I Santi triestini fra storia e leggenda

dela Tergeste medieval fin ala proclamazion del portofranco nel Settecento
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
ffdt
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 3630
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 0:15
Località: Trieste
Contatta:

Messaggio da ffdt » venerdì 11 gennaio 2008, 0:11

flag_ts ben tornada :-) te spetemo :-)
flag_fr bien retournée :-) nous t'attendons :-)
flag_uk welcome back :-) we waiting for you :-)



Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » martedì 15 luglio 2008, 21:46

Questo xe a San Giusto:

Immagine


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » mercoledì 16 luglio 2008, 8:06

a ocio, saria de dir trecentesco, ma tegnudo conto che in provincia i restava sempre un poco indrio col stile, el poderia esser anche del Quattrocento, almeno del principio.
De solito, cussì i meteva san Giorgio, qua i ga fato una version nostrana con san Giusto
per confronto de stile, ecove un de Maria Saal
Immagine
e un de Ptuj-Pettau
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggio da AdlerTS » mercoledì 16 luglio 2008, 12:24

babatriestina ha scritto:qua i ga fato una version nostrana con san Giusto
Go scritto che xe "aSan Giusto", non che xe San Giusto :wink:


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » mercoledì 16 luglio 2008, 13:39

AdlerTS ha scritto:
babatriestina ha scritto:qua i ga fato una version nostrana con san Giusto
Go scritto che xe "aSan Giusto", non che xe San Giusto :wink:
ben , alora deventa san Sergio, con quel alabarda in man... :-D
ma in Cattedral, la statua ottocentesca de san Giusto, quela in piera al principio dlela navata, ga l'alabarda sula parte drio


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggio da babatriestina » sabato 2 agosto 2008, 16:46

AdlerTS ha scritto:Questo xe a San Giusto:
i lo ga inserido nella mostra, el fa un altro effetto meio illuminado:
[Immagine
ecco el cartellin : questo xe ovviamente el san Sergio, el san Giusto fa riferimento a una statua che xe solo in foto e che xe al Museo Scaramangà al Canal

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7346
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 23 aprile 2009, 15:08

San Servolo

In questo post e in quei che vien dopo, se parlava dela grota del san Servolo.

Questa xe la foto che go fato de oltre le sbare che la serava (go leto, però, che la domenica la xe verta e i disi anche la mesa)

Immagine



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re:

Messaggio da babatriestina » sabato 17 luglio 2010, 13:09

AdlerTS ha scritto:Questo xe a San Giusto:

Immagine
per el stile, go visto una statua de un san Giorgio col drago, simbolo del classico cavalier medieval, a Parigi, al Petit Palais, confrontar el stile:
Immagine
i lo definissi stile tirolese del Quattrocento.
che po, ve dirò, a vardarlo ben, quel san Sergio, paressi che i ghe gabi zontado in man l'alabarda dopo, guardè la posizion dele man e diseme se no par che prima el gaveva in man qualcossa che el tegniva con due man e con più inclinazion


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: I Santi triestini fra storia e leggenda

Messaggio da babatriestina » venerdì 30 luglio 2010, 16:30

Sempre per santi triestini, me go sempre domandado:
1 Chi xe san Cilino?
( un Celiano?)

2 Chi xe san Saba o san Sabba? sì, xe un noto santo oriental..

3 Perchè una dedica a san Pantaleon ( anche quel abastanza oriental)? perchè paga Pantalon?


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: I Santi triestini fra storia e leggenda

Messaggio da AdlerTS » lunedì 2 agosto 2010, 12:57

Confermo che San Cilino non esisti nel database dei santi. Per San Saba non me stupiria un riferimento a uno dei cosìdetti apostoli de Bulgaria, nome che va a brazeto con i più celebri Cirillo e Metodio, che dalle ns. parti riscuoti sempre un bon seguito.

Per Pantalon, go sempre pensado che se riferissi alla maschera veneziana più che a un Santo .....


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: I Santi triestini fra storia e leggenda

Messaggio da babatriestina » lunedì 2 agosto 2010, 13:59

de san Saba ghe ne xe più de un..
* San Saba lo Stratelata (†272), ufficiale romano martire con 70 compagni, celebrato il 24 aprile;
* San Saba il Goto (†372), martire in Romania con altri compagni, celebrato il 12 aprile;
* San Saba Archimandrita (439 - 532), santo del V secolo venerato da tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi, celebrato il 5 dicembre;
* San Saba di Serbia (1174 - 1235), santo venerato dalla Chiesa ortodossa serba, celebrato il 27 gennaio (calendario gregoriano);
* Saba II di Serbia († 1269), santo venerato dalla Chiesa ortodossa serba, nipote di San Saba, celebrato il 21 febbraio.

El terzo
http://it.wikipedia.org/wiki/Saba_Archimandrita
Saba Archimandrita (Cesarea in Cappadocia, 439 – Mar Saba, 5 dicembre 532) è stato un monaco, sacerdote e santo anatolico. Visse principalmente in Palestina, dedicandosi all'eremitaggio. Fu il fondatore di numerosi monasteri, tra cui il principale è Mar Saba.
xe riconossudo de tutte le Cese cristiane:
e te lo trovi appunto nel elenco dei santi e beati
http://www.santiebeati.it/dettaglio/80600

I altri do xe due santi serbi
http://it.wikipedia.org/wiki/San_Saba_di_Serbia
che anzi no dovessi esser tanto bulgaro se come che i scrivi

In seguito alle divergenze religiose intercorse con il proprio fratello, che diventato re aveva sposato una nobile veneziana e si era avvicinato alla Chiesa di Roma, Sava fu costretto ad abbandonare Studenica per tornare nel 1216 a rifugiarsi sul Monte Athos, da dove si mosse per Nicea nel 1219, per essere consacrato in quella che era allora diventata la capitale dell'Impero bizantino, arcivescovo di Serbia dall'imperatore Teodoro I: da quel momento venne a formarsi la Chiesa ortodossa serba che, a seguito dell'elevazione di Saba sul soglio arcivescovile, si distaccò, non senza provocare attriti, da quella bulgara.

L'altro xe suo nipote...
me paressi assai assai strano che un rion- e per giunta scritto con due b- fossi dedicado a un Santo patrono soprattutto dei Serbi, che a Trieste po stava in centro e no nei sobborghi.


mi propendessi per san Saba Archimandrita...

ma perchè i ghe ga zontado una b ? :shock:

per i SS Cirillo e Metodio, bisogna dir che qua i xe stai assai popolarizzai, soprattutto nel Ottocento dell'Associazione SS Cirillo e Metodio che iera el contraltar slavo e clerical dela Lega Nazionale.

per Pantalon,tuti conossemo la maschera, ma la ga ciapado el nome de un santo:

http://it.wikipedia.org/wiki/San_Pantaleone

San Pantaleone (greco ??????????? Panteleimon) (morto a Nicomedia di Bitinia, 27 luglio 305), secondo la passio (ampiamente leggendaria) era un cristiano, medico personale del cesare Galerio, ed avrebbe subito il martirio durante le persecuzioni di Diocleziano: patrono dei medici (insieme ai santi Cosma e Damiano) e delle ostetriche, è venerato come santo da numerose Chiese cristiane ed è tra i quattordici santi ausiliatori (viene invocato contro le infermità di consunzione).
vegnissi de pensarlo colegado a qualche ospedal..
l'immagine de wikipedia
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: I Santi triestini fra storia e leggenda

Messaggio da babatriestina » domenica 19 maggio 2013, 19:26

a proposito dela leggenda de san Sergio, ecco in Cattedral el miracolo piturado ala base de un quadro moderno novecentesco

Immagine
( la foto xe fatta in penombra)


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36538
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: I Santi triestini fra storia e leggenda

Messaggio da babatriestina » venerdì 21 agosto 2015, 11:09

Un nostro forumista ga scrito un libro per fioi che conta un poco - in version de fiaba, ma no tropo- la storia dei due santi patroni san Giusto e san Sergio
http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cro ... 1.11475337
Avrebbe voluto raccontare ai suoi bambini la storia dei due santi patroni di Trieste, San Giusto e San Sergio. Ma dopo una ricerca infruttuosa tra gli scaffali delle librerie e dopo aver realizzato che una pubblicazione su questo tema non si trovava, ha preso una decisione: quella storia l'avrebbe scritta di suo pugno, sotto forma di fiaba, per far conoscere ai propri figli le radici spirituali della città giuliana. È nato così, dall'esigenza di una giovane mamma triestina, l'agile libretto illustrato “La storia dei santi patroni di Trieste” (Bohem press Italia, 2015), presentato ieri al Centro Pastorale Paolo VI dall'autrice, Fabia Perper, accompagnata dall'editrice Joanna Dillner e introdotta da don Ettore Malnati.
Ma raccontare la storia di due martiri ai più piccoli non è semplice: «Volevo che la mia storia, pur narrando il sacrificio della vita di entrambi, avesse un lieto fine - spiega Perper -. L'ho trovato, perché se è vero che San Sergio e San Giusto hanno sacrificato le proprie vite in nome della propria fede, per questo gesto continuano ad essere ricordati». D'altra parte, dice l'editrice Joanna Dillner, i santi per i bambini sono come i supereroi: figure miracolose, che con le loro opere sono riuscite a cambiare il mondo. «Per i bambini è facile immedesimarsi nelle vite degli altri - racconta Dillner - e con questo libriccino, illustrato in maniera esemplare da Giovanni Manna, vogliamo regalare ai più piccoli delle figure buone a cui ispirarsi».
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “De 'l medio evo a 'l porto franco”