Pittori triestini: Edgardo Sambo

pitura, scultura, fotografia, cine ...a Trieste o de artisti triestini
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Edgardo Sambo, pittore novecentesco, alcune delle sue opere si trovano al museo Revoltella.
Io erò ne vedo ogni tanto alcune esposte in banca, nella sede di Unicredit, dalla collezione della fondazione CRT e ogi volta che ne vedo una alzo automaticamente gli occhi per guardarla: forse sono i colori con riflessi perlacei che mi colpiscono..
dal sito della provincia, la biografia:
L'artista Edgardo Sambo (Trieste 1882-1966), dopo aver ricevuto le prime nozioni di pittura frequentando i corsi tenuti dalll’Accademia sociale del Circolo Artistico Triestino e lo studio del pittore Giovanni Zangrando, studiò all'Accademia di Venezia e nel 1905 decise di completare la formazione, come molti altri artisti triestini, presso l’Accademia di Monaco frequentando per tre anni i corsi di Karl von Marr. Terminati gli studi si recò a Vienna e infine a Praga dove realizzò per l’abbazia di Emaus un ciclo d’affreschi con storie benedettine.
NeI 1911, tornato da poco a Trieste, vinse con le due tele ad olio Nudi al sole e il Ritratto della sorella il premio Rittmeyer consistente in un soggiorno di studio a Roma. Fino allo scoppio della Grande Guerra, rimase nella capitale: per lui fu un periodo molto significativo, direttamente a contatto col vivo clima culturale delle Secessioni romane che arricchiva con nuove “nuances” coloristiche, la sua formazione centroeuropea. Con Bambola, partecipò all’esposizione della Secessione romana del 1913 ottenendo un significativo successo, tanto che l’opera viene inviata, dopo esser stata favorevolmente giudicata dalla commissione preposta, all’Esposizione di San Francisco col titolo Macchie al sole. Negli Stati Uniti, la tela venne premiata con la medaglia d’argento.
Dopo la guerra, alla quale aveva partecipato come volontario ottenendo tre croci al merito, tornò a Trieste e riprese l’attività di pittore e decoratore (ricordiamo, a titolo d’esempio, i pannelli del Caffè degli Specchi). Gradualmente Sambo, come molti altri artisti triestini, da Sbisà a Marchig, da Stultus a Sofianopulo o al Nathan del filone più metafisico, si accostò al neoclassicismo del Novecento.
Artista ormai di fama, partecipò a molte mostre organizzate dal Sindacato fascista delle Belle Arti di cui era stato, per altro, promotore e segretario della sezione triestina, e a gran parte nazionale (Buenos Aires, Madrid, Atene, Barcellona, Monaco) delle Esposizioni “Arte italiana all’estero” promosse dal Ministero dell’Educazione, oltre a diverse edizioni della Biennale di Venezia (1922, 1928, 1930, 1932).
Dal 1929 al 1956 fu Conservatore del Civico Museo Revoltella di Trieste, avviando l'ente a un'apertura verso l'arte moderna, con l’apertura di nuove sale e la creazione della Scuola libera del nudo e del costume, nella quale tenne alcune lezioni. Per questa intensa attività didattica e culturale, nel 1956 Sambo venne insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’ordine al Merito della Repubblica.
La sua ultima mostra personale risale al 1960 e nel 1982 il Comune di Trieste gli ha dedicato una mostra postuma a Palazzo Costanzi.


incomincio con quella che da qualche tempo trovo sotto gli occhi in banca, una Diana cacciatrice
Immagine
abbastanza simile stilisticamente a quella del Revoltella la Bambola, ora esposta come Macchie di sole 1912
Immagine

( le immagini del Revoltella sono dalla loro pagina su facebook, quelle della Fondazione CRT dal libro illustrato da loro pubblicato di recente)

credo che anche questa sia al Revoltella
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Un ritratto
Immagine

dalla CRT questa bellissima Mandriera servolana
Immagine

e invece un quadro dei suoi esordi, del 1920, fronte dle Piave, eminiscenza della sua esperienza di guerra e della secession monacense
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

altri quadri passati per aste pubbliche:
marina
Immagine

ragazze al bagno
Immagine

un ritratto della regina Elena ( sarà stato per qualche ufficio pubblico)
Immagine
e un temporale
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Scopro l'esistenza di una Collezione Sambo in piazza Vittorio Veneto, il che vorrebbe dire palazzo Galatti, sede della Provincia
http://www.museifriuliveneziagiulia.it/ ... html?id=83
All'origine della raccolta è la donazione fatta alla Provincia da Licia Sambo, figlia del pittore triestino Edgardo Sambo (1882-1966). L'artista, formatosi tra Venezia e Monaco, fu anche conservatore del Museo Revoltella tra 1929 e 1956. La collezione è composta da dieci tele di Sambo, prevalentemente ritratti che testimoniano il suo percorso stilistico, da una tela di Ugo Flumiani e da un busto bronzeo di Teodoro Russo.
stato di apertura: ApertoModalità di visita: Su richiestaIngresso: Gratuito
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto: dalla CRT questa bellissima Mandriera servolana
Immagine
la sensazione di Déjà vu..
uno molto simile "pancogola servolana" al palazzo del Lloyd, ora Regione che h potuto fotografare due anni fa in occasione delle giornate del FAI
Immagine
Lo stesso? una replica? io li ho visti coi miei occhi, uno in sede CRT ed uno al palazzo delle Regione..


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Notizia di oggi, sul Piccolo: rubato un quadro di Sambo a palazzo Galatti sede della provincia.
Nelle sale del palazzo, non accessibili al pubblico, se non su richiesta, vi sono parecchi quadri di cui DIECI quadri di Sambo donati dalla figlia. Sembra che nel palazzo ci siano stati diversi furti , incluso il portafoglio della presidente della Provincia :shock:
e che dell'assenza del quadro sul muro si siano accorti appena oggi, ma dopo parecchio tempo.. :'-(

per la collezion, riporto dal sito della Provincia
Nella sala della Giunta Provinciale sono allineate dieci tele del pittore triestino Edgardo Sambo Cappelletti, ricevute in dono dagli eredi. La Donazione Sambo è importantissima: la qualità delle opere delinea le tappe più significative della costante evoluzione del linguaggio figurativo di Sambo, che raggiunse una fama internazionale. Nell’insieme, i quadri di Stultus e Sambo testimoniano l’alto livello della pittura giuliana del Primo Novecento, periodo in cui si incrociano in maniera magistrale modi italiani e centroeuropei, con risultati di altissima originalità nell’ambito della ricerca stilistica operata all’epoca.
e anche
http://www.visit-trieste.it/en/visita/a ... sambo.html
La collezione è attualmente visitabile presso la Sala Giunta dell'edificio della Provincia di Trieste, originaria dimora della famiglia Galatti, i cui lavori di costruzione terminarono nel 1895 su progetto dell'architetto Carlo Cambiagio. Sono esposte dodici opere tra le quali una tela di Ugo Flumiani, un busto bronzeo di Teodoro Russo e dieci tele del pittore triestino Edgardo Sambo, allievo di Giovanni Zangrando. I ritratti donati da Lucia Sambo, figlia del pittore, delineano alcune delle tappe più significative del graduale modificarsi del linguaggio figurativo dell'artista.


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Ho approfittato delle giornate in cui al Revoltella era consentito fotografare ( con misura!) ed ho ripreso una natura morta di Sambo di quelle abitualmente non esposte, perchè con quel mazzo di asparagi mi ricordava altro
Immagine

c'è un noto Manet
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Alla mostra al Magazzino delle idee, delle opere dellla CRT che ho postato qua sopra, non è esposta la Mandriera e nemmeno la Diana cacciatrice, che credo sia sempre nel corridoio della abanca, ma l'immagine del fronte del Piave, quella col fondo rosso che mi faceva pensare a Timmel, ed un 'opera meno nota, Sgabello blu, dall'aspetto alquanto evanescente, pur nella composizione simile alla Diana
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

Vasi cinesi di Sambo, un dipinto donato da poco - legato Lanieri - e resaturato, per adesso lo mostrano solo virtualmente
Dalla loro immagine postata
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)
Avatar utente
babatriestina
senator
senator
Messaggi: 40138
Iscritto il: dom 25 dic 2005, 19:29
Località: Trieste, Borgo Teresiano

Re: Pittori triestini: Edgardo Sambo

Messaggio da babatriestina »

babatriestina ha scritto: sab 18 apr 2015, 9:11 Alla mostra al Magazzino delle idee, delle opere dellla CRT che ho postato qua sopra, non è esposta la Mandriera e nemmeno la Diana cacciatrice, che credo sia sempre nel corridoio della banca, ma l'immagine del fronte del Piave, quella col fondo rosso che mi faceva pensare a Timmel, ed un 'opera meno nota, Sgabello blu, dall'aspetto alquanto evanescente, pur nella composizione simile alla Diana
Immagine
foto di questi giorni
Immagine


"mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente" ( La Cittadella)

Torna a “Arti figurative”