Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Cosa volemo per la cità  dei nostri fioi?
Proposte e discusioni su quel che i sta fazendo e quel che volesimo sia fato
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2002
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da Piereto » lunedì 12 novembre 2018, 14:31

No se pol, no se pol ,no se pol. Scale mobili che riva anche dentro la stazion, e bar sotterranei, e magari altri negozieti, ma cosa dise' semo a Trieste, no semo miga nel sottopasso dell'opera de Vienna. Dovemo sempre ricordarse che semo una picia città de provincia con troppi grilli per la testa.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4168
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da Ciancele » lunedì 12 novembre 2018, 19:52

Piereto ha scritto:
domenica 11 novembre 2018, 19:02
..... Nel frattempo i ga butà valanghe de ghiaia per coverzer una parte dei binari del ex scalo ferroviario merci de Barcola che serviva al riordino dei convogli uscenti dal porto vecio verso la stazion centrale, creando un posteggio. E logicamente :twisted: i ga coverto anche un binario che podeva servir per portar un tram almeno dal parcheggio dell'idroscalo molo quarto fin a Barcola passando per el porto vecio, oportunità che no ghe xe pasada per l'anticamera del zervel a quei de de palazzo cheba. Za gavemo un tram de opcina che no funzia, figurarse inaugurarar una altra linea de tram. :clapping_213: :clapping_213:
Caro Piereto, la tua proposta xe meno m.., de quel che pol creder qualchedun. Qua 'sta idea i la ga za 'vuda. Qualche ano fa iero a Amburgo e go girà pai depositi, specialmente de pevere e peveroni sechi. Quei pici. Masinadi o no. Come che se sa, el porto de Amburgo xe grando come quel de Muia o de Barcola. Forsi un poco de più. Bon, par 'ndar de un punto a l'altro go dovesto traversar el porto. Col tran. Dela stazion central a Barcola atraverso el porto vecio saria una roba interesante e no stroparia (intaserebbe?) el viale Miramare andove che pasa el 6. Certi binari xe stai coverti col catrame, ma in altri loghi, dove veramente i iera de intrigo (disturbavano), i li ga tirai via. El trafico xe più semplice e no te vien sbatù.
Certa gente del governo va a l'estero a vedere come fa i altri. I volaria copiar. Credo che l'unica roba che i fa xe sporchezi. Per questo vocabolo vedere nostro vocabolarieto. ;--D



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2002
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da Piereto » mercoledì 10 luglio 2019, 21:23

Non so se avete visto sul Piccolo di ieri il rendering, cioè la ricostruzione grafica di un progetto edilizio ,della cosiddetta riqualificazione della zona della stazione ferroviaria e in particolare di largo santos. Si parla anche di abbattere la sala tripcovich con i denari provenienti dalla vendita del palazzo Carciotti , e comunque ben prima della ristrutturazione del silos ferroviario di via Gioia ferma da molti anni. In una altra pagina del giornale c'erano altri rendering della sistemazione di piazza Sant' Antonio. Beh, salta agli occhi il completo dispregio del verde da parte degli architetti . Al massimo un due file di alberelli come soldatini. Non può mancare la sfera di Pomodoro !!! Personalmente per piazza Sant'Antonio sono a favore del mantenimento della fontana, ma anche del verde esistente con la sua attuale asimmetria e con la varietà di piante. Anche le palme stanno bene. Invece per largo santos una spianata di pietre con un lato occupato dal monumento a Sissi sfrattato dall'attuale localizzazione. Vedrei molto bene la realizzazione di una statua a Raffaello de banfield benefattore cittadino a ricordo della fu sala tripcovich , mah si spendono invece quattrini per una statua del vate che con Trieste ha avuto ben poco da fare e soprattutto da dare. :evil: :twisted: :clapping_213:



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » mercoledì 10 luglio 2019, 21:54

Per piazza sant'Antonio, di cui propongono la scelta...fra progetti scelti da loro, e non prevedono nemmeno l'idea di metterla a posto qual è, mi sta venendo un sospetto. che sia per prepararla, liscia, vuota, per ospitare i mercatini che piacciono tanto all'amministrazione e pure sembra anche ai cittadini.
per piazza Libertà, ripeto il mio concetto del delitto di abbattere la sala tripcovich, apprezzo la proposta di una statua al Maestro- barone Raffaello, un vero signore benefattore della città.
Quando sarà passata l'epoca, temo che questi verranno ricordati peggio del sindaco Salem dell "piccone risanatore".


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » martedì 23 luglio 2019, 7:09

eco quel che scriveva un per de anni fa la sorella Maria Luisa de Banfield
Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » mercoledì 31 luglio 2019, 20:26

ecove le foto de ogi xe tutoun remitur ma fotografar co xe in lavor ferma i ricordi:
subito fora de porto vecio
Immagine

queste xe le famose porte del porto Vecio che i vol "render visibili"
Immagine
per icniso le siara stade visibili anch eprima se no i gavessi doprado el piazzal a parcheggio de bus. Adesso i bus- e anche machien- parcheggia nela zona sdemanializzada
questo xe fra el Silos e la Tripcovich
a sinistra tre corsie de macchine, a destra due per bus. una immensa rotatoria intornoa la tripcovich per adesso
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » mercoledì 31 luglio 2019, 20:28

el fianco del aTripcovich dol muro de cemento ceh i disi vallo adriatico
Immagine

Immagine
fr ala Tripcovich e el muro dleporto 8 demanial) una serie de corsie e de parcheggi pe rmoto, paressi.. no una piazza. Se vedi anche quel piastrelle cinesi..impilade
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » mercoledì 31 luglio 2019, 20:32

resta la Tripcovich che a mi no me par per gnente bruta
Immagine

Immagine
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » mercoledì 31 luglio 2019, 20:33

e per chi ch eno l aga mai vista dentro, un per de foto trpvade in giro in rede
Immagine

Immagine

e una lettera de protesta ( una fra le tante)
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7374
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da sono piccolo ma crescero » venerdì 2 agosto 2019, 6:27

Cambiade le fermate dei autobus in sta piaza. Penso posi far piazer gaver i novi capilinea (in maron) e le fermate (in blu) soto man.

Immagine

Per inciso, proprio un de Trieste Trasporti (quela volta se ciamava ACT) me gaveva fato notar che el plurale de capolinea xe capilinea: capostazion -> capistazion, capobramco -> capibranco, capotreno -> capitreno, ... Nela figura, invece, i ga sbaglià, i li ciama capolinea anche al plural :no1:


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » venerdì 2 agosto 2019, 7:10

Xe una roba provisoria, comunque. Questa piantina fa veder diverse robe, comunque:
la forma de quei che iera i due giardineti dela piazza. quel de destra xe al suo posto, quel de sinistra xe taiado in pieno dalla diagonale (xe za corso Cavour?), per quei che volessi rifar la piazza come una volta e spostar Sissi 2 perché no xe propio le posti giusto che la iera".
I sensi unici ( resterà cussì?) trasforma la piazza in un a grandiosa rotatoria in senso antiorario ( guardando del alto) in giro de un rettangolo per i bus e de trapezio per le machine, me par.
Sa che mi la forma plural nei capilinea me sona mal? xe logico, ma no so quanto sia corretto e difatti https://www.dizionario-italiano.it/ling ... hp?art=169
Ecco un altro caso in cui un povero cristo – consultando più vocabolari – non sa come comportarsi per non sbagliare in quanto i pareri sono discordi. Sto parlando del plurale di capolinea. Per il De Mauro in linea il sostantivo è ermafrodito e tassativamente invariato: il/la capolinea, i/le capolinea. Il Treccani in linea lo considera esclusivamente maschile e si può pluralizzare in capilinea. Sulla stessa lunghezza d’onda il Dop , il Devoto-Oli 2006/2007 e Sapere.it (i capolinea o i capilinea). Per il Gabrielli e la Garzantilinguistica il sostantivo è maschile e si pluralizza normalmente (capilinea).
Interessante questo, che ne spiega una logica, non per nulla è della Crusca
Vanno registrati a parte i nomi composti con capo- (capobanda, capolavoro, ecc.). Capo- può designare a) colui che è a capo di qualcosa (= 'x è a capo di y'), come capostazione ('il capo della stazione'), ecc.; b) colui che è a capo di qualcuno (= 'x è capo tra tanti x), come capoimpiegato ('il capo degli impiegati'), ecc.; c) ciò che si segnala tra altri oggetti omogenei come 'preminente', 'eccellente' (= 'un capo x): ad esempio capolavoro ('un lavoro, un'opera d'arte di prim'ordine'), ecc. Distinguiamo dunque tre gruppi:
a) Nel tipo 'x è il capo di y' il secondo nome ha la funzione di determinatore : i due membri non formano un blocco unico e il segnale del plurale si aggiunge al primo: il capogruppo > i capigruppo, il capostazione > i capistazione, ecc.
b) Nel tipo 'x è capo tra tanti x' capo è in funzione appositiva rispetto al secondo nome; il composto viene percepito come un'unica parola e il segnale del plurale di aggiunge al secondo membro: il capocuoco > i capocuochi, il caporedattore > i caporedattori, ecc. Rimane invece sempre invariato il costituente capo- nel plurale dei nomi femminili, sia nel tipo la caporeparto > le caporeparto, la caposala > le caposala, sia nel tipo la capoimpiegata > le capoimpiegate, la caporedattrice > le caporedattrici.
c) Anche nel tipo 'un capo-x', affine al precedente, il costituente capo- ha funzione appositiva e il plurale si forma modificando il secondo membro del composto: il capoluogo > i capoluoghi, il capolavoro > i capolavori.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2002
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da Piereto » venerdì 13 dicembre 2019, 13:22

Oggi una bella notizia. Il ministero dei beni culturali ha bloccato la demolizione della sala Tripcovich. La sovrintendenza aveva invece dato parere favorevole. Il sindaco Di piazza si è detto dispiaciuto e certamente impugnerà il provvedimento perché a suo dire la sistemazione della piazza della stazione e del largo Santos , abbattuta la sala ,sarebbe diventata una delle più belle piazze di Trieste. Sarà.....come fa ad essere una bella piazza con un lato occupato dal muro.....del pianto per la perdita dell'ex porto vecchio? Bella perché si sfratta la statua di Elisabetta da una posizione centrale e si mette a ridosso del muro del porto ? E dire che la fondazione Verdi che aveva la gestione della sala la ha girata al comune. Il quale poverino non ha un milione e mezzo di euro per rimetterla sposto, ma spende milioni per riqualificare la piazza , fare rotonde non richieste etc. Il comune faccia il comune, cioè il bene di tutti. Metta dei prezzi popolari per il noleggio della sala, costruisca una zona nuovi camerini al posto del posteggio dei motocicli lato facciata a mare della sala. Le vantate sale congressi al magazzino in ristrutturazione in porto per Esof verranno gestite da Trieste terminal, e certamente non sono adatte ad ospitare spettacoli.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » venerdì 13 dicembre 2019, 13:54

concordo in pieno.
Oggi leggo che il sindaco è così arrabbiato che ha minacciato le dimissioni.
Ho come l'impressione che in realtà ne abbiano fatto solo una questione di puntiglio.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2002
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da Piereto » domenica 15 dicembre 2019, 14:44

Vedo che sta montando la polemica. Adesso i 5 stelline parla de danno erariale perché co xe stada la permuta tra sala tripcovich e magazin in zona noghere el patrimonio della fondazion Verdi xe aumentado, cioè no iera una permuta alla pari. Premesso che i soldi che el ministero da ai enti lirici i xe anche in relazion allo stato patrimoniale. Più grande xe el patrimonio più schei te ciapi. Quindi se uno da dei soldi al Verdi ben venga. Un magazin pol anche valer più de un teatro.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2002
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da Piereto » lunedì 23 dicembre 2019, 9:12

Leggo che su Trieste Prima è stato svolto un referendum via facebook, chiedendo ai lettori della testata se era il caso di lasciare in piedi o di abbattere il tripcovich e la risposta a maggioranza è stata per l'abbattimento. Se si leggono i commenti dei pro demolizione si comprende come essi siano persone che non hanno mai messo piede in un teatro. E questi ultimi poi sono colpiti dalla esteriorità dell'edificio. Alcuni commenti poi riguardano anche la zona del silos. Ora idue storici edifici erano dei grandi magazzini originari del primo porto di Trieste ante porto vecchio. Sono attualmente edifici appartenenti all ente ferroviario escludendo il parking. C'erano dei progetti per utilizzarli per un altro albergo e un maxi market e tolto il tetto ora sono in sommo degrado. Perchè allora non riutilizzarli ai fini ferroviari? Trieste può diventare un terminal per il traffico automobili su rotaia. I convogli entrano nel silos e le auto salgono e scendono sulle bisarche. Poi raggiungono il vicino molo IV e salgono sulla nave traghetto. Un sogno...... Una altra opportunità che nessuno raccoglierà.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36666
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Piazza Libertà, vulgo Piazza Stazion

Messaggio da babatriestina » lunedì 23 dicembre 2019, 11:57

Valo lo stesso per commenti sul quotidiano locale ed in rete. In particolare contrari sono tre "big" due architetti, il Barocchi e Antonella Caroli Palladini, sostenitrice della conservazione intergale -a suo tempo- de porto vecchio. e i prof Crivelli, inglesista: le loro argomentazioni non sfiorano nemmeno il fatto che sia un teatro, ma si limitano a considerarlo un ingombro visivo per quello che loro considerano il panorama da evidenziare, ossia il vecchio muro del porto, opera di Zaninovich. che lo si veda ugualmente, con le 4 corsie automobilistiche, è considerato ininfluente: delenda Carthago. Il tutto in quanto ritengono che ciò che venne fatto prima, all'inizio del Novecento, è di maggior valore di quanto venne fatto dopo, nel Bieco ventennio e ad opera di un mecenate locale, totalmente dimenticato e- per me- con una ingratitudine moralmente condannabile.
In pratica poi, le argomentazioni dei tanti sono esattamente in contraddizione:
1 chi dice un orrendo capannone industriale ( io allora faccio vedere l'aspetto esterno- da container- del nuovo Palacongressi in porto Vecchio) che non merita di essere conservato
2 chi dice fosse rimasto stazione corriere, ma lo hanno rovinato facendoci il teatro!

In genere i nostri amministratori hanno scarsa considerazioni dei teatri, dall'abbattimento negli anni 60 del Teatro Nuovo di via Giustiniano, all'abbandono dell'Auditorium della Questura, alla rovina dopo i due incendi del Filodrammatico. Sostengono che di teatri in città ce ne siano a iosa.
Io sono invece colpita dall'ingratitudine verso un mecenate come dall'ottocento non se ne vedevano più, e invece ho il sospetto che questo sia non so perché un motivo in più secondo loro per eliminarlo..

io ho l'impressione che la scelta sia ideologica: fermiamo tutto al 1918 e quel che è arrivato dopo va eliminato. Solo che non possiamo ricreare il 1918 per tanti motivi e loro stessi, cambiando il Porto Vecchio, lo sanno benissimo. Tanto vero che il Porto lo cambiano affiancando agli storici edifici il nuovo palazzo dei congressi, di cui vi ho messo le foto..
Notare che invece il muretto e il retro del monumento all'esodo lo dimenticano..
Immagine


per di più non possono tornare indietro con l macchina del tempo, perché il giardinetto verso il mare che vorrebbero ricreare è stato tagliato in diagonale da una delle strade a 4 corsie che fa parte della loro immensa rotatoria
Immagine

Rimane il Silos:
utilizzato solo nel primo tratto, rudere tipo rovina di abbazia medievale nella parte centrale , sede di clandestini indesiderati, e oggetti di migliaia di progetti - ricordo un teatro, un Hilton- che non sono mai stati nemmeno progettati seriamente.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Trieste, el futuro”