El penin

Logo indove meter i ricordi e le memorie
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7523
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

El penin

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Oggi, fazendo ordine, me xe vignudo in man ... un penin

Immagine

Un tuffo nela giovinezza: gavevo un maestro, bravo, che ne ga fato scriver col penin fina in quinta elementare (in quinte el ne ga lasado doprar la stilografica, mai la biro).

Vegniva el bidel, col fiasco pien de inchiostro nero e con un tapo che gaverva due tubeti: un el lo ficava nel calamaio e su l'altro el tigniva el police; come che el lo alzava l'inchiostro vigniva fora de l'altro tubeto e impigniva el clamaio che iera incastrado nel banco.

E co vigniva, scrivendo, la macia... che pianti! Daghe de goma zercando de scancelarla ma avitando de sbusar el foglio. Se se iera nela prima metà del quaderno (quaderno le regioni d'Italia, d'obbligo) se podeva sbregar la pagina e cavar quela de l'altra metà e cusì nisun se inacorzeva, Ma se se iera oltre la metà...


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37342
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: El penin

Messaggio da babatriestina »

Te ga avudo un maestro generoso: la nostra gnanca fin in quinta la ne ga lassado altro che el penin. credo che biro, oror! e stilografica forsi la pensava che gavessi fato diferenze de classe fra chi che se l a podeva permeter e chi no. In prima media me go sfogado de stilografica per un anno, po son passada ale biro.
El inciostro de scola iera un color nero-verdastro e noi inveze a casa ciolevimo le bottigliette de inciostro blu ( ciaro o scuro). El dito medio dela destra ( no son zanchina) gaveva sempre la macia de inciostro..
te ga un penin novo o te lo ga netado ben? i mii xe tuti sporchi.. anche se go ancroa el netapenne ( sì per evitar equivoci meto la doppia ) e anche qualche carta sugante.
Le gome gaveva el lato blu che in teoria gavessi dovudo scancelar le mace.
per mi el duro cole mace xe stado al e medie, disegno: el tiralinee, de scarsa qualità, molava el tus sul squadreto e co lo spostavo.. rigon nero! e quel no te lo cancelavi! le prof diseva facile: Ti buti via tuto el lavor e te ricominci de novo, a partire dela squadratura del foglio e del nome in basso... una volta go maciado al secondo giro e no go fato un terzo. el mio primo due!


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7523
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: El penin

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

A scola l'inchiostro iera nero. A casa mia mama comprava el blu royal Pelikan, ma mio papà un giorno xe vignudo con un fiascon de un litro de inchiostro blu-nero, che a lui, e dopo anche a mi, ghe piaseva sai. Iera un inchiostro che pian pian virava da blu verdastro a nero verdastro. Sicome go doprado la stilografica fin ai primi anni 90 (anche mi scrivo con due enne per evitar de stracapirse ;-) ) son 'ndà avanti a doprar quel quel litro de inchiostro per 20 anni! El gaveva el pregio (o difeto) che no se lo podeva scancelar co la scolorina, e quindi se lo podeva doprar sui documenti (o per scriver assegni) mentre el blu royal no.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37342
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: El penin

Messaggio da babatriestina »

con quei pennini, vegniva facile far asta e filetto.
Dovessi gaver un campion de asta e filetto, la ne ga fato far un per de volte
Per chi che xe tropo giovine: asta e filetto xe due diferenti pressioni sula penna: asta se fraca de più e vien tratto più grosso, filetto se fraca de meno e vien tratto sutil. In teoria perfin cola biro se podessi far.. cussì se gaveva quele caligrafie come le nostre none,ritmica: el asta se fracava in genere con tratto discendente, filetto tratto ascendente. La scrittura gaveva come un ritmo.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4284
Iscritto il: gio 28 lug 2011, 22:30

Re: El penin

Messaggio da Ciancele »

Mi no poso parlar. Mi go ‘vu inchiostro fina al ’44, mio ultimo ano de scuola. I penini maron, che costava 5 centesimi, no i valeva gnente. Ma i costava 5 centesimi. Quei bei, bianchi, costava 20, ma se podeva far aste e fileti. Pochi se podeva permeterse. I costava come una piereta de diese. Più soldi costava i penini (scrivo con una ene sola parchè no vado sula cativeria) par caligrafia. Iero ‘sai bravo a scriver, anca e specialmente gotico. ‘ncora ogi go una scritura legibile. Mio fio che ga fato l’università la ga de dotor.
Mio papà gaveva una pena stilografica Watermann, de bachelite, e la doprava solo par meter la firma sule pagele. La tigniva intun casetin. Mi savevo in qual e qualche volta la portavo de scondon a scola. Ale comerciali. Ma me sporcavo solo le man. Anca el tus, pal disegno, xe sempre sta mio nemico. El disegno ga sempre rovinà le mie pagele. Par darme un sie in disegno i me tirava via voti de dove che gavevo diese con lode.
La prima biro la go crompada, penso nel ’48, ala stazion maritima, dove che iera la fiera de Trieste. Me go sporcà no solo le man ma anca el vestito. Nel ‘52 i miei genitori me ga regalà pal compleano una Parker 51. La ga ciolta mio cugin al PX. De quela volta go scrito solo cola stilografica e ciolevo quel bel inchiostro blu. Qualche aneto fa la go dada a mio fio, insieme co’ l’inchiostro.
Qua me go crompà una biro de marca. Più tardi i ga scomincià a regalarle. Naturalmente quele de do soldi. Anzi de un soldo. Se se sporcava solo le man. Mi andavo però a parlar coi diretori e lori me regalava biro che no sporcava. Ultimamente me go rovinà. Go crompà una biro intun supermercato: un euro e ventizinque. Soto le elezioni i partiti ga un bancheto e i regala biro e baloni. Un colpo ala democrazia cristiana ghe go contà una curta poesia che me gavevo inventà: Wähle die Linken, wird Freude dir winken (vota per la sinistra, scoppierai di gioia). Sí, so che la rima xe bela e bona …. I me ga dà tre biro, parchè che cambi idea.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2143
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: El penin

Messaggio da Piereto »

Anche mi go doprado el pennin e quindi el calamaio. Se se sporcava i dedi e qualche macia podeva scampar. Credo co iero in quarta, go ciapado per la prima comunion la penna stilografica. La mia scola xe nata con tre maestri che i ne ga lasado doprar la stilo. I banchi col buso per el calamaio xe restai ancora un per de anni. Co i ga' terminando la ala nova per la scola media, alora xe rivadi i novi arredi coi banchi senza più busi.



Torna a “Mio nono me contava che ...”