Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

soprattutto in relazion a Trieste
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2751
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da mandi_ » lunedì 5 novembre 2012, 14:00

Cara Elisa
Per me risulta troppo complicata la faccenda. Lascio ad altri eventuali un'impresa così ardua.
Come hai visto Marzani Augusto è riportato sulla lista dei volontari trentini redatto e pubblicato on line recentemente dal Museo della Guerra di Rovereto. Quindi è riportato da fonte autorevole.(Però non c'è scritto altro che il nome).I dati anagrafici li ho trovati su altre liste.
Tuttavia ho voluto controllare adesso sul TCU Caduti in Trentino, sempre on line, e il nostro Marzani non risulta tra i Caduti (puoi controllare tu stessa). So che il TCU non è completo, e molti ricercatori stanno completando di cercare dati e nomi mancanti al Censimento Caduti...Non ti so dire altro . Vedrò di trovare il foglio matricolare.
Mandi


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3429
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da Elisa » lunedì 5 novembre 2012, 18:55

Mandi,
se facciamo un sommario vedremo che non vale la pena preoccuparsi tanto, sia per l' uno o l' altro Marzani, storia non esente da una certa confusione, peró.
Ecco quale fu il mi proposito:
Attenermi strettamente osservando quella precisa descrizione dei dati personali che contraddistinguono
quel determinato soldato morto nel 1917 ed i cui dati dati anagrafici scritti ben visibili sul cippo sono determinanti della storia di un combattente trentino, il cui ricordo presente in quel paesaggio desertico di pace mi aveva emozionato tanto infuocando la mia immaginazione su quella vita da eroe caduto precisamente nell' anno (1917) in cui mio papà trentino, con miglior sorte combatteva nelle trincee della Galizia e scriveva cartoline a sua mamma, per poi far felicemente ritorno a casa! E sursum corda! :-)


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2751
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da mandi_ » lunedì 5 novembre 2012, 19:43

Giusto, Elisa. Lasciamo questo uomo, qualunque sia stata la sua storia, riposare in pace...


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3429
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da Elisa » martedì 6 novembre 2012, 17:21

Mi sembra che ci siamo!
Certamente quel combattente descritto sul cippo di pietra rosa,
segnalato da Babatriestina vera amante delle gite di diligente ricerca,
MARZANI AVG
caduto "qui" il 18.1.1917 ("qui" per dire Devetachi Devetaki ?)
è la persona elencata tra gli ufficiali morti in combattimento sul link "Fronte del Piave" sottosritto da Generale Cadorna.
Il Capitano descritto sul cippo, essendo nato a Lodi in Lombardia (lontano soltanto 150 kilometri da Trento) fu combattente "volontario" trentino.
Nell' elenco -vedere link-si trova tra gli:
Ufficiali morti in combattimento 34º Reggimento Infanteria.
Tutto coincide con l' epitaffio posto sul cippo.
Allora GLORIA A LUI! E' come averlo conosciuto un po'.... :-)

http://www.frontedelpiave.info/public/m ... ta-Livorno


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3429
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da Elisa » martedì 6 novembre 2012, 21:39

Ed aggiungo subito:
BabaTS,

altra notizia interessante:
Tra una caterva di elementi non troppo comprensibili per me, sembra di discernere l' autore del "tuo" celebre CIPPO:
.......monumento....
IL XVIII I MCMXVII QUI CADDE COMBATTENDO PER L ITALIA IL VOLONT TRENTINO MARZANI AUGº CAPITANO 34 FANT
stella LA LEGIONE TRENTINA POSE 1917......

http://web-archive-it.com/it/t/ts.it/20 ... golamento/


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » martedì 6 novembre 2012, 21:47

Elisa ha scritto:Ed aggiungo subito:
BabaTS,

altra notizia interessante:
Tra una caterva di elementi non troppo comprensibili per me, sembra di discernere l' autore del "tuo" celebre CIPPO:
.......monumento....
IL XVIII I MCMXVII QUI CADDE COMBATTENDO PER L ITALIA IL VOLONT TRENTINO MARZANI AUGº CAPITANO 34 FANT
stella LA LEGIONE TRENTINA POSE 1917......

http://web-archive-it.com/it/t/ts.it/20 ... golamento/
il sito linkato è gestito dalla sezione del CAI a cui appartengo, e che aveva organizzato la gita in cui fotografai il Cippo. Però i raccoglitori delle iscrizioni della Grande Guerra sono un gruppo distinto da quello che frequento io.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7348
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 25 aprile 2013, 17:09

AdlerTS ha scritto: Immagine

Immagine
SIamo andati a vedere il percorso storico del Brestovez, inaugurato nell'ottobre 2012

(vedi http://www.atrieste.eu/Forum3/viewtopic ... 0&start=34).

Ci siamo fermati con l'auto sulla strada del Vallone, al bivio con Devetachi.

Lì vicino un caratteristico gruppetto di abitazioni

Immagine

ed un ricordo di altri dolori e gioie più recenti

Immagine

Ci siamo incamminati, a piedi, lungo la strada che va verso Cotici e subito dopo queste prime case, abbiamo preso una carrareccia che, a destra, sale verso la cima del monte.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7348
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 25 aprile 2013, 17:09

Verso la cima (150 metri di dislivello) si possono osservare numerose trincee ben restaurate

Immagine

Immagine

Immagine

Ho sempre incontrato molta difficoltà a fotografare le trincee. Nelle fotografie si appiattiscono, prendono, restaurate come sono, l'aspetto di ridenti sentierini, in questo caso anche ben curati.

Si fa fatica a trasmettere l'idea del dolore che le ha abitate, della fatica che è costato farle, delle condizioni di vita che ci dovevano essere là. Ed anche tra coloro che visitavano il luogo, qualcuno mi pareva sensibile alla sacralità del posto, altri mi sembravano più preoccupati di come fare a scendere con la bici per certi sentierini ripidi e coperti di ghiaia fresca che li rendeva scivolosi alle ruote.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7348
Iscritto il: venerdì 11 maggio 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da sono piccolo ma crescero » giovedì 25 aprile 2013, 17:10

Il monte è scavato da gallerie che ospitavano postazioni di cannoni. Il percorso è segnato da sagome in lamiera di soldati ed armi ed altre che riportano pensieri scritti da soldati dei due fronti. Uno di questi, con l'ambiguità che deriva dalla sgrammaticatura, dà il nome al percorso: "Voliamo la pace"

Immagine

Dalla cima del colle, una splendida vista su tutto il Vallone e su Gorizia

Immagine

Se volete andarlo a vedere, andateci subito, andateci questo autunno. Quest'estate e gli anni prossimi potrete farne a meno, temo, perché una esplosione di ailanti si sta impegando a coprire tutto.

Immagine

Finiamo con un sorriso?

Babatriestina, questi sono merli guelfi o ghibellini?

Immagine


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2751
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da mandi_ » giovedì 25 aprile 2013, 22:04

Le foto sono molto belle e mostrano una natura e un paesaggio meravigliosi.
Un tempo camminavo per trincee nella mia zona, soffermandomi soprattutto sul paesaggio. In fondo le trincee assomigliano molto ai muretti che fiancheggiano normalmente i sentieri.
In effetti sono state costruite come muretti, ma per ripararsi dalle schioppettate, purtroppo.
Quel che mi passa adesso per la testa quando cammino lungo le trincee è un pensiero ai tanti giovani che persero la vita, in quelli che adesso son diventati luoghi di una memoria lontana.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Ciancele
no montar in scagno
no montar in scagno
Messaggi: 4150
Iscritto il: giovedì 28 luglio 2011, 22:30

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da Ciancele » venerdì 26 aprile 2013, 11:21

Chi che voleva saver cos' che fazevo ala Tot, adeso sa: trincee, busi antischioppettate. Come quei che se vedi in tele foto.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » lunedì 10 marzo 2014, 14:08

Monte Korada, fra el Natisone e el Isonzo. Altura che dominava el Collio e la Bainsizza, occupado dele truppe italiane.. fin a Caporetto, dove che i ga tegnudo 4 giorni e po... adio.
Sede de artiglierie e de una cesetta completamente distrutta e ricostruida moderna

resti di cappelletta sul sentiero
Immagine

gallerie
Immagine

postazine cannoni subito sotto la cima presso l'attuale rifugio
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » lunedì 10 marzo 2014, 14:11

targa su un ponte
Immagine
panorama dalla vetta verso le Giulie
Immagine

e verso il Monte Santo di Gorizia

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » lunedì 10 marzo 2014, 14:12

immagini storiche
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » lunedì 10 marzo 2014, 14:13

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » domenica 20 luglio 2014, 21:22

mandi_ ha scritto:


La Legione Trentina fece porre dei cippi, tutti più o meno uguali, lungo il fronte della Grande Guerra.
In origine i cippi dovevano essere un centinaio , ma ne furono posizionati solo una quarantina.

Sulle pendici del monte Hermada in località Zavod ci sono altri due cippi dedicati a Silvio Fois e Vittorio Rippa, che io sappia.

Le località dove sono posti i cippi non sono proprio precisissime, per quanto riguarda il punto dove sono caduti i soldati.
Oggi in zona Pal piccolo, precisamente vicino alla cappelletta costruita dagli italiani nel 1916 sotto Casera Palgrande di sotto c'è un cippo di quelli trentini, riconoscibile per lo stile. E' poco leggibile ma l'ho fotografato pensando alle nostre trentine..

Immagine

Immagine

io ci leggo Petri ( o Detri) Guido

Dall'altro versante, cimiteri di guerra austriaci Heldenfriedhof


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
Elisa
notabile
notabile
Messaggi: 3429
Iscritto il: domenica 10 febbraio 2008, 17:27
Località: Argentina

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da Elisa » domenica 20 luglio 2014, 23:15

Lo stile volutamente allusivo senza dubbio, ricorda il cippo di Marzani. Marmo colore rosa e quelle striscie a giravolta tracciate sulla parte superiore, forse volendo dimostare un cammino intricato. Cose che successero in un lampo ma che lasciarono traccia.
Pccato il deterioramento!
R.I.P. Guido.


"Todo lo bueno me ha sido dado"

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2751
Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 18:47

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da mandi_ » lunedì 21 luglio 2014, 10:49

Il ragazzo ricordato nella stele si chiamava Petri Guido, nato a Serso - Pergine di Valsugana il 07/03/1893. Era uno studente, un bel ragazzo da quel che vedo dalla foto. Il suo nome di battaglia fu "Fortuna Italo". Fu volontario, sottotenente nell' 82° Fanteria, combattè ad Oviano, sull''Isonzo e sul Calvario.Fu ferito a Oslavio dal gas. Nell''8° Alpini fu sul Pal grande , dove morì colpito al ventre il 20/09/1916. Ricevette la medaglia di bronzo al valore. E' sepolto al cimitero di guerra di Timau.


La Legione Trentina scelse una lastra marmorea con in alto una fiamma stilizzata e nella parte sottostante l’indicazione del nome del caduto. Il disegno dei cippi è dello scultore e legionario Davide Rigatti (1873-1968). Le stele misurano 78x39x16 cm.

Grazie Baba per la foto del cippo.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

gian
naufrago
naufrago
Messaggi: 1
Iscritto il: lunedì 15 settembre 2014, 14:57

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da gian » lunedì 15 settembre 2014, 15:47

babatriestina ha scritto:Mi ponevo la stessa domanda, ma non l'ho visto se non nella fotografia . Non so nemmeno esattamente dove sia. Ma in basso mi sembra di leggere 1830-2000 un dono di compleanno per i suoi 170 anni..?
Ho visto questo post e mi sento in dovere di rispondere (in qualità di autore dell'opera), per soddisfare la legittima curiosità.
Il monumento si trova a S. Martino del Carso, ed è stato realizzato nel 2000 tramite un monolite naturale di pietra di Aurisina (di 35 quintali, e non vi dico i problemi di trasporto!) sul quale sono state inserite le due effigi (scolpite su piattello separato in marmo bianco), inoltre sul monolite è stato scolpito il nome dell'Imperatore F.J. con i sui titoli principali (come risultava sulle monete del suo periodo).
Come giustamente osservato, l'inaugurazione è stata il 18/8/2000 in occasione del suo 170° genetliaco.
Perché si trova lì? Semplicemente perché mi sembra giusto ricordare.......



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 36541
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Trincee e altri resti dal Vallon di Gorizia in su

Messaggio da babatriestina » lunedì 15 settembre 2014, 15:51

Grazie per la risposta.. adesso non ci resta che vederlo dal vivo..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Rispondi

Torna a “La prima guera mondial”