Cimiteri austroungarici dela prima guera

Austria-Ungheria, K&K, "vecchie province" e ...
You can also write in English, as a new 'lingua franca'
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Alle volte me sento un po' Don Quijote nella mia passion per l'Impero che non xe più, però alle volte sucedi fatti che me rincuora.
In occasion della ricorrenza del 4 novembre, mentre i media publicizzava la sfilata militare a Redipuglia, un gruppo de persone ga deciso de ritrovarse al cimitero de Prosecco per render omaggio ai nostri caduti. La cosa occupava tre righe a pagina 150 del Piccolo e con son rivado suzo pensavo de trovar tre de lori: con mia grande gioa jerimo circa 130 persone che, vista la poca pubblicità dell'avvenimento, xe veramente un numero de riguardo !

Poche, ma intense, parole in memoria de quelle povere anime, senza clamori, bande o picchetti d'onore, ma tanta voja de riconosser che nonostante la propaganda dei vincitori, nei cuori della gente comune esisti ancora sentimenti de affetto sincero per "quel che fu."

Parole e preghiere in Italian, Sloven, Tedesco, Ungherese, Croato, Furlan e preghiere cattoliche, protestanti, ortodosse ed anche in arabo per i caduti mussulmani.

Viribus Unitis



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

AdlerTS ha scritto:Parole e preghiere in Italian, Sloven,
Me son attrezado per la prossima volta :wink:

SLOVEN

Pater Noster - OČE NAŠ

Oče naš,
ki si v nebesih,
posvečeno bodi tvoje ime,
pridi k nam tvoje kraljestvo,
zgodi se tvoja volja,
kakor v nebesih tako na zemlji.

Daj nam danes naš vsakdanji kruh
in odpusti nam naše dolge,
kakor tudi mi odpuščamo svojim dolžnikom,
in ne vpelji nas v skušnjavo,
temveč reši nas hudega.
Amen.

Ave Maria - ZDRAVA MARIJA

Zdrava, Marija, milosti polna,
Gospod je s teboj,
blagoslovljena si med ženami
in blagoslovljen je sad tvojega telesa, Jezus.
Sveta Marija, Mati božja,
prosi za nas grešnike
zdaj in ob naši smrtni uri.
Amen.

TEDESCO

Pater Noster,
Vater unser im Himmel,
Geheiligt werde dein Name.
Dein Reich komme.
Dein Wille geschehe, wie im Himmel so auf Erden.
Unser tägliches Brot gib uns heute.
Und vergib uns unsere Schuld
wie auch wir vergeben unsern Schuldigern.
Und führe uns nicht in Versuchung,
sondern erlöse uns von dem Bösen.
Amen

Ave Maria (Gegrüßet seist du, Maria)

Gegrüßet seist du, Maria, voll der Gnade,
der Herr ist mit dir.
Du bist gebenedeit unter den Frauen,
und gebenedeit ist die Frucht deines Leibes,
Jesus.
Heilige Maria, Mutter Gottes,
bitte für uns Sünder,
jetzt und in der Stunde unseres Todes. Amen
Ultima modifica di AdlerTS il ven 29 giu 2007, 12:46, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37101
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

però, me permetto de ricordarte che ai tempi dell'Impero iera prima del Concilio Vaticano II e la lingua ufficial dela Cesa iera el latin: per cui me permetto de zontar le preghiere nela lingua ufficial de allora:

Pater noster,
qui es in caelis
sanctificetur nomen tuum
adveniat regnum tuum
fiat voluntas tua
sicut in caelo et in terra.
Panem nostrum quotidianum da nobis hodie
et dimitte nobis debita nostra
sicut et nos dimittimus debitoribus nostris
et ne nos inducas in tentationem
sed libera nos a malo
Amen

Ave Maria,
gratia plena
Dominus tecum
benedicta tu in mulieribus
et benedictus fructus ventris tui Jesus.
Sancta Maria
mater Dei
ora pro nobis peccatoribus
nunc et in hora mortis nostrae
Amen



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

AdlerTS ha scritto:Alle volte me sento un po' Don Quijote nella mia passion per l'Impero che non xe più, però alle volte sucedi fatti che me rincuora.
In occasion della ricorrenza del 4 novembre, mentre i media publicizzava la sfilata militare a Redipuglia, un gruppo de persone ga deciso de ritrovarse al cimitero de Prosecco per render omaggio ai nostri caduti. La cosa occupava tre righe a pagina 150 del Piccolo e con son rivado suzo pensavo de trovar tre de lori: con mia grande gioa jerimo circa 130 persone che, vista la poca pubblicità dell'avvenimento, xe veramente un numero de riguardo !

Poche, ma intense, parole in memoria de quelle povere anime, senza clamori, bande o picchetti d'onore, ma tanta voja de riconosser che nonostante la propaganda dei vincitori, nei cuori della gente comune esisti ancora sentimenti de affetto sincero per "quel che fu."

Parole e preghiere in Italian, Sloven, Tedesco, Ungherese, Croato, Furlan e preghiere cattoliche, protestanti, ortodosse ed anche in arabo per i caduti mussulmani.

Viribus Unitis
Son in mega ritardo con sta segnalazion, ma spero che qualchidun rivi a legerla e magari a partecipar: l'associazion Civiltà Mitteleuropea oggi ripeti lo stesso omaggio ai caduti presso Prosecco, ore 15



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Sul sito dell'associazion Mitteleuropa ghe xe la preghiera composta da Marco Plesnicar in ricordo dei caduti austro-ungarici:

O Dio onnipotente ed eterno, signore degli eserciti,
Voi che all’indomani della creazione del mondo
presiedeste al trionfo dell’invitto arcangelo
Michele contro le forze degli angeli ribelli
che insidiavano il Vostro trono glorioso,
degnatevi di accogliere nel Vostro regno le anime
dei valorosi che qui ora pubblicamente onoriamo,
memori dell’estremo sacrificio che la sventura
dei tempi volle mantenere sino ad oggi occulto e dimenticato:
strappati dal focolare domestico, precipitati nelle
più remote contrade ad affrontare uno scontro
impari, essi seppero lottare con lealtà e coraggio,
pulsante nel petto un cuore lacerato
dall’amore per la famiglia lontana
e per la patria morente;
se agli occhi dell’uomo costoro uscirono
sconfitti dall’infausta battaglia a cui
gli arcani disegni della provvidenza avevano
riservato amari destini, davanti a voi
acquistarono la corona della vittoria,
sino a divenire semi fecondi di quella pace
fra le nazioni che soltanto in voi, o Dio
della giustizia, trova fondamento e linfa.
e a noi, figli forse indegni di tanto valore,
eppure capaci di chinare il capo davanti al
cippo della memoria, volgete il Vostro
paterno sguardo misericordioso, affinché
si rafforzi sempre più la speranza di godere,
un giorno, assieme ai nostri caduti,
della Vostra visione beatifica nella gloria
eterna dei cieli.
così sia.

cel.: si iniquitates. de profundis clamavi ad te
domine, domine exaudi vocem meam.
pop.: fiant aures tuae intendentes in vocem
deprecationis meae.




Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
Sofonisba
naufrago
naufrago
Messaggi: 48
Iscritto il: lun 4 feb 2008, 21:23
Località: Granducato di Toscana

Messaggio da Sofonisba »

Grazie! E' una preghiera molto bella e commovente.



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Vicino a Trieste, a Dutovlje (Dutogliano o Duttogliano nel 20ennio) un altro cimitero della grande guerra:

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Dal sito del giornal OggiTreviso:

Durante i lavori di bonifica per l’ampliamento del cimitero, sono stati rinvenuti 77 cadaveri di soldati dell’esercito austro-ungarico. Poco distante dunque dal cimitero militare dove riposano già 400 militari stranieri della Prima Guerra Mondiale.
L’Amministrazione comunale ha deciso di realizzare un sacrario in collaborazione con le autorità austriache ed in occasione dei 90 anni dalla fine della Grande Guerra


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37101
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

meno mal che i li seppellissi.. gavevo paura che i li studiassi come reperti archeologici..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

zac
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 75
Iscritto il: ven 1 ago 2008, 21:30
Località: Trieste, Austria

Messaggio da zac »

meno mal che i li seppellissi.. gavevo paura che i li studiassi come reperti archeologici..
Mi temevo che ge fasessi far la fine dei resti della Grotta della Banda - VG6280.

Per chi non savessi la storia:
La VG6280 si trovava nella zona del fronte della I guerra.
Fu scoperta nel 1968 durante la costruzione dell'oleodotto e al suo interno furono ritrovati i resti di una banda militare austroungarica. I soldati erano stati uccisi e intrappolati da un'esplosione che aveva fatto ostruire l'ingresso.
Anziche' dar loro degna sepoltura, si ritenne piu' semplice far sparire strumenti e resti.



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Poveri muli, questa non la savevo :?


Mal no far, paura no gaver.

iBART
naufrago
naufrago
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 15 set 2008, 20:58
Località: Trieste, 34148

Cimitero di guerra Austro-Ungarico

Messaggio da iBART »

Mi permetto di postare qualche foto che non è "Trieste", ma che rappresenta una testimonianza storica di coloro che sono morti per Trieste durante la prima guerra mondiale, sul monte Hermada, a Sistiana.

Immagine

no, non sono andato al vivaio :P

Tempo fa, pianificando un escursione sul monte hermada mi sono imbattuto, su google map, in un qualcosa di "strano."

http://maps.google.it/?ie=UTF8&ll=45.75 ... 9&t=h&z=18

Sì, sono un maniaco! Mi pareva un cimitero! Quindi, un paio di anni fa, all'epoca dell'escursione sull'ermada, ero andato a verificare.

All'epoca non mi portai la macchina fotografica, due anni dopo ho riparato a quella mancanza.

Il sentiero, ovviamente, a differenza delle altre mie escursioni storiche, non presenta particolari difficoltà, anzi, per metà è asfaltato. Però non è una meta turistica, infatti, pochi sanno dell'esistenza di questo piccolo pezzo di storia!

Immagine

Dopo nemmeno 20 minuti, mi ritrovo davanti a questo:

Immagine

Ok, visto così magari è niente, ma vedersi spuntare fuori un cimitero dal mezzo del bosco, non è cosa da tutti i giorni. Noi siamo abituati a vedere cimiteri in grande stile, leggesi redipuglia, trasformati in santuari o, ancora peggio, meccaniche lapidi americane, poste in essere per rimarcare il terreno d'europa... Insomma, questo invece è un cimitero vero. Un cimitero messo in piedi per raccogliere le salme di chi è morto per il proprio paese... un paese strano, diverso da quelli che noi oggi conosciamo. 1934 caduti per l'impero!

Immagine

La prima volta che sono andato mi sono letto TUTTI i nomi, questa volta, solo un centinaio... e la cosa che mi ha risorpreso è stata che i nomi non erano austriaci, ma erano austriaci, italiani, slovacchi, ungheresi, sloveni... insomma, nomi e cognomi imperiali, di un impero ormai disciolto e dimenticato che, dopo la spallata di napoleone, è agonizzato sul carso contro il debole esercito italiano.

Veniamo alla storia. A poco meno di 2 chilometri c'è l'hermada, baluardo austriaco in difesa di Trieste. A circa cinquecento metri (ovest) ci sono le rovine della vecchia stazione del treno di aurisina (?!) Perchè hanno costruito il cimitero lì?

Io penso nei pressi vi fosse un posto di medicazione, un ospedale da campo insomma, e che questi caduti fossero dei "fortunati" non morti sul colpo... il basso numero lascia pensare proprio a questo, infatti, per l'ermada sono morti 100.000 italiani e più o meno altrettanti austriaci... se fossero le salme trovate dopo la guerra, il numero sarebbe ben superiore!

Altre foto che ho fatto

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

L'ultima foto era stata eretta dai genitori immagino. Aveva 18 anni ed era curatissima... le lettere dovevano essere tipo d'oro, incastonate nella pietra, si notano anche i buchi atti a sostenere un infisso metallico, ovviamente spariti. J.R. = Jager Regiment

"che la terra straniera ti sia leggera"

Immagine

Questa è particolare... lapide eretta dai famigliari, e non dall'esercito, con dicitura IN ITALIANO. Un triestino evidentemente, morto, come scritto, PER LA PATRIA (l'austria!)

Spero di non venir frainteso in questo mio primo post "serio", non voglio schierarmi, nè fare politica retorica di basso borgo, anche se devo ammettere che, storicamente, tifavo per l'austria :)



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Grazie per le foto ed i pensieri: te go tacado però de seguito ad un argomento simile za esistente. :-)


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
1382-1918
citadin
citadin
Messaggi: 829
Iscritto il: ven 18 apr 2008, 6:24
Località: Trieste

Re: Cimitero di guerra Austro-Ungarico

Messaggio da 1382-1918 »

iBART ha scritto:Mi permetto di postare qualche foto che non è "Trieste", ma che rappresenta una testimonianza storica di coloro che sono morti per Trieste durante la prima guerra mondiale, sul monte Hermada, a Sistiana.

Immagine
Le scritte su questa tabella, moderna, i le gavesi podude far con più cura, sia la scritta in tedesco che quella slovena xe sbaiade, specialmente la slovena! E dir che se trovemo sul Carso!

In tedesco bisogna scriver (metto in neretto quel che no xe in tabela): österreichisch-ungarische, e che vol dir appunto "austro-ungarico", non come che scrivi a Nabresina su una tabela in italian in riferimento al cimitero: "Cimitero austriaco ungherese".

Quela in sloven xe piena de erori, ma uno più grave, nel senso che ogi in sloven l'Ungheria vien ciamada Madžarska, intesa come terra dei magiari, mentre l'Ungheria fino al 1918, quela dell'Austria-Ungheria veniva, e vien, ciamada Ogrska, per cui ungheresi in senso ampio, intendendo i abitanti dell'Ungheria, tutti, non solo magiari. Inveze purtropo de quela tabela par che fosi solo magiari, e per di più i scrivi "Magiari" che xe comunque sbaià, se scrivi "Madžari".
Cusì come in croato se disi "Ugarska", e "Austro-Ugarska", in sloven xe "Ogrska" e "Avstro-Ogrska".

Anche "Austriski" se sbaià, in sloven, a diferenza del croato se usa la "v" nei dittonghi, ed in più manca una "j" per cui giusto xe "Avstrijski in Ogrski", dove ovviamente con Austriaci no se intendi quel che ogi vien inteso con quel termine, ma Austriaci nel senso che oggi ga ancora ad esempio il termine "Svizzero" o "Belga", che no identifica una nazionalità, ma un'appartenenza statale.

E ancora Tukai, se scrivi Tukaj, e i aggettivi se meti prima del sostantivo.

Per cui iera de scriver "Tukaj pocivajo 1934 Avstrijski in Ogrski Vojaki" inveze de "Tukai pocivajo 1934 Vojaki Austriski in Magiari".

Ma digo, prima de scolpir nela piera, no se pol chiederghe a un de madrelingua che sia anche un poco informa sual storia dele nostre parti? Tanto dificile trovar un sloven che ghe lo disesi? Che vergogna, no rivo a capir.



iBART
naufrago
naufrago
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 15 set 2008, 20:58
Località: Trieste, 34148

Messaggio da iBART »

Ancora oggi si vedono errori CLAMOROSI nelle traduzioni multilingua INGLESE. Figurati se hanno tempo di aprire un libro di storia :)



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Cimitero di guerra Austro-Ungarico

Messaggio da AdlerTS »

1382-1918 ha scritto: Le scritte su questa tabella, moderna, i le gavesi podude far con più cura, sia la scritta in tedesco che quella slovena xe sbaiade, specialmente la slovena! E dir che se trovemo sul Carso!
Grazie per la nota. Coi miei sloven e tedesco trabalanti non me jero reso conto. 'Bastava un poca de bona volontà per domandarghe a dei madre lingua la traduzion giusta :?


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

AdlerTS ha scritto:Dal sito del giornal OggiTreviso:

Durante i lavori di bonifica per l’ampliamento del cimitero, sono stati rinvenuti 77 cadaveri di soldati dell’esercito austro-ungarico. Poco distante dunque dal cimitero militare dove riposano già 400 militari stranieri della Prima Guerra Mondiale.
L’Amministrazione comunale ha deciso di realizzare un sacrario in collaborazione con le autorità austriache ed in occasione dei 90 anni dalla fine della Grande Guerra
Sempre Oggi Treviso aggiorna la notizia:

Follina - Sono stati sepolti con grandi onori i resti dei 77 soldati austroungarici morti nella Vallata duranta la Prima Guerra mondiale e ritrovati dietro il cimitero civile di Follina. La tumulazione è avvenuta in occasione dell'inaugurazione dell'imponente sacrario di Follina, progettato dall'architetto Portoghesi.

A 90 anni dalla fine del primo conflitto mondiale, a Follina si sono uniti per assistere alla commemorazione civili e reduci italiani e rappresentanti della Croce Nera austriaca e della famiglia d'Asburgo.

Il cimitero austro – ungarico di Follina nasce durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917 in appoggio all’ospedale militare austriaco allestito presso l’ex lanificio Andretta. In questo camposanto confluirono in seguito anche le salme dei militi austro – ungarici esumate dai cimiteri di Combai e Miane. Durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1943, fu avviata un’operazione di esumazione di tutti i corpi lì sepolti ma i fatti successivi all’8 settembre fermarono i lavori e dalla fine della II guerra mondiale al 1970 molti furono i corpi e le lapidi a loro intitolati che rimasero nel cimitero di Follina. Lo stato di abbandono del luogo fu tale che portò nel 1970 alla completa dismissione del cimitero.

Soltanto nel 2004, per l’esigenza del Comune di Follina di ampliare parte dell’area retrostante al cimitero civile, l’amministrazione comunale ha avviato dei sondaggi esplorativi del sito. Durante gli scavi sono state recuperate 77 salme e raccolti molti reperti.


Mal no far, paura no gaver.

Torna a “Mitteleuropa Treffpunkt”