Fondo per l'ambiente FAI

Foto, anche strane, de cuel che se vedi in giro per Trieste e dintorni
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » venerdì 28 febbraio 2014, 12:53

In anteprima, perchè non lo hanno ancora pubblicato su internet, le giornate FAI per Trieste 22 e 23 marzo 2014:
Palazzo della Borsa Vecchia
Museo Commerciale
Sottostazione elettrica di riconversione
(in Porto Vecchio)

ok per la spiegazione, ma credo che si tratti in tutti e tre i casi di monumenti aperti al pubblico o comunque visitabili facilmente..

Previste anche visite con spiegazioni in sloveno e su richiesta inglese e cinese mandarino :-D

Io sono anni che sogno una visita dei giardini privati abitualmente chiusi al pubblico, come Villa Ermione.. lo fanno in altri luoghi, qua.. mah... forse preferiscono non mostrarli :twisted:


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » venerdì 14 marzo 2014, 13:42

prossime giornate FAI 2014
http://www.giornatefai.it/luoghi/defaul ... ia#trieste
CAMERA DI COMMERCIO.
Descrizione:

Il Palazzo della Borsa Vecchia costituisce uno degli esempi più significativi del Neoclassico triestino ed è una delle opere architettoniche più rimarchevoli dell’epoca d’oro del Porto Franco di Trieste. Ispirato nella sua struttura esterna a un tempio greco in stile dorico, l’edificio ospita al primo piano una serie di prestigiose sale arredate in stile neoclassico. Pregevole è il grande affresco ad opera di Giuseppe Bernardino che occupa il centro del soffitto a cupola della Sala Maggiore.
sai la novità! l'abbiamo anche qua

MUSEO COMMERCIALE..
Realizzato dalla Camera di Commercio di Trieste nel quadro delle celebrazioni per il 250° anno dalla propria fondazione, il Museo è stato inaugurato il 20 ottobre del 2005. Nato per la volontà di offrire testimonianze delle tappe più significative dello sviluppo economico di Trieste a partire dal ‘700, ospita un’ampia selezione di documenti e preziosi reperti storici
visitabile a richiesta tutto l'anno!

e questa SOTTOSTAZIONE ELETTRICA
L’edificio, costruito nel 1913, si trova nelle vicinanze della Centrale Idrodinamica ed è rimasto funzionante fino al 1989: era destinato alla trasformazione dell’energia elettrica. Ora, dopo un lavoro di restauro, gli interni sono destinati ad ospitare gli archivi storici del porto di Trieste. Nella sottostazione sono ancora visibili i trasformatori, le altre apparecchiature elettriche e l'arredo originario che costituiscono nel suo insieme una preziosa testimonianza di archeologia industriale
che mi sembra la sola novità..

vi raccomando l'elenco del resto della Regione, con palazzi che non credo siano abitualmente aperti..


e a Trieste credo c he ce ne sarebbero... chi ha mia visto l'interno di Villa Bazzoni? una visita guidata di palazzo Galatti? il parco di Villa Ermione? per citarne solo le prime che mi vengono in mente


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da Nini Naridola » venerdì 14 marzo 2014, 18:00

Premetto: go gavù alcune difficoltà con "CITA".
Volevo risponder alla domanda:-Chi ga visto Villa Bazzoni, all'interno?
All'Oberdan xe vignù per un anno da Varese un discendente dei Bazzoni che, come se usava, el gaveva organizzà alcuni "festini" in villa. Quela volta no iero molto interessà a le bele "robe": chiaro che me ga colpì l'abitazion fora del comune col suo parco (alla ricerca de un posto dove sconderse con qualche mula). Però me gaveva colpì un magnifico mosaico all'ingresso.
Son ancora in contatto co sto mio compagno de scola - se gavemo ritrovà a gennaio- un 6 o 7. Proverò a domanmdarghe se el ga qualche foto dei interni della villa. Adesso, doveria esser la sede de l'Osservatorio astronomico.
La



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » venerdì 14 marzo 2014, 18:41

Go avudo ocasion de veder qualche foto, per quel domandavo e me domandavo se no gavessi senso far conosser QUESTE case inveze d eloghi che ormai xe bastanza conossudi.
Mi go come el impression che i punti de più sula creazion dei muletti "ciceroni" che sul apertura de posti serai abitualmente. No mal, ma me par come un legero cambiamento rispeto a come che gavevo capido che iera nate ste giornate


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da Nini Naridola » venerdì 14 marzo 2014, 19:15

Cara Betta, grazie al TCI ed a noi "muleti ciceroni" semo riuscidi ad aprir el museo dei greci ortodossi nonostante i grossi paletti burocratici (assicurazioni, ecc.) e che me par gabi un bel successo de pubblico. Forsi fra poco parti anche una convenzion (notizia odierna) con la Sovrintendeza alle belle arti ... mi per un poco, dopo l'operazion, me tegno a riposo ...



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » venerdì 14 marzo 2014, 20:56

Nini Naridola ha scritto:Cara Betta, grazie al TCI ed a noi "muleti ciceroni" semo riuscidi ad aprir el museo dei greci ortodossi nonostante i grossi paletti burocratici (assicurazioni, ecc.) e che me par gabi un bel successo de pubblico. Forsi fra poco parti anche una convenzion (notizia odierna) con la Sovrintendeza alle belle arti ... mi per un poco, dopo l'operazion, me tegno a riposo ...
ma apunto quel fa el TCI , no el FAI e no lo ciama "giornata delle porte aperte" e i volontari del TCI no xe muletti de scola. Che trasformar in ciceroni xe un otimo investmento nel futuro.
Insoma a dirla breve, mi le giornate del FAI volessi veder roba nova e con rispeto parlando no più o meno sempre quel :-D


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da Nini Naridola » venerdì 14 marzo 2014, 21:31

Dimenticavo: guai ciamarse o farse ciamar "cicerone" o "guida": semplici volontari per il patrimonio artistico culturale con compiti di accoglienxza e sorveglianza.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » venerdì 14 marzo 2014, 21:50

Nini Naridola ha scritto:Dimenticavo: guai ciamarse o farse ciamar "cicerone" o "guida": semplici volontari per il patrimonio artistico culturale con compiti di accoglienxza e sorveglianza.
e anche in questi ve diferenziè del FAI
"Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Istituto “L. Galvani”; Istituto “G.R. Carli”; Liceo Um. “Slomšek”; Istituto “S. de Sandrinelli”; Istituto “L. da Vinci”; Istituto “Max Fabiani”; International School; Liceo Scientifico “G. Galilei”; Ist. Sup. “G. Carducci”; Liceo Classico “D. Alighieri”; Liceo “F. Petrarca”; Istituto “G. Deledda”; Ist. “Ziga Zoiss”; Liceo. Scientifico Prešeren; Liceo Scientifico “G. Oberdan”"
Mi me son formada viaggiando con in man le guide Touring..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » venerdì 20 febbraio 2015, 18:41

22 marzo e 23 marzo 2015
Giornate FAI di primavera

i soliti Apprendisti Ciceroni saranno preparati per illustrare le visite ai luoghi prescelti, che fano parte di un progetto Trieste 1914 Metamorfosi di una città di confine
e ilustreranno i seguenti luoghi:
  • l'ex Ospedale militare
    la Stazione centrale
    il Caffè san Marco
    il Faro della Vittoria
a parte il primo, che è effettivamente una novità, ditemi come ciò si accorda col principio originario di aprire luoghi non altrimenti visitabili???
previste visite in lingua slovena, e, a richiesta, in inglese e cinese mandarino :-D


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7377
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da sono piccolo ma crescero » sabato 21 febbraio 2015, 7:57

Prendilo come un'opportunità per guardare con occhi attenti quello che normalmente non si guarda (stazione) o dove non si entra (caffé san Marco per me che non frequento i bar).

Mi lascia piuttosto perplesso la distanza tra i vari luoghi.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » sabato 21 febbraio 2015, 9:24

beh, fra sabato e domenica, mattina e pomeriggio si fanno tutti. Per i luoghi, stazione e caffè san Marco.. possiamo anche guardare il nostro forum.

Io avrei un elenco di luoghi da aprire e far visitare:
le pinacoteche delle Assicurazioni e Banche
palazzo Galatti e la sua collezione di quadri
la collezione di quadri dell'Università
palazzo RAS chiuso da anni
la cappella arcivescovile e il palazzo arcivescovile
il parco di villa Ermione..
i depositi di Miramare
la quadreria del Sartorio

così, per dire i primi che mi vengono in mente...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2012
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da Piereto » sabato 21 febbraio 2015, 9:57

Brava BT. Chi sa che noi te legi. Imagino però che verzer al publico costituisi una bela rotura per chi che xe abituà a tinir tuto in scondon. Meno publicità che se fa, vol dire una garanzia in più contro i ladri.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » sabato 21 febbraio 2015, 10:10

Piereto ha scritto:Brava BT. Chi sa che noi te legi..
go provado a interessar al argomento sia el FAI a livello nazional- son anca socia- e qualche delegato del FAI local..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » mercoledì 25 febbraio 2015, 15:09

Ve segnalo i materiali disponibili pe ri apprendist ciceroni.. e anche per noi se volemo prepararse
http://faiscuola.fondoambiente.it/matti ... studio.asp
( me li go scarigai un per un..)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » sabato 21 marzo 2015, 14:14

Ben, oggi son andada a veder la sola roba che me interessava perchè nova, el ex ospedal militar ristrutturado a futuro campus universitario
Immagine

ve metterò un resoconto dettagliado e con foto, per adesso solo qualche commento:
fila longhissima ma come socia FAI la go saltada e go raggiunto un gruppo che stava per entrar. Visita per adesso ala sola casa del comandante el edificio central, el resto - el edificio a H- xe in lavor come campus. I Ciceroni studenti preparatissimi e interessatissimi, diria per lori un'occasion de approfondir tanti aspetti. Visto l'anno, i se ga ricollegado ala prima guerra, con tanti pannei e foto dela prima guerra, anche non relativi al ospedal. Interessante, perchè non lo gavevo mai visto finora un filmato coi funerai de Francesco Ferdinando a Trieste. Se vedi ben la carrozza funebre de allora.. e se vedi che marì e moglie paressi trattai separatamente. Purtroppo gavevo una macchina che no consentiva filmati, ma solo qualche tentativo de foto.
Metterò.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Amministrazione
Site Admin
Messaggi: 111
Iscritto il: sabato 7 agosto 2010, 9:10

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da Amministrazione » giovedì 8 ottobre 2015, 9:55

E' arrivato questo comunicato stampa
FAIMARATHON 2015
Una giornata FAI d'Autunno alla scoperta di un'Italia diversa

DOMENICA 18 OTTOBRE IN 130 CITTA’ ITALIANE.
ANCHE A TRIESTE CON UN ITINERARIO DEDICATO A "TRIESTE E IL MARE"


La quarta edizione della Faimarathon, l'evento nazionale del FAI - Fondo Ambiente Italiano in programma in tutta Italia, anche a Trieste, domenica 18 ottobre curato dai volontari dei Gruppi FAI Giovani e realizzato grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto, a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva nel mese di ottobre, sarà presentata nel corso di una conferenza stampa che si terrà:

DOMANI venerdì 9 ottobre 2015 alle ore 11.30
Al Caffè San Marco
Via Cesare Battisti 18
Trieste

Oltre 3500 volontari in tutta Italia, 130 città coinvolte e oltre 500 luoghi da scoprire: sono questi i numeri che i giovani del FAI mettono in campo.

Il Gruppo FAI Giovani del Friuli Venezia Giulia, proporrà a Trieste la sua Faimarathon con una speciale selezione delle bellezze della città in un itinerario dedicato a "Trieste e il mare". Una passeggiata libera - senza punti di partenza o arrivo, da farsi per intero o solo in parte, da soli o in compagnia. Apertura straordinaria con visite guidate curate dai volontari FAI della SOTTOSTAZIONE ELETTRICA, grazie all’Autorità Portuale di Trieste, e del MUSEO DEL MARE, grazie al Comune di Trieste - Civici Musei Scientifici, dove si svolgeranno anche dei laboratori per imparare a fare i nodi condotti da docenti d'eccezione che provengono dal mondo della vela, che racconteranno qualcosa di loro e del loro rapporto con il mare.

Infine ci sarà l'apertura straordinaria - riservata ai soli soci FAI (con possibilità di iscriversi in loco approfittando della promozione d'autunno) - dell'URSUS, grazie alla Guardia Costiera Ausiliaria di Trieste.

Una domenica di festa, per vivere una giornata da “turisti a casa nostra"!



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » sabato 19 marzo 2016, 13:37

Fai 2016 giornate di primavera a Trieste

hanno scelto il Porto Vecchio.
Ossia :
1 visita in bus nella zona doganale: da prenotare con documenti di identità, etc- non l'ho fatto
2 magazzino 26 non c'è quasi nulla da vedere, son solo alcune stanze a pianterreno con un plastico del porto
3 Stazione idrodinamica: solo uno o due ambienti perché il resto si sta preparando per la mostra del lloyd che aprirà fine mese
4 sottostazione elettrica, la sola che son tornata a vedere, si vede meno di prima perché la zona che aspettavano di attrezzare a museo ora sono uffici non aperti al pubblico. Ci son stata ed ho fatto un paio di foto che aggiungerò a

Dal confronto: uno dei globi di vetro dei fanali è già andato rotto :(

Insomma, poco di nuovo, bello solo che gli aspiranti ciceroni, ossia i ragazzi delle scuole, si preparano in materia e fanno da guide


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7377
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 12 ottobre 2016, 8:03

Il Fai ha comunicato il programma per Trieste delle giornate FAI d'autunno. Ecco il comunicato stampa con il programma (2 pagine)

Immagine

Immagine


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7377
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 12 ottobre 2016, 8:24

Se invece volete andare ... all'estero ;-)

A GORIZIA
FAI Delegazione di Gorizia - Comunicato Stampa – 12 ottobre 2016
FAI MARATHON A GORIZIA: IL PERCORSO DEL MODERNO
La delegazione FAI di Gorizia propone quest’anno il 16 ottobre la FAI Marathon, “Il Percorso del Moderno”, che riguarda il rinnovamento della città di Gorizia dopo la Prima Guerra Mondiale, quando l’arrivo dell’architettura razionalista trasformerà il paesaggio urbano dall’ecletticismo asburgico, spazzato via dalle cannonate, al monumentale modernismo italico. Si inizierà dalla Casa Balilla progettata da Umberto Cuzzi costruita sul sito dell’ex Villa Ritter che ora ospita l’Istituto d’Arte Max Fabiani, per proseguire con il Palazzo Postale di Angelo Massoni e la Camera di Commercio, in realtà di costruzione asburgica, ma completamente trasformata, dall’intervento di Roberto Cristofori nel 1930. In Largo Culiat sarà la volta della Casa G.I.L. (Gioventù Italiana del Littorio) oggi utilizzata dall’Istituto Comprensivo Vittorio Locchi, per concludere con un edificio privato, Villa Perco progettata da Umberto Cuzzi.. Novità assoluta un passaggio transfrontaliero in Slovenia, quando l’allora Jugoslavia, nel secondo dopoguerra, concepì la costruzione di Nova Gorica. Si potrà esaminare il plastico in bronzo della nuova città che è conservato nel Palazzo Municipale. Il progetto è dell’architetto Edvard Ravnikar. In tutti i punti del percorso si potrà contare sul prezioso aiuto dei giovani Ciceroni FAI, gli studenti degli Istituti Slataper e Max Fabiani, istruiti dai docenti e della sede staccata di Gorizia della Facoltà di Architettura dell’Università di Trieste. In qualità di volontari FAI presteranno il loro aiuto i giovani del Rotaract Club di Gorizia. L’evento inizierà alle ore 10 per concludersi alle ore 17, partenza consigliata di fronte all’Istituto “Fabiani” di piazza Medaglie d’Oro dove sarà dislocata una postazione FAI.
A UDINE
COMUNICATO STAMPA
FAImarathon: un maratona "d'acqua" fra preziosi gioielli d'arte e architettura
Le rogge, da sempre elemento fondante dell'economia e della società udinese costituiranno il filo rosso lungo cui si snoderà il percorso culturale. Molti beni saranno visitabili grazie alla disponibilità di proprietari privati, come palazzo Lovaria, e di amministrazioni pubbliche come palazzo Clabassi, sede della Soprintendenza e palazzo Mangilli del Torso sede del CISM; quest'ultimo bene sarà però riservato ai soli iscritti al FAI, un incentivo in più per iscriversi, anche in loco e con quote agevolate al Fondo Ambiente Italiano che da anni apre ad appassionati e iscritti luoghi i inestimabile valore disseminati lungo tutta la penisola. La maratona culturale non ha propriamente un inizio e una fine e la sequenza di palazzi potrà essere visitata arbitrariamente dal pubblico; viene però consigliato un percorso tematico che, essendo stato studiato a tavolino, permetterà di apprendere al meglio ogni singolo dettaglio di questi gioielli cittadini. Le visite si svolgeranno in quattro tranches, a gruppi, ogni ora e mezza partendo dalle 10.00 circa per concludersi verso le 16.00. Un ragazzo del Gruppo FAI Giovani Udine vi condurrà lungo tutto il percorso e ad ogni "tappa" della maratona ci saranno altri giovani volontari che vi illustreranno il sito, la sua storia e le più interessanti emergenze artistiche e architettoniche fornendovi anche la possibilità di iscrivervi al FAI, di fare donazioni o raccogliere materiale informativo. Il primo bene che verrà toccato sarà porta Torriani, annessa al medesimo palazzo; edificio a carattere difensivo e di controllo, faceva parte dell'antica cinta muraria della città. Da qui, sempre in via Zanon, si proseguirà verso il vicino palazzo Clabassi, sede attuale della Soprintendenza udinese; questo sito potrà essere visitato grazie alla preziosa collaborazione della Soprintendenza. Poco più avanti si aprirà l'unica residenza privata visitabile della Faimarathon, palazzo Lovaria, che aprirà i suoi saloni affrescati a chi voglia conoscere la storia e i gusti dell'aristocrazia udinese dal XVII al XIX secolo. Il percorso proseguirà quindi lungo via del Sale, antico toponimo udinese, sede un tempo di magazzini del sale e di altre attività artigianali e commerciali. Attraverso questo
vicolo i visitatori giungeranno direttamente a palazzo Antonini Mangilli del Torso, sede del CISM e maestoso palazzo che domina parte di piazza Garibaldi. Una delle residenze fatte costruire dalla nota famiglia udinese degli Antonini e che venne successivamente acquisita dai marchesi Mangilli e in fine dai nobili del Torso. Concluderà la visita la descrizione di palazzo Giacomelli, attuale sede del Museo Etnografico del Friuli, esempio di architettura d'impianto più recente e direttamente affacciata su uno dei pochi tratti di roggia ancora visibili all'interno della città.
Focus sulle aperture:
Dalle 10.00 alle 16.00 si potranno visitare i beni aperti -a fronte di un piccolo contributo richiesto per la raccolta fondi-, singolarmente o venendo accompagnati lungo tutto il percorso da un giovane volontario che farà da guida e che introdurrà alle spiegazioni dei singoli beni, spiegati e "curati" dai volontari del Gruppo FAI Giovani Udine che hanno redatto anche le ricerche storiche in merito alle varie tappe del percorso. Il Comune di Udine, Ente patrocinatore dell'evento, sarà presente all'apertura della FAImarathon con l'assessore alla cultura Federico Pirone, il quale si è sempre dimostrato molto disponibile e interessato, appoggiando le attività della Delegazione FAI Udine e soprattutto del Gruppo FAI Giovani Udine.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Fondo per l'ambiente FAI

Messaggio da babatriestina » domenica 16 ottobre 2016, 14:18

Li ho incontrati stamattina, mentre andavo a fare un giretto per conto mio al Museo civico.
Diverse persone. Però a san Michele al Carnale era aperta solo la chiesetta di sopra, non la cripta. Commento delle s ignore del FAI ;ma non c 'è niente dentro, Risposta mia lo so che non ci sono più le ossa dei cittadini, ma le volte, i capitelli della cripta si potrebbero pure vedere...
loro visitavano soprattutto l'orto lapidario, io mi guardavo le ultime sistemazioni dei vasi greci: avendo tempo, ci si passerebbe oltre un'ora,solo per quelle 4 -5 sale, con i nuovi sussidi audiovisivi...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Atualita` triestine”