el fio de tuti

storie e tradizioni: credibili, incredibili, metropolitane de Trieste e dintorni
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

el fio de tuti

Messaggio da mandi_ » lunedì 5 marzo 2012, 17:01

Giovanin iera il fio de na venderigola .Tuti i ghe voleva ben.
Iera ra nato come un dono, da un amore improbabile con en marinaio dal bel sorriso parecchio bugiardo .La mama se lo strucava forte senza rimpianti, se lo cioleva en brazzo come un fagotto de strazze e se lo remenava drio dappertutto,nel grembialon de la verdura, perchè iera sola.
Quando te nevi a torzolon per Ponterosso, a comprar angurie, dentro na cesta iera el picio, il fio della Marieta, che vardeva in giro con do oceti lustri come ferai. Iera el fio de tuti.

No iera mai vista na creatura pu alegra, pu solare.Il colore di uno strazzo, de na cartazza, d'en petalo che svolava bastava a rapirlo in un sorriso .
La sua prima parola fu "cocai" che elo ciamava "cochi"e sti useleti lo becava pian, su la manina per no farghe mal.
Quando rivò primavera,e apena apena cominziava a caminar, iera dentro e fora i tulipani e le rose de le bancarele, co la so faceta tonda come na pagnocheta. Ma se l spariva, te savevi dove trovarlo : davanti al venditor de conchiglie, a vardar i colori iridescenti.
E se no iera lì , era su le rive a vardar el mar dai riflessi azzurri, e l vardava lontan lontan, con chissà quali pensieri.....
La mama no ghe badeva, perchè el picio iera sempre soto i oci de uno o de l'altro e ela doveva coparse de lavor per la biga . Mama diseva però :"Àra che se no te la pianti de nar a bisaboba ...."
Ma un giorno de Bora el picio se sporse per vardar meio e ciapar co na manina en cocal dal beco giallo che pasava rasente la riva.Un forte refolo lo tirò nel mar e l picio se perse tra l'onde rabiade.
Ma sicome iera el fio de tuti, i lo ga meso en piaza a Ponterosso dentro na grande conchiglia che ghe piaseva tanto.E i ga fato na fontanela co i fiori intorno.El picio xe sempre lì, co la man protesa come per zercar el papà marinaio ? I cocai? Nessun lo sa.
La fontanela, dove la mama slagrimava na volta lavando i panni, ora la xe svoda de acqua...

Ancora adesso le babe le remegna, ma la fontanela xe invece che de acqua piena de pici che se rampega a saludar el Giovanin.E i cocai ghe beca pian la manina come na volta, ma dai oggi dai doman, le manine ogni tant le se rote, ma prima o dopo i le giusta, e tuti i tiri en sospiron.
I mascheroni e i telamoni , anca iori sbufa forte, ma pochi li varda perchè xe en fià seri.
Che bel invezi el Giovanin che soride sempre, anca de note!
giovanin-.jpg
giovanin-.jpg (38.06 KiB) Visto 1200 volte
E par che fa ciau, poarin, en mez ai ferai...
giov.jpg
giov.jpg (32.87 KiB) Visto 1200 volte


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: el fio de tuti

Messaggio da babatriestina » lunedì 5 marzo 2012, 17:53

che bella storia! e anche bello il dialetto, che sembra un poco come il gradese "letterario" di Biagio Marin :-D


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: el fio de tuti

Messaggio da mandi_ » lunedì 5 marzo 2012, 18:04

Beh, cara Baba, sapete tutti che non sono di Trieste, ed ho fatto del mio meglio col dialetto, ma perfetta non sono...abbiate pietà di me! Davvero a Grado parlano così?

Comunque mi son lasciata prender la mano da quel bambino con un'espressione così bella, e dalla storia de sta manina che va e vien.Non avevo una foto di adesso, ma quelle le avete postate voi, bellissime!
Ciao Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: el fio de tuti

Messaggio da babatriestina » lunedì 5 marzo 2012, 18:11

mandi_ ha scritto:Beh, cara Baba, sapete tutti che non sono di Trieste, ed ho fatto del mio meglio col dialetto, ma perfetta non sono...abbiate pietà di me! Davvero a Grado parlano così?
no, non è il dialetto di Grado che hai usato, hai fatto come Marin che ha inventato una sorta di dialetto letterario per le sue poesie: ecco, la tua non è la parlata nè "resentada" locale, nè la vecchia "patoca" ma una letteraria poetica! suona bene, comunque. Un po' come Carpinteri e Faraguna hanno reinventato una lingua " di mare" per le maldobrie, se vuoi.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: el fio de tuti

Messaggio da mandi_ » lunedì 5 marzo 2012, 18:18

Orpo! Nol savevo!
Bon, l'importante xe capirse e scriver qualcossa, nei me limiti .... :roll: Stavolta ho voluto scriver qui..., perchè Trieste fantastica fa galopar la fantasia

Ciaoo!


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Re: el fio de tuti

Messaggio da sum culex » lunedì 5 marzo 2012, 20:38

Bel, bel, bel e comovente; go leto e me xè quasi vignù le lagrime! Doman legerò de novo: xè tropo ... no so come dir: me ga piasso de più de qualunque altro post e de qualunque altra letura.
GRAZIE!!!!!
ciao
sum culex



VetRitter
distinto
distinto
Messaggi: 1165
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 16:25
Località: Piacenza (provincia)

Re: el fio de tuti

Messaggio da VetRitter » martedì 6 marzo 2012, 7:01

mandi_ ha scritto:abbiate pietà di me
se si dovesse aver pietà di chi pensa, scrive e fa vivere emozioni come questa, cosa bisognerebbe provare per altre cose?
Grazie Mandi.



Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: el fio de tuti

Messaggio da mandi_ » martedì 6 marzo 2012, 7:33

Per me siete troppo gentili con me. Il mio voleva essere un semplice omaggio al Forum e a Trieste. Nel Forum, grazie a splendide foto e spiegazioni,e soprattutto ai dettagli che evidenziate, si riesce a capire l'anima di Trieste. Fa venir veramente voglia di venire nella città, girarla e pensare o fantasticare.
Quando qualche mese fa mi sono trovata davanti alla fontana del Giovanin, ho ripensato alle foto viste sul Forum e alle parole scritte da voi. Mi sono emozionata. Tra l'altro ho visto proprio dei bambini giocare nella fontana ed ero lì lì per dirghe: "vegnì fora, no ste rovinar el Giovanin." Ma iera lì i so genitori e no me son permessa. So del vandalismo ecc, ma in una leggenda ho preferito meter el bel.
L'uso del dialetto... A me piace il Triestin, lo trovo musicale, son contenta che Piccolo abbia organizzato il vocabolario en dialet traendo spunto da tutte le parole che avete usato nel Forum. Dal vocabolario ho ciolto en prestito due modi di dire che no savevo e trovavo calzanti col me pensiero...e co modi de dir triestini, perchè Giovanin xe Triestino!
Ciao Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10912
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: el fio de tuti

Messaggio da Nona Picia » martedì 6 marzo 2012, 8:27

Cara mandi, te ga savù crear una storia veramente dolce!


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2749
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: el fio de tuti

Messaggio da mandi_ » giovedì 26 aprile 2012, 11:45

Vi posso chiedere un piazer personal? Xe qualcun triestin patoco che se prende la briga de far copia incolla de la legenda del Giovanin, correggendo i miei errori da "foresta", così me rendo conto dove ho sbaglià nell'esprimerme?
Per me piazer personale....perchè me piase el triestin patoco... :-D

Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36489
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: el fio de tuti

Messaggio da babatriestina » lunedì 30 aprile 2012, 10:10

mandi, io ci ho provato, mentalmente, ma devo dire che mi piace molto di più la tua versione in una lingua leggendaria anch'essa. La traduzione, di cui nemmeno sarei soddisfatta, mi veniva troppo piatta. Forse qualcuno che usa un dialetto diverso dal mio può cimentarsi.. ma si perde tutta la poesia, secondo me.
Vorrei dire, come Carpinteri e Faraguna per le loro Maldobrie non hanno usato il triestino di Cosa dirà la gente, ma hanno ricreato apposta un mix triestino/dalmato/lussignan di un tempo che forse non è mai esistito davvero.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Re: el fio de tuti

Messaggio da sum culex » lunedì 30 aprile 2012, 16:48

Go provà anche mi. La go tradota legendo la tua: no cambia quasi gnente se no qualche singola parola e qualche desinenza. La xè più bela e original come che la sta: no ghe xè motivo, anzi, de cambiar assolutamente gnente.
Go za dito più indrio l'efeto che la me ga fato.
ciao
sum culex



Rispondi

Torna a “Legende dela cità”