lavoretti de casa

Conossè ben la nostra città ?
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
VetRitter
distinto
distinto
Messaggi: 1163
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 16:25
Località: Piacenza (provincia)

Re: lavoretti de casa

Messaggio da VetRitter » mercoledì 20 aprile 2011, 9:12

mandi_ ha scritto:Chissà se i vet mettono l'grembial qualche volta...
un pò diversi.. e preferibilmente impermeabili..
io preferisco il traverso da oste..
salute



Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5331
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna
Contatta:

Re: lavoretti de casa

Messaggio da nonna ivana » mercoledì 20 aprile 2011, 9:17

Grazie, Mandi!! :-D
Io amo i grembiuli, ne ho parecchi, ne ho confezionati parecchi, e anni fa li regalavo a nipoti, sorelle, amiche...mi piaceva utilizzare antiche tele di casa, li abbellivo con bordi a semplice filet con l'uncinetto (non so ricamare!), o, per le misure piccole per le bimbette, tessuti spiritosi e piccoli volants!!!
Lo indosso sempre, ma solo in cucina, e proprio mi serve per quei gesti che hai citato tu!!!
Indosso grembiuli grandi, che proteggano dalle mie maldestre e molteplici manovre fra tegami e padelle...e mi tocca cambiarlo spesso, se non voglio dare cattiva impressione!!!
:-D


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » mercoledì 20 aprile 2011, 9:29

Ma anche adesso l'grembial xe ciamà a Trieste comunemente traverson?
Immaginavo che voi donne di casa sopraffine usaste il grembial / traverson. Anche le mie amiche. Io lo uso poco, a meno che no sia d'obbligo. Oggi cucino il pasticcio, perciò sì, lo userò. Per questo m'è venuto in mente l'grembial/traverson de me nona, lungo fino ai piedi .
Traverson da mi vol dir n'altra roba ....
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10779
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: lavoretti de casa

Messaggio da Nona Picia » mercoledì 20 aprile 2011, 17:53

Mia mamma in gioventù aveva la "traversa", io invece a scuola avevo il "traverson" bianco. Poi negli anni sessanta, mia mamma aveva dei grembiali stile camicia senza maniche il più delle volte abbottonato dietro che si metteva sopra i vestiti. Li avevo anch'io ed erano comodi quando aspettavo i miei figli. Ora ho di nuovo la "traversa" perchè mi piace di più.


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » mercoledì 20 aprile 2011, 18:06

Veramente interessante la cosa. Ragazze, qui si parla di "moda femminile"per noi regine della casa !
E che emozion pensar alle trine ed alle varie fogge di questo utilissimo indumento. Resto con la curiosità se "traverson" sinonimo de grembial sia parola tipica e solo Triestina.
l'me grembial l'è a quadretti, niente di particolare. A me marì na volta ne ho regalato uno un pò buffo, mejo no descriver troppo....
No volgare, ma proprio ridicolo! Na roba come quela de Vet, più o meno
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
Nona Picia
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 10779
Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 15:08
Località: Trieste - Rozzol

Re: lavoretti de casa

Messaggio da Nona Picia » giovedì 21 aprile 2011, 9:09

mi a mio marì ghe go regalà uno blu da oste....... :-D


Ciao ciao
Trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare,
trova un minuto per ridere.
"MADRE TERESA"

"La Mama l’è talmen un tesor de valur che l’ha vorüda anche Noster Signur" .....

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3295
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: lavoretti de casa

Messaggio da Elisa » mercoledì 27 aprile 2011, 15:09

mandi_ ha scritto:GREMBIAL DE LA NONA

Quando ricordo mia nonna, la rivedo sempre col grembial.

La funzione principale del grembiule era la protezione del vestito che stava sotto, ma serviva anche come manopola per togliere le pentole calde dal fuoco.
Era una meraviglia per asciugare le lacrime dei bimbi e per pulire, in certe occasioni, le loro faccine sporche.
Il grembiule serviva per trasportare le uova dal pollaio, i pulcini che avevano bisogno di cure e, a volte, le uova incrinate da sbattere o frullare(le uova le raccoglievo anch'io nella paglia, e le mettevo nel grembialin).
Quando arrivavano visite, il grembiule della nonna serviva da rifugio ai bimbi timidi,come me e quando faceva freddo la nonna vi avvolgeva le braccia. Quando piangevo, col grembial mi asciugava le lacrime e io annusavo gli odori (del pan fat en casa...de le verdure...)
Il vecchio grembiule agitato sopra la brace serviva da ventaglio per riattizzare il fuoco, ed era lui che trasportava stele e patate fino alla cucina.
Serviva anche come cesto per trasportare le verdure dall’orto, per raccogliere i frutti che cadevano dagli alberi sul finire dell’estate.
Quando qualcuno arrivava inaspettatamente era sorprendente la velocità con cui il vecchio grembiule toglieva la polvere dai mobili!
Quando era ora di mangiare, la nonna dalla porta agitava il grembiule, ed allora gli uomini che stavano nel campo capivano che il pranzo era pronto.
La nonna lo usava anche per collocare sul davanzale la torta appena sfornata, per farla raffreddare.
Passeranno molti anni prima che qualcuno inventi un oggetto che possa uguagliare quel vecchio grembiule e le sue innumerevoli funzioni.
Mia nonna si toglieva l grembial solo prima di andare a dormire. Mia mamma, sua figlia, metteva sempre l grembial, ma lo toglieva quando arrivava suo marito. Civetteria?
Io ,si può dir, non uso quasi mai el grembial !

Mandi

'N pochetin de OT:
"Trentinella" (canzoneta a la ragazza trentina)
De là del Brenner gh' è 'na zitadella
Che spira de quel' aria che enamora
E noi che l' aven vista così bella
Amiamo tanto quela zitadella.
Trentinella, che vuoi far?.....
Se son de qua del Brenner.....

Ciao Mandi,
comunque, anca se mi son 'n bel poc en zò pù lontana dal Brenner, stavolta son tornada en Trentin per en moment...
Con quel "grombial" che hai "dipinto" con lusso di dettagli, che era proprio quell' indispensabile attrezzo, che ho ancora davanti agli cchi, ho ripassato bellissimi tempi!
Ma....che cosa direbbe Pasteur osservando quelle praticissime applicazioni del grombial? O forse a quei tempi delle nostre nonne erano tutti immunizzati....???? :shock: :-D :-D :-D :-D


"Todo lo bueno me ha sido dado"

VetRitter
distinto
distinto
Messaggi: 1163
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 16:25
Località: Piacenza (provincia)

Re: lavoretti de casa

Messaggio da VetRitter » mercoledì 27 aprile 2011, 15:12

Elisa ha scritto:cosa direbbe Pasteur osservando quelle praticissime applicazioni del grombial? O forse a quei tempi delle nostre nonne erano tutti immunizzati....????
:clapping_213: :clapping_213: :clapping_213: :clapping_213:



Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » mercoledì 27 aprile 2011, 16:51

cosa direbbe Pasteur osservando quelle praticissime applicazioni del grombial? O forse a quei tempi delle nostre nonne erano tutti immunizzati....????
Ci avevo pensato anch'io. Però cossì l'era na volta! Vi assicuro che il profumo del grembial (o grombial o traverson )quando la nonna mi asciugava gli occhi ...e a volte il mocol (moccio) ...sapeva di pane, di verdure e di nonna. E non mi sono mai ammalata per questo , son sicura.
Allora si faceva vita sana, nei campi, nei pollai, nella stalla. Io mungevo le nostre due mucche tutti i giorni, col me grembialin, seduta sul trespo picol e poi portavo le uova alla nonna, prendendole dalla paglia calde calde, ma talvolta sporche di..... E poi di corsa a portar l'erba ai cuneleti.Toccavo qui, toccavo lì, poi mi arrampicavo sull'albero a mangiar le ciliegie. Speriam almeno di aver sviluppato anticorpi.
Il mio lavoretto di casa preferito , chissà perchè, era usare il macinino per il caffè. Che fatica, ma che buon aroma!
Per una bambina,comunque, mille volte meglio che star davanti alla television.
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5331
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna
Contatta:

Re: lavoretti de casa

Messaggio da nonna ivana » mercoledì 27 aprile 2011, 16:57

Mandi...anch'io ho di questi ricordi!!!
Sai che non posso neppure sentire l'odore di tartufi...da bimba mi son leccata le dita sporche di fango...e quel sapore l'ho, da grande, ritrovato nel tartufo...da qui la mia totale avversione!!!
Io ricordo anche le scorpacciate di marusticani acerbi, sbattuti dall'albero, che gustavamo la sera, con gli amici, andando al rosario di maggio!!!
Ormai sarebbe il tempo!!!!


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » mercoledì 27 aprile 2011, 17:26

Non si scordano mai gli odori di un tempo, quelli genuini. Nè le tante cose che sapevano fare le mani di una bambina e della sua nonna. Io non ho mai provato schifo per le cose sporcate dalla natura, nemmeno per le cacche delle mucche, di cui la stalla era piena. Maggiore dei miei fratelli, ero forse poco controllata(per fortuna). Quando si macellava il maiale, era una festa. Facevamo noi le luganeghe. Adesso non sarei mai capace di guardare.
Però le pantigane....quelle proprio non le sopportavo , neanche allora.
Mia mamma era più schizzinosa: lei faceva la lissia, cuciva, rattoppava,cucinava,curava i fiori, cercava di evitare che i figli vivacissimi si facessero male , ma nella stalla non ci voleva proprio andare. Il suo grembial/traverson ricamato da lei era sempre lindo.Nel suo grembial c'erano le spolette, aghi di tutti i tipi,il metro di corda,bottoni, fazzoletti ricamati e ritagli di stoffe colorate. Al massimo il mestolo. Era velocissima nel togliere il grembial quando arrivava papà. E aveva i capelli cotonati alla perfezione.Anche questa è un'arte!Sgobbare tutto il giorno ed essere freschi come una rosa quando arriva il marito.
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
oli1939
distinto
distinto
Messaggi: 1371
Iscritto il: mercoledì 22 giugno 2011, 12:33
Località: Trieste - Rozzol

Re: lavoretti de casa

Messaggio da oli1939 » lunedì 29 agosto 2011, 22:47

mandi_ ha scritto:Veramente interessante la cosa. Ragazze, qui si parla di "moda femminile"per noi regine della casa !
E che emozion pensar alle trine ed alle varie fogge di questo utilissimo indumento. Resto con la curiosità se "traverson" sinonimo de grembial sia parola tipica e solo Triestina.
l'me grembial l'è a quadretti, niente di particolare. A me marì na volta ne ho regalato uno un pò buffo, mejo no descriver troppo....
No volgare, ma proprio ridicolo! Na roba come quela de Vet, più o meno
Mandi
Sì, confermo anche mi che a Trieste se disi "traversa" per quela de cusina e "traverseta" quella più ridotta. "Traverson" xè assolutamente el grembiul con manighe e colletto che usava le putele dele elementari. Xè sta un periodo circa nei ani setanta che al Lloyd Triestino i ne ga dà de portar i grembiuli (traversoni) blù con el picarin - che gò ancora adesso - con el stemma del Lloyd. Ma ga durà poco. Forsi adesso i traversoni i li porta solo i fioluzzi dell'asilo. Ehi mandi, te ga visto che bei vocaboli:
Traversa - che saria anche quela che se meti soto el lenziol, traverseta, traverson, grembiul, picarin, fioluzzi .... el nostro dialeto xe proprio simpatico, no? Cordiali saluti, Oli1939. :lol: :lol: :lol:


Il colore e' il mio mestiere

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » martedì 30 agosto 2011, 7:11

Sì, el vostro dialeto xe proprio simpatico!
e mi me piaserìa veder sti traverson co i picarìn co el stema del Ll.oyd!
Anca perchè no so cossa vol dir "picarin": forse colletin ?

Sti giorni ho il pc ko, per poco ancor. No podo mandarve foto. Ma ho trovà 'n documento molto vecio, co scrito la dote de na dona che se maridava, firmà dai testimoni. Xe una parola che no conosco : bombasse, riferì ad un tessuto . Conossè voi? Come 'l ciamè ?
Na volta le fiolete che se maridava aveva n' gran laor a ricamar e cusir la dota!
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: lavoretti de casa

Messaggio da babatriestina » martedì 30 agosto 2011, 7:39

mandi_ ha scritto: Anca perchè no so cossa vol dir "picarin": forse colletin ?
il picarin è l'appendino o appendiabiti. E star come picarini è rimanere immobili..
per la dote, prima o dopo fotograferò le intimele ( = federe) di zia Catina. Credo che invece il corredo della mamma, di cui ho visto pezzi ma credo non sia rimasto nulla, sia stato fatto ricamare da qualcun altro, perchè la mamma col ricamo era una frana, lei era brava coi ferri da maglia.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » martedì 30 agosto 2011, 7:58

Per capire meglio io, il picarin sarebbe allora quel pezzettino di stoffa che si attaccava ai grembialin /traversin per tacarli ad un gancio? Mia mamma ci scriveva il mio nome e lo cuciva su ogni indumento perchè non lo perdessi, all'asilo o in colonia...
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: lavoretti de casa

Messaggio da babatriestina » martedì 30 agosto 2011, 8:03

per me, il picarin è la gruccia, quell'oggetto insomma con un uncino su cui si infilano gli indumenti per appenderli nell'armadio, ma non saprei se il pezzettino di stoffa che dici abbia anche lui un nome


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2730
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: lavoretti de casa

Messaggio da mandi_ » martedì 30 agosto 2011, 8:10

scusa se no ho capì, ma

i ne ga dà de portar i grembiuli (traversoni) blù con el picarin
per me poteva essere frainteso, non sapendo cosa vuol dire picarin.

Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: lavoretti de casa

Messaggio da babatriestina » martedì 30 agosto 2011, 8:15

me lo son chiesta anch'io e attendo delucidazioni in merito, ma non escludo che si possa aggiungere pure un appendiabiti col logo della ditta--


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
nonna ivana
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 5331
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2008, 22:55
Località: prov Bologna
Contatta:

Re: lavoretti de casa

Messaggio da nonna ivana » martedì 30 agosto 2011, 8:25

Noi chiamiamo ancora "croce" la gruccia...a ricordo ho proprio un appendiabito in legno, da armadio, fatto a croce, con i bracci incurvati all'estremo!
Penso che si facessero anche in casa...mio padre faceva lavoretti nel periodo invernale, anzi proprio dei mobiletti utili...un tempo le famiglie di campagna erano fornite di attrezzatura per l'autosufficienza e sussistenza...l'isolamento, la lontanaza dai centri abitati non doveva rappresentare un handicap insormontabile!


ivana

la curiosità è il colore della mente

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 34595
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: lavoretti de casa

Messaggio da babatriestina » martedì 30 agosto 2011, 8:36

Eccovi le "traverse" di cuoca e cameriera prima della prima guerra:
Immagine
e guardate bene quella col pentolino in mano, che dovrebbe essere già la cuoca Grete/Margherita di cui vi mostro una foto a 100 anni ( è arrivata a 101 o 102..)
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “Quiz triestini”