Zaule

No miga tuto intorno de Trieste xe carso ... ghe xe anca una parte in arenaria
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Zaule

Messaggio da sum culex »

Su un libro che me xè sta regalà ghe xè due fotografie fate de mio papà ancora cola machina a lastre.
Per una volta posso anche mi meter qualcossa de vecio e de originale che penso no conossi nissun e che no se trova in giro.

Questi xè i resti dele antiche saline de Zaule abandonade nel 1829 fotografade prima che i costruissi la raffineria de 'l'Aquila'

Immagine


Queste xè le case de ex salinari de Zaule ala foce del torente Rosandra fotografade ala fin dei ani trenta.

Immagine

ciao
sum culex


Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38557
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina »

stupende!


Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS »

Bel colpo, Sum !


MisterKappa
vilegiante
vilegiante
Messaggi: 107
Iscritto il: gio 12 gen 2006, 22:17
Località: Roma

Messaggio da MisterKappa »

Come che disi Mujesan, le Noghere sta a sud de Monte d'Oro (nella valle del Recca).
L'aeroporto, inveze, iera più a nord verso Zaule, tra Monte d'Oro e Monte Castiglione (valle del Rosandra) e infatti el se ciamava "Aerodromo di Zaule" .
Nol xe mai stà un aeroporto vero e proprio, ma piutosto un campo de fortuna usà sia nella prima sia nella seconda guerra.
Un'unica volta lo go visto segnà su una carta, el foglio 7bis del Touring, solo nela version ristampada dopo la prima guerra "con i nuovi confini" come che ga scrito sora qualchedun. (Tra l'altro nel foglio che segui inveze de Noghere xe scrito Noghera: uno sbalio o iera propio cusì?)

Immagine

In pratica iera una spianada de terra che xe stada netada da cespugli e qualche albero per far la prima manifestazion aerea a Trieste, la "Settimana Aviatoria" dal 30 luglio al 6 agosto 1911.
Per l'ocasion i ga fatto anche una cartolina, opera de Glauco Cambon e sponsorizada dalla Ditta A. Salto (Cartine per sigarette) che la distribuiva gratuitamente ai fumatori (che quela volta iera cocoladi e no martoriadi come ogi).

Immagine


Salute e bori, e altro no ocori
ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Messaggio da ffdt »

sum culex ha scritto:Su un libro che me xè sta regalà ghe xè due fotografie fate de mio papà ancora cola machina a lastre.
Per una volta posso anche mi meter qualcossa de vecio e de originale che penso no conossi nissun e che no se trova in giro.
fantastico! ... iera una mostra a 'l muxeo de 'l mar ... no me ricordo cuando ma no xe pasado un ano ... i parlava de le saline ma solo de cuele istriane ... e gnente de cuele de cua ... :-) ... e mi no go mai ne' visto ne' intexo parlar de saline in zona de trieste

diria che ste foto cua xe le prime in te 'l suo genere che vedo publicade ... zoom: metine cualche informazion in piu` ... dove, come, cuando, de chi, perche` ... tuto, insoma :-)


ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Messaggio da ffdt »

MisterKappa ha scritto:[...]L'aeroporto, inveze, iera più a nord verso Zaule[...]
de 'l aereodromo de zaule gavevimo scrito bastanza su TriesteMia ... iera anca foto de i aroplani de la gara aviatoria ... mi pero` no me ricordo piu` ne' cos' che gavevo scrito ne' se gavevo meso foto ... no ghe xe nisun che ga ancora cualcosa? ... Rofizal? ;-)

un che conosevo el gaveva fato ani de ricerche su sto aereodromo e 'l ga sai material, pero` 'l stava zercando un editor che ghe lo publichi su carta ... se lo vedo de novo ghe domando se no 'l gavesi voia de publicar cua ...


Avatar utente
Coce
citadin
citadin
Messaggi: 689
Iscritto il: dom 5 feb 2006, 11:24
Località: Australia

Le Saline

Messaggio da Coce »

Le Saline de Zaule le iera ancora ben marcade al principio dei anni 40, infati fra la', e el Scalo Legnami mi me go impara' a nudar de muleto.
Franco se no me sbaglio le Saline xe una vecia industria dele nostre parti
e son sicuro de aver leto in qualche parte che andove che ogi xe sito del Borgo Teresian iera el sito de vece Saline, se qualchedun pol acertarse me faria piaser de saver. Ciao Coce :-)


La vita
Piu' che la pendi
Piu' la rendi
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38557
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Le Saline

Messaggio da babatriestina »

Coce ha scritto:andove che ogi xe sito del Borgo Teresian iera el sito de vece Saline, se qualchedun pol acertarse me faria piaser de saver. Ciao Coce :-)
Certo, el Borgo Teresian xe costruido sulle saline, le vie a angolo retto corispondi ala division dele saline e devo gaver letto de qualche parte che via del Monte e zona xe cussì ripide perchè là i ga ciolto la terra per imbunirle . Iera una dele poche industrie e comemrci dela città prima del Portofranco, alquanto osteggiade dela Repubblica de Venezia, che se gaveva attribuido el monopolio dei traffici in Adriatico.


ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Re: Le Saline

Messaggio da ffdt »

Coce ha scritto:[...] andove che ogi xe sito del Borgo Teresian iera el sito de vece Saline [...]
si, xe vero :-) ... me dispiaxi de eserme spiegado mal ...

intendevo dir che de saline "recenti" de cua de noi no gavevo mai intexo parlar

le saline de 'l borgo teresian le xe roba che in te 'l 1700 la xe stada cavada ... voio che cualcosa posi eser sopravisudo fin a in te i primi de 'l 1800 ma xe sempre roba de due secoli fa

inveze la mostra che i gaveva fato cua a Trieste de recente, la tratava de le saline che iera ancora ative (o ancora in pie) tra le do guere mondiai e no i fazeva nisun ceno de cuele de zaule

le foto che ga meso Sum Culex le se riferisi a ani che iera proprio cuei che i tratava in cuela mostra che ve digo, e se vedi struture che le iera ancora in pie e ben vixibili e cuindi le gavesi avesto pien titolo de vignir mostrade :-)

solo che no i lo ga fato, e mi credo che no i lo gabi fato perche` no i gaveva material de far veder ... xe per cuel che digo che ste do foto le xe importanti, perche` le ne conta (anca a noi che semo nati dopo) robe che gnanca le mostre che i fa in muxeo no le ne fa conoser :-)

... e cuesta xe cultura ... :-)

grazie Sum :-)


Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Le Saline

Messaggio da AdlerTS »

Coce ha scritto:se no me sbaglio le Saline xe una vecia industria dele nostre parti e son sicuro de aver leto in qualche parte che andove che ogi xe sito del Borgo Teresian iera el sito de vece Saline, se qualchedun pol acertarse me faria piaser de saver. Ciao Coce :-)
Per le saline della città, deghe un'ociada al novo intervento de Mario qua


Avatar utente
Nona Picia
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 10974
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da Nona Picia »

Co sum tornerà a casa el ve meterà un per de notizie dele saline dela Val Rosandra, che ieri nol ga podù perchè el forum iera "assente" :'-( , e noi gavevimo un impegno.


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....
Avatar utente
Bilbo
Site Admin
Messaggi: 2268
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 20:51
Località: Trieste

Messaggio da Bilbo »

co andavo al Volta, me ricordo che i me gaveva dito (una dele profesorese che ciamavimo "zia Oda") che la sucursale cioè quela in via batisti una volta iera un deposito de sal.....


Bye '73 de Roby.-
ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 0:15
Località: Trieste

Messaggio da ffdt »

Bilbo ha scritto:co andavo al Volta, me ricordo che i me gaveva dito (una dele profesorese che ciamavimo "zia Oda") che la sucursale cioè quela in via batisti una volta iera un deposito de sal.....
iero anche mi a 'l volta (ben sete ani ;-D) ma no gavevo zia oda come prof ... e a noi no i ne gaveva mai contado sta cua de 'l depoxito de sal :-) ... la ve gaveva anca dito in che periodo?

Ciau

Franco


Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da sum culex »

ffdt ha scritto:
Bilbo ha scritto:co andavo al Volta, me ricordo che i me gaveva dito (una dele profesorese che ciamavimo "zia Oda") che la sucursale cioè quela in via batisti una volta iera un deposito de sal.....
iero anche mi a 'l volta (ben sete ani ;-D) ma no gavevo zia oda come prof ... e a noi no i ne gaveva mai contado sta cua de 'l depoxito de sal :-) ... la ve gaveva anca dito in che periodo?

Ciau

Franco
Anche a Muja iera un deposito de sal che no el xè più usado ma che i muri xè ancora in pie. Xè quela casa subito fora dela porta dela cinta muraria dopo el squero andando verso punta Olmi. Se capissi che iera un deposito de sal per la forma dei muri: ala base 'ssai grossi e via via rastremadi verso l'alto (quasi come una diga o un argine) per contignir el peso del sal. Almeno cussì me la ga contada mio papà quasi 60 aini fa.
ciau
sum culex


Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Messaggio da sum culex »

El torente Rosandra, che sfocia nel valon de Muja, atraversava le saline de Zaule dividendole in due parti e segnando el limite del confin del teritorio de Trieste. Difati la parte dele saline sul destra del torente ghe apartigniva a Trieste, mentre quele a sinistra iera de pertinenza de Muja.
In tempi meno remoti un grande viale ombregiado da piopi e salici atraversava la vale de Zaule. Verso el mar iera le saline e verso l'entrotera iera prà e campi clotivai, che rivava fin a Dolina.
In sto periodo la vale, prima teatro de sanguinosi scontri tra triestini e veneti iera diventada una plaga bucolica dove el silenzio vigniva roto solo dai mugiti dele armente al pascolo nei prà rigogliosi e dal gorgoglio del torente Rosandra.
Nel 1829 le saline iera quasi completamente abandonade e per bona parte interade, diventando in sto modo una zona paludosa e insalubre. Quasi un secolo xè trascorso prima che se parlassi de bonifica. Apena nel 1873 xè cominciadi i lavori per la costruzion dela rafineria 'Aquila' conclusa circa 10 ani più tardi. Al'inizio el suo nome iera 'Raffineria Triestina di olii minerali'.
In quei tempi el petrolio rafinado se usava solo per iluminazion e per cusinar; per el resto i motori a vapor doprava ancora e solo el carbon.

Esisti un libro 'La Raffineria Aquila - Cinquant'anni di primati tra Muggia e Trieste' de Fabio Zubini, adito dal' Associazione culturale Fameja Muiesana' nel 2004, che raconta tuta la storia e el svilupo dela rafineria dai inizi al suo odierno smantelamanto. Sta publicazion xè richissima de foto d'epoca e foto più recenti, ghe xè anche una vasta racolta de riproduzioni de documenti, de piantine e de quel che iera la publicità che i fazeva in tuto el corso dela sua esistenza.

No me permeto de riprodur gnente, perchè xè coverto de diriti de autor. Me son ciolto la responsabilità de meter solo le due foto che ga fato mio papà perchè le reputo in parte un poco anche mie, sperando che me vegni perdonado sto picolissimo strapo ale regole.

ciao
sum culex


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Zaule

Messaggio da rofizal »

Come gavè chiesto, vedo de recuperar el vecio topic su sto argomento.

Questo iera el mio mesagio iniziale (datado 11 gennaio 2003).

----------------

Rovistando tra le vecchie foto ho trovato questa che deve esser stata fatta proprio a Trieste, a giudicare dal timbro del fotografo sul retro che probabilmente la ha sviluppata.

Sembra di essere all'epoca dei fratelli Wright e forse il luogo potrebbe essere la piana di Zaule, ma sono solo ipotesi. Qualcuno ne sa di più?
Allegati
biplano.jpg


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Dpo iera vignudo fora tuto el resto...

---------------

Dixeva Servolo :
a zaule iera un campo e un'altro piccolo iera davanti l'osteria ( adesso pizzeria) de spetic a katinara,questo funzionava ancora durante la seconda guerra
Agiungeva Franco :
Ghe xe anche un libro che parla de 'l aereoporto de Zaule ... ecolo qua, lo go in te la sezion de "storia patria" de la mia biblioteca ... ops adeso pensere` che go un palazo enorme co' una biblioteca enorme e che son carigo de bori ... bon, che Dio ve scolti, ah ;D

Comunque el libro el xe questo:

Silvio Maranzana: "quando la velocita` era puro coraggio", ed. Hammerle, Trieste 1999 ISBN: 88-87678-10-3, 124 pp

Xe un libreto picio, le 124 pagine le xe comprexo 'l indice, pero` tra le (poche) foto che 'l ga a pagina 11 ghe ne xe una che ritrai "L'aereodromo di Zaule nel 1911. In primo piano l'aereo del pilota belga Jules Fisher". Xe una foto de i Civici Muxei de Storia e Arte.

Bon, la foto xe fata de un altro punto de vista, ma 'l aroplan xe quel, ghe scometo ... ghe scometo ... ben, le mie no de sicuro, ma 'l aroplan xe quel ;D

Almeno xe quel model la` perche` 'l ga el steso tipo de carel con la roda dopia e co' 'l patino in mezo.

'Sto sior Fisher xvolava su un biplan marca Farmann e 'l giorno 31 lluglio 1911 (fonte "Corriere Adriatico") a le 17.40 el xe partido lu per primo (iera giorno de gare).
A quel punto rivavo a trova qualcosa :
Grazie a l'aiuto de Franco se riva a ricostruir qualcosa.
No xe cusì facile, perché Jules Fisher xe anche un personagio de Hollywood, comunque....

http://www.centennialofflight.gov/user/fact_mar.htm

31 marzo 1912
"In 1912... The world’s first hydroplane competitions, held in Monaco, over the past week, has been a runaway success for Farman biplanes. Belgian Jules Fisher is the overall winner. He is one of only two non-French pilots of the eight starters and flies a Henry Farman machine. (AYY)"

http://www.rcooper.0catch.com/efischer.htm

"Jules Fisher held A.C.B. license n°12...(June 25, 1910)
He is best known for having won the Monaco contest for Hydroplanes in 1912! He also established 1924/11/24 a hydroglider speed record with a Farman Hydroglider on November 24, 1924. 1912, he was indeed a winner at Monaco, but notice the unusual Farman plane type he used there!"

Nela pagina indicada ghe xe anche due foto, de una (Collection of Jean-Pierre Lauwers) ve meto el link:
Immagine

Jules Fisher era anche detentore di un record di velocità (sull'acqua:

10 Nov 1924
87.392 (presumo miglia)
FARMAN HYDROGLIDER
Jules Fisher
a Sartrouville Seine River FRA

(vedi http://www.geocities.com/Colosseum/Sideline/8707/)

Se volè aver un'idea de come se svolgeva queste gare in quei anni, ve consiglio de vardar questo documento pdf (in francese, con foto) : http://www.hydroretro.net/etudegh/marcelhanriot.pdf dove, tra l'altro, i parla anche de

"Le Belge Jules Fisher sur biplan Henry Farman
moteur Gnome 14 cylindres de 100 ch. Vitesse : 85
km/h."

che se gaveva clasificado 5° ala gara de Reims del 1911.

Qua trovè notizie sul libro indicado da Franco:
http://www.artecultura.it/maranzana.silvio/

Nel libro xe menzionado anche Georges Legagneux, e qua trovè notizie su de lui :
http://www.earlyaviators.com/elegagne.htm

E se parla anche de Giovanni Widmer, che, oltre a eser pilota de aerei, iera proprietario de un palazzo in via Bramante (N.4), dove gaveva abitado James Joyce:

"Nella casa al numero 4 di via Donato Bramante i Joyce trascorsero quasi tre anni, dal settembre del 1912 alla fine di giugno del 1915, in un appartamento al secondo piano."

vedi : http://www.univ.trieste.it/~nirdange/netjoyce/e.html


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Continuavo ancora :
Queste ricerche le xe speso divertenti, perché le costituisi una specie de "caccia al tesoro".

El quarto personagio de quel libro xe Romolo Manissero, e cercando notizie su de lui, go trovado quele relative ala riunione aviatoria del 1911, che se gaveva svolto a Rimini (vedi http://www.riminiturismo.it/?http://www ... ra/15.html con tanto de foto del manifesto) pochi giorni dopo de quel de Trieste, cio dal 27 al 31 agosto e anche el 3 setembre. Evidentemente queste manifestazioni iera de gran moda a l'epoca.

Eco cosa i scrivi de quela de Rimini :

"Tra le manifestazioni più "moderne" e più riuscite di quel periodo vi fu la "Grande riunione aviatoria" del 1911 per la quale riminesi, turisti, sportivi e ardimentosi di mezza Europa, s'infuocarono d'entusiasmo per le evoluzioni di tre eroi dell'aria, gli italiani Romolo Manissero e Carlo Maffeis, su monoplano Bleriot, e il francese Francesco Deroy su biplano Farman, ai quali si aggiunse la diva Lyda Borelli con un'ascensione fuori programma su di un traballante biplano."

Ancora su queste manifestazioni, eco la descrizion de una svoltasi a Piacenza nel 1912 (http://www.quicarpaneto.it/A02-Personag ... -rossi.htm):

"Visto il successo dell'anno precedente, in occasione delle feste ferragostane del 1912, a Piacenza fu organizzata una manifestazione aerea di due giorni. Parteciparono Giuseppe Rossi e Romolo Manissero. Dopo aver volato in lungo e in largo sopra Piacenza, il 15 agosto Rossi vol fino a Carpaneto per salutare la sua mamma che per la prima volta vedeva il figlio volare. Un cronista dell'epoca descrisse così l'avvenimento: "il viaggio a Carpaneto riusciva felicemente, roteava più volte sopra il centro abitato e tutti gli abitanti, appena avvistatolo, si riversarono sulle piazze e nelle vie, acclamando il concittadino aviatore. Rossi compiva diversi giri sopra il paese abbassandosi fino a cento metri. Mentre stava passando sopra la casa abitata dalla sua famiglie, egli veniva scorto e riconosciuto da una sorella che, richiamata dalle grida della folla, era accorsa alla finestra. La signorina, allora, gridava alla madre intenta a preparare il pranzo: "Mamma, mamma, corri, arriva Peppino". La signora si precipitò alla finestra , mentre sulla strada passava un'automobile puntò lo sguardo su quella, cercando il figlio Peppino che, invece, dall'alto mandava saluti e baci con la mano. A tal sorpresa la signora , che vedeva per la prima volta il figlio volare, venne colta da un tremito, che si tramutò in una crisi di pianto a dirotto. Rossi s'innalzava ancora a 500 metri, scomparendo verso Piacenza, dove scendeva con un applaudito volo librato"."


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Tornando a Zaule, el 17 maggio 2003 gavevo postado qualche foto.
Zaule e un po' di costa Istriana.

Creato il nuovo argomento "Zaule", mi sembrato giusto spostare qui questa foto, anche se la pianura di Zaule probabilmente la pianura alluvionale del Rosandra.

Ricordiamo che a Zaule si trovavano le saline dei veneziani, in concorrenza con quelle di Trieste, che sorgevano dove ora c'è il Borgo Teresiano.
Allegati
istria03.jpg


Avatar utente
rofizal
notabile
notabile
Messaggi: 3396
Iscritto il: dom 1 gen 2006, 18:56
Località: Terra

Messaggio da rofizal »

Ecco una vista del porto industriale.
Allegati
portozaule.jpg


Torna a “La zona no carsica”