:23
Bela cronaca Ciancele! E bela la rima....bon bicer de bianco o de rosso che de sicuro te ga davanti.
Nona Picia, tira via la metà de quel che go scrito e andaria ben listeso. Gusti xe gusti. E el mio gusto xe veder l'aqua che pasa pigra, la sera che cala. La Mosella scori intuna vale e per rivar a l'albergo semo pasai davanti ale piante de ua che xe sule falde. Gavemo ciapà i ultimi ragi del sol. In teraza no ne vedeva nisun, 'lora in mudande e canotiera. Xe diventà scuro e me go indormenzà. O forsi se gavemo indormenzà. Gavarò dormì una meza oreta e me go sveià. Gavemo svodà el bicer e semo 'ndai in paion. La matina dopo marenda nela sala dele armi. Spade, piche, archibugi. Gusti xe gusti. A noi ne ga piasso e se in setembre son (o semo) 'ncora in forma, tornaremo.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Nona Picia » venerdì 27 aprile 2018, 9:32

Caro Ciancele, meno mal che te ga sempre voia de andar in giro e de contarne a noi!


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » venerdì 27 aprile 2018, 10:54

Nona Picia ha scritto:
venerdì 27 aprile 2018, 9:32
Caro Ciancele, meno mal che te ga sempre voia de andar in giro e de contarne a noi!
Voia go tanta. Se gavesi anca bori come voia! :36_1_20: :36_11_7:



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Nona Picia » venerdì 27 aprile 2018, 11:32

Ciancele ha scritto:
venerdì 27 aprile 2018, 10:54

Voia go tanta. Se gavesi anca bori come voia! :36_1_20: :36_11_7:
A chi lo dici....


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » lunedì 7 maggio 2018, 20:38

De pici in contrada zogaimo quel che fa un fa tuti. ‘lora un de noi fazeva una roba e tuti copiava e fazeva la stesa roba. Noi pensaimo de gaver inventà ‘sto zogo e inveze vedo che gavemo solo copià. Un mucio de gente prima de noi zogava quel che fa un fa tuti. E no solo a Trieste, ma in tuto el mondo. Come che me xe vignù inamente? Saltando de pal in frasca. Go leto dei turchi che i xe incolpai de gaver mazà armeni. E disi che anca i americani ga mazà indiani e in inglesi in India e in Africa no i se ga tirà indrio. E i gnochi in guera? Xe meio no contar. I taliani ga mazà e violentà, no go capì in qual ordine, in Libia e in Abisinia. I rusi ghe dà la colpa ai gnochi e i gnochi ghe dà la colpa ai rusi e i ghe meti in piato la parola Nemmersdorf, Prussia Orientale, 22 ottobre 1944. Nemmersdorf tradoto par talian saria marochinate in Ciociaria. I marochini disi che i voleva solo involtizar intun ninziol (lenzuolo) i morti e portarli a casa. E i gnochi no i li lasava. Se vedi che i marochini gaveva ninzioi de tropo e i li ga usai secondo el deto: Ninziol sul muso e ..... Se el mio amico Ugheto, che iera nele SS, gavesi sentì quela volta dele marochinate, el gavaria de sicuro domandà de eser trasferido in prima ligna in Ciociaria. Inveze el xe finì intun campo de concentramento e el xe tornà a Trieste vincitor. Come Radames.
La parola che fa colpo xe genocidio. Go zercà de veder quanta gente bisogna copar par un genocidio e come. E con cosa. Gnanca in internet te trovi la risposta. Ma, legendo ‘vanti, penso almeno un milion. A Dresda xe morti in un giorno circa zentomila de lori. Ma ‘l giorno dopo gnente. Gnanca un. Anca a Hiroshima e Nagasaki no i xe rivai al milion. Se vedi che i americani iera boni e no i voleva far genocidi. Quando che i dà la colpa a altri i disi che no se devi dir come scusa che el ga fato anca lu. Insoma tuti vol ‘ver l’esclusività. Po i domanda cosa che volemo. Dopo tuto i se ga comportà tuti cristianamente. Gesù ga dito ochio par ochio e dente par dente. E i conta de quela vecia che ga dito guera xe guera. E del zogo quel che fa un ...



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36325
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da babatriestina » lunedì 7 maggio 2018, 21:10

le robe xe quele che xe , e xe fati. ma po xe le parole. E la parola xe genocidio. Perchè se xe quela parola alora scata una serie de conseguenze anche legali a livello internazional... se un ga copado o fato copar milioni de persone, magari anche senz a motivo o per cativeri a pura, ma no cola precisa intenzion de far fora tuti quei de un zerto grupo, alora no xe genocidio. E xe quasi perdonabile. Ma basta dir dei aversari " lori ga fato genocidio" e cussì te li demonizi. Come ch e nel medioevo ( anzi veramente sopratuto dopo del Meidoevo se volemo star ala storia e no al folklore) i diseva Xe una striga! e no la se podeva più difender... xe anche altre parole che te rendi indefendibile nel mondo atual..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » lunedì 30 luglio 2018, 19:11

Go visto che go fato tuti i post el 28 lulio 2011. Prima ancora de diventar forumista. Po me son inacorto che son pasà de grado. ‘deso son “no montar in scagno” e go quatro meloni. Un poco come le lasagne del colonelo o general. A che grado de l’esercito corispondaria? Dopo go leto anca “son qua” ma manca el resto: per intrigo. Son qua saria, par talian, presente. Gavè fato l’apelo o se devi capir come “’ncora qua”, insoma no ancora morto? Eruditemi.



Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Nona Picia » lunedì 30 luglio 2018, 19:20

Dai Cianceleeeee! No dir "non ancora morto"!!!!!


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4101
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: ELUCUBRAZIONI DE UN POVARO VECIO VECETO

Messaggio da Ciancele » martedì 31 luglio 2018, 10:27

Nona Picia ha scritto:
lunedì 30 luglio 2018, 19:20
Dai Cianceleeeee! No dir "non ancora morto"!!!!!
Nona Picia, te sa che mi son qua par far rabiar la gente. Ognidun che se rabia xe par mi una sponta de salute. El mio dotor me ga consilià de zercar za un sucesor par lu. Vado a cior una lista. ;--D ;--D



Rispondi

Torna a “El salotin”