Al Museo Revoltella

Musei de la cità e mostre colegade
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Romeo Daneo
Immagine

Pio Semeghini
Immagine

più noto a me Federico Righi perchè amico di cugini
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto: mar 9 feb 2021, 7:20 Credo sia la Chaconne ( Ciaccona in italiano) di Bach. forse l'avrò anche ascoltata a qualche concerto..
Confermo Chaconne ( Ciaccona) da un catalogo del Museo che ne racconta la storia. Il pittore era a Parigi, dove in un ambiente un po' Bohémien il suo amico violinista Vannicola suonò la Ciaccona di Bach , un pezzo per violino solo che tuttora è suonato nei concerti. Poi col tempo e le memorie la si sovrappose al ricordo di un un'esecuzione del medesimo violinista della Sonata a Kreutzer, questa di Beethoven, per piano e violino.. Il dipinto venne esposto all'exposition universelle di Parigi del 1900 e nel 1901 alla Biennale di Venezia, dove il museo Revoltella la comprò


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2239
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da Piereto »

Visto che nel quadro ghe xe anche un pianista, evidentemente nol sonava perché Bach la ciacona el la ga' scrita per solo violin, quindi forsi el .....stricava senza guardar el violinista 🤭


Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2239
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da Piereto »

Strano perché ingrandindo, se vedi che el ga' el brazo slonga' e la man a mezz'aria pronta a calarse sui tasti. Penso proprio che el violin sonava tutt' altro.


Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7711
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Penso che el mato (pitor) gabi ricordado l'atmosfera e zontado el pianista per ciamar el quadro "Sonata a Kreutzer".

"Sonata a Kreutzer" ga un che de peverin (complice anche el racconto de Tolstoi). Se el lo gavessi ciamado "Ciaccona" ... mah tuti gaveria pensado che iera el soranome de una dele babe che se vedi che scolta.... ;-) :D


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

recenti visite: la sala dei dipinti veneziani è chiusa, bloccata da tre sedie
Immagine

il De Nittis ha sempre successo
Immagine

Sale dell'ottocento italiano
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Vi riporto qualche passo del Museo visto che vi interessa quel dipinto ( che io confesso trovo un tantino cupo)
ben 116 anni il grande dipinto di Lionello Balestrieri intitolato "Beethoven" realizzazto dal pittore toscano a Parigi in occasione della Esposizione Universale del 1900, ritorna a Parigi per essere esposto alla Cité de la musique - Philarmonie de Paris nell'ambito della mostra "LUDWIG VAN LE MYTHE BEETHOVEN" (14 ottobre 2016 – 29 gennaio 2017).
Il famoso e pubblicatissimo dipinto di Balestrieri, abitualmente esposto al quarto piano della Galleria d'arte moderna del Revoltella, fu acquistato alla IV Biennale veneziana del 1901, dove letteralmente dominava la sala toscana per le sue eccezionali dimensioni (2 metri d'altezza per 4 metri di larghezza!) e per l'accattivante atmosfera bohémien in questo riprodotta. Balestrieri allora risiedeva a Parigi e non poteva non essere condizionato dall'ambiente suggestivo e culturalmente effervescente della grande capitale che gli offrì lo spunto per questa straordinaria composizione, in cui i sentimenti e le emozioni dei giovani protagonisti trapelano con intensità e fascino.
Oltre a Milano, dove il grande dipinto fu esposto nel lontano1925 nell'ambito della mostra personale, soltanto una seconda volta l'opera del pittore toscano ha lasciato le sale del Museo Revoltella: a Cetona (Siena), città d'origine del pittore, e a Firenze, da luglio a novembre del 2000.
o anche
il “Beethoven”di Balestrieri è noto proprio per essere stato presente in copia nei salotti triestini dell’inizio 900, significativamente collocato sopra il pianoforte che troneggiava in salotto, pronto ad essere il fulcro delle serate musicali. Si dice, infatti, che questo quadro, con il quale l’autore vinse il Prix de Paris, sia uno dei più copiati del Revoltella e le divagazioni letterarie e musicali prendendo spunto dalla sua grande notorietà, potranno spaziare dal quesito musicale su cosa suoni davvero il duo violino pianoforte rappresentato nel quadro, alle considerazioni sull’atmosfera tipicamente bohémienne della soffitta parigina, con tutte le possibili suggestioni da Murger a Puccini.
( sono tutte pagine del Museo) altro si trova ma son pagine giornalistiche quiTrieste senza specializzazioni che copincollano quel che trovano..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

altri dipinti
Pieretto Bianco soggetti veneziani
Immagine

Andrea Tavernier primavera e autunno
Immagine

Carlo Arnaldo Soldini Paesaggio alpestre ( è la Valcamonica)
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Vi sto postando queste immagini, anche per poi rimetterle in ordine nel che abbiamo dedicato al Museo, Varrebbe essere una guida, ma la disposizione cambia spesso e soprattutto negli ultimi anni, grazie alla possibilità di fotografare, c siamo accorti che le opere entrano ed escono dai depositi. Ovvio, c'è un nucleo intoccabile, ma proprio per chi ormai il museo lo conosce è interessante soffermarsi sull’effimero. Quindi in realtà stiamo raccogliendo ed evidenziando " quel che si può vedere" al museo o quello che si è potuto vedere o si potrebbe rivedere. Il che conferma che il materiale inventariato e quindi la ricchezza del museo va al di là di quel che è abitualmente in vista. Curioso che vecchie guide, cataloghi e anche società di commercio di immagini,con cui non possiamo competere, fotografando dietro i vetri, a mano libera, mettono in rete foto di opere attualmente non esposte. me ne sono accorta facendo ricerche.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

le scuole italiane dell'ottocento per molti anni sono state trascurate, da qualche anno vengono riproposte da mostre , dalle opere del primo ottocento a quelle di fine secolo. il museo ne comprò diverse a fine ottocento. Alcune sono esposte nelle sale di pittura, ma altre sono semplicemente appese come opere ornamentali alle pareti delle sale storiche, così possiamo vedere un nella sezione delle nature morte ed un altro nella sala da pranzo.. come tante opere ottocentesche di paesaggi, di esotismo.. che adesso sono oggetto di interesse e protagoniste di mostre. Che hanno se non altro il vantaggio di far ripulire le opere dalla patina del tempo che le ingrigiva

Un Morelli nelle sale storiche, una battaglia navale, è un bozzetto su tela 1854, dono del sig Marco Amodeo di Trieste
Immagine

Anche il paesaggio veneziano di Bison bisogna cercarlo fra le opere decorative..
Immagine

Un Vertunni Paludi pontine
Immagine
acquistato dal Museo nel 1978


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Giacomo Favretto, veneziano_ Una dichiarazione acquistato dal museo nel 1887
Immagine
un altro Favretto
il primo bacio dono di Arduino Berlam
Immagine

Ci sono alcuni De Pisis anche fra le pitture di nature morte
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Sto scoprendo leggendo un vecchio catalogo che avremmo pure un Delacroix!! " Il viglietto amoroso" sembrerebbe piccolino 44 x 38 cm, dono della generosa signora Oblasser. Vedo se ne trovo immagini. mai visto esposto!!

Ecco le nature morte, i de Hohenbreger ( sono foto nuove rispetto alla vecchia pagina, non so se migliori)
Immagine

Immagine

un altra Natura morta usata a decorazione di una sala
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

i soliti Malacrea

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
( quest'ultima foto l’ho falla la settimana scorsa


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Altri te dipinti:
Al Florian ma non ricordo l'autore
Immagine

Un altro pure senza attribuzione mi sembra un soggetto veneto
Immagine



e invece un Fragiacomo, che pur essendo vissuto a Venezia e trattando soggetti veneziani è nato a Trieste!

La campana della sera
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

Questa foto mostra come è inserito un Hohenberger nelle stanze..
Immagine
idem i soggetti " esotici " ottocenteschi, come questo Mercato del Caucaso, acquistato dal Museo nell’ottocento di Roubaud
Immagine

Poi ci sono i soggetti " di genere" che alcuni anni fa erano stati esposti ed ora son tornati nei depositi, come questo in sagrestia del Rotta, pittore goriziano che operò anche a Venezia
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
Capo postier
Capo postier
Messaggi: 38093
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Al Museo Revoltella

Messaggio da babatriestina »

o questo di cui non trovo notizie

Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Musei”