Basilio Calafati

Personaggi famosi, notabili ed importanti de Trieste
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Rispondi
zac
naufrago
naufrago
Messaggi: 71
Iscritto il: venerdì 1 agosto 2008, 21:30
Località: Trieste, Austria

Basilio Calafati

Messaggio da zac » lunedì 20 maggio 2019, 22:29

Un personaggio triestino popolare a Vienna, ma probabilmente sconosciuto a Trieste è Basilio Calafati.
Nato a Trieste il 1/1/1800, di origine greca. Quando aveva vent’anni la famiglia si trasferì a Vienna e cominciò subito a lavorare al Prater come venditore di salumi, col nome di “Salamucci”, poi come prestigiatore. Al Prater, venne assunto come aiutante in un chiosco, nel 34 lo rilevò e vi organizzò spettacoli con la “Lanterna magica”. Nel ‘40 acquistò una giostra di cavalli. In occasione dell’inaugurazione d'una nuova ferrovia, sostituì i cavalli con un trenino trainato dai locomotori Hellas e Peking; la nuova attrazione fu in seguito decorata con una statua di un dignitario cinese al centro, alta nove metri, che i viennesi soprannominarono Calafati.
Aprì poi un ristorante, che divenne luogo di ritrovo per artisti teatrali, ed una sala da biliardo. Nell’attività di tipo familiare fu aiutato dalla moglie e nove figli.
Morì nel 78. Nella cappella greca del cimitero è ancora conservata la sua pietra tombale, ma la sua salma fu trasferita in una tomba onoraria nel cimitero centrale di Vienna.
Il carosello e la statua furono restaurati prima della II guerra mondiale e distrutti nella stessa; la statua venne ricostruita nel dopoguerra ed è ora visibile al Prater.
A lui è intitolata la Calafattiplatz (sic), piazza all’ingresso del Prater, con una statua che lo rappresenta vestito da prestigiatore, e un ristorante del Prater è stato chiamato Salamucci.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36373
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Basilio Calafati

Messaggio da babatriestina » martedì 21 maggio 2019, 6:58

che curiosa storia! la leggo per la prima volta


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Chi jera quel che .... ?”