I eserciti più potenti del mondo

argomenti de attualità  ( ciacole de salotin: Signora mia, la ga sentido che?)
Regole del forum
Collegamenti al regolamento del forum in varie lingue ed alle norme sulla privacy in italiano.
Avatar utente
sono piccolo ma crescero
Cavalier del Forum
Cavalier del Forum
Messaggi: 7892
Iscritto il: ven 11 mag 2007, 14:08
Località: Trieste

I eserciti più potenti del mondo

Messaggio da sono piccolo ma crescero »

Xe un sito https://www.globalfirepower.com/countries-listing.asp che fa una classifica dei eserciti più potenti del mondo.

Tanto per dir, l'Italia xe undicesima e la Germania decima.

Se fe clic su una nazion, vedè le carateristiche del esercito, ma, per mi più interessante, se andè fin in fondo, trovè tanti dati che i ga doprà per far le classifiche. E tra sti dati ghe xe le riserve de petrolio, el debito pubblico, i chilometri de ferovie, ... dati che ga significato al di là del discorso sui eserciti.


Non sono abbastanza giovane da sapere tutto. (J.M. Barrie - The admirable Crichton)
Avatar utente
ART
naufrago
naufrago
Messaggi: 19
Iscritto il: dom 8 lug 2012, 6:23

Re: I eserciti più potenti del mondo

Messaggio da ART »

E' un discorso troppo complicato e variabile in base a periodi e situazioni per fare classifiche de questo genere, che non hanno il minimo senso. Parola di esperto in armamenti e guerra.


Piereto
eximio
eximio
Messaggi: 2407
Iscritto il: ven 24 set 2010, 19:38

Re: I eserciti più potenti del mondo

Messaggio da Piereto »

In prospettiva di una guerra di lungo periodo e a carattere locale, certamente pesano le risorse monetarie di una nazione , il PIL, le riserve energetiche, e anche la rete ferroviaria che permette lo spostamento dei soldati. Altra cosa è parlare di una guerra lampo. Si tratta di relazioni che trovano il tempo che trovano.


Avatar utente
ART
naufrago
naufrago
Messaggi: 19
Iscritto il: dom 8 lug 2012, 6:23

Re: I eserciti più potenti del mondo

Messaggio da ART »

Vero, ma ogi i soldati non si spostano più con le tradotte.


Torna a “Atualità non triestine”