Cimiteri austroungarici dela prima guera

Austria-Ungheria, K&K, "vecchie province" e ...
You can also write in English, as a new 'lingua franca'
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
AM
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 165
Iscritto il: giovedì 16 luglio 2009, 15:13

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AM » giovedì 6 settembre 2012, 16:22

interessante questi post,farò una visita a codesto cimitero austroungarico di aurisina,quello di prosecco l'ho già visitato domenica scorsa !
grazie dei contributi e delle info e foto sul forum !


Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo

AM
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 165
Iscritto il: giovedì 16 luglio 2009, 15:13

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AM » venerdì 7 settembre 2012, 9:51

qualche info per trovare il suddetto cimitero di Aurisina ??
in rete non trovo molto ! :oops:

grazie.


Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7327
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da sono piccolo ma crescero » venerdì 7 settembre 2012, 14:45

Ho integrato sulla mappa di Google le informazioni prese dalla carta Tabacco

Immagine

I due numeri sono i numeri dei sentieri; la dicitura PDA indica il "Percorso Didattico di Aurisina"

Riporto quello che ho trovato sulle carte, perché non ci sono mai stato e non conosco il posto in prima persona. Un altro forumista ne parla in un suo blog a questo indirizzo http://www.carsosegreto.it/2008/12/cimi ... co-di.html


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

AM
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 165
Iscritto il: giovedì 16 luglio 2009, 15:13

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AM » venerdì 7 settembre 2012, 15:15

DIO ti benedica,piu chiaro di così,grazie. :-D


Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AdlerTS » venerdì 7 settembre 2012, 22:23

La carta segna la posizione corretta. Per arrivarci con la macchina si possono seguire le indicazioni per la casa di cura pineta del carso aurisina. La stradina che porta al cimitero è praticamente di fronte all'istituto, e ci sono piccole segnalazioni su fondo giallo in loco.


Mal no far, paura no gaver.

AM
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 165
Iscritto il: giovedì 16 luglio 2009, 15:13

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AM » sabato 8 settembre 2012, 10:18

grazie ancora,ma dalla stradina in cui si entra al cimitero,quanto tempo bisogna camminare piu o meno ?


Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7327
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da sono piccolo ma crescero » sabato 8 settembre 2012, 11:50

Questa è la mappa prodotta da http://www.openstreetmap.org, secondo me il miglior sistema cartografico esistente in rete almeno per le nostre zone.

Immagine

In basso a sinistra c'è la scala. Il cimitero è, circa, quella zona verde a sinistra verso l'alto. Se posteggi sulla P che vedi a destra sull'incrocio, sono meno di 2 km, ma alcune strade che ti avvicinano mi sembrano percorribili in automobile. Il problema può essere come posteggiare...


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7327
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da sono piccolo ma crescero » sabato 8 settembre 2012, 11:55

Google earth mi dà 1,3 km.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da mandi_ » sabato 8 settembre 2012, 12:22

Ieri avevo inviato un post, che qui non vedo...Probabilmente io e AM lo abbiamo spedito contemporaneamente.
Mi chiedevo perchè mai in questo cimitero austroungarico, che rispetto profondamente, compaiono le date a partire dal 1915.

Da quel che ho potuto vedere nel sito di "Carso segreto" si dice: "Vi sono custodite le spoglie di 1934 militari austriaci caduti tra il 1915 ed il 1917.Il cimitero è in ottime condizioni, essendo stato periodicamente restaurato dai volontari della Croce Nera austriaca."

Mi domando come mai in un cimitero AU non vengono ricordati con una targa i defunti AU del 1914, insomma, che furono i più numerosi. Mi rispondo da sola, dicendomi che la guerra italiana cominciò nel 1915, forse questo può essere il significato della scritta.
Però mi par brutto far partire la guerra dal 1915, forse son fissata su questo. Italia e Austria :datevi una svegliata nel circoscrivere temporalmente le date della guerra delle nostre zone :1914 - 1918 (e oltre, per come la penso io).

In Trentino ci sono molti di questi cimiteri austroungarici. Non li ho visitati, nel senso che non sono andata a vedere i nomi scritti sulle tombe.A volte li ho visti lungo la strada.
Però da noi, vedo ad esempio che si tende appunto a indicare il 1914 come data d'inizio di questa "Grande guerra".

http://www.trentinograndeguerra.it/cont ... =74&area=5


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36490
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da babatriestina » sabato 8 settembre 2012, 12:36

perchè i cimiteri di guerra accolgono le spoglie dei morti in zona. I morti AU del 1914 saranno sepolti sui fronti est e sudest. Forse qualcuno sa dove possano essere i loro cimiteri. Il fronte qua è dal 1915 in poi.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da mandi_ » sabato 8 settembre 2012, 13:12

Se leggi bene il mio post l'avevo capito e scritto, o forse non mi sono spiegata bene io.
Intendevo riferirmi al fatto che la Croce nera austriaca, che si muove dappertutto anche oggi nelle zone dove hanno combattuto soldati AU,curando cimiteri di guerra insieme ai volontari locali, avrebbe per me il "dovere morale " di ricordare con una targa anche i defunti nel 1914.
Riguardando meglio il sito dei cimiteri AU in Trentino, noto che in certi cimiteri (vedi Levico o Vallarsa ecc) è stato fatto, in altri no.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36490
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da babatriestina » sabato 8 settembre 2012, 13:33

cioè dici che un cimitero di guerra non dovrebbe ricordare solo coloro che vi son sepolti, ma anche tutti gli altri che morirono nella medesima guerra?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da mandi_ » sabato 8 settembre 2012, 14:20

Beh, forse messa così forse non rispecchia bene la mia idea. Io ragiono così : bene o male i soldati avevano tutti un luogo di nascita.Nei cimiteri di guerra di città o paese ci dovrebbero stare delle targhe che ricordino almeno simbolicamente i defunti in guerra di quella zona anche rispetto all'anno 1914, morti come soldati AU o come soldati italiani o altro.
Altrimenti si ritorna al "sistema fascista" che costruì cimiteri monumentali con la scritta "1915 -1918".
Io ragiono sempre da questo punto di vista pratico : se mio nonno (e non parlo quindi del Medioevo)costretto ad andar soldato per l'AU, fosse morto in guerra nel 1914 (o nel 1915-16-17) non sarebbe stato citato tra i morti in guerra nei Sacrari Italiani.
Perciò provo grande rispetto per tutti i defunti in guerra, fedeli a Francesco Giuseppe, o ai Savoia, combattenti o disertori.
Sono moltissimi in Italia(e non solo) quelli che cercano notizie dei nonni o parenti in guerra.Ci sono vari sistemi e documenti per ritrovare tracce di questi defunti.Basta vardar, tra i tanti, nel sito "Cimetrincee" dove c'è anche Rawaruska. Ufficialmente c'è il sito "Onorcaduti" se no sbaglio..
Mi sono resa conto però che l'Austria attuale, magari generosa nella manutenzione dei cimiteri di guerra e in cerimonie commemorative , è piuttosto reticente nel fornire i dati ai parenti che richiedono informazioni.E si fa pagare bene, purtroppo, che vada bene o male la ricerca.
Forse sono andata un pò fuori tema...


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36490
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da babatriestina » sabato 8 settembre 2012, 14:37

esattamente, se il mio prozio Piero, invece di venir catturato dai Russi e ritornare in qualche modo a Trieste ( perchè io l'ho conosciuto da vecchio, ma non so come sia rientrato e non son riuscita a sapere alcuna notizia dal suo unico nipote restante) fosse morto là, lo avrebbero sepolto in qualche cimitero di guerra sul confine russo e il suo nome comparirebbe solo là. Tien conto che quei cimiteri con ogni probabilità hanno vissuto notevoli vicissitudini, io non saprei dover trovare un cenno a zio Piero. Ne parlava una volta Sergio Romano su Corriere delle sera, di qualcuno che cercava un cimitero della seconda guerra e si imbattè in uno della prima. In alternativa, come nei paesini, almeno in Veneto ne ho visti, c'era in centro la statua, spesso sormontata da un'aquila, con l'elenco dei compaesani "morti per la Patria nella prima guerra mondiale" e da noi sul Carso quelle con la stella rossa dei partigiani morti nella seconda guerra, dici che ci starebbe bene da queste parti uno simile per i morti del paese nella prima guerra, distinguendo o meno da quale parte? ma sai le dimensioni un una città più grande?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da mandi_ » sabato 8 settembre 2012, 15:13

Orpo , io non voglio dire cose esagerate...Parlo di una targa cumulativa con una semplice scritta "A ricordo dei morti in guerra 1914 - 18" Tutto qui. Guarda che l'Austria Ungheria era un impero precisino e aveva tutti i dati anagrafici dei suoi soldati e ne pubblicò anche la morte.Inoltre i parenti dei Caduti ebbero comunicazione ufficiale.
Comunque in Trentino chiunque può collaborare a un censimento morti Prima Guerra Mondiale. Basta scrivere una mail al Museo della Guerra, completando i dati che mancano e fornendo prove eventuali(anche foto). Ci sono anche ricercatori appassionati.
Ricordo che parlava anche Rawaruska di una ricerca triestina di questo genere.
Questo che riporto è un fac simile . E' stato fatto per più di 11.000 persone e la ricerca continua. Ho tolto i dati identificativi.






Cognome
M
Nome
N
Data di nascita
--/--/----
Luogo di nascita
Trento
Luogo di residenza
Trento
Stato civile
IGNOTO
Prole
IGNOTO
Data di morte
--/--/----
Note
DA MONUMENTO
Cause morte
IGNOTA
Condizioni morte
IGNOTA
Riconoscimenti
IGNOTO
Nazionalità
AU
Fonti
MONUMENTO nel cimitero di


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

AM
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 165
Iscritto il: giovedì 16 luglio 2009, 15:13

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AM » sabato 8 settembre 2012, 15:27

grazie anche a voi !


Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AdlerTS » sabato 8 settembre 2012, 22:03

AM ha scritto:grazie ancora,ma dalla stradina in cui si entra al cimitero,quanto tempo bisogna camminare piu o meno ?
Confermo che si può arrivare con l'auto fino all'ingresso.
Non è una bella strada ma si può fare.


Mal no far, paura no gaver.

AM
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 165
Iscritto il: giovedì 16 luglio 2009, 15:13

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da AM » domenica 9 settembre 2012, 8:37

Grazie ancora a tutti ! :clapping_213:


Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo

Avatar utente
macondo
notabile
notabile
Messaggi: 2661
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 18:54
Località: London, UK

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da macondo » domenica 9 settembre 2012, 9:34

mandi_ ha scritto:Beh, forse messa così forse non rispecchia bene la mia idea. Io ragiono così : bene o male i soldati avevano tutti un luogo di nascita.Nei cimiteri di guerra di città o paese ci dovrebbero stare delle targhe che ricordino almeno simbolicamente i defunti in guerra di quella zona anche rispetto all'anno 1914, morti come soldati AU o come soldati italiani o altro.
Altrimenti si ritorna al "sistema fascista" che costruì cimiteri monumentali con la scritta "1915 -1918".
Io ragiono sempre da questo punto di vista pratico : se mio nonno (e non parlo quindi del Medioevo)costretto ad andar soldato per l'AU, fosse morto in guerra nel 1914 (o nel 1915-16-17) non sarebbe stato citato tra i morti in guerra nei Sacrari Italiani.
Perciò provo grande rispetto per tutti i defunti in guerra, fedeli a Francesco Giuseppe, o ai Savoia, combattenti o disertori.
Sono moltissimi in Italia(e non solo) quelli che cercano notizie dei nonni o parenti in guerra.Ci sono vari sistemi e documenti per ritrovare tracce di questi defunti.Basta vardar, tra i tanti, nel sito "Cimetrincee" dove c'è anche Rawaruska. Ufficialmente c'è il sito "Onorcaduti" se no sbaglio..
Mi sono resa conto però che l'Austria attuale, magari generosa nella manutenzione dei cimiteri di guerra e in cerimonie commemorative , è piuttosto reticente nel fornire i dati ai parenti che richiedono informazioni.E si fa pagare bene, purtroppo, che vada bene o male la ricerca.
Forse sono andata un pò fuori tema...
C'e un articolo recente sul Piccolo dove Paolo Rumiz si pone le stesse domande.

http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/201 ... -1.5634849



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36490
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Cimiteri austroungarici dela prima guera

Messaggio da babatriestina » domenica 9 settembre 2012, 21:24

macondo ha scritto:
C'e un articolo recente sul Piccolo dove Paolo Rumiz si pone le stesse domande.

http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/201 ... -1.5634849
mi piacerebbe che il mio compagno di scuola Rumiz ci raccontasse anche dove avevano combattuto i suoi nonni e bisnonni ( se avevano combattuto in qualche guerra) tenuto conto che il nonno materno era il s e le mie informazioni sono giuste. Sua madre era indubbiamente la signora Silvana Pitacco.
Treccani
Pitacco, Giorgio. - Uomo politico (Pirano 1866 - Trieste 1945). Irredentista, deputato di Trieste al parlamento austriaco (1905-07 e 1909-14), nel 1915 riparò in Italia, dove si distinse per il suo acceso interventismo. Arruolatosi volontario, fu addetto ai servizî politici e svolse missioni in Francia, in Gran Bretagna e negli USA. Aderì poi al fascismo e fu fatto senatore (1923), sindaco (1922-28), poi podestà (1928-34) di Trieste.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Mitteleuropa Treffpunkt”