Un patriota greco a Trieste: Rhygas Pheraios

De 'l porto franco a la prima guera mondial
Regole del forum e norme sulla privacy
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.

Un patriota greco a Trieste: Rhygas Pheraios

Messaggioda babatriestina » lunedì 3 marzo 2008, 16:23

Un episodio poco noto ( almeno per me), sempre in tema di problemi balcanici legati alla nostra città, è l'arresto di Rhygas Pheraios a Trieste.
Si trattava di un greco che alla fine del settecento, al momento del risveglio delle nazionalità, coincidente con la Rivoluzione francese, si espresse in favore di una liberazione della Grecia dai turchi, alcuni anni prima che la guerra greco-turca , che portò all'indipendenza della Grecia, iniziasse . Per questo dai Greci viene considerato un antesignano e come vedremo martire dell'indipendenza greca.
Nel 1797 a Vienna scrisse un manifesto a favore della libertà greca e si mise in contatto con Napoleone. Prima di lasciare la capitale, lasciò dei documenti ad un compatriota , che dicono "istriano". Però le sue carte vennero consegnate alle autorità austriache nel 1798 da un Demetrio Economo Kozanites, in seguito a tale delazione egli venne arrestato a Trieste nel 1798 dalle autorità austriache e consegnato ai Turchi a Belgrado: 5 suoi compagni vennero annegati segretamente, egli venne torturato e poi fatto strangolare dal Sultano.
Dal sito wiki, solo in inglese
http://en.wikipedia.org/wiki/Rigas_Feraios
riporto la moneta dal 10 c di euro greca con il suo ritratto
Immagine
"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
 
Messaggi: 31844
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 20:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Messaggioda AdlerTS » martedì 4 marzo 2008, 13:18

Non go capido el motivo della condanna a morte :roll: Per le idee ?
Mal no far, paura no gaver.
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
 
Messaggi: 9561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 22:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Messaggioda babatriestina » martedì 4 marzo 2008, 14:16

AdlerTS ha scritto:Non go capido el motivo della condanna a morte :roll: Per le idee ?
diamine, un suddito turco che suggerissi la rivolta contro i turchi e le creazion de una Grecia indipendente!!! no se ciama alto tradimento?? po i Turchi de fin Settecento no gaveva molti scrupoli giuridici.
Xe suo el motto Meo un'ora de omo libero che 40 anni de schiavo
"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
 
Messaggi: 31844
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 20:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un patriota greco a Trieste: Rhygas Pheraios

Messaggioda babatriestina » lunedì 16 gennaio 2012, 16:53

Il suo ritratto in una stampa esposta in occasione di una festa greca a Trieste
Immagine
"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
 
Messaggi: 31844
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 20:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un patriota greco a Trieste: Rhygas Pheraios

Messaggioda babatriestina » domenica 18 dicembre 2016, 9:06

A Vienna una targa: siamo nella zona in cui c'è la chiesa greca
Immagine
I Greci di Vienna al loro grande compatriota Rhigas Velestinlis Pheraios nel 200 anniversario della sua morte per martirio 8 11 1998
"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
 
Messaggi: 31844
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 20:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un patriota greco a Trieste: Rhygas Pheraios

Messaggioda babatriestina » lunedì 1 maggio 2017, 8:16

Quando scrivevo quel post non c'era ancora questo monumento di fronte alla chiesa greca.
Col nome scritto in corrispondenza alla pronuncia fonetica in greco moderno

Immagine

Immagine

Immagine

Cerco la data dell'inaugurazione, intanto frugando sul web trovo un'associazione a lui dedicata con un commento relativo allo Statuto della comunità e il suggerimento di modifica di articoli:
-1.4. Si chiede l’abolizione degli articoli (il CAP. I, art. 1, 2, 3, 4, CAP.III, art. 33 dello Statuto della Comunità, che valgono ancora) che rendevano obbligatoria la “consegna” di Rigas Fereos alle autorità Austriache. Se si mantengono questi articoli mentre si porta avanti l’iniziativa di installare il busto di Rigas nell’area antistante l’edificio della Comunità, sarà come se lo si consegnasse, per la seconda volta ai suoi nemici per essere strangolato. E allora ognuno di noi avrebbe il giusto dovere di gridare, con forza «αιδώς Αργείοι».


E in effetti l'inaugurazione risale a questo aprile appena passato, stando al Piccolo:
Per i greci di Trieste, la Pasqua 2017 riserva una novità: nell’aiuola situata di fronte alla chiesa è stato scoperto, in questi giorni, il busto di Rigas Fereos, personaggio che trova posto nell’Olimpo risorgimentale greco, come protomartire della rivoluzione contro i Turchi. Nato nel 1757, Fereos fu uno degli illuministi greci più attivi nel campo editoriale, risvegliando il fervore patriottico dei suoi contemporanei e gettando le basi, con i suoi poemi, per la creazione della lingua greca moderna. La sua cattura avvenne a Trieste il 19 dicembre 1797, fu consegnato ai Turchi dalle autorità austriache, fu strangolato, a Belgrado, il 24 giugno 1798. Il suo corpo fu gettato nel Danubio.
Rigas è celebrato come eroe nazionale della Grecia e rappresentato sulle monete da 10 centesimi di euro. Il busto punta lo sguardo verso il luogo dove fu catturato, lo storico caffè Tommaseo, mentre cercava di raggiungere Napoleone Bonaparte a Venezia.
"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
 
Messaggi: 31844
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 20:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Un patriota greco a Trieste: Rhygas Pheraios

Messaggioda babatriestina » lunedì 1 maggio 2017, 9:40

Mi fanno notare che sarebbe stato difficile arrestarlo nel 1797 davanti al caffè Tommaseo, che allora proprio non c'era... venne fondato nel 1830 :-) Il Piccolo non si smentisce per la sciatteria
"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
 
Messaggi: 31844
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 20:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano


Condividi

Torna a De 'l 1719 a 'l 1914

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron