Carlotta e Miramare

Austria-Ungheria, K&K, "vecchie province" e ...
You can also write in English, as a new 'lingua franca'
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Rispondi
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Carlotta e Miramare

Messaggio da babatriestina » martedì 16 ottobre 2012, 22:18

Parliamo tanto di Massimiliano, ma poco si parla della figura altrettanto tragica di Carlotta
Qualcosa sulla sua nascita: era figlia delle seconde nozze di Leopoldo primo re del Belgio, ed aveva preso il nome della sua adorata prima moglie, Charlotte d'Inghilterra, erede al trono, morta di parto giovanissima. Così Carlotta era pure cugina della regina Vittoria attraverso i coburgo Gotha, sua madre era Maria Luisa d'Orléans figlia di Luigi Filippo re di Francia. Nulla di strano che, figlia di re, nipote di re, cugina di regina, poi sorella di re , guardasse un po' dall'alto la cognata Sissi, imperatrice ma nata duchessa "in " Baviera, un ramo secondario della casa reale dei Baviera. Il suo matrimonio con Massimiliano descritto d'amore, indubbiamente andava anche bene con l'unione di due membri di case reali cattoliche, visto che molte case regnanti erano ormai protestanti
Una loro foto da giovani, Massimiliano non h aancora la barba che nasconderà il mento sfuggente (wiki)
Immagine
Carlotta, anche perchè a Vienna poco passerà, riuscì ad andare d'accordo con la terribile suocera Sofia.
Probabilmente fu l'abdicazione di Luigi Filippo, morto in esilio in Inghilterra, che la convinse a insistere con Massimiliano perchè non abdicasse.

Al momento della crisi in Messico, quando Massimiliano venne abbandonato dal corpo di spedizione francese, 1867,Carlotta giunse in Europa, con un viaggio per mare in cui soffrì di nausee... l'incontro , forzato, con Napoleone III le tolse ogni speranza, e alla successiva visita a Roma al papa incominciò a dar segni di stranezza, rifiuto di mangiare e di bere, paura di esser avvelenata.. e venne portat ad Ancona da dove con una nave del Lloyd venne trasportata a Trieste a Miramar. Era presente il fratello Filippo del Belgio. Dopo un breve soggiorno al Castello, da cui tentava di fuggire, venne portata e rinchiusa nel Castelletto in una stanza che non aveva accesso all'uscita se non attraverso quella delle dame. Vennero diversi medici alienisti, uno belga, dottor Bolkens ed uno viennese dott Reidel, Nel frattempo si uccideva al Castello Amalia Stouger 33 anni nel giugno 67, non si sa se innamorata di Massimiliano e disperata per la sua sorte, si impiccò in una stanza del primo piano.
Immagine
ogni volta che passa dovanti al Castelletto pesno a quella povera donne rinchiusa dentro che tentava di scappare nel parco.
Francesco Giuseppe fece nominare un tutore nella persona di suo fratello Carlo Luigi ( il papà di Francesco ferdinando) e nel frattempo giunse pure la cognata Enrichetta regina dle Belgio per portarla in Belgio.
Qua compare pure una voce per cui Carlotta oltre che pazza era incinta e che partorì in Belgio un figlio, concepito con un generale francese, e che avrebbe dovuto essere il generale Weygand.
nel Castelletto si occuava di Carlotta il conte di Bombelles, che dovrebbe essere un discendente del Bombelles terzo marito di Maria Luisa, e pure parente di quello che educò Rodolfo: ci fu una penosa disputa davanti all'ingresso del Castelletto quando il conte di Bombelles volle impedire l'accesso alla regina Enrichetta.
Alla fine la lasciarono partire, con i suoi beni mobili ed i suoi gioielli, ma a condizione di lasciare tutti i suoi beni immobili nei domini asburgica alla Casa del marito: Miramar, Lacroma ( che lei aveva comprato e regalato a Massimiliano). E così si presero anche le maledizioni...
Carlotta in Belgio visse in due castelli fino al 1927, uno di essi fu sede di un incendio, lo stato alternava lucidità e pazzia.. Maria Josè nelle memorie racconta delle visite alla zia.. in un momento di lucidità le dissero della morte di Massimiliano.
e ricchezze e i gioielli di Carlotta vennero utilizzati dal fratello Leopoldo II per la gestione del Congo, e pare che non ne rimanesse molto..
un'immagine di Carlotta coi gioielli sempre wiki
Immagine

sull'origine della pazzia, al di là dello stress, non si hanno precedenti di pazzia nè nei Coburgo nè negli Orléans, alcuni attribuiscono la pazzia a strani funghi mangiati in Messico, magari nella speranza di aver e figli, ed ecco la spiegazione del Mi hanno avvelenata! ci si chiede anche come mai la coppia non abbia avuto figli, visto che pensavano di fondare una dinastia, anche se sembra che in messico avessero camere separate.. insomma, i misteri dei due sono ancora da risolvere, se si scopriranno mai


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Carlotta e Miramare

Messaggio da AdlerTS » lunedì 19 novembre 2012, 22:03

Qualche riga dal libro de Stefania del Belgio "Come non fui Imperatrice", MGS
[...]l'unione (con Massimiliano) non era il risultato di un accordo politico: i due giovani si amavano sinceramente [...] una donna d'aspetto così eccezzionale, straordinariamente colta, di carattere serio, risoluto [...] non andava d'accordo con la suocera [...]anche fra lei e la cognata (Sissi) esisteva un'avversione molto palese provocata da gelosia. [...]
Nel 1867 perse il senno e da quella demenza non doveva mai più destarsi [...] Ricordo però che negli intervalli di lucidità, appariva ancora la creatura grande che un tempo era stata.
Da notar che nel testo tutte le frasi citade attribuide a Carlotta xe riportade in francese.


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Carlotta e Miramare

Messaggio da babatriestina » martedì 20 novembre 2012, 5:18

AdlerTS ha scritto:Qualche riga dal libro de Stefania del Belgio "Come non fui Imperatrice", MGS

Da notar che nel testo tutte le frasi citade attribuide a Carlotta xe riportade in francese.
Go letto el libro, e ma par abastanza giuste le frasi, solo me meraviglia la frase che non l a andava d'accordo con la suocera, perchè in un per de altri libri che go letto, alcuni a casa e altri dela biblioteca del Carli, tuttora serada, invece se diseva che le andava perfettamente dacordo, anche perchè.. Carlotta a Vienna xe stada pochissimo! :-D :-D :-D

che le frasi de Carlotta sia in francese nel libro, gnente de strano visto che sia che ela che sua nipote Stefania iera belghe francofone.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Carlotta e Miramare

Messaggio da babatriestina » domenica 25 agosto 2013, 22:57

il ritratto di Carlotta imperatrice: fotografia. ad Arstetten
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36488
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Carlotta e Miramare

Messaggio da babatriestina » lunedì 18 agosto 2014, 18:19

Il suo ritratto a Miramare, con il costume lombardo, epoca del governatorato del marito
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Mitteleuropa Treffpunkt”