La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy. in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

La centrale idrodinamica del Porto Vecchio è stata recentemente restaurata, per l'occasione hanno fatto anche un piccola mostra con la collaborazione dell'associazione Aldebaran, intanto l'ambiente:
l'edificio restaurato, era stato costruito nel 18871890.
Immagine
il lato parallelo al mare
Immagine


Lo scopo della centrale era movimentare la gestione del porto, attraverso la forza idroelettrica: non chiedetemi spiegazioni troppo tecniche, se volete le copio dai volantini che ci hanno dato:
alcune sale vuote restaurate ricordano anche per la decorazione la Pescheria rifatta
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

l'acqua veniva riscaldata nella sala caldaie, erano in origine 9 ed ora ne sono conservate tre:
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

da là, l'acqua sotto pressione raggiungeva l'attigua sala macchine
Immagine
le macchine, che erano 4, erano di produzione ceca, da Praga
Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

erano refrigerate con acqua marina.
Altri dettagli:

Immagine

Immagine

Negli Anni Trenta parte delle macchine venne sostituita da macchine di tipo elettrico, pur lasciando di riserva alcune di tipo idraulico

Immagine
La centrale rimase in funzione fino al 15 giugno 1988. Ora è un interessante esempio di archeologia industriale.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

altre immagini, sempre della Centrale:
ancora le macchine, dettagli a volte riprese con stile "rétro"
Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

Immagine

la stanzetta laterale per piccoli lavori di manutenzione

Immagine

i soffitti a capriate di legno

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7515
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Belle foto, ma ... come funzionava? Ho cercato in giro ma non ho trovato niente.

Perdonate la mia ignoranza.

Ho trovato che:
  • C'erano della macchine a vapore
  • Il vapore veniva distribuito in giro
e poi? Mi sembra di aver sentito che faceva andar avanti le gru. Ma come?

Grazie in anticipo a chi mi risponderà.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

il banchetto lavori

Immagine

scala a chiocciola interna

Immagine

c'è anche un locale con servizio bar fai-da-te

Di fronte, la vita "ferve"

Immagine

Non vorrei far polemiche qua, ma a me sembra che permettere ai visitatori di vedere tutto questo e non tenerlo chiuso dietro i cancelli sia un aspetto positivo. idem il restauro di questi edifici che, avendo ormai superato i motivi del loro originale uso, valgono la pena di essere messi a posto ed aperti al pubblico. Li vedrei sempre più connessi alla conoscenza della vita marinara triestina.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
mandi_
notabile
notabile
Messaggi: 2781
Iscritto il: sab 22 mag 2010, 18:47

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da mandi_ »

Difatti è un pò l'effetto che fa anche su di me, molto egoisticamente. Mi sembra di essere in un enorme museo, quando vado in Porto Vecio.Cioè mi sembra di vedere quello che c'era una volta, pur deteriorato dal tempo. Spero che i restauri non modifichino troppo l'insieme, ma mi rendo conto che tutti quegli edifici vuoti sono sprecati.Però questa centrale per me non andrebbe assolutamente svuotata. Come dice Baba ci vedrei anch'io un museo legato al mare e alla rivoluzione industriale.


"E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa, che ha fatto la tua rosa così importante"

Antoine de Saint-Exupéry

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

In mancanza d'altro, visti i tanti film che girano a Trieste, come scenario di una "ghost town" ci starebbe pure bene :( ( ricavar soldi da una situazione critica..)
Immagine

Immagine

e , toh! chi si rivede! i vecchi accessi alle navi della Marittima, giusto mi chiedevo che fine avessero fatto! magari un amano di pittura ci starebbe bene..

Immagine

( scale fantasma per navi fantasma, tutto regolare.. 8) )


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7515
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Grazie alla documentazione mandatami da BT posso tentare una spiegazione sintetica e traducendo, per quello che ho capito, i tecnicismi contenuti.

Il progetto risale agli anni '80 del XIX secolo.

6 macchine a vapore muovevano delle pompe che prelevavano acqua (non salata) e la pompavano in contenitori a pressione. Questi contenitori erano dei cilindri con un coperchio che si muoveva a stantuffo. Sul coperchio dei pesi in cemento mantenevano costante la pressione dell'acqua in essi contenuta. Questi cilindri erano collegati alle varie gru del porto con dei tubi che portavano ad esse l'acqua a pressione. L'acqua a pressione veniva usata per il movimento delle gru, ed usciva dalle stesse senza pressione; finiva in un cassone di raccolta dal quale le pompe la riprelevavano per metterla nei contenitori e così via. Il sistema era collegato all'acquedotto che integrava l'acqua che, nei vari passaggi, andava perduta.

Nel 1936-39 tutte le macchine a vapore meno una vennero sostituite da motori elettrici. Una venne conservata in attività casomai mancasse la luce.

Non era un progetto particolarmente originale e tutti i grandi porti hanno adottato all'epoca simili soluzioni (trovo i nomi di Calcutta, Buenos Aires, Amburgo, Genova). Se capisco bene la sua importanza consiste nel fatto che è l'unico rimasto (funzionante?).

Siamo in presenza, quindi, di un importante esempio di archeologia industriale.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)

Avatar utente
sum culex
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 5945
Iscritto il: ven 20 gen 2006, 15:45
Località: Trieste - Rozzol

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da sum culex »

Circa 45 ani fa go lavorà un breve periodo in porto vecio al magazin 4 in ultimo pian; controlavo le pesade dei sachi de cafè IBC (Istituto Brasileiro do cafè). I grupi de sachi rivai coi vagoni (che passava per marina) dai magazini 51 e 53 del porto novo i vigniva tirai su cole gru a acqua e co iera fredo (temperatura soto zero) l'acqua se iazava e se fermava tuto!
ciao
sum culex
P.S.: in qualche foto del magazin 2 visibile dala base del molo quarto se vedi ancora ste vetuste grue. Pena che rivo a sistemar tuto rimeterò el post sul porto vecio che xè misteriosamente completamente sparido (quel che se pol veder dal novo passagio per el magazin 26 el resto xè chiuso). Un per de ani fa go chiesto se podessi gaver l'acesso al porto vecio per far un documentario: me xè sta risposto de sì, ma ghe vol richieder el permesso del'Autorità portuale e el permesso dela Capitaneria de porto. Gavessi anche dovudo vignir acompagnado da una guardia giurata. Per el lasso de tempo che i me la gavessi dada gratis poco gavessi rivado a far. Per i tempi sucessivi gaveria dovudo pagar diversi euri (se me ricordo ben 60 al giorno). Go rinuncià, spetando che la zona no sia più porto franco e de conseguenza zona doganale e l'acesso consentido al publico.



Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

alcune vecchie immagini esposta alla mostra sul porto vecchio adesso alla sala Selva di palazzo Gopcevich
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Avatar utente
babatriestina
Capo postin
Capo postin
Messaggi: 37205
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: La centrale idrodinamica del Porto Vecchio

Messaggio da babatriestina »

sono piccolo ma crescero ha scritto:
ven 21 set 2012, 12:13
Grazie alla documentazione mandatami da BT posso tentare una spiegazione sintetica e traducendo, per quello che ho capito, i tecnicismi contenuti.

Il progetto risale agli anni '80 del XIX secolo.

6 macchine a vapore muovevano delle pompe che prelevavano acqua (non salata) e la pompavano in contenitori a pressione. Questi contenitori erano dei cilindri con un coperchio che si muoveva a stantuffo. Sul coperchio dei pesi in cemento mantenevano costante la pressione dell'acqua in essi contenuta. Questi cilindri erano collegati alle varie gru del porto con dei tubi che portavano ad esse l'acqua a pressione. L'acqua a pressione veniva usata per il movimento delle gru, ed usciva dalle stesse senza pressione; finiva in un cassone di raccolta dal quale le pompe la riprelevavano per metterla nei contenitori e così via. Il sistema era collegato all'acquedotto che integrava l'acqua che, nei vari passaggi, andava perduta.
a volte un disegno è utile ed ho trovato uno da una mostra che può essere d'aiuto
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Architetura triestina”