Una città vivibile

Cosa volemo per la cità  dei nostri fioi?
Proposte e discusioni su quel che i sta fazendo e quel che volesimo sia fato
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37343
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Una città vivibile

Messaggio da babatriestina »

Ciancele ha scritto:Baba Triestina, ti che te va sempre in piaza Cornelia Romana te dovaria spiegarme una roba. Cosa te piasi in piaza Cornelia Romana?
Ma forsi son uscito un po’ dal tema di Città vivibile. Quello che tu vorresti, e certamente tantissimi altri vorrebbero, è un sogno, irrealizzabile. Se il Corso diventa zona pedonale, come fanno i veicoli ad andare in piazza Goldoni?
1 mi passo assai de raro in piazza Cornelia Romana perchè la xe propio fora dela mia strada. Ma se devo pensar a qualcossa che xe saltado fora coi colori, e anche assai vivi, xe i girasoi liberty ( per quei che ghe piasi el Liberty) che prima no se li notava e che là s e li vedi propio ben. le margherite liberty in alto del Aquedotto, che nissun le pitura, no le nota nissun.
2 mi go citado un articolo che xe francese e che xe pensado per città francesi, tedesche anche : me domando e ve domando cossa che podessi vegnir aplicado qua de noi. E no dimentichemo che come che go dito sora xe roba de 40 anni fa
3 Ogni tanto vien fora qualchedun col idea del corso pedonal, per mi come che te disi ti xe impossibile. Ma se pol pedonalizzar altre strade, forsi, E po mi me piaseria che pedonalizzar sia pedonalizzar, no un mix mezo pedonalizado, ma le machine passa istesso... come i lati del canal, che per fotografar el solito ponte l'altro giorno un in machina me vardava de bruto che no me spostavo per lassarlo passar..
4 Piazza della Borsa non è chiusa al traffico del tutto: le macchine passano dalle Rive a lato della Borsa per raggiungere il Corso. So dove passare a piedi per non aspettare il semaforo. E via Mazzini è un nè carne nè pesce, proibito alle macchine private ma percorso da bus e quindi non libero per i pedoni, i cui attraversamenti sono tuttora regolati da semafori . Fa conto comunque che non è pedonale nemmeno tutta città vecchia che uno cammina per piazzetta san Cipriano o via della Cattedrale o via del Castello e rischia di trovarsi una macchina ( che cerca posteggio); per fortuna la pavimentazione li obbliga ad andar piano. Anche là sarebbe bello pedonalizzare tranne che per i residenti, ma sembra che trovi forte opposizione.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37343
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Una città vivibile

Messaggio da babatriestina »

Punto 33 Anche il suolo è una decorazione

Linea bianca, poi colorata, poi bianca.. l'occhio segue il motivo sul suolo. Si cammina facilmente. i bambini saltano di lastra in lastra. Non è un lusso: il marciapiede costituisce un mezzo di trasporto pubblico che deve essere curato con altrettanta cura e mezzi finanziari degli altri. ( il corsivo è mio). Ma per non romperlo quattro volte all'anno per i diversi servizi pubblici, acqua, gas, telefono, riscaldamento,, occorre una canalizzazione organizzata.

Punto 34 Le statue animano la città
Ai piedi del Davide di Michelangelo a Firenze, sotto la statua di Leopoldo in Piazza della Borsa ( questo l'ho aggiunto io!).. ci si dà volentieri appuntamento. le state non servono solo epr questo, formano l'aspetto della città come l'architettura , pur di non esagerare. la statuaria monumentale è fatta per esser vista all'aria aperta, per strada: metterle in museo per salvaguardarle può servire solo in attesa di trattamenti che le proteggano dall'inquinamento. Come le statue, le fontane costituiscono punti di riferimento a cui si aggiunge l'elemento decorativo e vivo, liquido. E' indispensabile che l'acqua vi scorra in abbondanza. una fontana a secco, come un monumento abbandonato e inutile, si trasforma rapidamente in una discarica

Punto 35 a ciascuno il suo angoletto di natura

L a natura a casa: il sogno di tanti cittadini che tentano di realizzarlo coi vasi sulle finestre.Ma se ci sono tanti balconi, ognuno potrebbe diventare un giardinetto sospeso, anche per la gioia dei passanti di strada

Punto 36 le gioie dell'acqua

Un giro in barca, un bagno, mezz'ora dopo finito il lavoro: il sogno di tanti cittadini, raramente realizzato. Per chi non ne ha, laghi artificiali in zone abbandonate dovrebbero essere gestiti per lo svago. Non come terreni da costruzione o autostrade in potenza

Punto 37 Alt all'inquinamento

Non basta pulire le città o curare i polmoni rovinati degli abitanti: Bisogna fare lotta accanita all'inquinamento: automobili, riscaldamento, fabbriche. tassare gli inquinatori va bene, ma metterli in condizione di non inquinare, è meglio. E sempre meglio che penalizzare gli inquinati impedendo loro di far bagno, di bere acqua, di mangiar frutti e se continua anche di respirare


Punto 38 Muri-quadri

Muri grigi uniformi possono trasformarsi con decorazioni,a volte ingenue. Pur di non diventar un miscuglio aggressivo, un po' di colore dà aria di festa alla città

Punto 39 le feste mobilitano la popolazione

feste popolari, balli, carnevali, fiere.. a cui ciascuno si mescola senza discriminazioni, portano una gioia sana. occorre ritrovare il senso della festa collettiva e la strada una sua funzione ludica


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10948
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: Una città vivibile

Messaggio da Nona Picia »

Punto 39: le feste..... e vallo dire al sindaco e ai negozianti......


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37343
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Una città vivibile

Messaggio da babatriestina »

Nona Picia ha scritto:Punto 39: le feste..... e vallo dire al sindaco e ai negozianti......
pensa ai fuochi per Capodanno e Ferragosto, alla sfilata di carnevale..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10948
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: Una città vivibile

Messaggio da Nona Picia »

babatriestina ha scritto: pensa ai fuochi per Capodanno e Ferragosto, alla sfilata di carnevale..
Sono le poche concesse....ma se pensiamo alle fiere....e ai mercatini....


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Una città vivibile

Messaggio da AdlerTS »

Non so se gavé mai notado al parcheggio del Montedoro questo cartel: :-D

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7524
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Una città vivibile

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

A montedoro no li go notai, ma li go visti nel parcheggio del novo coop che i ga fato a Duin (ex bar bianco).

Me par bel, bisogna veder se i vegnerà rispettai... forsi i doveria meterghe tacada una machineta ... per far el test de gravidanza ;-) :-D :-D


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
Zigolo
distinto
distinto
Messaggi: 1072
Iscritto il: lun 31 mar 2008, 23:22
Località: Trebiciano

Re: Una città vivibile

Messaggio da Zigolo »

sono piccolo ma crescero ha scritto: Me par bel, bisogna veder se i vegnerà rispettai... forsi i doveria meterghe tacada una machineta ... per far el test de gravidanza ;-) :-D :-D
Giusto! Cussì no le pol imbroiar.

Opure come quela in autobus:
"Per favor, la me podarìa lassar el posto. La sa, son in stato interessante."
"La me scusi signora - fa el mato alzandose - no gavevo notado. E de quanto tempo?"
"Oh, de solo meza ora, ma son cussì stanca!"
:lol:



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Una città vivibile

Messaggio da AdlerTS »

Come disi el cartel, non xe un obbligo, ma una gentilezza....


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37343
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Una città vivibile

Messaggio da babatriestina »

Ultimi punti:
Punto 40 piccoli mestieri fanno colore locale

comprare un cartoccio di caldarroste o di patatine fritte, mercanteggiare ad un mercatino di robivecchi, ascoltare un musicista di strada: piccoli piaceri che rendono vivibikli alcuni quartieri. Non bisogna farli saprire, al massimo regolamentarli

Punto 41 Viva gli animali

in certe città, nei parchi, ci sono anatre, scoiattoli... che portano un po' di umanità in città

Punto 42
Luoghi di incontro
Una casa delle culture, va bene, ma è la città stessa che deve essere un ambiente culturale. Occorrono piazze, viali alberati, spazi al coperto: vecchi mercati, scuole inutilizzate.. da lasciare ai cittadini per una partita di bocce , uno spettacolo teatrale o semplicemente incontrarsi

Punto 43
Avventura per i bambini
altalene, scivoli, ma anche una vecchia carrozza ferroviaria sono posti che consentono ai bambini di giocare usando la loro immaginazione. Ovviamente tenuti d'occhio

Punto 44 Arte in strada
Un'esposizione di scultura in piazza è come un mercatino: si va senza riguardi, si commenta, è gratis..

Punto 45 la popolazione deve partecipare

Ci sono in diverse città le associazioni di quartiere, che collaborano ufficialmente o ufficiosamente col Comune. Ogni volta che si fanno grandi lavori di restauro o modifica, bisognerebbe consultarli. Insufficienti ma utili: i pannelli per le contestazioni e proteste, e dovrebbero risparmiare i graffiti sui muri

Punto 46 All'armi, cittadini!

La vigilanza della popolazione è importante. Tagli indiscriminati, impalcature sospette, possono essere segnalate e discusse. le manifestazioni dei ciclisti chiedono meno automobili. Bisogna pure segnalare velocemente ai mezzi di comunicazione, stampa, tv locali ogni volta che si vede commettere un'aggressione contro la città e la sua qualità della vita.


Ben bon, mi ve go più o meno riassunto tutto ( finissi qua el articolo), tante robe me ga fato pensar de noi. El punto 41.. una volta in giardin pubblico coss che iera, i cigni, se incontrava anare, po xe stado el periodo dei gallie galline, i fioluzzi come mati co le galline caminava coi pulisini drio.. ma i ga fato cavar tuto,c he i gali disturbava che sporcava..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10948
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: Una città vivibile

Messaggio da Nona Picia »

una volta in giardin pubblico coss che iera, i cigni, se incontrava anare, po xe stado el periodo dei gallie galline, i fioluzzi come mati co le galline caminava coi pulisini drio.. ma i ga fato cavar tuto,c he i gali disturbava che sporcava..

Eco, te vedi....xe sta frase che me fa pensar che certe robe de noi xe solo sogni e tali i resterà......


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2143
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Una città vivibile

Messaggio da Piereto »

Mi penso che una cità xe vivibile solo se esisti armonia. Me spiego meio. Ghe devi eser un poco de tuto. Va ben la zona pedonale, ma te devi aver anche i auti. Acanto a la casa liberty ghe devi eser la costruzion in vetro cemento. Xe l'amalgama de robe diverse che rendi la vita interessante, altrimenti se cori el riscio de vivere in una sala de museo, bela si, ma a la fine poco stimolante. El fato de impor un solo color o una sua gradazion a le faciate de le case in tante aree cittadine come che vol la sovrintendenza, o le pensiline dei bus tute uguali, o le verande dei negozi tutte uguali, crea monotonia. No i te laseria mai piturar una faciata nera a balini bianchi, e inveze mi credo che i contrasti xe necessari perchè el cusì dito pugno in tel stomigo te fa aprezar el bel. Trieste xe interessante proprio perchè ghe xe, o ghe iera i contrasti, le forti diversità. Cilion, bosco, mar, vie senza alberi, stradine strete medievali, vie larghe, un giardin oasi de verde, una sola grande piaza. In poco spazio iera concentrade tante attività diverse. Ogi mi vedo che i rioni xe più simili al centro o viceversa Quel che stava in centro xe sta portà in periferia, e el centro sta diventando una zona residenziale. Le poche attività artigianali e le fabriche rimaste xe tute fora man, trane la feriera, ma la , xe le case che xe stade costruide tacade e dopo e tuto intorno. O forsi me sbaglio?



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2143
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Una città vivibile

Messaggio da Piereto »

Torna l'estate e el comitato de chi che và in bici vol aumentar le piste ciclabili, perché i se ritien i veri padroni de la strada e i paladini de la mobilità sostenibile e ecologica. La scusa sto ano xe el coronavirus, anzi i spera che no ritorni la normalità, perché ogi pochi ciol el bus, ai veci i ghe ga' messo tanta paura che noi se movi più, e i unici che rompi xe ancora e sempre i auti. Sti ciclisti no ga' capido che Trieste xe in bigolo serado da coline con poco spazio pianegiante. Le bici ogi le xe anche a pedalata assistita, ma per riva te fadighi sempre. Esisti anche le moto elettriche e anche quei de la terza età podesi comprarle. El discorso se inveze un altro. L'auto xe conveniente se te ga' in postegio dove lasarla co te rivi dove che te ga' de andar, e in genere te fa prima e te son protetto da le intemperie; l'autobus te lo ciol se el te porta nelle immediate vicinanze de dove che te devi andar. La bici te la dopri per diporto e se no ta ga' furia e po' anche ela ga' bisogno de un postegio e xe meio che la gabi un percorso a ela dedicado. I ga' fato tante zone pedonali che xe per chi camina e no per bici e monopattini, altrimenti diventa un risciò caminar. Ma loro insisti e adeso i vol portarghe via una corsia ai auti.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37343
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Una città vivibile

Messaggio da babatriestina »

veramente la bici per diporto xe quel che fa i triestini., che se la porta drio in machina, Se fussi veramente piste senz a machine, mi saria la prima a girar per cità in bici. No tuti sta fora centro in colina col parchegio soto casa e po pretendi de gaverlo in c entro. Mi xe decenni che pur gavendo machina no la dopro per andar in giro in cità se no co go de spostar roba ingombrannte. Esisti i me disi bici eletriche che risolvessi i problemi dele salite, I patidi dela bici xe giovini, dela machina xe i veci col capel. In efetti nele cità grandi, che sia Viena, parigi, strasburgo.. i strenzi le corsie e i fa corsie per bici dove che no i ga cavado del tuto le auto. Mi me ricordo comunque de gaver leto in un testo dela biblioteca scientifica che a la fin fine la bici d e tuti i mezzi de trasporto xe quela che la la meo eficienza energetica o qualcossa de simile. perchè ricordemose che el petrolio inquina, el diesel inquina ele letricità se otien dele centrali... e la bici dopra solo le calorie che perdemo pedalando..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2143
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Una città vivibile

Messaggio da Piereto »

Esato. Bici auti e bus e metro xe i mezzi che ne aiuta nei spostamenti, e tuti sta in equilibrio e podemo ancora sceglier come spostarse. Forsi ogi xe tropi auti, ma domani sarà troppe bici.



Torna a “Trieste, el futuro”