Forte Amarina

dela Tergeste medieval fin ala proclamazion del portofranco nel Settecento
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Forte Amarina

Messaggio da AdlerTS » giovedì 28 dicembre 2006, 14:58

Me xe stado chiesto in privato informazioni sul forte Amarina.
Sinceramente non so tanto del 1300, meto quel che me ricordo. Se qualchidun altro vol meter la pezeta sarà el benvenuto :-D

Me risulta che fussi una fortezza costruida vicin al porto dai veneziani verso la fine del XIV secolo. L'opera jera progettualmente molto imponente, con numerosi fossati, torri e sistemi de saracinesche per svodar l'acqua tuto intorno. Me par che i gabbi trovado tracce de sto forte fazendo lavori in via diaz.
Quando i veneziani xe stadi mandai via da Trieste, sembreria che i triestini ga distrutto quel che jera in piedi de sto fortin che non jera ancora ultimado.


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » giovedì 28 dicembre 2006, 16:01

Comincio con la guida de Trieste della Ruaro Loseri:
Il successivo 15 novembre 1370 Leopoldo III perfezionò la pace rinunciando-dietro pagamento- ai diritti acquisiti sulla città: tutto poteva far pensare ad una definitiva acquisizione di Trieste ai domini veneti e Venezia si comportò conseguentemente. Fu munita la sommitò del Colle, dove, in seguiro, sorgerà il castello di S Giusto e e si realizzò un enorme castello a difesa del mare, detto appunto Amarina.
più avanti : completato nel 1375 e distrutto nel 1380 , con tre torri. Paressi che nelle fondamenta o de Palazzo Modello o de Palazzo Stratti ghe sia tracce del castello Amarina. attualmente appunto una ristrutturazion de una casa in via Diaz vizina alla piazza par che gabi trovado anche tracce alle fondamenta, e lo ga pomposamente battezzado residence Amarina. ( credo de gaver visto qualcossa de più in uno dei tanti libri su Trieste che lo letto in prestito in biblioteca)



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » venerdì 29 dicembre 2006, 13:16

L'ottimo Mario me manda la pianta allegada e me ricorda che su "Trieste antica e moderna" del Generini i scrivi che:

Via della Sanità.

Al principio dell'attuale via della Sanità, nello scavare nell'anno 1879 le fondamenta della casa al N. (T. 500-575) il cui fondo era prima occupato da due basse casette, ebbero a rinvenirsi i resti di antico castello, ciò che farebbe grandemente sospettare trattarsi di quello detto Amarina, che alcuni storici triestini opinano dovesse invece trovarsi fra l'esistito Mandracchio e la Piazza Grande.
In sulla parete appiedi della prima scala di questa casa, havvi una iscrizione rammemorante la scoperta fatta, schiarita pure da alcuni profili.


Piazza Grande

Fra il palazzo e quel tratto di mare rimasto dell'antico bacino romano, che poi escavato, regolato e chiuso da moli a sponde murate, venne a formare il primo porto di Trieste, detto Mandracchio, c'erano pure case del Comune destinate ad esercizii d'arti e botteghe. Egli è qui su questo spazio frapposto tra il palazzo ed il mare, che secondo l'opinione ora prevalente d'alcuni storici, i Veneziani avrebbero costruito nel 1368, affine di tutelare la loro occupazione di Trieste, il forte detto A-marina con tre torri, corrispondenti alle tre di piazza summenzionate; forte ch'ebbe però a durar poco, essendo stato smantellato dai Genovesi il 1380). (notizia tratta dall’Archeografo triestino, anno 1872, articolo del dott. Carlo Buttazzoni.)
Allegati
pianta.jpg


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » venerdì 29 dicembre 2006, 13:21

Inoltre el me ricorda da "Conoscere Trieste" del Cannarella:

Una serie di episodi, culminati nel 1368 con un tentativo di fare del contrabbando da parte di una nave triestina, portarono ad un inasprimento delle relazioni con Venezia. Si tentò di mediare una pace ma le pretese venete erano tali e umilianti che i triestini — i quali avevano allora fama di essere uomini testardi e decisi — le rifiutarono. Quindi si venne alla guerra.

Le truppe venete posero l'assedio alla città il 24 dicembre del 1368, ma questa era decisa a difendersi. Soli e privi di aiuti i Triestini, dopo alcuni mesi di duro assedio, il 31 agosto del 1369 si offersero in spontanea dedizione ai duchi d'Austria per essere salvati. Ma l'assedio alla città era ormai troppo stretto perché il conte di Duino, capitano dei duchi, potesse portare aiuti alla città che il 17 novembre, dopo quasi 11 mesi di assedio, ridotta alla fame, dovette arrendersi.

Per la prima volta la città finì nelle mani dell'odiata rivale. I Veneti costruirono un forte sulla cima del colle di San Giusto e un altro, chiamato castello Amarina, davanti al Mandracchio, sulla riva del mare. Per fare questo secondo forte si dovettero abbattere il glorioso palazzo comunale e altri edifici minori.


ed allega un disegno che mostra come probabilmente jera el forte.
Allegati
amarina.jpg


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36725
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » martedì 6 febbraio 2007, 15:35

Da tergeste del cannarella:
Verso la fine del 1376 si dava inizio alla costruzione di un secondo castello ( el primo iera a S Giustondr) la cui progettazione era stata posta in discussione ancora nel 1371, e che sarà chiamato forte Amarina. dalle cronache dell'epoca viene descritto come un formidabile arnese da guerra. Era lungo oltre 100 metri e largo 30, munito di 6 torri sulla facciata che guradava la città e circondato da un fossato largo 10 metri nel quale circolava l'acqua del mare. questo forte venne costruito sulla piaza Grande, in modo da avere il mare alle spalle dal quale poteva essere rifornito con facilità. Per provvedere ala sua costruzione vennero abbattuti il vecchio palazzo comunale e fli altri edifici che stavano sulla piazza. Negli anni 60, durante la ristrutturazione del vecchio Hotel Vanoli ( Duchi d'Aosta ndr) e sucessivamente del Caffè degli Specchi, si sono identificate delle massicce strutture murarie che facevano parte delle fondazioni di questo forte. Era presidiato da 60 balestrieri...nel 1380n ( el libro scrivi 1370nma devi esser un refuso), al 26 giiugno le guarnigioni dei forti se arrendeva all'insurrezion triestina , in coincidenza dell'arrivo dei Genovesi-guerra de Chioggia- e i butava zo el forte: per l'ocasion ghe iera una nova dedizion, stavolta al Patriarca de Aquileia 13 luglio 1380
Cannarella disi che sta dedizion xe saltada fora solo ala findel secolo scorso, e per questo molti storici no la cita. Per un momento, Trieste iera unida .. al Friul :-D



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » sabato 15 marzo 2008, 22:34

babatriestina ha scritto:attualmente appunto una ristrutturazion de una casa in via Diaz vizina alla piazza par che gabi trovado anche tracce alle fondamenta, e lo ga pomposamente battezzado residence Amarina.
Nel ristorante annesso al residence xe in piedi due colonne, dal diametro de circa metro, che i gestori disi esser colonne originali dell'antico forte. Pareria che le jera per anni nascoste da alcune pareti demolide solo recentemente.


Mal no far, paura no gaver.

Giorgio
naufrago
naufrago
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 16 febbraio 2019, 13:40

Re: Forte Amarina

Messaggio da Giorgio » sabato 16 febbraio 2019, 13:44

Forte amarina costruito dai veneziani 1370 sorgeva dove oggi c è il caffè degli specchi le sue fondamenta si trovano nelle cantine del caffè degli specchi



Rispondi

Torna a “De 'l medio evo a 'l porto franco”