Pagina 1 di 1

Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: martedì 19 febbraio 2019, 13:03
da luco813
Leggendo su Wikepedia si parla di ville Romane del Patrizio Locale (di cui ignoro il nome) a Grignano e Santa Croce.
Ora mi chiedo, come si raggiungevano tali ville dall'entroterra, se non c'era la Strada Costiera di Mussolini. Immagino che ci fossero raccordi dal Carso?
Dove sarebbero ubicate le ville Romane di Grignano e Santa Croce?

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: martedì 19 febbraio 2019, 13:27
da babatriestina
per molti anni i pescatori scendevano a mare attraverso le scalinate, ce ne sono ancora tantissime, ad Aurisina il sentiero dei Pescatori altre da santa Croce in giù... o si spostavano via mare. Certo che ad Aurisina la cava romana aveva lo scivolo a mare. le ville romane però io le vedo in quel di Sistiana, ma non a Grignano o santa Croce.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: giovedì 21 febbraio 2019, 15:39
da luco813
appunto ho letto sulla storia delle ville romane di Trieste di queste ville a Grignano e Santa Croce, ma non capisco dove potrebbero essere. Immagino che non si poteva neppure arrivare in carrozza, non mi risultano strade che dalla Via Annia scendessero a mare. Sentieri sicuramente c'erano... i sentieri risalgono al tempo dei castellieri.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: giovedì 21 febbraio 2019, 20:04
da Ciancele
Non vorrei fare le solite osservazioni, ma si parla di porti e di attracchi. Non è quindi escluso che certi lughi siano stati raggiunti a mezzo barca. Anche qui abbiamo diversi villaggi su laghi che sono raggiungibili solo con la barca.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: venerdì 8 marzo 2019, 1:50
da luco813
http://www.quaderni.archeofriuli.net/wp ... ENCIGH.pdf (ALCUNE INFORMAZIONI DA AQUILEIA A TRIESTE). LA CENCIGH SOSTIENE CHE L'INGRESSO AVVENIVA DA STRADE DEL FRIULI, MA VENNE FATTA NEL 1600

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: venerdì 8 marzo 2019, 7:34
da babatriestina
interessante anche il suo soffermarsi sul ponte di Ronchi, di cui ci sono i pezzi decorati all'Orto lapidario

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: venerdì 8 marzo 2019, 8:57
da Ciancele
Amici tutti, bongiorno. Un particolare biasimo a luco813 :cheezy_298: che, dopo aver letto le prime 4 pagine, mi costringe a leggere tutte le rimanenti pagine del quaderno. Non posso che ammirare l'attenzione posta nella compilazione del quaderno e ringraziare gli autori. Una lode anche a Baba Triestina e luco813 per la costanza e l'impegno posti nella spiegazione del problema. Come detto tante volte, sono un appassionato di storia e questi post vengono da me letti e riletti.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: martedì 12 marzo 2019, 8:12
da Ciancele
luco813 ha scritto:
venerdì 8 marzo 2019, 1:50
http://www.quaderni.archeofriuli.net/wp ... ENCIGH.pdf (ALCUNE INFORMAZIONI DA AQUILEIA A TRIESTE). LA CENCIGH SOSTIENE CHE L'INGRESSO AVVENIVA DA STRADE DEL FRIULI, MA VENNE FATTA NEL 1600
Ho letto tutto il quaderno ed ho deciso di tirarlo giù per poterlo rileggere anche sulla base dei disegni. Sessantacinque anni fa a Trieste avevamo forse altri problemi. Allora le strade romane interessavano poco. Peccato. Forse ero troppo giovane (e ciò in senso negativo) e l'interesse viene con l'età più matura.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: venerdì 15 marzo 2019, 2:23
da luco813
Ho la strana sensazione che Strada del Friuli la chiamavano anche il tratto dal Faro a Trieste (ora chiamata Salita de Gretta).
Troppe curve per essere Romana. I Romani costruivano strade ripide e facevano i solchi nella pietra per i carri. Salita de Contovello invece è bella ripida in particolare il tratto che taglia il tornante di Strada del Friuli.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: venerdì 15 marzo 2019, 2:32
da luco813
Secondo questi "quaderni" la Via Postumia da Palmanova passava per Aiello-Villesse (Incrocio con Gemina sbagliato, si chiamava Electra), entrando a Monfalcone da Via Romana (dove abita Elisa la cantante). Qui confluiva sull'Annia proveniente da Aquileia.

Considerate che la Postumia da Codroipo a Camplongo fu usata per installare i binari e la linea elettrica di una FERROVIA MAI INAUGURATA ma usata come raccordi militari dai nazisti per le deportazioni dalle caserme ai campi.
Su tutte le carte storiche effettivamente segnano un'asse retto da Palmanova a Monfalcone (che nel tratto da Palmanova al Torre) fu usato come ferrovia.

Effettivamente da Palmanova a Villesse la Postumia è stata trasformata in Autostrada A4. Se si guarda l'allineamento Codroipo-Villesse, l'A4 da Palmanova a Villesse è in asse.

Re: Ville Romane di Grignano e Santa Croce

Inviato: venerdì 15 marzo 2019, 3:02
da luco813
Vedo ora che a Monfalcone c'e' una via che si chiama Via delle Portazie e Via Aulo Manlio (guarda caso proprio la Via Manlia) era una delle strade Romane che portava verso il Vipacco.
Cmq tornando alle ville sul Costone, erano raggiungibili dal mare e penso anche da sentieri che dall'Annia scendevano.