Ormai è finita !

soprattutto in relazion a Trieste
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Avatar utente
AdlerTS
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 9561
Iscritto il: mar 27 dic 2005, 21:35
Località: mail: adlerts[at]email.it

Re: Ormai è finita !

Messaggio da AdlerTS »

.... un articolo del Piccolo de qualche giorno fa ne aiuta a ricordar che el Codice Civile AU xe rimasto in vigor fino al 1928 !!

http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/201 ... -1.5928454


Mal no far, paura no gaver.

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re:

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto:
AdlerTS ha scritto: del 'nomen omen', cioe' che el destin xe scritto nel nome, xe vero: el primo italian che xe rivado a Trieste dopo el ribalton se ciamava Pagliacci :twisted: (tirè voi le conclusioni ;--D ).
personalmente, go sempre trovado de cattivo gusto scherzar sui cognomi, come sui difetti fisici, dele persone, perchè xe roba che no i se ga scelto lori. :?
go anche letto la storia, par che sia nato el 2 novembre , cioè el giorno prima del sbarco ufficial dei bersaglieri, che de bon italian :wink: el ga contavvegnudo a un ordine per seguir "quel che ghe dettava el cuor" e che el xe stado accolto, del sito che te citi ti
Altissime le acclamazioni della folla. Fu accolto dal comandante del Porto e la folla con delirante entusiasmo lo portò al palazzo dell’ex Luogotenenza Imperiale.
Insoma, i lo gaveva accolto piutosto ben, no? :twisted: :-D :-D :-D
ghe xe , ovviamente al museo del Risorgimento, un quadro de Wostry che rappresenta el volo del 2 novembre
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

danilo43
ixolan
ixolan
Messaggi: 383
Iscritto il: mar 4 giu 2013, 23:30
Località: Venezia

Re: Ormai è finita !

Messaggio da danilo43 »

mandi_ ha scritto:Ho trovato nel sito di Onorcaduti che :
GIUSEPPE VECCHIET, data di nascita 1876, è sepolto a LUBIANA - CIMITERO MILITARE ITALIANO.
Non so se si tratta della stessa persona, ma è molto probabile.
Mandi
Cito Mandi per riaprire questa vecchia discussione
Non so se all'epoca della pubblicazione del post vi fossero in internet questi riferimenti. Segnalo che presso la Fototeca dei Civici musei di storia ed arte, sono catalogate numerose foto scattate da, o che inquadrano tra i protagonisti, il tenente Giuseppe Vecchiet.
Presumo e mi auguro, che siano conservate anche le note biografiche dell'autore degli scatti, di cui è indicata con esattezza la data di morte ed il reparto di appartenenza nei primi anni di guerra.
http://biblioteche.comune.trieste.it/Re ... 6912866899
http://biblioteche.comune.trieste.it/Re ... 4912870749 ...e altri.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

Immagine

ok, xe indubbiamente lui. Ma cossa xe nato nel setembre del 1919? la guera iera finida de quasi un anno...

ipotizzo: el xe morto in suo leto nel 19.
Ma visto che el gaveva partecipado ala guera de irredento, el gaveva fatto foto, se go ben capido, i ghe ga dedicado un cippo per quel che el gaveva fato prima...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Forsi el iera conosù come un celebre fotografo militare e i lo gà premià anche a guera finida, con un cippo a ricordo. Me par una spigazion plausibile.



Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2781
Iscritto il: sab 22 mag 2010, 18:47

Re: Ormai è finita !

Messaggio da mandi_ »

Nel sito di Onorcaduti viene citata la morte per malattia

http://www.cadutigrandeguerra.it/CercaNome.aspx
http://www.cadutigrandeguerra.it/Albo_O ... 27/838.jpg

Da tener presente che nello stesso archivio esistono un Vechiet Giuseppe e un Vecchiet Giuseppe. Ritengo più probabile che il cippo riporti la data di morte di Vechiet Giuseppe nato e morto a Trieste. Errori di doppie erano e sono frequenti. La data di morte citata nel sito è però il 3 settembre 1919.

Io ho visto che spesso quel generico "malattia" poteva corrispondere a malattie dovute a "fatiche di guerra".Talvolta il soldato tornava vivo dalla guerra, ma in tali condizioni fisiche da morire poco tempo dopo il ritorno. Conosco molti casi e in particolare il caso documentato di un uomo che era stato prigioniero, tornato vivo dall'estremo oriente nel 1920, fotografato nella sua città natale e deceduto alcuni mesi dopo.La vedova riuscì a rintracciare con determinazione il medico che lo aveva visitato in Siberia e grazie alla dichiarazione da parte di costui delle gravi condizioni di salute del soldato prima del ritorno,la moglie potè ottenere la pensione per i deceduti in guerra.
Insomma la morte del Vecchiet o Vechiet potrebbe corrispondere a una situazione simile


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

bene, intanto abbiamo appurato che non ci sono stati fatti di guerra o simili nel settembre 1919. Postumi della spagnola?

per inciso, ho trovato un'altra lapide, di un altro Vecchiet.. a Boljun /Bogliuno, Istria croata: questo è ormai Vekjet ed è morto nella seconda guerra..
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2781
Iscritto il: sab 22 mag 2010, 18:47

Re: Ormai è finita !

Messaggio da mandi_ »

Il mio pensiero è questo: non ridurrei la morte per malattia alla sola spagnola diffusa a Trieste nel periodo, anche se plausibile.
Questo Giuseppe Vecchiet da quel che capisco nacque il 20 febbraio 1895 a Trieste, era un irredentista e si arruolò con l'esercito italiano. Divenne ufficiale come tenente di fanteria. Dall'epoca delle sue foto ricaverei che era a Verona il 26 novembre 1915, a Parma il 12 gennaio 1916 ;fu inviato in licenza nel febbraio 1916. Si trovava in trincea alla Buca del diavolo sul monte Spik nell'aprile 1916, Era a Venezia nel marzo 1919 e morì il 2/3 settembre 1919.
Credo che, se il suo nome si trova su una targa importante e su un cippo. il Vecchiet sia morto per strapazzi di guerra o per tifo ecc.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

danilo43
ixolan
ixolan
Messaggi: 383
Iscritto il: mar 4 giu 2013, 23:30
Località: Venezia

Re: Ormai è finita !

Messaggio da danilo43 »

Il mio ragionamento è identico al tuo. D'altronde, come ben sai, presso il locale Archivio di Stato sono presenti documenti e pratiche risalenti al 1919.
Direi semplice accertarsi per chi risiede in città



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Per lasar in pase i Vecchiet, ve meto do foto (metà sinistra e metà destra) del steso picio monumento comemorativo dei caduti sepolti nel cimitero de Sillian in Pustertal . Xe un unico bloco de marmo de carrara.Me ga piaso per la sintesi e per el colpo de ocio su chi che gà combatù sui monti e tra la neve.
italiani .jpg
italiani .jpg (18.63 KiB) Visto 2559 volte
austriaci..jpg
austriaci..jpg (17.92 KiB) Visto 2559 volte



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Per inciso xe un monumento commemorativo de la riconquista del 6 settembre 1916 , ne la guerra delle dolomiti, del Monte Forame che fa parte del gurppo del Cristallo Sora el lago de Landro. A capo dei standschutzen ghe iera el capitano Goller .
targa.jpg
targa.jpg (36.68 KiB) Visto 2556 volte



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Volevo ricordar in sto periodo de profughi che no dovesi più esser, i povareti nostri connazionali che ghe tocà andar via da le proprie case prima che l'Italia invadesi i confini de la pianura padana per raggiunger el fronte carsico. I xe stai sfollai per 4 anni in paesotti della stiria e della carinzia e mantinudi dalla croce rossa, e la loro odissea no xe finida co la fine de la guerra, ma tornadi a casa tante volte i ga trovà le proprie abitazioni o distrutte o sacheggiade o ocupade da abusivi. E chi che iera in ste situazioni el xe sta de novo sistemà in un campo profughi in Italia. Chissa quanti ani ghe ga messo l' Italia a ricostruir Monfalcon , Ronchi o Sagrado, per no dir de Gorizia. Me xe vignù in mente che anche ne la seconda guera ghe xe sta dei profughi , sta volta de la val canale che Mussolini ga alontanà perchè gnocofoni , e che el Reich gà accolto trovandoghe un lavor e costruendo proprio a Villaco tra el 42 el 44 un rion per ospitarli.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

Piereto ha scritto: prima che l'Italia invadesi i confini de la pianura padana per raggiunger el fronte carsico.
Orpo, i confini dela pianura padana adiritura per arivar al fronte carsico? ma te disi Bisiacheria? zone de guera no xe mai stade bone per i civili che ghe abita... anche dopo Caporetto... se ricordava mia nona dei sfollai de Caporetto. in Val Canale iera anche i Cosacchi bianchi come in Carnia, durante el ultima guera? anche i Cosachi a modo loro iera prpfughi: mama mia li gaveva sentidi che i fazeva i cori, come che ve devo gaver contado in un altro post. Illazioni su una sciabola de Magris xe assai bel al rigurado,


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

non era ancora finita, ma nel 1917 iniziarono a staccare le campane per fonderle e fare cannoni.
Come cita Rumiz nei suoi libri " co i fondi le campane, no porta mai bon"
Dalla biblioteca nazionale austriaca

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

Ho finito di leggere un interessante libro francese sulla fine della monarchia austroungarica
Immagine
l'autore Jean-Paul Bled è un francese universitario germanista autore di diverse biografie su personaggi asburgici, da Maria Teresa a Francesco ferdinando, quello s u Francesco Giuseppe è pure tradotto in italiano..
il libro è scorrevole e dettagliato, fa seguire brevemente i l periodo di incubazione dlela guerra e poi descrive a fondo l'andaneto della guerra, fronti militari, questioni interne, aspetti civili, ministeri..
prima osservazione direic he si parla di Austria Ungheria ma soprattutto in guerra c'era l'Austria e c'era l'Ungheria. Due Stati che si stavano sempre più separando, primi ministri diversi, eserciti diversi... atteggiamenti diversi. E che attraverso l'incoronazione di carlo a re d'Ungheria gli legò le mani e tutte le tentare riforme in extremis le potè fare solo in Cisleithania.
I fattori del crollo risultano dla libro i soliti: la guerra: la sua durata e la fame sin dai primi tempi, per la mancata produzione di cibo, cattiva logistica della distribuzione ( le città soffrivano più delle campagne) e inutilità dell'occupazione di Ucraina e Romania, da cui si sperava invece di ottenere grano e pane. Alla fine il peso medio del militare era di 50 kg...
Poi le prime defezioni sul fronte russo dei cechi. Una legione cecoslovacca creata dai russi che andò a combattere contro i compatrioti in Galizia...
quel che sottolinea l'autore , più di altri, fu la progressiva sudditanza dell'Austria nei confronti dell'alleata germania: iniziò dalla richiesta tedesca di abolizione dai dazi, che favoriva le industrie tedesche e danneggiava quelle austriache non più sostenute dla protezionismo; poi il crescere dell'influenza degli Austrotedeschi ( cittadini dell'Impero tedescofoni) anche quelli dei Sudeti di hitleriana memoria dei quali dopo la second a geurra è s tata fatta piazza pulita... alla fin fine Carlo, che pure all'ascesa al trono e ra intenzionato a svincolarsi dall'eccessiva influenza dell'alleato, dovette accettare un s acco di "diktat" tedeschi.. per cui come commentavano diversi: alla fine dlela guerra: in caso di sconfitta sarà la fine dell'Impero, ma in caso di vittoria diventerà una specie di Baviera..
notevo le peso è sato alle trattative di pace del cognato Sisto: dapprima perchè il tentativo di pace separata era rivolto alla Francia, con proposta di restituzione di Alsazia e Lorena alla Francia ( ma la Germania non ne era informata) e nulla relativo aglia ltri fronti, in particolare l'Italia, che avutone sentore protestò.. ma il peggio fu dopoc he le trattative si erano bloccate, ilc onte Czernin ne ignorava i particolari e quando Clemenceau alluse sempre di più rispose sdegnosamente, finoa che Clemenceau pubblicò la lettera: fu un fulmine a ciel sereno come quando i russi pubblicarono il testod el patto di Londra: i tedeschi scoprirono che Carlo proponeva la restituzione di Alsazia e Lorena .. a loro spese.. per il resto si parlava di uno status quo nei Balcani, o di un nuovo stato o du unos bocco a mare per la Serbia... e Carlo fu costretto a negare il tutto, perdendo in parte la faccia e andando a Spa ( maggio 1918) a..c hiedere scusa al Kaiser..
perchè il crollo a fine ottobre 18? ecco, pochi lo ricordano ma fu in coincidenza col crollo d el fronte balcanico, per un'offensiva partita da Salonicco...
si aggiunga che il tentativo in extremis di federazione dello stato deciso da Carlo non venne accettato dall'Ungheria, che non vedeva perchè avrebbe dovuto perdere la Croazia che faceva parte della propria corona.. l?ungheria alla fine della guerra rimaneva illusa di rimanere inalterata lasciando cadere l'Austria. dove , ormai autoproclamatisi indipendenti i vari gruppi slavi dalla Cecoslovacchia alla Polonia alla Croazia , rimaneva sempre più spazio per gli Austrotedeschi che speravano nell'unione con la Germania...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Mi son per la sintesi, e dopo cento anni posso farme un billancio personale che sicuramente troverà più de un contrario.
Con la Finis Austriae xe cambià un mondo e cusì anche Trieste che xe andada sempre più a rodoli. (No credo eser solo una mia impresion ). Da metà 800 in poi xe sta la nascita dei nazionalismi, mentre nell'epoca medievale precedente el nazionalismo iera de tipo familiare ligado a grosse casate nobiliari latifondiste e con l'aumento dei capitali circolanti e l'avvio dell'industrializzazion se gà svilupado una classe piccolo borghese de imprenditori burocrati e commercianti. La possibilità de spostarse de istruirse, ma anche i operai che iera daprima agricoli e ligadi alla terra ga podesto sai lentamente acceder a un benessere. Se gà svilupado nove idee economiche e anche socialiste e un nazionalismo ligado dalle stesse condizioni sociali e alla lingua. Ghe iera un nazionalismo triestin italian ligado alla autonomia della città immediata , messo in forsi dalla marea de investimenti fatti dai austriaci. I ordini rivava da Vienna, funzionari commercianti tutti folk deutsch, l'aumento delle scole ad insegnalmento tedesco, quele ad insegnamento sloven in contrapposizion a quelle comunali italiane. La politica austriaca di impedir l'esodo di grandi quantità di poveri agricoltori slavi verso le americhe e inviarli a Trieste in sostituzione di 5000 lavoratori regnicoli. La sensazione da parte della piccola borghesia filoitaliana de esser sempre più in minoranza, e la certezza invece a guerra finita e vinta dall'Italia de contar ed essere trainanti nell'economia italica. Ghe iera anche un nazionalismo filoslavo dovudo ai numeri ; se i parlanti tedeschi che comandava iera pochi milioni, po quei italiani iera 4 gatti. Trieste contava più slavi che non Lubiana. Ghe iera a Trieste anche i filo austriaci de lingua italiana. Cioè persone che gaveva capido che lo sviluppo sociale ecoomico industriale culturale non solo aTrieste ma in tutto l'impero , iera frutto della volontà asburgica. Ma pur essendo l'impero dei popoli , el baston de comando e el sistema de governo burocratico piramidale impediva qualsiasi spinta autonomista parlamentare, e quindi ghe iera anche un gruppoo de dissidenti austriaci anti asburgici. Quindi a Trieste iera di tutto e di più. Un crogiuolo de tendenze contrapposte. Quindi accanto ai trecento che gà combattù sotto bandiera italiana ghe xe stadi i 40.000 che xe andadi coll'impero. Se tiremo un bilancio da tutte ste premesse dopo cento anni, con una seconda guerra mondiale, una mancata costituzion de uno stato indipendente triestin, e l'unione in una regione italina a comando udinese, el bilancio no pol eser positivo per le sorti de Trieste, proprio in prospettiva delle premesse del secolo precedente.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

El tuo xe un bilancio personal in ottica triestina, local. E riguarda le ripercussioni su Trieste.

Mi go riportado i dati de un libro che Trieste la cita pochissime volte e vol risponder a una domanda precisa: Perchè el Impero se ga disfado? eco, no sicuro per quel che xe nato a Trieste, e gnanca in Carniola...

stago zercando propio de leger la storia no pensando che Trieste sia el bugnigolo del mondo o fussi stado quel del Impero, che iera tanto grande e gaveva anche ben altro de pensar...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37220
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Ormai è finita !

Messaggio da babatriestina »

Piereto ha scritto: l'aumento delle scole ad insegnamento tedesco, quele ad insegnamento sloven in contrapposizion a quelle comunali italiane.
qua me permetto una precisazion, avendo letto parecchio sule scole triestine prima del 18. Fatti, non opinoni.

Le elementari iera nela lingua popolare e iera italiane principalmente in città, tedesche no so anche se i insegnava in tute el tedesco,e slovene solo nel circondario. ma per quel che riguarda le scole dopo le elementari, iera:
un Ginasio tedesco statal
Un Ginasio comunal italian
Una scola nautica comercial italiana (lingua de navigazion e comerci)
Un per de magistrali e reali più tedesche che italiane. Nissuna scola superior slovena a Trieste. Quele le ga fate solo che l'Italia dopo la seconda guera.

I comercianti e nautici se contentava dele secondarie imperialregia Accademia di commercio e Nautica e al massimo per la scola superior de comercio , per andar al Università e quindi le professioni liberali: medici,avvocati, professori... bisognava passar per el Ginasio. I Sloveni se iscriveva quasi tuti a quel tedesco. Go i annuari...


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Me par de aver dado una risposta sul perchè l'impero se gà disfà. Le aspettative economiche industriali de una nascente borghesia. e quindi anche triestina (che no xe el buniglolo del mondo ma iera un centro nevralgico de sviluppo imperiale in cui se gavesi getado le basi del novo impero ) de boemi. ungheresi, slavi de carniola e croazia e se volemo anche de austriaci viennesi , de Linz se scontrava con una concezion accentratrice del potere, che per lopiù iera rappresentado da una casta de nobili latifondisti e militari. Ghe iera el parlamento dove che se mandava rappresentanti dei vari popoli ma alla fine le decisioni le cascava su Franz. ( Apro un inciso perchè stranamente trovo un parallellismo attuale sul parlamento de Strasburgo pien de rappresentanti e su una comissione scelta altrove che proponi le leggi europee.) A differenza dei inglesi dove che el re se gaveva indebitado per far guerra un poco con tuti quei che gaveva schei, e el gaveva cedudo parte de la sua autorità , Franz se gaveva indebità coi banchieri ebrei, per cui estinto el debito la sua autorità iera restada tale e quale. E drio i grossi industriali no rappresentadi, stava la piccola borghesia col suo nazionalismo linguistico familiare e che odiava i ebrei. Altro che i miei popoli, uno contro l'altro. El pilastro de Franz stava nell' esercito, e quando questo gà a comincia a logorarse e a perder, la fame e i nazionalismi gà ciapà el sopravento. Gà comincià col sciopero dei ferrovieri ungheresi, e al fronte del piave no xe rivadi più rifornimenti.



Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2132
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Ormai è finita !

Messaggio da Piereto »

Quindi indipendentemente da le scelte irredentiste triestine, l'AustriaUngheria se gaveria disfado. La grande guerra ghe ga dado solo una man, ma le cause stava nelle mancanza de rappresentanza popolare e nel potere che oggi ciamemo contrattuale. Anche oggi no saria niente de strano assister al disgregamneto de alcuni Stati europei proprio perchè no xe ciaro chi che comanda, o meio se crea un solco tra nazione idealizada e paese reale.



Torna a “La prima guera mondial”