Il Villaggio... dei Dinosauri e il dinosauro Antonio

dei omini preistorici, i castellieri, fin ala Tergeste romana, inclusa
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Dinosauri

Messaggio da AdlerTS »

da Adnkronos.com
''Siamo partiti dalle tracce di Ciro, nome con il quale e' stato battezzato il piccolo scheletro di un dinosauro ritrovato quasi interamente nella zona di Pietra Roia per parlare delle impronte di un altro dinosauro, ritrovate invece nella localita' del Villaggio del Pescatore, a circa venti chilometri da Trieste''. Nevio Pugliese, direttore del dipartimento di Scienze Geologiche, Ambientali e Marine dell'Universita' di Trieste, spiega cosi' all'ADNKRONOS CULTURA lo scopo dell'incontro promosso dal Circolo della Cultura e delle Arti, che si terra' oggi pomeriggio alle ore 17.45, presso la Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali dal titolo ''Passeggiando tra le rocce del Carso: non solo dinosauri''. La conversazione, introdotta da Andrea Sgarro, ordinario di Paleontologia, proporra' un viaggio virtuale tra gli ambienti e gli organismi che si trovavano anticamente in Carso, dove tra le rocce si nascondono tracce di numerosi eventi biologici e geologici, risalenti alcuni a 45 milioni di anni fa e altri a 100 milioni di anni fa. ''Proporro' cinque escursioni a spasso tra la zona del Carso'' ha continuato Pugliese illustrandone i differenti itinerari. La prima lungo le impronte del dinosauro e le altre alla scoperta delle rocce che nascondono le memorie del passato e raccontano la loro formazione avvenuta in un ambiente marino tropicale, del quale rimangono tracce di organismi''. Infatti, durante la conferenza, si parlera' non solo di dinosauri, ma anche di altre forme di vita, soprattutto di molluschi e microfaune, che hanno avuto un ruolo importante nell'evoluzione ambientale dell'area oggi occupata dal Carso, come fondamentali sono anche ''le tracce dei processi delle meteroriti - ha aggiunto Pugliese - e alcuni rari elementi ancora visibili ed erroneamente attribuiti sempre alle meteroriti''.


granzo

Messaggio da granzo »

http://www.esiaonline.it/carso/default. ... id=2&mnu=2
Carso e Dintorni
Gli Androsauri del Villaggio del Pescatore
Il più importante ritrovamento di dinosauri in Italia è stato fatto nella nostra provincia.
I due beniamini di Duino Aurisina sono Antonio e Bruno, due dinosauri "adriatici", due adrosauri primitivi di circa 78 milioni di anni, due vecchietti, insomma, di grande interesse.

Grazie alla scoperta di Antonio e Bruno si è capito che il Carso non è un antico ambiente di scogliera, com'era praticamente certo. Il rinvenimento dei dinosauri testimonia la presenza di vaste terre emerse che sinora non erano state assolutamente ipotizzate.
Questo rinvenimento scombussola tutto l'assetto paleogeografico delle terre emerse del periodo cretacico, aprendo quindi nuovi sviluppi per la ricerca geologica e paleontologica, in tutto il mondo.

Antonio, inoltre, è il primo dinosauro completo rinvenuto in Europa. Un dinosauro, anzi un adrosauro, di una specie nuova, ancora ignota. La scoperta, quindi, assume ancora più rilievo.
Gli Adrosauri alla fine del Cretaceo popolarono quasi ogni regione della Terra. La loro caratteristica principale, alla quale devono il loro nome, era la forma del muso, appiattito e con un becco simile a quello di un'anatra.

Antonio è un giovane esemplare di nuova specie di Adrosauri dal becco d'anatra, vissuti 80 milioni di anni fa. Lungo quattro metri, pesante, da vivo, 700 chili. Lo scheletro, scuro, quasi nero, dell'adrosauro risalta in maniera impressionante sui sei blocchi di roccia bianca in mezzo ai quali è rimasto miracolosamente intrappolato per 80 milioni di anni senza subire fratture.


refolo

Il Villaggio... dei Dinosauri e il dinosauro Antonio

Messaggio da refolo »

Franco

me domandavo dove che xe finidi tutti sti esperti de archeologia?
te nomini ancora Trieste-mia? me gavevo permesso de scriver che i pugliesi iera nelle cave a Trieste da oltre 40.000 anni, tutti me gave' ridudo, niente inventa' ma scritto sui libri triestini.
Anzi una pagina ghe la gavevo spedida a Sergio, percio' chel leggi,

nessun de voi ga' dito mai niente del dinosauro ANTONIO, e adesso chei ga' scoperto sta picia in Libia vecia de 3.000.000.000 milioni de anni, tutti
quei che non credeva in Darwin, i metti la sua storia anche sulla stazion Italiana. Che secondo la storia sua' (mi non go' inteso mai) el iera anche a Trieste invita' da un gruppo de studiosi? ma deriso.

ciao

Maria aka refolo


ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

El dinosauro ANTONIO

Messaggio da ffdt »

Go verto sto sto topic sperando che cualchedun lo continui, perche` mi la sola volta che son andado a veder cos' che i gaveva trovado in te 'l scavo go visto solo che un logo abandonado ... e go fato anca fadiga per rivar a capir come che se ghe rivava.

In cualuncue altra parte de 'l mondo ghe fusi stadi cartei grandi come caxe per dirotar la` tuti i turisti che pasa per caxo in autostrada e una volta rivadi su 'l logo i gavesi trovado un gabioto con un che vendi bilieti e regala depliant fotocopiadi che spiega in 4 lingue cosa che xe stado trovado ... cua de noi no. Peca`.

Comuncue l'idea de sto topic la xe de Maria (refolo) che la gaveva meso el suo mesagio cua de sora come risposta in coda a Zona archeologica de Punta Sotil indove che go nominado el forun de TriesteMia.

Go spostado cua perche` perche` me par che sia un argomento che merita un suo topic e anca perche` spero che cualchedun gabi cualcosa de contar de 'l dinsauro fosile :-)

Ciau

Franco


refolo

el dinosauro Antonio

Messaggio da refolo »

Grazie Franco.

te sa' se non fussi stada in Egitto a visitar le "PIRAMIDI" proprio nel periodo delle ultime scavade fatte da un gruppo de archeologhi Inglesi, prima de serar el Canal de Suez, non parleria.
Perfin sei trovava un scarafaggio, i lo metteva in vasetto, tutto fatto a puntin. No che vado proprio matta per sta roba, anzi tutti i opuscoli che gavevo li go' regalai un paio de mesi fa'a un studente. L'unica roba me interesso de piere, come che la principale xe quella del Carso, che papa batteva sora el corame.

Ma co' go' visto sta donetta, picia, insignificante, magra come un stecco...tutta orgogliosa de sta scoperta, go' dito tra de mi'...ad ognuno el proprio gusto e anche MESTIER! se nassi col l'istinto de diventar qualche persona importante. Ela la ga' studia', per quel e la xe stada ricompensada. Varda che xe una roba fenomenale a trovar una roba del genere. La terra ga' un'impressionante quantitativo de robe che non xe stade ancora scoperte.

Qua, nel Vittoria, se ga' riaperto la ricerca dell'oro, te lo trovo ad un livel de pochi centimetri de profondita' i pensa' che ghe sara' tonellade de servir tutto el mondo, se mi fussi un pocheto, non digo giovane, ma libera senza l'intrigo de guardar el mio vecio, saria xa partida, ma come tutte le ricerche te se ammali, la smania xe piu' forte, el tuo cervel soffri solo a pensarghe come, quando, e perche'.

Adesso che te go' dito sta papardela de robe? dove i lo ga' messo? chi lo ga' visto? come el xe stado classifica'? mi come sempre dito go' solo un'amica de San Giacomo che se parlemo per telefono, e poco a me spiega, non ghe interessa. Go la fotografia, da quel che vedo non xe piu' grande de un metro de larghezza? son proprio interessada, anche se son stufa de veder sempre sti animai preistorici, nei film da quattro soldi, ma i ga'speso milioni.

Maria aka refolo


ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Messaggio da ffdt »

Mi per adeso go trovado solo cuesto: http://www.cosediscienza.it/fvg/02_antonio.htm ... conta un poco ma no dixi indove che i lo ga meso e no xe gnanca la data de cuando che la pagina la xe stada scrita ... xe un poco poco, pero` poco xe poco e gnente xe gnente ;-D

Ciau

Franco


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Il Villaggio... dei Dinosauri

Messaggio da rofizal »

Alcuni miei mesagi dal vecio forum...
Veramente si chiama il Villaggio del Pescatore, ma penso che si potrebbe cambiarne il nome, vista l'importanza del ritrovamento.

Prima che mi si guastasse la macchina fotografica (ancora in riparazione) ero stato in questa località per fare qualche foto della zona e vedere finalmente il luogo esatto del ritrovamento.

Le metterò in linea un po' alla volta, sono comunque tutte datate 9 luglio 2003.

Per oggi mi limito a questo cartello, che ricorda come al primo dinosauro qui ritrovato sia stato dato il nome "Antonio".
Allegati
dinosauri17.jpg


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Sempre mi :
Il Villaggio del Pescatore sorge lungo la costa, dopo Duino e prima di Monfalcone. Forse anche per questa sua posizione a metà strada, questa zona viene trattata di sfuggita dalle varie guide della città e non molti triestini la frequentano (a parte chi vi tiene la barca).

Ma di motivi di interesse ve ne sono diversi. Qui vicino sfocia il Timavo, dopo il lungo percorso sotterraneo che ormai tutti. più o meno, conosciamo. Qui vicino, ai piedi ell'Ermada, si trova pure San Giovanni di Duino, con la famosa Grotta del Dio Mitra (Mitreo) e la chiesetta di San Giovanni in Tuba, costruita nel XV secolo sopra una basilica del V-VI secolo e ricostruita dopo la prima guerra mondiale. Già, perché proprio qui (come detto siamo vicini all'Ermada) si svolsero terribili combattimenti tra austriaci e italiani. E sulla strada si trova il monumento dedicato ai Lupi di Toscana.

Il Villaggio del Pescatore è un paesetto poco appariscente, popolato in gran parte da profughi capodistriani. Mosche e zanzare in genere non mancavano.

Ma dove si trova esattamente questo deposito di fossili dei Dinosauri?

Vicino al Villaggio del Pescatore si trova la "Baia degli Uscocchi", frequentata da qualche bagnante e dominata da una cava, di cui potete vedere la foto. E proprio sopra a questa cava stata fatta questa importante scoperta.

E infatti a fianco di questa cava si apre una stradina che, dopo un centianio di metri o poco più, porta al luogo recintato dove si sta ancora scavando (almeno spero).

Ma la zona non è nuova a importanti ritrovamenti, anche se non così sorprendenti. Abbiamo già citato il Mitreo, dove si sono rinvenute 400 monete (da Antonino il Pio ad Onorio), 160 lucerne ed altre offerte votive. Ma numerose monete romane sono state trovate anche nella Grotta Alessandra, vicino alla Stazione Ferroviaria di Duino. Altri resti archeologici hanno fatta la loro comparsa in un vigneto e, nel 1973, racconta Cannarella, che sempre sullo stesso promontorio, alle spalle del Villaggio del Pescatore, in un piccolo pozzo carsico si sono trovati i resti ossei di due giovani, assieme a frammenti di placche di bronzo e dischi dello stesso metallo, facenti parte di pettorali, oltre a una moneta del II secolo a.C. ["Guida del Carso Triestino" del 1975].

Nel 1969 si trovarono pure delle anfore romane e preistoriche e i resti di un'ancora di metallo, sul fondo del fiume, a sette metri di profondità.

Cannarella stesso suggerisce che la zona poteva essere stata discretamente abitata proprio in ragione dello sbocco al mare del Timavo, che forniva abbondante acqua potabile.
Allegati
La cava della Baia degli Uscocchi.
La cava della Baia degli Uscocchi.
La stradina che porta al sito dei dinosauri.
La stradina che porta al sito dei dinosauri.


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Precedentemente ai messaggi sopra riportati, in data 15 agosto 2002, avevo postato quest'altro scritto sullo stesso argomento :
A furia di cercare notizie sui resti fossili trovati a Trieste e sugli scavi fatti al Villaggio del Pescatore per estrarre i famosi dinosauri (il dinosauro ritrovato è stato chiamato "Antonio") ho racimolato un po' di notizie, spesso frammentarie, che vi riporterò un po' per volta. E magari poi, tempo permettendo, faremo un articolo da mettere sul sito.

Anzitutto c'è da dire che "Antonio" non appartiene al Giurassico, ma è molto più recente, venendo datato al Cretaceo Superiore (Santoniano), circa 80 milioni di anni fa. E per l'esattezza si tratta di un adrosauro.

Degli scavi si era occupata la ditta "Stoneage", che dichiara come
"la scoperta di questi animali testimonia la presenza di vaste terre emerse dove finora si era ipotizzata una serie di ambienti prevalentemente marini"
che era poi il dilemma che mi ero posto io stesso, ed infatti sono andato a ricercare delle cartine sul famoso continente Pangea (vi darò in seguito il link a una splendida serie di cartine di tutti questi lontanissimi periodi).

Resta il fatto che il famoso spostamento dei continenti e la loro esatta consistenza è tutto basato su una serie di teorie scientifiche, ma non mi sembra si sia certi di esse. E questa ne sarebbe una dimostrazione.

Tra le varie notizie ritrovate, una mi ha sorpreso in modo particolare. La scoperta del deposito osseo viene attribuita al triestino Giorgio Rimoli, mia vecchia conoscenza ai tempi del servizio militare. :wink:

Ecco intanto il famoso "Antonio" come giaceva in loco e come doveva apparire da vivo.
Allegati
antonio.jpg


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Re: El dinosauro ANTONIO

Messaggio da rofizal »

ffdt ha scritto:In cualuncue altra parte de 'l mondo ghe fusi stadi cartei grandi come caxe per dirotar la` tuti i turisti che pasa per caxo in autostrada e una volta rivadi su 'l logo i gavesi trovado un gabioto con un che vendi bilieti e regala depliant fotocopiadi che spiega in 4 lingue cosa che xe stado trovado ... cua de noi no. Peca`.
Prova a zercar su internet per "dinosauri istria" o qualcosa del genere e te troverà centinaia de siti. Un esempio per tuti :
"Valle - ritrovamenti di resti di dinosauri
Nell'anno 1992, sui fondali marini dell'area di Valle e' stato ritrovato un sito ricco di ossa di dinosauri, il primo e l'unico dell'intero Mediterraneo. Le ossa rinvenute testimoniano la presenza di almeno una decina di tipi di dinosauri. Uno di essi e' il Brachiosauro, erbivoro, esemplare tra i piu' grandi mai esistiti sulla terra, la cui lunghezza era di circa 20-25 metri, mentre misurando pure il collo, l'altezza raggiungeva i 10 metri circa. Parte dei reperti e' esposta nella sala municipale di Valle."
(vedi http://www.istraturist.hr/it/Home.aspx?PageID=85)
I xe tuti sfrutadi tursiticamente !

Poi prova a zercar "dinosauri Trieste" e te troverà anche un mucio de siti, ma quasi tuti se riferisi a libri, altri xe siti tipo istrianet.org
L'unico serio che se riferisi ai nostri dinosauri dixi :
"VISITA AL SITO PALEONTOLOGICO VILLAGGIO DEL PESCATORE
PERIODO: fino al 3 giugno 2001"
(vedi http://www.triesterivista.it/cultura/co ... tonio1.htm )

Alora zerchemo per "dinosauri villaggio del pescatore", trovemo molti più articoli, ma quasi tuti veci, pochissimi de Trieste, e de mostre o visite.... lasemo perder... :(


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Ah, qualche bona anima lo ga meso anche su Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Villaggio_del_Pescatore), dove i dixi :

"Recentemente, nella parte vicina alla ex-cava Sertubi, è stato rinvenuto uno dei più importanti giacimenti di resti di dinosauri d'Italia. In particolare è stato ricuperato lo scheletro dell'androsauro "Antonio", considerato il meglio conservato al mondo."

Un legi, dixi "Che bel! Volesi vederlo..."
e tuto finisi là... :(


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Tanto per no far una marea de novi topics, meto qua alcune notizie sui scavi in zona nostra, agiornadi al 1998. I dati xe presi dala publicazion "Scienza e meraviglia", edita dal nostro Museo Civico di Storia Naturale.

Della fine '800 merita ricordare le ricerche in molte grotte dell'altopiano carsico, tra le quali la caverna di Gabrovizza. Ancora, con Marchesetti, il ritrovamento di 294 esemplari di Ursus Spelaeus nella grotta Pocala di Aurisina. Ancora vari scavi nei castellieri del Carso, con la pubblicazione dell'importante libro "I castellieri preistorici di Trieste e della regione Giulia" (devi eser quel che ga Babatriestina, credo). Ricordiamo anche la passione di Massimiliano d'Austria per la paleontologia, da cui l'intitolazione a suo nome del museo "Civico Museo Ferdinando Massimiliano".

Tra le grotte importanti come ritrovamenti ossei, vanno citate la Grotta dell'Orso e quella del Diavolo Zoppo (già citata altrove su questo forum, col nome friulano). Quest'ultima risulta oggi distrutta. :(

Tra il 1907 e il 1914 intensi scavi di Eugenio Neumann alla grotta Pocala, ma per ragioni puramente economiche (vendita scheletri di Ursus spelaeus). Altri scavi negli anni '20, fatti da Raffello Battaglia, che però manda i reperti alla Regia Università di Padova. Marchesetti rinviene nella necropoli di Santa Lucia di Tolmino, tra le altre cose, molti resti di cavallo.

Dopo la seconda guerra, scavi di Mario Jurca, ma con dispersione dei reperti.

Dal 1990 studio della fascia di calcari e gasteropodi situata tra Fernetti e Rupinpiccolo (80-85 milioni di anni fa).

Nel 1991 scavo nella Grotta del Soldo (5554 VG), ma con ritrovamenti piuttosto recenti.

Nel 1992 iniziano gli scavi della piccola laguna del Villaggio del Pescatore. Dopo il ritrovamento di ossa fossili di rettili, il 25 aprile 1994 viene scoperta una manus di Dinosauro, ed altre ossa dello stesso (almeno due esemplari di dinosauro della famiglia Hadrosauridae), oltre a coccodrilli e alcuni pesci fossili. Datazione oltre 80 milioni di anni fa.

Nel 1993-1994 scavi vicino allo svincolo stradale di Trebiciano, con rinvenimento di coccodrilli, pesci e gamberi fossili. Identificazione di una nuova specie, chiamata Trebiciania.

Nel 1994 ritrovamento di resti di Ursus Spelaeus nella cava di Sistiana.

Seguono alcuni anni di sosta per dedicarsi al riordino del materiale e all'organizzazione di mostre.

Nel 1998 ritrovamento di resti di fauna quaternaria all'interno della grotta Claudio Skilan (5720 VG), in prossimità della verticale della vecchia strada Basovizza-Sesana, a circa 140 m di profondità.

Sempre nel 1998, avuta la concessione, scavi alla Grotta Pocala, dove non venivano fatti dal 1929 (depositi di ossa del Quaternario).


refolo

dal vilaggio dei dinosauri e de Antonio

Messaggio da refolo »

Come premesso, su tutte le volte chei scopri qualcosa, e i le classifica, da quanti anni vecia xe sta' roba? l'unica risposta plausibile xe, che coi climi-movimenti della terra irruzioni vulcaniche-terremoti-maremoti, sempre de piu' la terra se verzi, e ne da' provede tutto quel che xe sucesso milioni de anni fa'.

Purtroppo come che spiega anche i scienzatii devi aver permessi speciali, per far ste robe altrimenti tutto vien classifica' contro natura. Non toccar quel perche' xe religioso, non mover quell'altro perche' iera un Re ecc.

Adesso con la siccita' che gavemo in Australia sempre piu' vien fora dai stagni-laghi-deposito de acqua, anche i cadaveri de gente persa da oltre 70-130 anni, robe che purtroppo xe dolorose, ma mai podesto ricercarle prima.

E sto fatto anche mi' le go riscontra' appunto sotto i celtic-World....in tutto el mondo ghe xe immensi valori, che ognun de noi podessi esser ricco.
basteria viver mille anni come Matusalemme per poder scoprirle.

E son convintissima, come chei disi lori che le 3 Venezie xe i stati piu' ricchi d'Italia, perche verso el meridione, xe solo che dei Antichi Greghi -Fenici ecc....mentre noi gavemo piu risorse nordiche, e chissa' quanta storia che poderia vegnir fora per le future generazioni?

Ma come disi Sergio? chi studia ste robe? dove ghe xe l'insegnamento? ghe vol anche aver passion, e soldi, oltre che bona volonta'.
Solo i clicca sull'Internet, i leggi e domani xe dimentica. 8

Maria aka Refolo


refolo

dinosauri

Messaggio da refolo »

So che questo che scrivero'non a' niente de far con Trieste, ma per dar
un idea de come che vien fora da tutte le parti del mondo ste novita'.

I ga' trova' un dinosauro (noi sa' ancora con che nome classificarlo) nol
xe mai stao esistido? nessun capissi un tubo. El xe de una lunghezza de oltre i 30 metri. Ricomposto con tutte le vertebre e i ossi. 4.000.000 milioni de anni fa'??????????? non mal la stessa eta' dei nostri nativi Aborigini!

El vegnera' esposto al Museo del Northern Territory, anzi la Islandgirl me ga' promesso (sei lassera') cior qualche foto, el che dubito ma tutto xe possibile.
Un pesse preistorico in Giappon de una lunghezza de 15 metri, (vivo)
brutto come la fame, Un calamaro in Nuova Zelanda chel sara circa delle stessa lunghezza forsi un pocheto de piu'.

Da come chei descrivi ( come spiega' su) mai visto, mai figura' mai pubblica' non esiti foto de nessun genere. Ve tegnero' informai, xe bel a saver de ste robe. Dopotutto i calcola che con el Jazo che squaia, la terra
se ritira, prima de morir vederemo pupoli.

Maria aka Refolo


refolo

ultime scoperte

Messaggio da refolo »

Come sempre anche questo non ga' da far con Trieste? ma spero che la sia ancora attaccada all'Italia e non nasconder le scoperte.

I due scheletri trovadi a Mantova, abbraciadi, bel! dopo 5000 anni se capissi, che anche a quei tempi l'amor iera vivo, conossu'.

Mari aka Refolo


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38165
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

Grazie a un amico, che ne segui de fora, e che ciamerò "Isidoro di Siviglia", go avudo un per de foto de sto benedetto Antonio:
Immagine
Immagine
E non solo, ma el me ga inviado anca un'altra orma de dinosauro, sempre dela zona, sto dinosauro qua che se vedi solo l'impronta dela zata i lo ciama Bruno
Immagine


Avatar utente
Nona Picia
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 10967
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Grazie, Isidoro di Siviglia! Foto interessanti e anche un poco impressionanti, almeno per mi.


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....
Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

I dinosauri e i cocodrili (iera anche lori) che i ga trovado al Vilagio del Pescatore i xe visibili nela sala de Paleontologia del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste. No ghe son ancora andado ma spero de rivarlo a far nei prosimi giorni.


[i]Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera[/i]
[S. Quasimodo]
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Giorgia Bacchia ama i puzzle fin da quand’era piccola. L’ultimo che ha ricostruito ha 75 milioni di anni. [...] Giorgia ha 29 anni e da quattro è la Signora dei dinosauri. Il padre le ha lasciato questa eredità: titolare della Zoic, l’unica azienda in Italia in grado di ricostruire dinosauri di grosse dimensioni. Una delle prime cinque al mondo, volume d’affari sul milione di euro.[...] Alla società, che ha sede a Trieste, si rivolgono soprattutto i grandi musei di storia naturale del mondo, ma anche i privati.

Articolo completo qua


Mal no far, paura no gaver.
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7743
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Ieri son andà a san Giovanni del Timavo e son pasà anche per l'area dei dinosauri. I parlava de un parco dinosauri dove meter i reperti che se saria trovai. In efeti la zona xe tuta recintada da una ramada alta e no se pol più andarghe dentro. Fora xe un cartel e dentro xe tuto in ordine e pronto. Me pareva giusto meter qua due foto in anteprima. :( :'-( :twisted:

Immagine

Come vedè la desolazion regna sovrana.

Tanto per ciarir, su quel toco ciamemolo de pavimento, ghe dovesi eser ancora la zata del dinosauro che quel che BT ga ciamà Isidoro de Siviglia gaveva fotografà.

El dinosauro Antonio, e poi ghe ne iera un altro che i gaveva ciamà Bruno (A, B, ...) no iera più. Chisà dove che i xe adeso. I xe visibili in qualche museo o... Trieste e Duin sta fazendo barufa per chi che NO li esponi? :-D :wink: :twisted:


Torna a “De la preistoria a la Trieste romana”