Migranti ospitati in un bordello

argomenti de attualità  ( ciacole de salotin: Signora mia, la ga sentido che?)
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36113
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da babatriestina » mercoledì 8 ottobre 2014, 11:42

Grande Ciancele :-D


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7243
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da sono piccolo ma crescero » mercoledì 8 ottobre 2014, 14:17

Confesso di non avere molta esperienza di forum, facebook, youtube, twitter e social network in genere. Quindi ignoro il linguaggio che in essi si usa. Questo è l'unico forum che frequento, indotto a farlo dall'amicizia prima, e dalla scelta di dare un disinteressato contributo tecnico poi (e senza padroni che mi dicono cosa fare; me ne sarei già andato).

Indubbiamente, di forum ne ho consultati altri. Se ho bisogno di qualche consulenza informatica, i motori mi mandano spesso su dei forum. E là trovo, certo, qualcuno che ad una domanda risponde "RTFM" (leggi quel fottuto manuale), ma quasi sempre trovo gente che risponde con pazienza a quesiti anche banali e che io non avrei mai posto. Questo per dire che, a mio modo di vedere, un po' di cortesia, di pazienza, di didattica, anche nei forum non guastano mai.

Veniamo a noi. Caro Franco 50, come puoi chiedere che la gente, e mi metto anch'io, partecipi ai dibattiti che proponi se, quando dissentono da te o quando vanno un poco fuori tema o non ti sembrano chiari nelle loro risposte, li tratti con scortesia, un po' di sufficienza e li gratifichi con un "non sapete pensare con la vostra testa". Se tratti i partecipanti al forum in questo modo, difficilmente parteciperanno a discussioni sugli argomenti che tu proponi e non perché non ne siano interessati.

Argomenti sui quali, per altro, come ha detto qualcun altro, mi sembra che, a parte parlarne, possiamo fare ben poco. Da un punto di vista fisico, gli uomini sulla Terra sono un fluido, un fluido viscoso, ma sempre un fluido. Gradienti di forza generati da disagi economici, sociali e in qualche caso anche da ideologie, mettono questo fluido in movimento (come l'aria va da dove la pressione è alta a dove è bassa). Mi chiedi se sono preoccupato da questo flusso? Perbacco! Pensi che qualcuno non lo sia? Come lo fermi o controlli? Non lo so. Se hai una soluzione o una proposta faccela sapere, però ti anticipo che la storia insegna che la linea Maginot, la muraglia cinese ed il vallo di Adriano non hanno avuto grande fortuna.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Franco 50
naufrago
naufrago
Messaggi: 70
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2012, 14:12

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Franco 50 » mercoledì 8 ottobre 2014, 17:45

Gentilissimo son piccolo ma creserò e utenti del forum,
Il mio "cattivo umore" nasce con la pagina "numero chiuso". Potrei fare una lista di "punti" che considero importanti e che non sono stati nemmeno sfiorati. Quando proposi quell'argomento, tra l'altro discusso in Germania, ero ottimista. Ma è stata una delusione totale. Per questo ho preferito non proseguire e sono contento di aver preso questa decisione.
Poi, per portare argomenti, ho proposto questo dei migranti in un bordello...
Quando ho scritto "ragionare con la propria testa" mi riferivo al condizionamento causato dal martellamento mediatico cui siamo tutti, volenti o nolenti, sottoposti. Qualcuno riesce, ma la maggior parte subisce il martellamento e finisce per credere a tutto. Mi dispiace se sono stato frainteso ma cos'altro avrei potuto intendere, lo davo per scontato e non mi sembra offensivo.
Franco 50



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4042
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Ciancele » mercoledì 30 dicembre 2015, 11:16

La question dei migranti o dei profughi xe ogni giorno sui giornai. E in television. Xe quei che disi ‘iutemoli e xe quei che buta bombe. Tuti do i spandi. Quei dele bombe xe criminai e i altri i ‘iuta coi soldi dei altri. Un mucio de gente no xe contro i profughi. I domanda solo parchè quei che vol ‘iutar no se movi, o se ga moso, per ‘iutar i gnochi bisognosi. Specialmente i veci pensionai. Probabilmente, come che ga dito un nostro amico forumista, parchè questo no fa notizia. Insoma no i te meti el nome sui giornai o no i te intervista in television. Tuti se fa fotografar con un profugo, ma nisun con qualche vecio “closar (clochard)”.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36113
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da babatriestina » mercoledì 30 dicembre 2015, 12:01

la mensa dei poveri de Montuzza e la comunità de S Martino al campo no domanda el passaporto per veder se chi che domanda aiuto xe nostran o foresto


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4042
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Ciancele » mercoledì 30 dicembre 2015, 14:13

babatriestina ha scritto: La mensa dei poveri de Montuzza e la comunità de S Martino al campo no domanda el passaporto per veder se chi che domanda aiuto xe nostran o foresto.
No se trata de questo. Anca qua xe i frati, in pien centro, e la tavola calda (Frankfurter Tafel). Parlo de quei che i sfruta la situazion par farse veder.



Avatar utente
Coce
citadin
citadin
Messaggi: 689
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2006, 11:24
Località: Australia

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Coce » mercoledì 20 luglio 2016, 2:08

I Emigranti- Rifugiati xe un sogetto de attuialita' al momento che pero'nol xe tropo novo . Vedo che in generale xe abastanza incomprension per questa povera gente e dele sue soferenze. Bisogna partir dal fato che l'essere umamo xe, e xe sempre sta nomade e che tuti noi, o i nostri antenati xe stadi emigranti, e semo vegnui da qualche altro posto. La ragion principal xe sempre stada la sopravivenza, seben questa ragion la pol aver forme diverse. Mi diria che saria ora che noi che semo cussi avanzadi tecnologicamente rifletessimo piu profondamente ale nostre relazioni con i altri popoli the sta Tera, e cercassimo de aiutar i piu retrogradi in modo de crear una societa' piu equa , senza guere , e con piu cooperazion economica . Xe un sogno? Forsi, ma i problemi xe qua, e bisogna risolverli.Ciao a tuti Coce


La vita
Piu' che la pendi
Piu' la rendi

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4042
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Ciancele » mercoledì 20 luglio 2016, 18:21

Xe dificile dir qualcosa senza polemica. Qua no se trata de emigranti, ma de fugiaschi, de gente che scampa. Un stato, disemo la Turchia parchè la xe la prima davanti, se vedi rivar no un singolo o un grupeto, ma ogni giorno una zaia de gente. A ‘sta gente bisogna darghe de magnar e de dormir. Ma no se pol pretender che i tegni pronti alberghi e mense. Dopo se zerca aiuto par smaltir ‘sta gente. Ma anca i stati che aceta ‘sti profughi e fugiaschi no ga pronto gnente. Se fa quel che se pol, e far ‘sta roba costa milioni e milioni. Bisogna gaverli. La gente domanda parchè pai profughi xe soldi, ma par la propia gente no xe.
Incomprension: xe roba de ‘sti giorni che un mulo intun treno ga ferido zinque de lori cola manera ed un cortel. El se voleva vendicar. I lo ga netà e cusì no se podarà mai saver de cosa. A capodano a Colonia un grupeto de persone ga comincià a palpar le mule. So cosa che vol dir star qualche mese senza babe, ma mi no go mai saltà ‘doso a nisuna mula. Gnanca de giovine atleta. Se generaliza sempre, quando che se disi che xe tuti cativi e quando che se disi che xe tuti boni. Un tre perzento (franchigia) sarà sempre de cativi, ma nisun ga scrito in fronte se el xe bon o cativo. No se aceta nisun e cusì se ga un pensier de meno. Xe facile gaver comprension, ma specialmente quei che ghe ga tocà ga dificoltà de eser comprensivi. Tuti disi che bisogna gaver comprension par ‘sta povara gente, ma nisun parla de comprension par quei che dà. Quei del governo, par esempio, che parla de comprension e de ‘iutar, no i paga tase, i beca un mucio de bori, i ga la guardia del corpo. Xe facile parlar de comprension.
Parlar de nomadi xe anca dificile. Par far el nomadismo bisogna gaver logo. Una volta i nomadi ‘ndava de Sant’Ana a Bolunz. Tra el Domio e Bolunz no iera case e se trovava un calic pai manzi, ma no aqua de bever. Alora i rivava fina a Bolunz e i ‘ndava a cior aqua in Veljka Jama. Provè far ogi ‘sto nomadismo. La trasmigrazion e le invasioni dei popoli le iera sempre compagnade de una guera. Pasando traverso un paese i ladrava par magnar, e no iera solo do de lori.
Naturalmente se zerca de ‘iutar la gente a eser indipendente. Se i ga soldi i crompa e i fa comercio. Cusì se spera che i soldi che ghe se dà col tempo i torni indrio. Se no i ga un no i crompa gnente. El problema no xe l’ocidente, ma i governi dei singoli paesi. L’ultima xe el Iraq. I ga butà zo el mato, come anca in Libia e in Persia, ma no xe miliorà gnente. Vom Regen in die Traufe = Dalla padella nella brace. Tanta gente disi de lasar che i se mazi tra de lori par gaver un pensier de meno. Ma xe sempre qualchedun più grando che se misia e vol salvar tuto e gavemo l’esportazion de atentati. Una volta i zercava de ‘mazar i re. Ogi xe caligo e si ripiega su gente inerme. Meno pericoli. Se devi ‘ver comprension anca par questi?



Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7243
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 21 luglio 2016, 13:38

Ciancele varda le robe come che le xe, Coce come che le doveria eser. E mi no poso che associarme a Coce nel sperar che el suo sogno posi diventar vero.

Xe vero, che quei che riva xe quei che xe e qualchedun no se comporta ben e quasi tuti i xe diversi de noi. Ma forsi noi dovesimo ver un poco meno paura e diffidenza. Dopodiché lori i fa tanti fioi e noi pochi; ogi i xe una minoranza e domani, forsi, una magioranza... ma perché lori con paghe de fame vivi in zinque e noi con un poco de paga in più no rivemo a viver in tre?


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 1926
Iscritto il: venerdì 24 settembre 2010, 19:38

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Piereto » giovedì 21 luglio 2016, 16:17

Mai come oggi la storia dovesi averne insegnà che el motto giusto xe : vivere in pochi per vivere meglio. Tanta gente vol dir tanta fame,vol dir uno sforzo economico materiale, anche tirar la cinghia, da parte de la società nazionale per vinir incontro all'aumernto delle nascite, e no rivar a farlo vol dir solo crear tanta fame , e profughi che alla fine crea violenza, perchè i se inserisi in territori che no pol sfamarli. Mi go sempre in amente nel 900 quando che tuto el lavor se fazeva a man e sia l'Austriaungheria che l'Italia gaveva i suoi 30 milioni de abitantti e ciònonostante ghe iera el problema dei profughi. Se andava nelle americhe perchè le iera spopolade . Oggi no ghe xe teritori spopoladi e le risorse planetarie no le xe nè eterne nè infinite. Oggi i lavori manuali xe ridotti al minimo e allora perchè continuar a creser. Non ghe xe le ragioni della crescita Cresemo solo perchè el sistema bancario capitalista vol cusì perchè dovemo consumar per farlo ingrassar. Quindi zerchemo inveze de viver in pochi che staremo meio. Altrimenti andemo incontro a guere e carestie.



Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4042
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Ciancele » giovedì 21 luglio 2016, 17:24

Caro Son Piccolo Ma Crescerò, ti no te son el solo a sperar che un giorno l’umanità diventi umana. Ma un giorno. Quando? Chi sa quando. No de sicuro (no digo nel corso dela mia vita, parchè ala mia età son più de qua che de là, e gnanca nela vita dela mia nipotina) nei prosimi ani. Forsi Darwin podaria spiegar meio. E se sa quanto che durava un giorno de Darwin. Se se pensa che nel mileseicento i credeva che la tera fusi un piato e che ogi, dopo 400 ani, xe ‘ncora qualchedun che disi che la xe piata, quanto durerà fina a quando che tuti sarà fradei? Fantasienza! Come che disi Piereto, semo in tanti. In tropi. Qua a sesanta ani se va in pension, ma me par de gaver leto che una volta la gente che fazeva sesanta ani ‘ndava a cior la pirola (cicuta). Anca una specie de pension. Cusì se restava in pochi.
Me par de eser come el vecio sagio che diseva a tuti come far e che ghe spiegava la vita. Lori in zinque con paghe de fame i patisi la fame in zinque. Anca in Europa se pol viver con poco. Inveze del fileto, dela soliola, de Pepi s’ciavo, del Refosco dal Peduncolo d’oro, pasta e fasoi tre volte al giorno e aqua fontis. Gnanca la bici, solo a pie. E inveze del gesato tarlis. I soldi basta.
Questo fia sugel, diseva Dante: Mi go boni raporti con turchi, croati ecc. Parfina con cabibi. Iera un povaro mato sicilian che viveva pezo de quei zinque par mandar tuto a casa par la moglie e la fia. Qua la gavemo con quei che vien a domandar aiuto, ma no i xe disposti a adatarse. I pretendi de viver qua come che i viveva a casa, solo con quartier, riscaldamento centrale e l’auto. Dimenticavo la television e el telefonino. E sicome che a casa no i gaveva lavor, no ocori lavorar gnanca qua.
Pol darse che, come disi Son Piccolo Ma Crescerò, la vedo tropo nera. Ma fioi, credeme, la xe nera.



Avatar utente
Coce
citadin
citadin
Messaggi: 689
Iscritto il: domenica 5 febbraio 2006, 11:24
Località: Australia

Re: Migranti ospitati in un bordello

Messaggio da Coce » lunedì 25 luglio 2016, 11:42

Bona sera a tuti.qua se parla de Migranti, infati ghe ne xe de diverse specie, tanti xe fugiaschi dele guere, altri xe rifugiati da sistemi politici o sociali che no i pol acettar,altri ancora i sofri in paesi dove le economie xe assai basse e i fa la fame percio i xe emigranti economici, tuto questo significa che el mondo xe sbilancia'. Noi nel'Occidente se gavemo impara' a far pochi fioi perche i xe cari de mantegnir , e volemo de piu , no de meno. Se gavemo acapara' la magior parte dela richezza de questo mondo a spese dei piu retrogradi e piu poveri e risentimo perche anche lori i vol viver meo come noi. Anche il nostro sistema sociale el ga i sui problemi , questo bisogno de crescita xe avverso al'Ambiente a lungo termine e anche insostenibile . Mi penso che sta proprio a noi che semo piu avanzai economicamente e socialmente de esercitar cambiamenti attraverso i nostri voti entro la cornice democratica perche questo sistema de guere e soferenze xe sbaglia' e aborente. Ciao Coce


La vita
Piu' che la pendi
Piu' la rendi

Rispondi

Torna a “Atualità non triestine”