Trieste e la scienza

Cosa volemo per la cità  dei nostri fioi?
Proposte e discusioni su quel che i sta fazendo e quel che volesimo sia fato
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da sum culex »

Xè vero! Quel filmato lo go visto anche mi,
ciao
sum culex



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da AdlerTS »

Agenzia AGI
Un altro importante tassello e' stato aggiunto alla complessa mappa del funzionamento della proteina p53, fondamentale barriera antitumorale, grazie alla scoperta di nuove interazioni: in particolare quella con una proteina che, se inibita, scatena l'attivazione della p53 e quindi blocca la proliferazione cellulare.E' il risultato di un lavoro condotto da un gruppo di ricercatori del Laboratorio Nazionale del Consorzio Interuniversitario per le Biotecnologie (LNCIB) e dell'Universita' degli Studi di Trieste e pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

articolo completo


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

dall'agenzia :
Nasce a Trieste la Silicon Valley europea, accordo tra Area Science Park e Mib

Trieste, 22 apr. (Adnkronos) - Nasce a Trieste una nuova Silicon Valley. Area Science Park e Mib School of Management hanno firmato un accordo per trasferire al sistema imprenditoriale innovazione e tecnologia avanzata e favorire lo sviluppo di un nuovo modello di impresa.

Si tratta di un modello di collaborazione e interazione tra ricerca scientifica e know-how manageriale e imprenditoriale, tra un Ente pubblico tra i piu' prestigiosi a livello europeo e una Scuola di Management di prestigio internazionale collegata con il sistema delle imprese.

L'accordo, firmato a Trieste dal presidente di Area, Giancarlo Michellone, e dal presidente del Mib Enrico Cucchiani, verra' attuato attraverso la realizzazione di iniziative specifiche che saranno disciplinate da accordi attuativi annuali o pluriennali.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7491
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Chiudi l'Osservatorio Geofisico Sperimentale, con la sua nave oceanografica, il suo pendolo dentro alla grotta Gigante, con i suoi ricercaori giovani, che perderanno il posto, e vecchi che verranno sistemati altrove.

Come scrive, talvolta, Adler nei suoi necrologi, ...RIP, requierscat in pace. Amen e così sia.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »



"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

Alcune immagini della manifestazione di stamattina. ore 11 Piazza Unità, davanti alla Prefettura.
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7491
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

E questo http://www.ogs.trieste.it/ xe el sito a lutto.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
Golfoblu
citadin
citadin
Messaggi: 502
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 1:28
Località: Tropico di Capricorno

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da Golfoblu »

Prendiamo come esempio, due personaggi contrastanti ( facciamo finta ).....

Soluzioni possibili:

1- Giuseppe Grillo, vive ( e bene ) con un reddito netto mensile di 5.000,00 Euro al mese, dona all' OGS 4.212.591 Euro.
Silvio Berlusconi, vive ( molto bene ) con un reddito netto mensile di 10.000,00 Euro al mese, dona all'OGS 27.913.122,00 Euro.

2 - Nel caso in cui, i due personaggi, non avessero tanto altruismo, Camera e Senato, con una manovra epocale, al di sopra di ogni interesse, danno immediata attuazione a un decreto legge, elaborato internamente, seguendo il 1º esempio.


Ogni luogo è Patria mia, perchè da ogni luogo posso vedere il cielo - Seneca.

Alla scienza unisci la carità, e la scienza ti sarà utile, non da sola, ma a motivo della carità.

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7491
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

In questo thread, qua

https://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic ... 9&start=21

el 12 luglio 2007 Adler prlava de modalità de voto eletronico che i vol introdur nel Friuli Venezia Giulia.
AdlerTS ha scritto:Xe stado approvado (a favore ga votato Ds, Margherita, Cittadini, Prc-Sinistra europea; astenudi Fi, Ln, Udc e Intesa per la Regione. Nessun voto contrario) el disegno de legge dell’esecutivo sullo svolgimento dei referendum consultivi in materia di circoscrizioni comunali con il voto e lo scrutinio elettronico. El voto cioe’ con el “touch screen”, tocando con un dedo el schermo che riprodusi la scheda elettorale.
El progetto xe de render el voto elettronico l’unica modalita’ legale de voto in FVG
Ieri a Monfalcon i ghe ga domandà a Richard Stallman la sua opinion sul voto eletronico e i ghe ga sugerì (no iero mi ve asicuro :-D ) la mia proposta. El ga dito che no va ben el voto eletronico, gnanche con l'open source che a lui ghe piasi tanto, punto e basta, perché no se sa se qualchedun no futizi el programa all'ultimo momento.

Quindi, se mai se dovesi parlar de novo de voto eletronico, forsi fazesimo ben a dir no, in tuti i modi che gavemo...


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da AdlerTS »

da galileonet.it
Una proteina mutata, p53, e un enzima, Pin1: un’accoppiata micidiale che rende i tumori della mammella particolarmente pericolosi. A individuarla è stato un team internazionale coordinato da Giuliano Del Sal, docente di Biologia cellulare dell’Università di Trieste e responsabile dell’Unità di oncologia molecolare del Laboratorio nazionale CIB di Trieste. Una scoperta importante, che servirà a predire l’esito della malattia e a prevedere la risposta delle pazienti ai trattamenti, fornendo un aiuto concreto nella lotta a questa forma di tumore che ogni anno uccide un milione di donne nel mondo.
l'articolo intero è qua


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

In settembre ci sarà il Trieste Next, Salone Europeo dell’Innovazione e della Ricerca Scientifica, 28-30 settembre
http://www.triestenext.it/
con particolare attenzione allo spreco alimentare, da quel che leggo
dal sito:
PERCHÉ UN SALONE DELL’INNOVAZIONE A TRIESTE?
Trieste ha i “numeri” da capitale internazionale della scienza e dell’innovazione: 2 università, più di 30 istituti di ricerca, un’altissima percentuale di ricercatori (oltre 35 ogni 1.000 occupati contro una media europea di 5,7, americana di 8,1 e giapponese di 9,1). Una vocazione riconosciuta nel resto del mondo - dove il nome di Trieste è già associato a una “città della scienza” - da valorizzare nella candidatura di Venezia Nordest Capitale europea della Cultura 2019.
Grazie anche alla posizione strategica al centro dell’Euroregione e “frontiera” tra vecchia e nuova Europa, Trieste guarda alle sue realtà scientifiche per diventare un polo di eccellenza globale, in un rapporto sempre più stretto con le imprese.

mi piacerebbe capire quali sono le due università..

a proposito di scienza qualcuno che ne sa più di me ci parla della SISSA ?
dell Istituto di fisica teorica? del Centro di fisica Abdus Salam? http://www.ictp.it/
un elenco di istituzioni scientifiche triestine qua http://www.sciencesystemfvg.it/index.ph ... agonista=1


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7491
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Googlando (Googlando, gerundio presente del verbo intransitivo Googlare, prima coniugazione, regolare; vuole l'ausiliare avere), googlando, disevo, son finì su questa pagina

http://nettuno.ogs.trieste.it/jungo/storia/

dela storia dell'osservatorio geofisico sperimentale de Trieste (e de sbris de altri istituti scientifici: osservatorio astronomico , istituto talassografico , ecc.)

Consiglio la lettura per imparar qualcosa de novo.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da AdlerTS »



Mal no far, paura no gaver.

Nini Naridola
distinto
distinto
Messaggi: 1496
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 17:32

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da Nini Naridola »

No posso non andar a darghe una man ai veci coleghi!



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto:Una vocazione riconosciuta nel resto del mondo - dove il nome di Trieste è già associato a una “città della scienza” - da valorizzare nella candidatura di Venezia Nordest Capitale europea della Cultura 2019.
a proposito della Capitale europea della cultura: bocciata la candidatura perchè si doveva presentare una città, non una regione.
Un articolo critico
http://bora.la/2013/11/18/vedi-venezia-e-poi-muori/


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

Una foto col tele a Basovizza verso el Sincrotrone
Immagine
Voleria ricordarme, doverò rilegger un per de libri al riguardo, le polemiche sul primo sincrotrone anni 60 che no xe stado assegnato a Trieste, i mugugni de allora; e po inveze i mugugni per questo, quando che inveze el xe stado assegnado, da parte dei ambientalisti


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

vedo rilanciata un'intervista a Bora.la di Rumiz al prof Budinich

ve la linko
http://bora.la/2009/02/27/rumiz-intervi ... in-grande/
e riporto la parte relativa a Trieste
Ma come nacque il centro di fisica?

«Da un’incredibile serie di coincidenze, dietro alle quali c’era però una volontà politica a favore di Trieste, e anche la nostra capacità di sognare. Successe che Diego de Castro rappresentava l’Italia nel Governo Militare Alleato e ci disse: ragazzi, dovete fare di Trieste la prima università d’Italia. A quel punto chiamai i miei colleghi di Goettingen, e scattò il cortocircuito giusto».

Racconti.

«Sapemmo che c’era il grande Abdus Salam a Ginevra, lo invitammo al castelletto di Miramare e lui s’innamorò del luogo. Poi Edoardo Amaldi ci avvertì che Einstein e Oppenheimer, i padri dell’atomica, spingevano per realizzare un centro targato Nazioni Unite destinato a una scienza di pace. Trieste era perfetta, ma non avevamo una lira. E qui viene il bello».

A quante porte avete bussato?

«Corsi dal presidente della Cassa di Risparmio di Trieste. Si chiamava Sadar. Gli chiedemmo cento milioni, una cifra enorme. Lui ascoltò in silenzio e disse: vedremo. Pensai: mi ha preso per matto. Il giorno dopo mi chiamò per dire che il consiglio d’amministrazione aveva stanziato la somma. Ma si rende conto? Oggi sarebbe impensabile. Fatto sta che a quel punto si sono mossi tutti. La Provincia ci comprò un palazzo in piazza Oberdan, il sindaco Franzil s’entusiasmò – a proposito, perché nessuno ricorda mai Franzil? – e corse da Fanfani a dirgli che tutto era pronto per una signora candidatura italiana al nuovo centro d’eccellenza della fisica mondiale».
Con l’Expo non è successo la stessa cosa…

«Certo che no. Qui eravamo un perfetto pacchetto di mischia. Niente polemiche. E così abbiamo superato l’opposizione degli Stati Uniti che volevano quei cervelli in casa loro. Ci trattavano con sufficienza… dicevano: “Volete un centro per Paesi in via di sviluppo? Vi troverete con un centro in via di sviluppo…”. Ma abbiamo vinto, dopo tre anni di lobbying. I Paesi poveri guidati da Salam hanno battuto i ricchi e l’Onu ha votato per noi. Il resto è storia nota. Dal centro è nato tutto il resto del sistema Trieste».

Anni memorabili.

«Pensi. Durante la guerra fredda qui russi e americani avevano uno dei pochi posti dove parlare. Dopo l’11 settembre gli scienziati musulmani e quelli dell’Occidente si sono confrontati su cose serie. Per non parlare delle amicizie nate tra israeliani e palestinesi».

Regge la filosofia degli inizi?

«È più valida che mai. Siamo partiti con l’idea di bloccare l’emigrazione dei cervelli dal Terzo Mondo. Oggi con tutte queste emigrazioni selvagge è ancora più urgente portare cultura per dare a quella gente la possibilità di restare a casa loro. La chiave di volta di questa crisi economica è la solidarietà. Il collasso è la conseguenza dell’egoismo dei ricchi…».


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

a proposito, vedo citato il sindaco Franzil...

eccolo in una foto del 1962, ad una festa per il compleanno della principessa di Windischgraetz, al suo braccio
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37097
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trieste e la scienza

Messaggio da babatriestina »

Sto leggendo un libro dedicato al prof Budinich e una buona parte è relativa alle istituzioni scientifiche triestine.
Per la vita, un link alla pagina wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Budinich
che ci ricorda che è morto due anni fa in età avanzata (Lussingrande, 28 agosto 1916 – Trieste, 14 novembre 2013) 97 anni! e la sua carriera scientifica, in particolare la sua impostazione di fisico teorico che amava appoggiarsi ad una deduzione della fisica dalla matematica, con una concezione di tipo platonico che riteneva la matematica una realtà descrivente il mondo ( dico alla buona con parole mie). E in particolare attraverso la matematica della geometria degli spinori e delle strutture di Lie ( che da laureata in matematica generale, la più astratta, ho appena sentito nominare a suo tempo..). Pare che si usino in fisica...

bene, Budinich, dopo aver studiato a Gottinga e Zurigo con i grandi fisici teorici, iniziò a pensare alla Trieste degli anni 50 come ad un polo scientifico. Iniziò con il corso di laurea in Fisica, collegandolo e facendo venire insigni docenti italiani, ma gli scienziati sono internazionali ( e conoscono le lingue) per cui tentò dapprincipio di create un progetto European network che facesse incontrare, a Trieste, fisici dell'Est e dell'Ovest ( ai tempi della Guerra fredda e della Cortina di ferro) da Vienna, Graz, ( l'Austria allora era neutrale) Zagabria, Budapest, L'UNESCO approvava , ma il tutto si bloccò.. formalmente per questioni burocratiche, in realtà per un niet dell'Unione Sovietica che non vedeva di buon occhio questi collegamenti (1957).
Ma nel 1960 incontrò Abdus Salam, fisico pakistano, a cui il Pakistan stava stretto dal punto di vista scientifico, insegnava in Gran Bretagna. Le riunioni di fisici erano informali, e si tenevano a Miramare, nel castelletto , che oltre ad aver ospitato i padroni di casa, Carlotta pazza, la collezione di pittura, l'arredo di villa Lazarevich e il Centro didattico del Parco Marino, accoglieva anche riunioni di fisici internazionali.
Lo scopro adesso, non lo sapevo..
e dall'incontro dei due nacque l'idea di un centro di fisica teorica ( non sperimentale, quindi senza necessità di laboratori come il CERN di Ginevra, ) soprattutto per giovani fisici del Terzo Mondo, con l'idea di non favorirne l'impiego nelle grandi università occidentali- con fuga dei cervelli dalle loro zone d'origine- ma favorendone il reinserimento. I temi iniziali, allora di moda, erano l'uso civile dell'energia atomica, come afarsene perdonare l'uso bellico, ma poi si aprirono ad alrti argomenti.
La candidatura di Trieste venne sostenuta - coem citato sopra- da una donazione di 100 milioni di lire della CRT. Ottenne un sostegno dal Governo italiano, perchè presentò un progetto migliore delle altre due città italiane aspiranti alla sede, Firenze e Napoli, ottenne anche l'appoggio del principe Raimondo della Torre e Tasso-- in effetti fra i prerequisiti c'era una scuola internazionale per i figli dei fisici- da cui la Scuola internazionale di Duino


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Trieste, el futuro”