Mitteleuropei illustri sconosciuti

Austria-Ungheria, K&K, "vecchie province" e ...
You can also write in English, as a new 'lingua franca'
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7322
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da sono piccolo ma crescero » martedì 22 giugno 2010, 15:04

Metto qua una riflessione che fa riferimento a vari post messi in giro per il forum.

Da molte parti ci sono post che ricordano certi illustri mitteleuropei (ho usato questo termine perché non sono tutti triestini; se volete cambiare l'aggettivo con un altro che ritenete più appropriato, per me va bene). Ne cito alcuni andando a memoria:

Domenico Lovisato, da Isola d'Istria (e quindi lo metto per primo :wink: ) a cui si attribuisce la prima ipotesi di deriva dei continenti poi resa celebre da Wegener (se non erro, garibaldino: eh sì Adler, non tutti sono perfetti :-D )

Vincenzo Bronzin, ex preside del Carli al quale si attribuisce la prima scoperta di un metodo di calcolo dei premi di assicurazione che fece avere il premio Nobel ad uno svizzero 100 anni dopo o giù di lì (orpo, mi accorgo che manca un post; provvederemo in un futuro prossimo ad integrare questa lacuna).

Joseph Ressel che, sappiamo tutti, inventò l'elica ma non ne fece niente.

Lovrenc Košir (o Laurenz Koschier) che, secondo Adler (e non lo metto in dubbio) inventò il francobollo

... [ne avrò dimenticato sicuramente qualcuno]...

Secondo voi, in qualunque punto del mondo mi soffermi, posso stilare una lista del genere di geni incompresi o è tipica di queste terre? E se è tipica di queste terre, perché tanta difficoltà a tradurre in pratica le idee geniali?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da AdlerTS » martedì 22 giugno 2010, 22:15

Così di getto mi vengono anche i nomi di Tesla, di Knoblehar o di Mendel che, per quanto oggi sia considerato padre della ricerca genetica, morì osteggiato dal governo e venne rivalutato in seguito.

Paradossalmente il defunto Impero coltivava figure geniali nell'arte, nella musica, nella scienza, nella ricerca, ma spesso ha avuto paura della novità ed ha applicato il vecchio adagio del "chi lascia la via vecchia per la nuova .... ", nel timore di non riuscire a controllare gli sviluppi della novità.
Il lato positivo è che queste genialità, probabilmente complice un ottimo humus sociale e scolastico, riusciva comunque a produrre buoni frutti che, magari in ritardo, hanno lasciato il segno: altri paesi, anche contemporanei, non permettono che questi prolifici soggetti riescano nemmeno a formarsi. :?


Mal no far, paura no gaver.

VetRitter
distinto
distinto
Messaggi: 1165
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 16:25
Località: Piacenza (provincia)

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da VetRitter » mercoledì 23 giugno 2010, 16:43

il Tartini? al di qua del Timavo (ovest) è semisconosciuto anche ai musicisti..



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1960
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da Piereto » giovedì 10 febbraio 2011, 18:19

Go leto proprio l'altro mese su una rivista un articolo sull'olografia , e go scoperto che la xe sta inventada dall'ungherese Denis Gabor 1900-1979 ,anche lui nato soto la defonta e quindi da inserirse tra i illustri mitteleuropei. Anche alla bomba atomica ghe ga pensado ,intuendo la possibile reazione a catena, el fisico ungherese Leo Szilard 1898-1964 e credo che el iera anche nel progetto Manhattan. Altro ungherese illustre xe stà Janos Neumann 1903-1957 matematico, pare dlla teoria dei giochi, e papà de la architetura de tuti i nostri computer.Ma cosa gevesimo fato senza do altri ungheresi : Karol Zipernowsky 1853-1942 ingegner coinventor del trasformator a corente alternata ,che converti la tension primaria in tensioni più base. Tesla gà inveze svilupà trasformatori a tensione crescente.E per ultimo Tivadar Puskas 1844-1893 ,che senza de lu i nostri noni no gavesi podesto telefonar,perchè el gà inventà la centralina telefonica prima che la diventasi automatica.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36473
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da babatriestina » giovedì 10 febbraio 2011, 18:44

Piereto ha scritto:G Altro ungherese illustre xe stà Janos Neumann 1903-1957 matematico, pare dlla teoria dei giochi, e papà de la architetura de tuti i nostri computer..
avendo studiado un poco delle teorie de von Neumann ( perchè con sto nome el xe più noto) xe de dir che se el xe nato a Budapest e el xe cressudo fra Budapest e Vienna, i sui grossi primi risultati el li ga fatti in Germania, a Gottinga con la scola matematica de Hilbert. Certo, la scola matematica tedesca de allora iera all'avanguardia e la Germania xe indubbiamente mitteleuropea. Ma al arrivo al poter dei nazisti bona parte dei matematici ( e anche altre illustri personalità) abbandona la Germania e se stabilissi nei Stati Uniti, dove von Neumann se naturalizza, ciolendo subito la cittadinanza statunitense . E là el ga creado la teoria dei giochi,che sia ben ciaro che no xe un zoghetto, e che col concetto de "gioco a somma nulla" vol semplicemente dir che la vittoria de un implica la perdita del altro, insomma andava assai ben a quel epoca che iera la guerra fredda..

Però fra i Ungheresi me par che gavè dimenticado Rubik, quel del cubo: che pareva un zoghetto, ma iera nato per visualizzar le permutazioni dei elementi de un gruppo.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da AdlerTS » giovedì 24 febbraio 2011, 12:59

sono piccolo ma crescero ha scritto:... [ne avrò dimenticato sicuramente qualcuno]...
Ne ho trovato un altro ... Ignác Fülöp Semmelweis che (oggi sembra una cosa così ridicola) scoprì che per ridurre il numero dei decessi all'ospedale bastava lavarsi di più le mani !

Di carattere rigido e poco diplomatico, forse pagò anche semplicemente il suo nazionalismo ungherese, ma venne licenziato dall’ospedale di Vienna per tornare in Ungheria e nonostante i risultati del suo protocollo di disinfezione non riuscì mai a veder riconosciuta la propria teoria. Morì nel 1865 in manicomio.

Oggi ci sono ospedali a lui intitolati :?


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7322
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da sono piccolo ma crescero » lunedì 22 ottobre 2012, 20:36

Trovo su wikipedia italiana che anche il primo elicottero fu .... mitteleuropeo http://it.wikipedia.org/wiki/PKZ_2


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da AdlerTS » mercoledì 24 ottobre 2012, 12:55

...che come nella miglior tradizion AU vedo, googolando, che alle volte el questo Wilhelm Zurovec vien nominado come Vilmos Zurovetz. Questa dell'elicottero comunque non la savevo. :-D


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36473
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Mitteleuropei illustri sconosciuti

Messaggio da babatriestina » giovedì 14 gennaio 2016, 8:47

sono piccolo ma crescero ha scritto:M
Vincenzo Bronzin, ex preside del Carli al quale si attribuisce la prima scoperta di un metodo di calcolo dei premi di assicurazione che fece avere il premio Nobel ad uno svizzero 100 anni dopo o giù di lì (orpo, mi accorgo che manca un post; provvederemo in un futuro prossimo ad integrare questa lacuna).
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Mitteleuropa Treffpunkt”